Announcement

Collapse
No announcement yet.

Announcement

Collapse
No announcement yet.

[UltraTecnologia] Corso di Elettronica per sub umani

Collapse
X
Collapse
 
  • Filter
  • Time
  • Show
Clear All
new posts

  • Font Size
    #1

    [UltraTecnologia] Corso di Elettronica per sub umani

    INTRODUZIONE:

    Bene! Visti i millemila voti positivi che ha preso il sondaggio, possiamo iniziare il Corso. Adesso mi limito a fare qualche premessa e intanto cerco io stesso di mettere bene a fuoco cosa fare.

    Come dice il titolo, il corso è rivolto a reietti, mentalmente minorati, debosciati, idraulici che lavorano in nero, mentecatti, disoccupati cronici, fancazzisti professionisti, esseri inutili, Professori sospesi dall'insegnamento, terremotati, no vax, perditempo vari e qualunque altro scarto della società umana, specialmente quelli che non hanno voglia di impegnarsi in niente. Insomma, l'utenza media di DDG.
    Quindi questo sarà il corso che avete sempre sognato!

    Nell'immagine un utente medio
    del corso:

    Scimmia_idiota.jpg

    Con riferimento a quanto sopra, userò un linguaggio il meno tecnico e più semplice possibile (per quanto possibile, appunto...) per cui giocoforza ci saranno delle limitazioni, delle eccessive semplificazioni, quindi prego astenersi professoroni dall'intervenire con frasi "Ma non si dice così", "Ma non è vero che si fa così" eccetera. Ci sono infiniti corsi dove si parla tanto e non si conclude un czz dove possono intervenire!

    Diciamo che possiamo articolare il corso in 20 schede principali, flessibili, quindi aggiornabili anche in un secondo tempo (ergo tornate spesso indietro a vedere se c'è stato qualche addendum) che tratteranno concetti di Elettronica base e di media complessità. Eventualmente possiamo aggiungere altre 10 schede dove possiamo dettagliare meglio l'Elettronica digitale con microprocessori annessi. Vediamo strada facendo che piega prende il corso, e se sarà seguito...

    Buon corso!
    Last edited by Ultrone; 06-01-22, 18:18.

  • Font Size
    #2
    seguo la premessa mi piace

    Comment


    • Font Size
      #3
      Presente!!

      Mi identifico nell'utente medio

      Comment


      • Font Size
        #4
        Ci sono

        Comment


        • Font Size
          #5
          Ok scimmia presente (il sottoscritto)

          Comment


          • Font Size
            #6
            Eccomi

            Comment


            • Font Size
              #7

              Comment


              • Font Size
                #8
                Bella, Ultro!

                Comment


                • Font Size
                  #9
                  Ultrone anche se non mi hai chiesto il consenso a pubblicare la mia foto, ci sono

                  Comment


                  • Font Size
                    #10
                    SCHEDA 1 - Tensione e Corrente

                    Alloraaa, branco di debosciati, iniziamo!

                    Non si può iniziare a parlare di elettronica senza avere bene in mente cosa sono Tensione e Corrente, e con ciò non intendo una definizione accademica, tipo questa
                    "Per definizione di lavoro elementare lungo un percorso infinitesimo orientato dal versore tangente con allora si ha . Combinando queste relazioni si ha che la tensione elettrica lungo un percorso finito è data dall'integrale di linea del campo elettrico."

                    imparata a memoria, che vi fa prendere 28 all'esame di Elettronica I.

                    Intendo invece dominare il concetto, avere gli "ingranaggi" in testa che girano e che vanno oltre l'astrazione.

                    Ora non dico che diventerete come dei Tesla il quale, mentre osservava un tramonto, gli si formò davanti agli occhi la visione del motore a corrente alternata, ma sarà mia cura cercare di aiutarvi a costruire quelli che la psicologia chiama "ideogrammi" mentali​​​​​​ su questi aspetti. Per questo affronteremo gli argomenti da prospettive diverse, in modo che ciascuno prenda dove gli è più congeniale.

                    Che czz è allora la Tensione?

                    La Tensione, altrimenti definita come f.e.m. (Forza elettromotrice) o Differenza di potenziale (Torneremo tra poco su questo ultimo termine...) è...uno stato di tensione...

                    Immaginatevi di essere davanti ad una bella topa nuda con il bigolo in tiro. Questa è una tensione.
                    Immaginatevi di essere da due settimane che non maggnate, vi mettono davanti un panino e mortadella, e vi viene la bava alla bocca. Questa è una tensione
                    Immaginatevi che una "risorsa" vi abbia rubato la bicicletta, mentre siete al bar lo vedete passare con la vostra bicicletta e vi va il sangue al cervello. Questa è una tensione.

                    Insomma, una tensione può essere definita come la volontà, la propensione, il desiderio, di un dipolo energetico di scaricarsi verso un punto di quiete.

                    Per i più intelligenti, da un'altra prospettiva ancora:
                    Il Secondo principio della termodinamica formalizza semplicemente l'osservazione che un corpo caldo tende spontaneamente a trasferire il suo calore verso un corpo più freddo.

                    Detto in soldoni, se mettete in una stanza diversi oggetti, ciascuno a diversa temperatura, quelli più freddi acquisteranno calore a spese dei più caldi, che invece cederanno calore, fino a che la distribuzione termica nella stanza sarà omogenea.

                    In questo caso parliamo di Entropia di un sistema che da uno stato di disordine tende a raggiungere uno stato di ordine e di quiete.
                    Per esempio, parlando di Entropia universale, l'Universo è pieno di punti caldi (stelle) che in un tempo più o meno lungo si esauriranno completamente e la temperatura sarà uniforme in ogni punto del Cosmo. In quel momento l'Entropia sarà massima e nessuna trasformazione energetica sarà più possibile.

                    Quindi se diamo energia ad un sistema, questo avrà la tendenza a scaricarla da qualche parte, in qualche modo. Quindi qualsiasi sistema che accumula energia è in tensione.

                    Questo è detto per i massimi sistemi, ma per i minimi?

                    Dopo la trombata siete rilassati con il pisello in mano e in uno stato di quiete.
                    Dopo aver maggnato il panino siete sazi e siete in uno stato di quiete.
                    Dopo aver scassato di leGGnate la "risorsa" che vi ha rubato la bicicletta, siete felicemente stanchi ed in uno stato di quiete.
                    Il dipolo energetico si è esaurito, si è scaricato. L'Entropia massima, soprattutto con il pisello in mano, è raggiunta!

                    Ora veniamo alla Tensione elettrica. Per comprendere al meglio possiamo fare, anzi, la useremo spesso durante il corso, una analogia con i circuiti idraulici.

                    Immaginate una cisterna posta ad una certa altezza. Questa dispone di un rubinetto che, se lo aprite... avrà la propensione di scaricare - ma và? - verso terra, verso il suolo, il suo contenuto.
                    Ecco, più è posta in alto la cisterna e maggiore sarà la tensione, la differenza di potenziale tra l'acqua e la terra. Se la cisterna la mettete ad un kilometro di altezza, la tensione sarà molto alta (energia potenziale determinata dalla Forza Gravità).

                    A questo punto, dopo tutto sto pippone se non avete capito cosa è una Tensione o Differenza di potenziale, potete anche accendere la moto sul cavalletto, infilare la testa dentro il cerchione posteriore, mettere la prima e dare una manata di gas!

                    E la Corrente?

                    Ora che avete compreso cosa è una tensione, possiamo definire cosa è una Corrente molto più agevolmente.

                    La Corrente, rimanendo all'analogia con un circuito idraulico, è la quantità di acqua che si scarica nell'unità di tempo. Se avete un grosso rubinetto potete scaricare dalla cisterna una grossa quantità di acqua, il flusso dell'acqua che cade sarà più grande ed il serbatoio si svuoterà più in fretta.

                    Ora lasciamo da parte gli esempi da mongoli, e veniamo ad una definizione finalmente più appropriata.

                    La Tensione elettrica è la possibilità, potenzialità (equivalente all'energia potenziale) di un flusso di elettroni di scorrere in un materiale conduttore.

                    La Corrente elettrica è invece quando questo flusso di elettroni cominciano effettivamente a scorrere nel in conduttore.

                    Se ne deduce che, mentre la Tensione è sempre presente, non è detto che una Corrente sia in essere (non c'è un circuito chiuso verso cui scaricare, il rubinetto è chiuso).

                    Quindi abbiamo degli atomi disposti a mollare un pò dei loro elettroni (materiali conduttivi) che in certe circostanze (Tensione) dagli orbitali più esterni li mollano ai loro atomi vicini, che a loro volta che li mollano ai loro atomi vicini, che a loro volta li mollano ai loro atomi vicini che li... (fanculo, basta! Avete capito!). Quando questi elettroni si muovono si produce una corrente elettrica che per convenzione va dal polo positivo verso il polo negativo (dal rubinetto verso terra).

                    163545153-bohr-atomic-model-of-a-nitrogen-atom-vector-illustration-for-science.jpg
                    corrente-elettrica.png
                    La quantità di questi elettroni che passano in un filo di materiale conduttivo nell'unità di tempo (un secondo) viene definita con la lettera I e viene misurata in Ampere (simbolo A), mentre la Tensione si misura in Volt (simbolo V).

                    Terminiamo con le modalità con cui si misurano queste due grandezze elettriche (okkio che ho incontrato perfino elettricisti professionisti che facevano confusione!)
                    La Tensione si misura in parallelo, ovvero con i terminali dello strumento di misura in parallelo ai poli positivo e negativo. Immaginate di prendere un metro e misurare l'altezza del rubinetto da terra; dovete inserirlo "in parallelo" tra rubinetto e la terra appunto.

                    Il flusso degli elettroni, la Corrente, va invece misurata con i terminali dello strumento in serie al flusso, in modo che possa "contare" quanti elettroni passano in mezzo al flusso.

                    Ammeter-Vs-Voltmeter-1.gif


                    Pò esse che riprendiamo questo post più avanti per aggiungere qualche altra roba che al momento non mi sovviene.
                    Last edited by Ultrone; 07-01-22, 23:19.

                    Comment


                    • Font Size
                      #11
                      Fino a qui penso di esserci arrivato...

                      Comment


                      • Font Size
                        #12
                        Intanto grazie

                        Comment


                        • Font Size
                          #13
                          che ridere !! ma forse ho capito qualcosa... grazie Ultrone, io seguo volentieri

                          Comment

                          X
                          Working...
                          X