Announcement

Collapse
No announcement yet.

Audi RS 6 Avant: la regina delle superwagon

Collapse
X
Collapse
  • Filter
  • Time
  • Show
Clear All
new posts

  • Audi RS 6 Avant: la regina delle superwagon

    Debutta la quarta generazione della RS 6 Avant, “missile” da autobahn con un V8 da 600 CV.

    A DUE FACCE - Poche auto sanno coniugare prestazioni da supercar e usabilità come la wagon l’Audi RS 6 Avant. Questa ricetta, ormai tipica per la casa tedesca (la prima RS 6 Avant è del 2002), è stata ulteriormente perfezionata per la quarta generazione, presentata oggi ma in vendita in Italia dal primo trimestre 2020, che alza ulteriormente l’asticella sul fronte delle prestazioni: per lo ‘0-100’ bastano infatti 3,6 secondi, un dato in linea con le supercar che fa il “paio” con lo ‘0-200’ in 12 secondi. La velocità massima è autolimitata a 250 km/h, ma si possono ordinare i pacchetti Dynamic e Dynamic plus che la portano a 280 km/h o 305 km/h. Dati paragonabili alle rivali BMW M5 (solo berlina) e Mercedes-AMG 63 wagon.

    RABBIOSO O PACIOSO - Il “cuore” dell’Audi RS 6 Avant 2020 è il motore V8 TFSI di 4.0 litri che eroga 600 CV e 800 Nm di coppia. L’otto cilindri sa essere una furia quando si schiaccia a fondo l’acceleratore, ma è in grado anche di “fare il bravo”, perché disattiva quatto cilindri quando si va piano e integra un sistema ibrido leggero a 48 Volt, che comprende una batteria agli ioni di litio e un motore-alternatore a cinghia (RSG) collegato direttamente al motore termico. Nelle fasi di frenata, l’RSG consente di recuperare fino a 8 kW di potenza, energia che viene immagazzinata nella batteria agli ioni di litio e successivamente veicolata nella rete di bordo. Questo sistema, che consente all’auto di “veleggiare” (cioè procedere in folle in fase di rilascio dell’acceleratore), permette di ridurre i consumi fino a 0,8 litri ogni 100 km.





    L’ELETTRONICA DA (PIÙ) DI UNA MANO - Il motore V8 TFSI è abbinato al cambio automatico Tiptronic a 8 marce, del tipo a convertitore di coppia, e alla trazione integrale permanente, che su fondi asciutti invia il 40% della coppia alle ruote anteriori e il 60% a quelle dietro. In caso di slittamenti, il differenziale centrale e il sistema elettronico di gestione fanno arrivare più potenza all’asse delle ruote con la migliore aderenza: quelle anteriori possono riceverne fino al 70%, quelle posteriori all’85%. Incluso nei pacchetti Dynamic e Dynamic plus c’è il differenziale sportivo, che in più ripartisce la potenza fra le ruote dello stesso asse, migliorando così l’Audi RS 6 Avant nelle curve strette e sui fondi sdrucciolevoli.

    ASSETTO REGOLABILE - Per migliorare le doti di guida, l’edizione 2020 dell’Audi RS 6 Avant è dotata di serie delle sospensioni regolabili con molle ad aria: l’altezza da terra, in posizione standard, è ribassata di 2 cm rispetto alle A6 Avant, ma oltre i 120 km/h la RS6 si avvicina al suolo di un altro centimetro. Davanti a un dissuasore di velocità, invece, l’altezza da terra può crescere di 2 cm rispetto alla posizione standard. È a richiesta l’assetto sportivo RS plus con Dynamic Ride Control, nel quale le sospensioni hanno molle in acciaio ma ammortizzatori a controllo elettronico collegati tra loro da un circuito idraulico incrociato (anteriore sinistro con posteriore destro, per esempio) caratterizzato da una valvola centrale per ciascuna linea. In curva e nei trasferimenti di carico viene generato un flusso d’olio che provoca un ulteriore smorzamento destinato a influenzare le fasi di compressione ed estensione dell’ammortizzatore. Una soluzione che nasce per favorire sia la stabilità sia l’agilità dell’auto. Tale compensazione integrata del rollio e del beccheggio, un sistema integralmente idraulico in grado di operare con eccezionale rapidità senza fare ricorso all’elettronica, consente di contrastare tanto il coricamento laterale quanto le alterazioni longitudinali nell’assetto della vettura. Grazie al sistema di gestione della dinamica di marcia Audi drive select, il guidatore può agire sul setting degli ammortizzatori, personalizzando il comportamento dell’Audi RS 6 Avant. Di serie c’è lo sterzo ad assistenza variabile, più demoltiplicato a basse velocità e più diretto quando si va forte, mentre si pagano a parte le ruote posteriori sterzanti.





    SA ESSERE PRATICA - L’Audi RS 6 Avant è pensata con auto utilizzabile tutti i giorni, non soltanto perché ha un generoso bagagliaio da 565 litri con il divano in posizione d’uso. Il guidatore infatti può selezionare le modalità di guida Comfort, Auto ed Efficiency per guidare in souplesse, ma è scegliendo le Dynamic, RS1 e RS2 che può sfruttare tutto il potenziale dell’auto: l’elettronica infatti gestisce in chiave sportiva il cambio, lo sterzo, l’assetto, il differenziale sportivo, lo scarico e anche il “clima” per trasformare la RS 6 Avant in una vera supercar. La modalità RS2, in più, fa disattivare il controllo di stabilità.

    NON PASSA INOSSERVATA - L’Audi RS 6 Avant non rischia di essere scambiata per una normale A6, perché ha ruote di 21” (optional di 22”), la larghezza maggiorata di 8 cm su entrambi gli assi delle ruote e una lunga serie di personalizzazioni per la carrozzeria, a partire dall’inedito rigonfiamento nel cofano anteriore. Non mancano i due scarichi ovali, tipici delle Audi RS, l’ampliata mascherina anteriore e le rifiniture nere per la carrozzeria. Sono a richiesta i fari con luci laser ed i freni in materiale composito, più leggeri di ben 34 chilogrammi rispetto a quelli in acciaio.

    da:alVolante

    -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

    Però qualcuno sostiene che le wagon non si vendono....

  • #2
    Le macchine che piacciono a me.
    Tanto spazio e cv.
    L'RS6 Avant è il mio sogno proibito.
    M'accontenterei anche di una RS4 Avant.

    Comment


    • #3
      Odio Audi, ma non si può negare che con sta macchina ci fai praticamente tutto

      Comment


      • #4
        Dietro fa veramente pena eh...
        "Mi spezzo ma non mi piego." MiKiFF

        Comment


        • #5
          Sono d'accordo.

          Molto meglio questa,secondo me (colore a parte)...2015.





          Comment


          • #6
            Esatto, un bel diffusore nero e via, quell'onda grigia è senza senso aerodinamico ed un cazzotto in un occhio esteticamente parlando...
            Last edited by MiKiFF; 22-08-19, 11:46.
            "Mi spezzo ma non mi piego." MiKiFF

            Comment


            • #7
              In effetti il posteriore è terrificante Vabbè basta aspettare ABT e via di carbonio

              Comment


              • #8
                Originally posted by monikaf View Post
                Sono d'accordo.

                Molto meglio questa,secondo me (colore a parte)...2015.




                Quasta, inclusa colore, non mi dispiacerebbe affatto

                Comment


                • #9
                  nuova o vecchia, a me andrebbe bene tutto
                  stavo pensando ai 600 cv… l'altro giorno chiaccheravo con un tedesco mentre ero in fila per entrare al Ring sapete cosa pagano loro per 6 mesi di bollo su una Dodge Challenger Hellcat da 717cv … 400 euro … si, avete letto bene e 700 euro di assicurazione annua … quando gli ho detto cosa pagheremmo noi, è svenuto
                  vivi... corri per qualcosa, corri per un motivo... che sia la libertà di volare o quella di sentirti vivo...

                  Comment


                  • #10
                    Originally posted by filotto View Post
                    nuova o vecchia, a me andrebbe bene tutto
                    stavo pensando ai 600 cv… l'altro giorno chiaccheravo con un tedesco mentre ero in fila per entrare al Ring sapete cosa pagano loro per 6 mesi di bollo su una Dodge Challenger Hellcat da 717cv … 400 euro … si, avete letto bene e 700 euro di assicurazione annua … quando gli ho detto cosa pagheremmo noi, è svenuto
                    Pago 412 euro di bollo su un caxxo di naftone da 165cv L'Italia non risorgerà mai purtroppo

                    Comment


                    • #11
                      Ma sull'ultima utilizzavano già il convertitore di coppia o un cambio a doppia frizione?
                      Last edited by Luca990; 23-08-19, 16:32.

                      Comment


                      • #12
                        Come direbbe un mio vecchio amico - frequentatore di queste stanze - tanto spazio e tanti cavalli... “per farci cosa”??

                        potrei capire fossimo in uno di quei paesi senza pressione fiscale e/o balzelli vari in cui bruciare carburante costa poco...

                        se poi si tratta di andar forte sui ns passi o in uno dei pistini nostrani che organizzano trackday, una Fiesta ST a questa gli sta davanti...con costi un po’ diversi...

                        se invece si parla di piacere di puro possesso o status symbol allora ci sto.

                        Comment


                        • #13
                          Originally posted by Luca990 View Post
                          Ma sull'ultima utilizzavano già il convertitore di coppia o un cambio a doppia frizione?
                          sempre usato il convertitore … audi sui v8 e v6 usa preferibilmente il riferimento del settore, lo ZF a 8 marce il doppia frizione sui 4 cil e sulle supersportive tipo R8
                          vivi... corri per qualcosa, corri per un motivo... che sia la libertà di volare o quella di sentirti vivo...

                          Comment


                          • #14
                            Originally posted by cosimo View Post
                            Come direbbe un mio vecchio amico - frequentatore di queste stanze - tanto spazio e tanti cavalli... “per farci cosa”??

                            potrei capire fossimo in uno di quei paesi senza pressione fiscale e/o balzelli vari in cui bruciare carburante costa poco...

                            se poi si tratta di andar forte sui ns passi o in uno dei pistini nostrani che organizzano trackday, una Fiesta ST a questa gli sta davanti...con costi un po’ diversi...

                            se invece si parla di piacere di puro possesso o status symbol allora ci sto.
                            discorso vecchio, trito e ritrito … applicabile al 90% delle auto sportive e/o potenti … chi lo fa, lo fa perché può e basta … e vuole sentire 600 cv nella schiena, e rumore nelle orecchie, quando mette l'acceleratore a tappeto ogni tanto
                            vivi... corri per qualcosa, corri per un motivo... che sia la libertà di volare o quella di sentirti vivo...

                            Comment


                            • #15
                              Originally posted by filotto View Post

                              discorso vecchio, trito e ritrito … applicabile al 90% delle auto sportive e/o potenti … chi lo fa, lo fa perché può e basta … e vuole sentire 600 cv nella schiena, e rumore nelle orecchie, quando mette l'acceleratore a tappeto ogni tanto
                              Vero .

                              Penso nessuna delle auto M3-4-5-6-7-8-9-10 Audi RS4-5-6-7-8-9-10-100-1000 e compagnia bella sia sfruttata al 100% nel traffico odierno . Sono auto acquistate per fare ogni tanto la sparata illegale fuorlegge . Poi si vuole anche comodità nell'utilizzo di tutti i giorni .

                              Poi se uno vuol prendersi la Fiestina e "dare paga" all'RS6 è libero di farlo allo stesso modo di chi vuole comrparsi l'RS6 e godersela per quel che è .

                              Quante menate attorno alle auto ...
                              Originally posted by Luca990
                              al mondo di oggi dove svieni per strada e nessuno si ferma a soccorrerti ma tutti sanno che a colazione hai mangiato #yogurtconfragole perché ti sei fatto un selfie con sguardo ammiccante

                              Comment

                              Working...
                              X