Announcement

Collapse
No announcement yet.

TUMORI non è SFORTUNA ma fattori esterni e stile di vita

Collapse
X
Collapse
  • Filter
  • Time
  • Show
Clear All
new posts

  • TUMORI non è SFORTUNA ma fattori esterni e stile di vita

    Dietro ad alcune delle alterazioni del Dna più frequenti e importanti per lo sviluppo del cancro non c'è, come ipotizzato finora, la casualità. Secondo quanto scoperto dai ricercatori dello Ieo, a causare le cosiddette "traslocazioni cromosomiche" sarebbero dei segnali che giungono alla cellula dall'ambiente esterno, condizionato dal nostro stile di vita e dall'ambiente in cui viviamo.
    A causare il cancro non è quindi la jella o un tiro di dadi del destino: le alterazioni del Dna più frequenti avvengono per i segnali che la cellula riceve dall'ambiente esterno, condizionato a sua volta dal nostro stile di vita e dall'ambiente in cui viviamo. A dimostrarlo è lo studio pubblicato sulla rivista Nature Genetics dai ricercatori dell'Istituto Europeo di Oncologia (Ieo) e dell'Università Statale di Milano in collaborazione con l'Universita' Federico II di Napoli.

    La prevenzione è la migliore cura - I risultati rimettono al centro il ruolo della prevenzione del cancro, segnando un punto fermo nell'annoso dibattito scientifico sul ruolo della sfortuna acceso nel 2016 dagli autorevoli studi di Bert Vogelstein della Johns Hopkins Medical School: pubblicati su Science, indicavano come due mutazioni su tre nei tumori fossero dovute a errori casuali e quindi inevitabili. I tumori, però, non sono scatenati solo da mutazioni, cioè piccoli cambiamenti della struttura dei geni: possono infatti nascere anche da altre alterazioni più consistenti, le cosiddette traslocazioni cromosomiche, dovute alla rottura della doppia elica del Dna che porta allo scambio di porzioni tra cromosomi e, a volte, perfino alla fusione di due geni "rotti".

    Alcune mutazioni sono ormai prevedibili - "Studiando le cellule normali e tumorali del seno - racconta Gaetano Ivan Dellino, ricercatore dello Ieo e dell'Università di Milano - abbiamo scoperto che né il danno al Dna né le traslocazioni avvengono casualmente: possiamo prevedere quali geni si romperanno con una precisione superiore all'85%. Tuttavia solo una piccola parte di essi darà poi origine a traslocazioni. La questione centrale, che cambia la prospettiva della casualità del cancro, è che l'attività di quei geni è controllata da segnali specifici che provengono dall'ambiente nel quale si trovano le nostre cellule, e che a sua volta è influenzato dall'ambiente in cui viviamo e dai nostri comportamenti".

    "Non esiste base scientifica che ci autorizzi a sperare nella fortuna per evitare di ammalarci di tumore. Anzi, ora abbiamo un motivo in più per non allentare la presa sulla prevenzione: nei nostri stili di vita, nel tipo di mondo che pretendiamo, nei programmi di salute che vogliamo dal nostro servizio sanitario, anche nel tipo di ricerca scientifica che vogliamo promuovere", aggiunge Piergiuseppe Pelicci, direttore della ricerca allo Ieo e professore di patologia generale all'Università di Milano. "Per ora non abbiamo capito esattamente quale sia il segnale che induce la formazione delle traslocazioni, ma abbiamo capito che proviene dall'ambiente".

    Un primo colpo di piccone al mito della casualità, che presto potrebbe farlo cadere del tutto. "E' possibile che il medesimo meccanismo, o uno simile, possa essere alla base anche delle mutazioni studiate da Vogelstein: ci stiamo lavorando", conferma Pelicci.
    da tgcom24


  • #2
    capito ma una mia conoscente è morta a 28 anni col corpo pieno di tuomori. No alcol. No fumo. Alimentazione sana. i suoi 2 fratelli perfettamente in salute
    La Desmosedici è una moto difficile, quando dai gas vibra e si muove, ma è una sua prerogativa perchè se non ti fai spaventare vedi che tutto funziona. [Casey Stoner]

    AIUTATEMI PER FAVORE CON QUESTA PETIZIONE : 125 in superstrada


    https://www.change.org/p/ministero-d...edium=copylink

    Basta un click

    Comment


    • #3
      pochi giorni fa in radio uno specislista , mi sembra un primario e docente, un luminare insomma diceva che conta si lo stile di vita e l'ambiente ma conta molto anche il fattore genetico....in poche parole se uno è predisposto può anche condurre una vita sanissima ed ammalarsi comunquè.
      In pratica possiamo ridurre le possibilità ma non evitarlo.

      Comment


      • #4
        La vita sanissima non esiste!

        Già la merda che respiriamo è un fattore ambientale non solo ciò che mangiamo.
        E quello che mangiamo anche se crediamo sia sano senza pesticidi è comunque cresciuto in terre ormai contaminate.
        Abbiamo conciato il nostro pianeta una merda e ora ne paghiamo le conseguenze.
        Last edited by abhi; 21-05-19, 22:19.
        http://tinypic.com/m/fyzb4g/3

        Comment


        • #5
          La nostra genetica muta anche coi fattori ambientali per consentirci di sopravvivere, in un ambiente malato.
          Quindi sí, è genetica se preferite
          http://tinypic.com/m/fyzb4g/3

          Comment


          • #6
            Deus Vult..purtropp

            Comment


            • #7
              Sarà stille di vita , sarà genetica ..ma ce pure la sf... secondo me !

              Inviato dal mio SM-G920F utilizzando Tapatalk

              Comment


              • #8
                È come andare in moto, non necessariamente si cade e ci si fa male o peggio ma chi va a piedi è di certo più sicuro, se si parla di statistica.

                Poi ci sarà chi fa 1 milione di chilometri l'anno, beve, fuma e magna bistecca tutti i giorni senza problemi e pure il vegano malato stirato sulle strisce.

                Direi che possiamo fare abbastanza ma comunque non c'è alcuna sicurezza...

                "Mi spezzo ma non mi piego." MiKiFF

                Comment


                • #9
                  oppure votare a sx...attenzione dove si mette la croce,che poi è da portare

                  Comment


                  • #10
                    Se si parla di tumori ..e altro che croce ..e una specie di inferno da portarsi ...

                    Inviato dal mio SM-G920F utilizzando Tapatalk

                    Comment

                    Working...
                    X