annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Airbus lancia la sfida: droni-taxi nelle grandi citt?

Comprimi
X
Comprimi
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Font Size
    #1

    Airbus lancia la sfida: droni-taxi nelle grandi citt?

    Il colosso aeronautico sta progettando un servizio con velivoli elettrici e senza pilota per sostituire taxi e furgoni.

    Di auto volanti si parla da sempre. Da quando il traffico urbano ha iniziato a stravolgere le vite di chi abita nelle grandi citt?. E negli anni non sono certo mancati i prototipi di auto con le ali o di velivoli adatti alla circolazione stradale, come l?AeroMobil 3.0 esposta all'Expo di Milano. Ma nulla pi?.

    BIG CITY LIFE - Caso diverso se un gigante dell?aeronautica come Airbus mette in agenda di produrre droni in grado di sostituire taxi e veicoli commerciali leggeri. Secondo le stime dell?azienda, nel 2030 il 60% della popolazione mondiale vivr? nelle grandi citt? provocando un ulteriore aggravarsi della congestione stradale. Basti pensare che gi? nel 2014 a San Paolo del Brasile si era verificata una coda di 344 km: in pratica tutte le strade della citt? erano intasate dalle auto.

    DRONI TAXI - Airbus lancia quindi il progetto Vahana by A^3, prototipo di velivolo elettrico e autonomo, capace di trasportare passeggeri o merci. I primi test sono fissati per la fine dell?anno: ?Gran parte delle tecnologie di cui abbiamo bisogno - ha commentato il Ceo di A^3, Rodin Lyasoff ? sono gi? su piazza, come le batterie e i motori?. Idealmente questi velivoli potranno essere utilizzati per servizi di taxi e trasporto merci, entrando in servizio entro il 2025. Ovviamente il traffico aereo va regolamentato e qui entra in gioco Airbus Helycopters, che in collaborazione con l?Universit? di Singapore e l?autorit? per l?aviazione civile del paese asiatico, sta preparando un programma di test per far volare droni sulla citt?. Si chimar? Skyways, strada del cielo: i velivoli seguiranno rotte prestabilite, caricando merci dal porto della citt? e trasportandole in varie zone d?atterragio prestabilite. A consegna effettuata i ?clienti? riceveranno un messaggio sul proprio mobile.

    DA CONDIVIDERE - L?obiettivo del progetto non ? quello di sostituirsi a colossi del trasporto su gomma quali Dhl ma supportarli diventandone partner. E offrire al contempo servizi di trasporto veloce alle persone, per esempio dal centro di una citt? all?aeroporto. Ovviamente in sharing con altri passeggeri: la new economy ? condivisa e Airbus immagina gi? una sorta di carsharing del cielo, in cui quattro persone possano condividere un taxi volante a zero emissioni.


    Fonte corrieredellosport.it

  • Font Size
    #2
    Finch? non li fanno in italia... magari ci si fida..

    Commenta


    • Font Size
      #3
      Originariamente inviato da monikaf Visualizza il messaggio
      Il colosso aeronautico sta progettando un servizio con velivoli elettrici e senza pilota per sostituire taxi e furgoni.

      Di auto volanti si parla da sempre. Da quando il traffico urbano ha iniziato a stravolgere le vite di chi abita nelle grandi citt?. E negli anni non sono certo mancati i prototipi di auto con le ali o di velivoli adatti alla circolazione stradale, come l?AeroMobil 3.0 esposta all'Expo di Milano. Ma nulla pi?.

      BIG CITY LIFE - Caso diverso se un gigante dell?aeronautica come Airbus mette in agenda di produrre droni in grado di sostituire taxi e veicoli commerciali leggeri. Secondo le stime dell?azienda, nel 2030 il 60% della popolazione mondiale vivr? nelle grandi citt? provocando un ulteriore aggravarsi della congestione stradale. Basti pensare che gi? nel 2014 a San Paolo del Brasile si era verificata una coda di 344 km: in pratica tutte le strade della citt? erano intasate dalle auto.

      DRONI TAXI - Airbus lancia quindi il progetto Vahana by A^3, prototipo di velivolo elettrico e autonomo, capace di trasportare passeggeri o merci. I primi test sono fissati per la fine dell?anno: ?Gran parte delle tecnologie di cui abbiamo bisogno - ha commentato il Ceo di A^3, Rodin Lyasoff ? sono gi? su piazza, come le batterie e i motori?. Idealmente questi velivoli potranno essere utilizzati per servizi di taxi e trasporto merci, entrando in servizio entro il 2025. Ovviamente il traffico aereo va regolamentato e qui entra in gioco Airbus Helycopters, che in collaborazione con l?Universit? di Singapore e l?autorit? per l?aviazione civile del paese asiatico, sta preparando un programma di test per far volare droni sulla citt?. Si chimar? Skyways, strada del cielo: i velivoli seguiranno rotte prestabilite, caricando merci dal porto della citt? e trasportandole in varie zone d?atterragio prestabilite. A consegna effettuata i ?clienti? riceveranno un messaggio sul proprio mobile.

      DA CONDIVIDERE - L?obiettivo del progetto non ? quello di sostituirsi a colossi del trasporto su gomma quali Dhl ma supportarli diventandone partner. E offrire al contempo servizi di trasporto veloce alle persone, per esempio dal centro di una citt? all?aeroporto. Ovviamente in sharing con altri passeggeri: la new economy ? condivisa e Airbus immagina gi? una sorta di carsharing del cielo, in cui quattro persone possano condividere un taxi volante a zero emissioni.


      Fonte corrieredellosport.it
      tradotto:
      zingari sempre sul carro bestiame dove stare

      Commenta


      • Font Size
        #4
        come finalita praticamente identico ad un progetto brevettato da amazon un paio di anni fa che per? ? stato bloccato dalla FAA ( l'ente per l'aviazione americano )

        Commenta


        • Font Size
          #5
          Sicuramente un servizio dai prezzi popolari

          Commenta

          X
          Sto operando...
          X