Announcement

Collapse
No announcement yet.

"Breaking Bad", in cantiere un sequel in realtà virtuale

Collapse
X
Collapse
 
  • Filter
  • Time
  • Show
Clear All
new posts

  • "Breaking Bad", in cantiere un sequel in realtà virtuale

    Dopo cinque stagioni record e uno spin-off di successo ("Better Call Saul"), la serie cult "Breaking Bad" è pronta a tornare in una nuova veste. Il creatore Vince Gilligan ha infatti dichiarato di essere al lavoro con Sony per creare un'esperienza in realtà virtuale basata sulla serie tv. I dettagli sono ancora scarsi, ma non si tratterà di un gioco e il progetto non vedrà la luce prima del 2018.

    "Abbiamo organizzato al nostro campus una giornata con sette tra i migliori show runner, come David Shore e Ron Moore, insieme a Vince (Gilligan ndr.) e altre persone" ha dichiarato a "Variety" Andrew House di Sony Interactive Entertainment "Hanno giocato con la realtà virtuale. Diversi di loro sono rimasti affascinati, ma è stato Vince a dire 'Voglio davvero fare qualcosa con tutto questo, voglio sperimentare.'"

    Ancora qualche mese di pazienza e potremmo quindi vedere - questa volta a 360° - il professor White trafficare dietro i fornelli del suo laboratorio insieme all'inseparabile Jessie.
    da tgcom4

  • #2
    Veramente Walt è morto... come faranno?

    Comment


    • #3
      Infatti.. potevano cominciare facendo vedere che si era salvato in qualche modo azzo..

      Comment


      • #4
        beh è morto di cancro allo stadio terminale difficile farlo rinascere
        http://www.piupassionecheragione.it/index.html
        https://www.flickr.com/photos/piupassionecheragione/

        Comment


        • #5
          Originally posted by AndreGixxer View Post
          beh è morto di cancro allo stadio terminale difficile farlo rinascere
          scusate ma quando sarebbe morto?
          nella serie intendi?
          Se tre semafori verdi di fila sono il momento clou della tua serata, è tanto che non ti diverti.

          “Io amo Napoli. E’ la città meno americanizzata d’Italia anzi d’Europa. Una volta a Roma, mentre passeggiavo, qualcuno alle mie spalle disse:”Ammazza le rughe, come s’è invecchiato!”, invece a Napoli uno mi si avvicinò così:” Marcellì, ce simmo fatt’ viecchiarell,eh? ‘o volite nu cafe?” :che garbo, che gentilezza d’animo…Napoli va presa come una città unica,molto intelligente: Napoli è troppo speciale quindi non la possono capire tutti.”
          Marcello Mastroianni

          Comment


          • #6
            Originally posted by AndreGixxer View Post
            beh è morto di cancro allo stadio terminale difficile farlo rinascere
            Veramente è morto colpito da un colpo di una mitragliatrice M60...

            Comment


            • #7
              "Breaking Bad", in cantiere un sequel in realtà virtuale

              Originally posted by neeko72 View Post
              Veramente è morto colpito da un colpo di una mitragliatrice M60...


              Veramente non si vede che muore sopraggiunge la polizia e amen finito lì non si capisce se sviene o muore se proprio vogliamo essere precisi
              Tra le altre cose se fosse come dici tu non resisterebbe altri 20 minuti in vita tranquillamente passeggiando per il laboratorio


              Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
              Last edited by jakal; 08-06-17, 20:19.
              Se tre semafori verdi di fila sono il momento clou della tua serata, è tanto che non ti diverti.

              “Io amo Napoli. E’ la città meno americanizzata d’Italia anzi d’Europa. Una volta a Roma, mentre passeggiavo, qualcuno alle mie spalle disse:”Ammazza le rughe, come s’è invecchiato!”, invece a Napoli uno mi si avvicinò così:” Marcellì, ce simmo fatt’ viecchiarell,eh? ‘o volite nu cafe?” :che garbo, che gentilezza d’animo…Napoli va presa come una città unica,molto intelligente: Napoli è troppo speciale quindi non la possono capire tutti.”
              Marcello Mastroianni

              Comment

              Working...
              X