Announcement

Collapse
No announcement yet.

La voce di Alexa anche a bordo? Arriva Echo Auto

Collapse
X
Collapse
 
  • Filter
  • Time
  • Show
Clear All
new posts

  • La voce di Alexa anche a bordo? Arriva Echo Auto

    L’assistente digitale di Amazon sta in un dispositivo più piccolo di un pacchetto di sigarette

    I comandi vocali sulle auto non sono certo una novità ma negli ultimi anni la tecnologia si è messa a correre veloce. Molto più veloce di quella dei produttori di veicoli, che hanno tempi diversi dalla Silicon Valley. Gli assistenti digitali hanno conquistato prima gli smartphone e poi le case. Capiscono (più o meno) il linguaggio naturale ed eseguono semplici comandi. Fanno funzionare altoparlanti smart ma anche televisori, prese elettriche, lampadine, videocamere di sorveglianza.
    In questa sfida Amazon con la sua Alexa ha segnato molti punti a suo favore, staccando il concorrente Google e altri big del digitale che ci hanno creduto meno (come Apple o Samsung). Ora Amazon porta la sua famiglia di prodotti Echo anche nel mondo delle quattroruote: Echo Auto è un piccolo dispositivo, dal costo accessibile (60 euro), pensato per attivare Alexa anche a bordo della propria vettura.

    Che cos’è questo Echo Auto e che cosa può fare? È un oggetto più piccolo di un pacchetto di sigarette. L’installazione richiede pochi minuti e non richiede competenze da elettricista o da informatico. Si monta la staffa di supporto sul bocchettone dell’aria, si collega l’alimentazione alla presa accendisigari (o a quella

    Usb). Poi si configura attraverso l’app Alexa sul telefono. È una soluzione pensata per le auto che già dispongono di un sistema di entertainment con Bluetooth ma anche per tutte quelle meno recenti: nella scatola c’è un cavetto per la porta Aux dell’autoradio. «Porta Alexa sulle auto non recenti ma si integra anche a quelle già dotate di Android Auto o Apple Carplay», spiega Gianmaria Visconti, country manager Alexa per l’italia.

    Che cosa si può fare con Echo Auto? Si può controllare l’intrattenimento di bordo, dalla musica agli audiolibri ai podcast. Si possono fare chiamate in vivavoce (la connettività è garantita dallo smartphone), ma anche controllare gli oggetti smart di casa se magari ci si è dimenticati di spegnere le luci o di regolare il termostato. Ci sono otto microfoni associati alla tecnologia Far-field: il rumore all’interno dell’abitacolo non è un problema.

    Sul lungo periodo la strategia di Amazon è avere Alexa a bordo di più veicoli possibili grazie ad accordi con i produttori (oggi è già presente in Italia su modelli Volkswagen, Audi, Seat, Mini e Lamborghini): «Questo — aggiunge Visconti — consente un’integrazione e una personalizzazione più profonda. Ad esempio si può immaginare un comando come “Alexa, abbassa i finestrini” che con un dispositivo after-market ovviamente non è possibile».

    notizia da: Corriere della sera
Working...
X