Announcement

Collapse
No announcement yet.

BULTACO Albero, ritorno in elettrico

Collapse
X
Collapse
 
  • Filter
  • Time
  • Show
Clear All
new posts

  • BULTACO Albero, ritorno in elettrico



    Bultaco Albero, la nuova mobilità urbana - DDG Magazine

  • #2
    brrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr

    Comment


    • #3
      secondo me per chi ha la possibilità di usarla in città è un bel oggetto
      Se tre semafori verdi di fila sono il momento clou della tua serata, è tanto che non ti diverti.

      “Io amo Napoli. E’ la città meno americanizzata d’Italia anzi d’Europa. Una volta a Roma, mentre passeggiavo, qualcuno alle mie spalle disse:”Ammazza le rughe, come s’è invecchiato!”, invece a Napoli uno mi si avvicinò così:” Marcellì, ce simmo fatt’ viecchiarell,eh? ‘o volite nu cafe?” :che garbo, che gentilezza d’animo…Napoli va presa come una città unica,molto intelligente: Napoli è troppo speciale quindi non la possono capire tutti.”
      Marcello Mastroianni

      Comment


      • #4
        Ci fosse un numero... velocità max, autonomia, prezzo... nulla.
        "Mi spezzo ma non mi piego." MiKiFF

        Comment


        • #5
          La presenteranno in EICMA....

          Questo è solo un 'assaggio'...

          Comment


          • #6
            Comunque quest'estate mi ha passato questa a madonna di campiglio, avrà fatto i 40 all'ora su una pietraia con pendenza 30%.



            "Mi spezzo ma non mi piego." MiKiFF

            Comment


            • #7
              Non riesco a vederne lo scopo di questo oggetto se non un "va di moda l'elettrico e dobbiamo fare qualcosa che includa l'elettrico" .

              In città a mio modo di vedere va benissimo una graziella ... du pedali , due ruote , un telaio, un sellino e un cestino davanti per mettere una borsa . Il resto son tutte stramberie che non servono a niente e rendono inutilizzabile il mezzo in quanto bisogna tutelarlo dal furto
              Originally posted by Luca990
              al mondo di oggi dove svieni per strada e nessuno si ferma a soccorrerti ma tutti sanno che a colazione hai mangiato #yogurtconfragole perché ti sei fatto un selfie con sguardo ammiccante

              Comment


              • #8
                Infatti le grazielle non le fregano mai... comunque Lele ancora non ho capito come fai a connetterti dalla grotta.

                "Mi spezzo ma non mi piego." MiKiFF

                Comment


                • #9
                  Originally posted by MiKiFF View Post
                  Infatti le grazielle non le fregano mai... comunque Lele ancora non ho capito come fai a connetterti dalla grotta.

                  Beh se non ci vedo un razzo di utile in questo gingillo me ne fai una colpa ?

                  Si la graziella la rubano , ma vai all'esselunga e con 100 e spicci euro te ne compri una nuova . Questo presumo sia un pò più costoso di una graziella ... non trovi ?

                  In merito all'utilità : tu mi parli di pietraie o comunque possiamo metterci a pensare un giro lungo o impegnativo . In tale ambito vedo più che giustificato un ausilio elettrico (anche se occorrerebbe capire come mai un giorno si invesono migliaia di euro per togliere qualche etto alla bicicletta ed il giorno dopo si caricano su Kg di batterie ...).

                  In città dove il 90% delle pedalate sono in pianura ... non vedo sti grandi affaticamenti io ... però non ne ho idea . Ad ogni stregua , io la bici non la uso elettrica e proseguo nella pazzia retrograda di pedalare con le gambe
                  Originally posted by Luca990
                  al mondo di oggi dove svieni per strada e nessuno si ferma a soccorrerti ma tutti sanno che a colazione hai mangiato #yogurtconfragole perché ti sei fatto un selfie con sguardo ammiccante

                  Comment


                  • #10
                    Bene che un marchio storico si rifaccia vivo, anche se in maniera molto alternativa, anche se ormai l'elettrico è il vero e unico futuro, dobbiamo convincercene.

                    Comment


                    • #11
                      Lele non ho le specifiche tecniche ma mi sembra che quella sia contemporaneamente un'alternativa economica ad un motorino ed una alternativa prestazionale ad una bici.

                      Così come quella che ho postato io è tra una MTB ed una moto da enduro.

                      Chi la compra c'è di sicuro.

                      "Mi spezzo ma non mi piego." MiKiFF

                      Comment


                      • #12
                        mha... il futuro per chi ha i soldi... si tornera' come gli inizi del 900, con buona pace di ford, dove i ricchi avevano l'auto, i poveri le bici.
                        ascoltavo ieri la review della tesla s affittata da uno youtuber... bella lei... pesa come un camion, se non hai il garage diventa una spina nel culo per caricarla, e anche avendo il posto a casa, senza la fast charge, che comporta farsi portare una linea elettrica apposta, visto che ciuccia come una maledetta, con il caricatore incluso e la linea di casa, ti da 6 km ogni ora di ricarica.
                        solo i motori e l'elettronica di controllo, da soli, costano come un'utilitaria... ci devi aggiungere l'auto, e le batterie.
                        e dopo 5 anni inizi gia' ad avere un decadimento... e non si sa quale sia il costo della sostituzione del pacco batterie, su un'auto che costa 100k €.

                        l'auto a combustione ha sfondato perche' economicamente sostenibile... l'auto elettrica e' poco piu' di un gadget.

                        costringerei i taxi nelle citta' ad essere tutti elettrici, quello si.
                        gli autobus (che poi, avevamo i filobus, e abbiamo i tram... che cavolo di senso ha far girare i diesel in citta'?).
                        su alcune linee locali, molte a dire il vero, girano ancora treni diesel...

                        riguardo la bici elettrica, voglio vedere chi lascia legata fuori una roba da 3/4k €... e non credo che tutti gli uffici ti permettano di metterla dentro.
                        o anche solo per entrare al supermercato...

                        Comment


                        • #13
                          io continuo a pensare che in città è un oggetto utile....in pratica la bellezza e spensieratezza di una bici con la praticità di un piccolo scooter in caso di necessità.....giri tutta la città non inquini e non consumi....
                          certo mi dirai che magari non ci giri sul raccordo a roma mi pare ovvio ma per la stragrande maggioranza delle città italiane secondo me è un bomba....magari in un futuro non troppo lontano le zone del centro delle grandi città saranno accessibili solo con queste
                          Se tre semafori verdi di fila sono il momento clou della tua serata, è tanto che non ti diverti.

                          “Io amo Napoli. E’ la città meno americanizzata d’Italia anzi d’Europa. Una volta a Roma, mentre passeggiavo, qualcuno alle mie spalle disse:”Ammazza le rughe, come s’è invecchiato!”, invece a Napoli uno mi si avvicinò così:” Marcellì, ce simmo fatt’ viecchiarell,eh? ‘o volite nu cafe?” :che garbo, che gentilezza d’animo…Napoli va presa come una città unica,molto intelligente: Napoli è troppo speciale quindi non la possono capire tutti.”
                          Marcello Mastroianni

                          Comment


                          • #14
                            si jakal.. e dove le lasci?
                            un conto e' se ti fai un giro in bici, tanto per cazzeggiare... ma se devi andare da qualche parte sul serio a fare qualcosa?

                            rubano perfino le bici a scatto fisso mette arruginite, che fine pensi faranno queste?
                            i segway dovevano essere la soluzione alla mobilita' personale nei centri cittadini... in tutta la vita, di persona, usato su strada, ne ho visto uno solo.
                            ed erano piu' pratici come ingombri di una qualsiasi bicicletta.

                            Comment


                            • #15
                              In un mondo parallelo a quello di alcune citta' italiane esistono posti dove ci sono persone che vanno a lavoro ogni giorno in bici.

                              Alcune di queste persone lo fanno per unire un po' di movimento alla normale attivita' lavorativa, per arrivare prima sul posto di lavoro evitando code, posto il fatto che abitano in zone poco servite da mezzi pubblici.

                              Non molto tempo fa una di queste mi disse che era intenzionata a coprire la distanza casa-lavoro-casa (ca. 50km al giorno) su una bici elettrica; ogni giorno.

                              In questo caso direi che la sua scelta sia un buon compromesso tra "un po' di attivita' fisica" e "arrivare a lavoro in tempo". Per me e' follia (e' tanto se riesco a parlare, al mattino), ma tant'e'.

                              Menomale il mondo non e' solo bianco o nero.
                              "Ama e ridi se amor risponde, piangi forte se non ti sente; dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fior"...

                              Comment

                              Working...
                              X