DaiDeGas Forum
Bulgarian Catalan Chinese Croatian Danish Dutch English French German Greek Italian Japanese Portuguese Romanian Russian Spanish Ukrainian

Vai indietro   DaiDeGas Forum > Forum specifici di marca > Yamaha
Cerca su DaiDeGas Forum con Google

Registrazione Garage Arcade FAQTop Posters Lista utenti Gruppi Calendario Segna i forum come letti

Sponsored Links

Like Tree43Likes

Rispondi
 
Share LinkBack Strumenti della discussione
Vecchio 12-08-17, 08:27   #361
GuidoPiano
has no status.
Duecentocinquanta
 
L'avatar di GuidoPiano
 
Registrato dal: Nov 2009
residenza: NW
Moto: Guzzi Ercole 500
Messaggi: 2,677
Feedback: 0 - 0%
predefinito

Sponsored Links
Ma sei sicuro che con le gomme michelin ci voglia un assetto più alto dietro?
Michelin Power Cup EVO e consumi esagerati?

Tra l'altro consigliano molle morbide e con quelle della forcella da 18 N/mm mi sa che non sono le gomme più adatte.
GuidoPiano non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 12-08-17, 11:45   #362
Ultrone
AGITATORE ufficiale DaiDeGas
Moderatore
 
L'avatar di Ultrone
 
Registrato dal: Nov 2004
residenza: Prov di Alessandria
Moto: Moto affetta da aritmia: R1 2010
Età : 42 Maschio
Messaggi: 37,198
Feedback: 1 - 100%
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da GuidoPiano Visualizza il messaggio
Ma sei sicuro che con le gomme michelin ci voglia un assetto più alto dietro?
Michelin Power Cup EVO e consumi esagerati?

Tra l'altro consigliano molle morbide e con quelle della forcella da 18 N/mm mi sa che non sono le gomme più adatte.
Le molle forcelle, è vero, sono dure, ma non hanno quel K e poi devo rimontare le MUPO K911, per cui - tra l'altro - la MUPO, per la R1 nuova, fornisce un kit per andare "sotto" il 9K - 11K di quel modello di cartuccia (il K della molla è regolabile, con un sistema ingegnoso, tra 9 ed 11). Il Kit per R1, a dispetto del nome K911, consente di andare da 8 a 10, con suggerimento di utilizzare su strada un K di 8 - 8,5, proprio perchè la R1 VUOLE K bassi, altrimenti non la guidi (me ne sono accorto!!!).

Quanto all'altezza del posteriore, si! Va aumentata a prescindere dalle gomme.

Poi va aggiustata in base alle gomme, ma mediamente la moto è molto seduta, come tutte le giapponesi di serie del resto.

Guido e spendili sti soldi! Accatta il piedino regolaBBIle!

Sto montando tutto, tra poco vado a testare i prodigi derlla nuova regolazione!
__________________
AGITATORE della sezione Superbike
Il Traction Control logora chi non ce l'ha!

Rossi: il suo vero valore è 4° dietro quelli veramente Forti!

Ultrone non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 12-08-17, 11:47   #363
mito22
has no status.
Il lato buono di Davide
 
L'avatar di mito22
 
My Facebook
Registrato dal: Jul 2003
residenza: Marche
Moto: Avevo
Età : 38 Maschio
Messaggi: 433,395
Feedback: 2 - 100%
Invia un messaggio tremite ICQ a mito22 Invia un messaggio tremite MSN a mito22 Invia un messaggio tremite Yahoo a mito22 Invia un messaggio tremite Skype a mito22
predefinito

Guido... ma in piste tipo misano non ci vieni mai?
__________________
mito22 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 12-08-17, 12:48   #364
GuidoPiano
has no status.
Duecentocinquanta
 
L'avatar di GuidoPiano
 
Registrato dal: Nov 2009
residenza: NW
Moto: Guzzi Ercole 500
Messaggi: 2,677
Feedback: 0 - 0%
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da Ultrone Visualizza il messaggio
Le molle forcelle, è vero, sono dure, ma non hanno quel K .....
È quello che scrive il manuale officina per la 2015, poi non so se sulla 2016 hanno cambiato.
Yamaha R1M 2016 II thread

Quote:
Originariamente inviata da Ultrone Visualizza il messaggio
Guido e spendili sti soldi! Accatta il piedino regolaBBIle!

Sto montando tutto, tra poco vado a testare i prodigi della nuova regolazione!
Io preferisco i chopper. I motard sono per berretti gialli.
Vai in girula anche domani?
GuidoPiano non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 12-08-17, 13:12   #365
Ultrone
AGITATORE ufficiale DaiDeGas
Moderatore
 
L'avatar di Ultrone
 
Registrato dal: Nov 2004
residenza: Prov di Alessandria
Moto: Moto affetta da aritmia: R1 2010
Età : 42 Maschio
Messaggi: 37,198
Feedback: 1 - 100%
predefinito

Il K indicato sulle tabelle è sbagliato, dovrebbe erssere un 10 o giù di li.

Sei un pazzo a tenere la moto alta, sopratutto con le stradine merdose che fai, tutte da 1a e 2a!

Si, Anche domani sono in giro!

Misano? Devo trovare qualcuno che mi ci porta!

Ho finito di montare tutto, esco, vado, parto... a dopo...
__________________
AGITATORE della sezione Superbike
Il Traction Control logora chi non ce l'ha!

Rossi: il suo vero valore è 4° dietro quelli veramente Forti!

Ultrone non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 12-08-17, 14:53   #366
Warsteiner
has no status.
Centoventicinque
 
Registrato dal: Jan 2006
residenza: Marche
Moto: Mival 125 6G
Messaggi: 1,250
Feedback: 0 - 0%
predefinito

18 N/mm è la rigidezza totale di due molle in parallelo da 9 N/mm....
Warsteiner non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 12-08-17, 15:16   #367
GuidoPiano
has no status.
Duecentocinquanta
 
L'avatar di GuidoPiano
 
Registrato dal: Nov 2009
residenza: NW
Moto: Guzzi Ercole 500
Messaggi: 2,677
Feedback: 0 - 0%
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da Warsteiner Visualizza il messaggio
18 N/mm è la rigidezza totale di due molle in parallelo da 9 N/mm....
Quindi hanno cambiato notazione rispetto agli anni precedenti. Nel 2009 dichiaravano 9.6 N/mm. Potevano anche precisarlo.

Quote:
Originariamente inviata da Ultrone Visualizza il messaggio
Sei un pazzo a tenere la moto alta, sopratutto con le stradine merdose che fai, tutte da 1a e 2a!
Sono più strette quelle che volevi fare tu.
[Raduno elitario] Raduno Nord-Italia possessori R1 2015-2017

Ultima modifica di GuidoPiano; 12-08-17 a 15:28.
GuidoPiano non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 12-08-17, 18:01   #368
HSG
HSG
chi?
Duecentocinquanta
 
L'avatar di HSG
 
Registrato dal: Jul 2003
Messaggi: 3,631
Feedback: 0 - 0%
predefinito

Ultrone, il piedino è fatto molto bene, ma a zero filetto quanto sei più alto dell'originale? O hai giá tenuto contyo dell'altezza che avevi sul mono di serie e hai fatto il piedino di conseguenza?
HSG non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 12-08-17, 19:55   #369
Ultrone
AGITATORE ufficiale DaiDeGas
Moderatore
 
L'avatar di Ultrone
 
Registrato dal: Nov 2004
residenza: Prov di Alessandria
Moto: Moto affetta da aritmia: R1 2010
Età : 42 Maschio
Messaggi: 37,198
Feedback: 1 - 100%
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da HSG Visualizza il messaggio
Ultrone, il piedino è fatto molto bene, ma a zero filetto quanto sei più alto dell'originale? O hai giá tenuto contyo dell'altezza che avevi sul mono di serie e hai fatto il piedino di conseguenza?
Buon okkio! Il piedino in quella foto in realtà "finiva" un poco più alto dell'originale. Poi è stato corretto abbassandolo ancora di qualche mm. In pratica adesso parte da circa -1mm (più basso dell'originale) a salire fino +20 mm!
__________________
AGITATORE della sezione Superbike
Il Traction Control logora chi non ce l'ha!

Rossi: il suo vero valore è 4° dietro quelli veramente Forti!

Ultrone non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 12-08-17, 20:45   #370
Ultrone
AGITATORE ufficiale DaiDeGas
Moderatore
 
L'avatar di Ultrone
 
Registrato dal: Nov 2004
residenza: Prov di Alessandria
Moto: Moto affetta da aritmia: R1 2010
Età : 42 Maschio
Messaggi: 37,198
Feedback: 1 - 100%
predefinito

Più tardi vi aggiorno con il test su strada...

__________________
AGITATORE della sezione Superbike
Il Traction Control logora chi non ce l'ha!

Rossi: il suo vero valore è 4° dietro quelli veramente Forti!


Ultima modifica di Ultrone; 12-08-17 a 20:46.
Ultrone non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 17-08-17, 08:34   #371
Nick_M
has no status.
Cinquantino
 
L'avatar di Nick_M
 
Registrato dal: Mar 2017
residenza: IT
Moto: RSV4
Età : 38 Maschio
Messaggi: 713
Feedback: 0 - 0%
predefinito

Ciao Ultrone, com'è andato il test?
Nick_M non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 20-08-17, 23:00   #372
Ultrone
AGITATORE ufficiale DaiDeGas
Moderatore
 
L'avatar di Ultrone
 
Registrato dal: Nov 2004
residenza: Prov di Alessandria
Moto: Moto affetta da aritmia: R1 2010
Età : 42 Maschio
Messaggi: 37,198
Feedback: 1 - 100%
predefinito

Allora... per il report dovete aspettare domani, che le novità che ho scoperto, sperimentato, sono tante.
Adesso volevo rispondere ad un quesito che mi ha posto GuidoPiano (in realtà non è vero, perchè ho visto con i miei occhi che va anche abbastanza forte... )

PS, ma come fai a riscrivere il software che gestisce le sospensioni nelle mappe A1,A2,A3? Cioè, come fai a sapere, per esempio, di quanto devi chiudere la compressione della forcella e aprire l'estensione del mono, in funzione della decelerazione del mezzo o delle condizioni della strada?

In realtà il controllo delle sospensioni non è dinamico, ma solo statico.
Con il mio dispositivo posso aprire o chiudere i solenoidi elettrici che controllano i passaggi di olio. Questi solenoidi sono impiegati al posto delle valvoline a spillo, che si movimentano con una brugolina nei mono convenzionali.

Come ho fatto a scopiazare i valori della M?
Semplicemente facendo un pò di reverse engeneering.

In pratica ho osservato che i solenoidi sono dei semplici motorini passo-passo (o stepper) e, realizzato questo, ho misurato quanti possi fossero necessari per completare il percorso tutto chiuso - tutto aperto della valvola a spillo calettata sull'alberino del motorino.
Ho realizzato che i passi necessari sono 320 e, guarda caso... 32 sono gli step a disposizione sul pannello della M per regolare le sospensioni dal tutto chiuso al tutto aperto.
Ho implementato un software (più precisamente un Firmware...) che muovesse il motorino di 10 passi per ogni click premuto, e ho ottenuto una regolazione identica alla M. (domani agevolo video...)

Il passo successivo è la regolazione dinamica delle sospensioni.
Questo si raggiunge introducendo nel sistema un dispositivo che permetta di chiudere un anello di controllo.



Questo dispositivo è una piattaforma inerziale, anche a singolo asse, che permetta di rilevare uno degli angoli di Eulero: ϕ, ovvero l'angolo di beccheggio del mezzo.



L'Ultrainclinometro che avevo fatto l'anno scorso, posizionato per misurare il beccheggio piuttosto che il rollio, sarebbe già sufficiente.

In pratica si misura l'angolo che si apre tra il punto di contatto con l'asfalto della ruota posteriore, con i punto di contatto (che tende a sollevarsi dal terreno) della ruota anteriore, o viceversa.

Fatto questo si può implementare un sistema che indurisca la compressione del mono nel caso di una forte accelerazione del mezzo, cercando di contrastare la tendenza del posteriore a "sedersi", e impedire o ridurre quindi l'impennata del mezzo (meno controllo dello stesso).

Da lato opposto, in fase di straccata ,si può aprire l'estensione e contrastare il fenomeno del posteriore che, tendendo a sollevarsi, si trascina dietro anche il forcellone, staccando la ruota dal suolo.

In realtà si potrebbe fare molto di più, ma quanto sopra sono le applicazioni principali.

Per un controllo ancora più complesso ed implementare un vero sistema dinamico, più che misurare l'angolo, bisogna misurare la velocità con cui varia questo angolo.
Bisogna, cioè, integrare un qualcosa che misuri la derivata della velocità nel tempo, ovvero l'accelerazione del sistema!

Fatto questo si può sviluppare un sistema predittivo che impedisca brusche variazioni di assetto.
Per esempio si possono regolare le sospensioni con una regolazione mediana, devolvendo al sistema il compito di indurirle o ammorbidirle automaticamente in funzione di buche o dossi (accelerazioni positive o negative).

Per questo serve un sacco di potenza computazionale (Microprocessore potente) altrimenti non si riesce a realizzare controlo in Real-Time, ma un sistema perennemente in ritardo, che accumula ritardo su ritardo...

GuidoPiano (mica tanto... ) sono stato esaustivo?
__________________
AGITATORE della sezione Superbike
Il Traction Control logora chi non ce l'ha!

Rossi: il suo vero valore è 4° dietro quelli veramente Forti!


Ultima modifica di Ultrone; 20-08-17 a 23:03.
Ultrone non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio Ieri, 00:53   #373
Beltracom
has no status.
Cinquantino
 
L'avatar di Beltracom
 
Registrato dal: Feb 2016
residenza: Cuneo
Moto: Yamaha R1 2016
Età : 44 Maschio
Messaggi: 652
Feedback: 0 - 0%
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da Ultrone Visualizza il messaggio
Allora... per il report dovete aspettare domani, che le novità che ho scoperto, sperimentato, sono tante.
Adesso volevo rispondere ad un quesito che mi ha posto GuidoPiano (in realtà non è vero, perchè ho visto con i miei occhi che va anche abbastanza forte... )

PS, ma come fai a riscrivere il software che gestisce le sospensioni nelle mappe A1,A2,A3? Cioè, come fai a sapere, per esempio, di quanto devi chiudere la compressione della forcella e aprire l'estensione del mono, in funzione della decelerazione del mezzo o delle condizioni della strada?

In realtà il controllo delle sospensioni non è dinamico, ma solo statico.
Con il mio dispositivo posso aprire o chiudere i solenoidi elettrici che controllano i passaggi di olio. Questi solenoidi sono impiegati al posto delle valvoline a spillo, che si movimentano con una brugolina nei mono convenzionali.

Come ho fatto a scopiazare i valori della M?
Semplicemente facendo un pò di reverse engeneering.

In pratica ho osservato che i solenoidi sono dei semplici motorini passo-passo (o stepper) e, realizzato questo, ho misurato quanti possi fossero necessari per completare il percorso tutto chiuso - tutto aperto della valvola a spillo calettata sull'alberino del motorino.
Ho realizzato che i passi necessari sono 320 e, guarda caso... 32 sono gli step a disposizione sul pannello della M per regolare le sospensioni dal tutto chiuso al tutto aperto.
Ho implementato un software (più precisamente un Firmware...) che muovesse il motorino di 10 passi per ogni click premuto, e ho ottenuto una regolazione identica alla M. (domani agevolo video...)

Il passo successivo è la regolazione dinamica delle sospensioni.
Questo si raggiunge introducendo nel sistema un dispositivo che permetta di chiudere un anello di controllo.



Questo dispositivo è una piattaforma inerziale, anche a singolo asse, che permetta di rilevare uno degli angoli di Eulero: ϕ, ovvero l'angolo di beccheggio del mezzo.



L'Ultrainclinometro che avevo fatto l'anno scorso, posizionato per misurare il beccheggio piuttosto che il rollio, sarebbe già sufficiente.

In pratica si misura l'angolo che si apre tra il punto di contatto con l'asfalto della ruota posteriore, con i punto di contatto (che tende a sollevarsi dal terreno) della ruota anteriore, o viceversa.

Fatto questo si può implementare un sistema che indurisca la compressione del mono nel caso di una forte accelerazione del mezzo, cercando di contrastare la tendenza del posteriore a "sedersi", e impedire o ridurre quindi l'impennata del mezzo (meno controllo dello stesso).

Da lato opposto, in fase di straccata ,si può aprire l'estensione e contrastare il fenomeno del posteriore che, tendendo a sollevarsi, si trascina dietro anche il forcellone, staccando la ruota dal suolo.

In realtà si potrebbe fare molto di più, ma quanto sopra sono le applicazioni principali.

Per un controllo ancora più complesso ed implementare un vero sistema dinamico, più che misurare l'angolo, bisogna misurare la velocità con cui varia questo angolo.
Bisogna, cioè, integrare un qualcosa che misuri la derivata della velocità nel tempo, ovvero l'accelerazione del sistema!

Fatto questo si può sviluppare un sistema predittivo che impedisca brusche variazioni di assetto.
Per esempio si possono regolare le sospensioni con una regolazione mediana, devolvendo al sistema il compito di indurirle o ammorbidirle automaticamente in funzione di buche o dossi (accelerazioni positive o negative).

Per questo serve un sacco di potenza computazionale (Microprocessore potente) altrimenti non si riesce a realizzare controlo in Real-Time, ma un sistema perennemente in ritardo, che accumula ritardo su ritardo...

GuidoPiano (mica tanto... ) sono stato esaustivo?
Sei un genio...nulla da dire.... ma anche un pirla...perché organizzi raduni elitari ma poi rimangono sulla carta... io già mi fregavo le mani... la coppa del più cinesaio è mia +

Inviato dal mio SM-G950F utilizzando Tapatalk
Beltracom non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio Ieri, 09:43   #374
ConteMaf
has no status.
Duecentocinquanta
 
L'avatar di ConteMaf
 
Registrato dal: Jul 2003
residenza: Torino
Moto: Yamaha R1 17 e Kawa 636 only track
Età : 41 Maschio
Messaggi: 4,627
Feedback: 1 - 100%
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da Ultrone Visualizza il messaggio
Allora... per il report dovete aspettare domani, che le novità che ho scoperto, sperimentato, sono tante.
Adesso volevo rispondere ad un quesito che mi ha posto GuidoPiano (in realtà non è vero, perchè ho visto con i miei occhi che va anche abbastanza forte... )

PS, ma come fai a riscrivere il software che gestisce le sospensioni nelle mappe A1,A2,A3? Cioè, come fai a sapere, per esempio, di quanto devi chiudere la compressione della forcella e aprire l'estensione del mono, in funzione della decelerazione del mezzo o delle condizioni della strada?

In realtà il controllo delle sospensioni non è dinamico, ma solo statico.
Con il mio dispositivo posso aprire o chiudere i solenoidi elettrici che controllano i passaggi di olio. Questi solenoidi sono impiegati al posto delle valvoline a spillo, che si movimentano con una brugolina nei mono convenzionali.

Come ho fatto a scopiazare i valori della M?
Semplicemente facendo un pò di reverse engeneering.

In pratica ho osservato che i solenoidi sono dei semplici motorini passo-passo (o stepper) e, realizzato questo, ho misurato quanti possi fossero necessari per completare il percorso tutto chiuso - tutto aperto della valvola a spillo calettata sull'alberino del motorino.
Ho realizzato che i passi necessari sono 320 e, guarda caso... 32 sono gli step a disposizione sul pannello della M per regolare le sospensioni dal tutto chiuso al tutto aperto.
Ho implementato un software (più precisamente un Firmware...) che muovesse il motorino di 10 passi per ogni click premuto, e ho ottenuto una regolazione identica alla M. (domani agevolo video...)

Il passo successivo è la regolazione dinamica delle sospensioni.
Questo si raggiunge introducendo nel sistema un dispositivo che permetta di chiudere un anello di controllo.



Questo dispositivo è una piattaforma inerziale, anche a singolo asse, che permetta di rilevare uno degli angoli di Eulero: ϕ, ovvero l'angolo di beccheggio del mezzo.



L'Ultrainclinometro che avevo fatto l'anno scorso, posizionato per misurare il beccheggio piuttosto che il rollio, sarebbe già sufficiente.

In pratica si misura l'angolo che si apre tra il punto di contatto con l'asfalto della ruota posteriore, con i punto di contatto (che tende a sollevarsi dal terreno) della ruota anteriore, o viceversa.

Fatto questo si può implementare un sistema che indurisca la compressione del mono nel caso di una forte accelerazione del mezzo, cercando di contrastare la tendenza del posteriore a "sedersi", e impedire o ridurre quindi l'impennata del mezzo (meno controllo dello stesso).

Da lato opposto, in fase di straccata ,si può aprire l'estensione e contrastare il fenomeno del posteriore che, tendendo a sollevarsi, si trascina dietro anche il forcellone, staccando la ruota dal suolo.

In realtà si potrebbe fare molto di più, ma quanto sopra sono le applicazioni principali.

Per un controllo ancora più complesso ed implementare un vero sistema dinamico, più che misurare l'angolo, bisogna misurare la velocità con cui varia questo angolo.
Bisogna, cioè, integrare un qualcosa che misuri la derivata della velocità nel tempo, ovvero l'accelerazione del sistema!

Fatto questo si può sviluppare un sistema predittivo che impedisca brusche variazioni di assetto.
Per esempio si possono regolare le sospensioni con una regolazione mediana, devolvendo al sistema il compito di indurirle o ammorbidirle automaticamente in funzione di buche o dossi (accelerazioni positive o negative).

Per questo serve un sacco di potenza computazionale (Microprocessore potente) altrimenti non si riesce a realizzare controlo in Real-Time, ma un sistema perennemente in ritardo, che accumula ritardo su ritardo...

GuidoPiano (mica tanto... ) sono stato esaustivo?

azz complimenti, davvero molto interessante
__________________
ConteMaf non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio Ieri, 09:49   #375
rei348
In attesa del caldo!
Sputer
 
Registrato dal: Jan 2015
residenza: milano
Moto: Honda CBR600RR 2007
Età : 33 Maschio
Messaggi: 277
Feedback: 0 - 0%
predefinito

Decisamente interessante! Anche se l'implementazione è tutt'altro che banale...
L'hardware deve essere decisamente veloce visto che già ci si mettono i motorini passo passo a rallentare la risposta del sistema, poi il "quanto" bisogna chiudere e aprire in funzione dell'accelerazione misurata è tutto da capire...
Quando avrai finito manda il tutto alla Yamaha, magari ti trasferisci in Giappone
rei348 non è in linea   Rispondi quotando
Rispondi

Tag
2017, genesi, ultramoto, ultrateknica, yamaha r1

Discussioni simili
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
motobefana della solidarietà ad amatrice il 6 gennaio 2017 motopatito Centro 3 11-01-17 10:03
Dall'Igna parla della squadra 2017 Ducati WSBK mito22 SBK - SS -SSTK-AMA-BSB-Endurance 1 25-08-16 23:20
Ultramoto: Foto! Ultrone Foto e video 102 04-07-08 21:20
Universo la genesi ... Lele-R1-Crash 4 chiacchiere... 48 29-09-06 14:04
[BARZA] - LA GENESI teo.delux 4 chiacchiere... 5 03-05-04 17:24


Strumenti della discussione

Regole d'invio
Non puoi inserire discussioni
Non puoi inserire repliche
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è attivo
Le smilie sono attive
Il codice IMG è attivo
il codice HTML è disattivato
Trackbacks are attivo
Pingbacks are attivo
Refbacks are attivo



<Regolamento - DaiDeGas.it - Pubblicità>


Powered by vBulletin versione 3.8.6
Copyright ©: 2000 - 2017, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Optimization by vBSEO
Garage vBulletin Plugins by Drive Thru Online, Inc.

Traduzione italiana Team: vBulletin-italia.it
Navbar with Avatar by Kolbi