Announcement

Collapse
No announcement yet.

Psicopatici, abbordatori professionisti e non sui social

Collapse
X
Collapse
  • Filter
  • Time
  • Show
Clear All
new posts

  • Originally posted by PanigalinoRed View Post

    Prox volta digli si .mi può dare gentilmente .patente e libretto ....Polizia .....
    Eh certo.... 'ALLARGA LE GAMBE' gome no....

    Comment


    • Originally posted by gaiag92 View Post

      Sarebbe stato da fare
      Ocio che magari è la buon costume che addesca le giovini già!

      Comment


      • Originally posted by gaiag92 View Post

        Ero normale, ma più che altro cosa vuoi che abbia potuto vedere già data la sua età, poi da macchina a macchina poteva intravedere massimo il viso, quindi ingiustificato
        Dai prendilo come un complimento..
        e poi a Imola c'era il manicomio.. magari è un evaso
        "La moto non è solo un pezzo di ferro, anzi, penso che abbia un'anima perché è una cosa troppo bella per non avere un'anima."

        Comment


        • Originally posted by LucaDB6 View Post

          Dai prendilo come un complimento..
          e poi a Imola c'era il manicomio.. magari è un evaso
          É vero Imola è la città dei matti

          Comment


          • Originally posted by LucaDB6 View Post

            Dai prendilo come un complimento..
            e poi a Imola c'era il manicomio.. magari è un evaso
            ah vedi? e il carcere no? Sarebbe stato un bel mix!

            Comment


            • Originally posted by gaiag92 View Post

              É vero Imola è la città dei matti
              Quindi niente altre storielle?

              Comment


              • Originally posted by mito22 View Post

                Quindi niente altre storielle?
                Ad ogni storiella corrisponde una vicenda più o meno inquietante quindi per fortuna oggi sta andando tutto liscio
                PS: vi saluto dall'outlet di Barberino del Mugello (eh si il Mugello ha anche questo risvolto ogni tanto)

                Comment


                • Per la serie le "Avventure di Gaia" mi è venuta in mente anche questa vicenda che però risale all'estate scorsa.
                  Mi reco presso un centro commerciale (di cui non cito il nome), per un semplice tour con i saldi.
                  Dentro un negozio mi viene chiesto il nominativo per rintracciare la mia tessera punti (della cui esistenza non ero sicura, essendo appunto un centro commerciale non in zona).
                  Poco dopo mi arriva una richiesta di amicizia da un signore sulla 50ina, sconosciuto, con allegato un messaggio:
                  "domenica eri a ****" (sempre x non citare il nome del centro commerciale).
                  Ora, io non accetto mai persone che non conosco perciò mi sono limitata a un semplice: "ci conosciamo?".
                  La risposta è stata immediatamente seguita da un testuale:" ci eri si o no"
                  A quel punto ho provveduto a bloccare questa persona ma ho pensato a lungo a come possa uno sconosciuto aver usato tanta precisione.
                  Morale:
                  Questo signore, con tanto di moglie a seguito, era nello stesso negozio in cui mi è stata chiesta la tessera e ha bellamente origliato per sapere i miei dati e poi contattarmi in cerca di "compagnia".

                  Viviamo in un paese in cui c'è da avere paura davvero per tutto...

                  Comment


                  • Originally posted by mito22 View Post

                    Eh certo.... 'ALLARGA LE GAMBE' gome no....
                    beh Dave ti assicuro che al tipo gli sarebbero venuti un po’ di brividi.....nel periodo del militare feci la stessa cosa con una sedicente dottoressa che arrivo sbraitando nei pressi di un incidente xche c era la coda e nn la si faceva passare io mi ero fermato a prestare soccorso con altre persone tamponamento con feriti leggeri ..le dissi allora invece di urlare scenda e venga a dare un occhiata ...risposta nn ho tempo devo andare in ospedale ...allora molto garbatamente la invitai a scendere e mostrarmi i documenti ....e qui la frase top.....Lei come si permette nn sa Chi sono io .....le risposi ovviamente nn lo so e x quello che le chiedo i documenti visto che sono un pubblico ufficiale .......morale saltò fuori che nn era dottore ma solo infermiera e che era pure fuori servizio ma aveva fretta xche doveva andare a fare la spesa
                    Diciamo che una mezzoretta di cacchetta nelle mutandine gli era venuta
                    Muttley#21

                    Comment


                    • Originally posted by PanigalinoRed View Post

                      beh Dave ti assicuro che al tipo gli sarebbero venuti un po’ di brividi.....nel periodo del militare feci la stessa cosa con una sedicente dottoressa che arrivo sbraitando nei pressi di un incidente xche c era la coda e nn la si faceva passare io mi ero fermato a prestare soccorso con altre persone tamponamento con feriti leggeri ..le dissi allora invece di urlare scenda e venga a dare un occhiata ...risposta nn ho tempo devo andare in ospedale ...allora molto garbatamente la invitai a scendere e mostrarmi i documenti ....e qui la frase top.....Lei come si permette nn sa Chi sono io .....le risposi ovviamente nn lo so e x quello che le chiedo i documenti visto che sono un pubblico ufficiale .......morale saltò fuori che nn era dottore ma solo infermiera e che era pure fuori servizio ma aveva fretta xche doveva andare a fare la spesa
                      Diciamo che una mezzoretta di cacchetta nelle mutandine gli era venuta
                      Però, in questo caso, tu ERI davvero un pubblico ufficiale.

                      Comment


                      • Originally posted by gaiag92 View Post
                        Per la serie le "Avventure di Gaia" mi è venuta in mente anche questa vicenda che però risale all'estate scorsa.
                        Mi reco presso un centro commerciale (di cui non cito il nome), per un semplice tour con i saldi.
                        Dentro un negozio mi viene chiesto il nominativo per rintracciare la mia tessera punti (della cui esistenza non ero sicura, essendo appunto un centro commerciale non in zona).
                        Poco dopo mi arriva una richiesta di amicizia da un signore sulla 50ina, sconosciuto, con allegato un messaggio:
                        "domenica eri a ****" (sempre x non citare il nome del centro commerciale).
                        Ora, io non accetto mai persone che non conosco perciò mi sono limitata a un semplice: "ci conosciamo?".
                        La risposta è stata immediatamente seguita da un testuale:" ci eri si o no"
                        A quel punto ho provveduto a bloccare questa persona ma ho pensato a lungo a come possa uno sconosciuto aver usato tanta precisione.
                        Morale:
                        Questo signore, con tanto di moglie a seguito, era nello stesso negozio in cui mi è stata chiesta la tessera e ha bellamente origliato per sapere i miei dati e poi contattarmi in cerca di "compagnia".

                        Viviamo in un paese in cui c'è da avere paura davvero per tutto...
                        Durato poco. Diciamo che ormai i 50enni e OVER sono molto sciolti. Ti posso offrire questo, mi dai il tuo numero? (Non posso avere, MI DAI).

                        C'è sempre modo e modo.

                        Comment


                        • Originally posted by gaiag92 View Post

                          Ad ogni storiella corrisponde una vicenda più o meno inquietante quindi per fortuna oggi sta andando tutto liscio
                          PS: vi saluto dall'outlet di Barberino del Mugello (eh si il Mugello ha anche questo risvolto ogni tanto)
                          Fatto SPESE?

                          Comment


                          • Originally posted by gaiag92 View Post
                            Per la serie le "Avventure di Gaia" mi è venuta in mente anche questa vicenda che però risale all'estate scorsa.
                            Mi reco presso un centro commerciale (di cui non cito il nome), per un semplice tour con i saldi.
                            Dentro un negozio mi viene chiesto il nominativo per rintracciare la mia tessera punti (della cui esistenza non ero sicura, essendo appunto un centro commerciale non in zona).
                            Poco dopo mi arriva una richiesta di amicizia da un signore sulla 50ina, sconosciuto, con allegato un messaggio:
                            "domenica eri a ****" (sempre x non citare il nome del centro commerciale).
                            Ora, io non accetto mai persone che non conosco perciò mi sono limitata a un semplice: "ci conosciamo?".
                            La risposta è stata immediatamente seguita da un testuale:" ci eri si o no"
                            A quel punto ho provveduto a bloccare questa persona ma ho pensato a lungo a come possa uno sconosciuto aver usato tanta precisione.
                            Morale:
                            Questo signore, con tanto di moglie a seguito, era nello stesso negozio in cui mi è stata chiesta la tessera e ha bellamente origliato per sapere i miei dati e poi contattarmi in cerca di "compagnia".

                            Viviamo in un paese in cui c'è da avere paura davvero per tutto...
                            Il problema più che il paese è la totale mancanza di privacy una volta che decidiamo di fornire tutti i nostri dati alle piattaforme dei social network. Comunque c'è anche da dire che a me nn è mai successo che una milfona mi abbordarsse in questo modo. Quindi ad una donna forse una cosa del genere non verrebbe mai in mente.
                            "La moto non è solo un pezzo di ferro, anzi, penso che abbia un'anima perché è una cosa troppo bella per non avere un'anima."

                            Comment


                            • Io piaccio ai ventenni e mi abbordano stile terza media, degli anni che furono!!!!

                              Comment


                              • Originally posted by Annie81 View Post

                                Fatto SPESE?
                                Colpevole di un vestitino! Potevo fare di peggio però mi sono contenuta

                                Comment

                                Working...
                                X