Announcement

Collapse
No announcement yet.

Announcement

Collapse
No announcement yet.

Siccità.

Collapse
X
Collapse
 
  • Filter
  • Time
  • Show
Clear All
new posts

  • Font Size
    #1

    Siccità.

    Gli anni 20 verranno ricordati? Eccome...

    Il virus, la guerra, pardon, l'operaZione dello speZiale, la benzina alle stelle, il metano che non ti dà una mano, il formentone che costa come il caviale, ed altre amene badilate di sterco.

    E, dulcis in fundo, zac, fiumi in secca ed a secco.

    Ieri, scendendo da Rovereto per la mia consueta visita pastorale settimanale, ho notato che l'Adige era gonfio, pieno di acqua di un bel color merda.

    Deviato sotto la galleria Mori Torbole, scaricato direttamente nel Garda, tramite il Mincio dovrebbe ridare ossigeno al Po in secca, cercando di arginare il fenomeno della salificazione delle terre polesane.

    Nel frattempo il colpo di genio dei nostri caudilli.

    https://www.ansa.it/sito/notizie/cro...aa466afb5.html

    Siccità, Curcio: 'Al lavoro sui parametri per lo stato d'emergenza'

    Quindi, "non mi sono troppo capito".
    Dobbiamo mettere sul tavolo dei parametri? Quali? Perché se i nostri federali non se ne fossero accorti, da Occhiobello i rodigini vanno in visita dai parenti a Pontelagoscuro attraversando il greto del Po senza prendere il ponte.
    Robe da pazzi.

  • Font Size
    #2
    Adesso i numeri.

    Qual'è la portata dell'acqua nella vostra zona?

    Io ho misurato stamattina 20 litri (abbondanti) al minuto.

    Questo a Lonato.

    A Desenzano (al confine) sono già spuntati in settimana editti della junta che mettevano in guardia dal probabile stillicidio dai rubinetti.

    Contribuite

    Comment


    • Font Size
      #3
      Avessimo i soldi di Dubai..



      Comment


      • Font Size
        #4
        Originally posted by Andy96 View Post
        Avessimo i soldi di Dubai..

        Dubai vorrebbe avere i nostri conducator.

        Sai come sono invidiosi dei nostri parametri (diametro pomodori e peoci, lunghezza zucchine e cetrioli...)

        Comment


        • Font Size
          #5
          Sicuramente sì

          Comunque, scherzi a parte, si potrebbe. Come si potrebbe anche non far piovere.




          Last edited by Andy96; 23-06-22, 13:47.

          Comment


          • Font Size
            #6
            E poi prendiamo ancora per il culo quelli delle scie chimiche, guarda che roba....

            Comment


            • Font Size
              #7
              Originally posted by Bruno Rabolini View Post
              E poi prendiamo ancora per il culo quelli delle scie chimiche, guarda che roba....
              Si chiama geo ingegneria

              Comment


              • Font Size
                #8
                Raga ....potrebbero far piovere appunto....MA c'è il PNRR.....preferiscono la "pioggia" di fondi...

                Comment


                • Font Size
                  #9


                  "ALLARME SICCITÀ O ALLARME COMPETENZA?" ▷ COSA SFUGGE AL TERRORE DA TG SULLA "NUOVA EMERGENZA"


                  La nuova emergenza sarà la #siccità?
                  Sì, se continuerà la vera emergenza del nostro tempo, la stessa che ha aggravato quella del Covid e che sta riempiendo pagine sulla carenza di acqua in #Italia: la #competenza.
                  Innanzitutto va specificato che non è una situazione senza precedenti, quella dell'emergenza idrica (da distinguere dalla situazione climatica, e spiegheremo perché). Non avremmo altrimenti Lazio, Sicilia e Basilicata ancora "sotto il Commissariato dell'emergenza idrica nazionale dal grande periodo siccitoso 2001-2002". Vent'anni fa.
                  "L'idrico", spiega in diretta il Prof. Enrico #Michetti, "è soprattutto organizzazione e prevenzione. Per captare l'acqua e poterla addurre, noi abbiamo bisogno di condotte e di stazioni di captazione: è chiaro che queste sono grandi infrastrutture che vanno mantenute, e va fatto in itinere".


                  Torniamo insomma al solito problema: i #finanziamenti, ma anche le #speculazioni e l'immobilismo infrastrutturale.
                  Esaminando ad esempio un luogo e un'epoca totalmente diversa, con strumenti differenti, ma con un numero di abitanti simile al nostro, si ha quella che per Michetti è la soluzione: "Roma aveva circa 1,3 milioni di abitanti nell'epoca imperiale ed aveva bisogno di un afflusso di acqua continuo, costante, perché tutto era regolato dall'acqua: per Roma il Tevere in quel momento aveva quasi un ruolo subordinato rispetto all'afflusso d'acqua, a quell'ingegneria idraulica straordinaria".
                  Ma cosa produceva quell'ingegneria di tanto "innovativo"?
                  "Quella che ancora oggi potrebbe essere la soluzione: i serbatoi. Questi regolavano il flusso dell'acqua sia per le irrigazioni che per l'uso umano in ragione del fabbisogno in ragione delle questioni climatiche".

                  "Oggi la soluzione è questa", prosegue Michetti, "e tu la puoi matchare bene con l'#idroelettrico".
                  E qui veniamo al tasto dolente: la speculazione.
                  "Gli invasi sono #cisterne, ma se li gestisse l'ente pubblico non pagherebbe quelle cifre di sottensione. Con gli invasi in quel momento produrresti meno energia, ma rimuovi tutte le difficoltà e gli affanni di una carenza di acqua".
                  Attenti, dunque, a non cadere nella retorica ambientalista (che non tiene minimamente conto di cosa si può fare con la competenza): i periodi siccitosi ci sono sempre, ciclicamente. La differenza la fa chi gestisce.
                  Sentite la spiegazione del Prof.

                  Comment

                  X
                  Working...
                  X