Announcement

Collapse
No announcement yet.

Announcement

Collapse
No announcement yet.

Come riconoscere prodotti arrow originali

Collapse
X
Collapse
 
  • Filter
  • Time
  • Show
Clear All
new posts

  • Font Size
    #1

    Come riconoscere prodotti arrow originali

    Buongiorno Arrow spa vorrei sapere da voi se ci sono delle accortezze per riconoscere i vostri prodotti originali. A volte capita di comprare una moto usata o uno scarico usato e viene sempre il dubbio che il prodotto potrebbe non essere originale ma tarocco, come fare x cercare di riconoscerlo? .... grazie e complimenti!

  • Font Size
    #2
    Originally posted by Nictemeron View Post
    Buongiorno Arrow spa vorrei sapere da voi se ci sono delle accortezze per riconoscere i vostri prodotti originali. A volte capita di comprare una moto usata o uno scarico usato e viene sempre il dubbio che il prodotto potrebbe non essere originale ma tarocco, come fare x cercare di riconoscerlo? .... grazie e complimenti!
    Lo scarico TAROCCO?

    Comment


    • Font Size
      #3
      Buon pomeriggio Nic, da circa 18 mesi collettori e raccordi sono identificati con un codice alfanumerico (che serve, più che altro, a segnalare la corretta sequenza di montaggio). Purtroppo questo codice non è "garantito indelebile" e quindi in caso di scarichi usati potrebbe non essere più leggibile. Per i silenziatori non esiste ancora una identificazione con codici o altre marcature.

      Come primo "approccio" il consiglio è quello di verificare le informazioni che vengono fornite con lo scarico usato rispetto a quelle che sono disponibili sul nostro sito www.arrow.it o www.giannelli.com. Questo purtroppo non è possibile per i "fine produzione" per i quali i montaggi vengono "eliminati" dalla visualizzazione dei siti. Le caratteristiche da controllare sono soprattutto la lunghezza del corpo silenziatore (basta cliccare su "specifiche" alla fine di ogni riga di descrizione del prodotto) dato che soprattutto per i silenziatori più "vecchiotti" la prassi è a volte di "tagliarne un pezzo". Controllare che il dB-killer, se indicato nelle specifiche, sia effettivamente montato o "fornito" dal venditore, dato che spesso lo si smonta e lo si perde dentro qualche cassetto del garage.

      Un po' di dritte:

      - verificare, nel caso di silenziatori omologati e di "tubi" con catalizzatore o spacciati per omologati, che le marcature siano effettivamente presenti e corrispondano con la documentazione che viene fornita con gli scarichi
      - verificare, vedi sopra, che la documentazione sia disponibile con lo scarico usato
      - controllare fisicamente o tramite foto dettagliate le condizioni dei pezzi vari, questo per evitare poi di dover acquistare ricambi (ad esempio, il famigerato dB-killer è più o meno - PIU' O MENO - sempre disponibile, ma costa a listino circa 45€ + iva) sempre che siano disponibili (soprattutto per moto i cui scarichi sono usciti di produzione da tempo)
      - tenere presente che le omologazioni universali NON ESISTONO: uno scarico omologato è effettivamente omologato per la moto sulla quale lo si vuol montare solo se questa è nell'elenco delle moto per le quali lo scarico è omologato (concetto un po' contorto, ma spero di essermi spiegato), la "lista" è quella riportata sulla documentazione fornita con lo scarico stesso (e che il venditore dovrebbe avere a disposizione)

      In caso di dubbi PRIMA di acquistare siamo sempre a disposizione per dare un'occhiata al materiale che potete inviare (foto dello scarico - dimensioni varie - foto del dB-killer - marcature varie), a volte ci mettiamo un po' per rispondere ma cerchiamo sempre di dare un parere entro un pajo di giorni.

      Esempi vari: magari avete un Typhoon 50 del 2010 per le quali ESISTE uno scarico Arrow / Giannelli, ma lo stesso scarico NON è omologato per il Typhoon 50 2010, ma solo per le versioni precedenti (purtroppo a volte abbiamo dei buchi nel catalogo). Oppure il venditore vi dice che lo scarico è omologato ma che non ha più la documentazione relativa e che potete richiederla a noi (vero: ma in questi casi chiedete prima un po' di info a noi, perché magari sì, è omologato, ma non per quella moto o per quella su cui intendete montarlo).

      Nei casi sopra descritti non sono scarichi "farlocchi" ma scarichi Arrow usati che vengono re-immessi sul mercato in una maniera che noi non possiamo controllare. Vale soprattutto per gli scarichi per le moto preparate uso pista, che NON sono identificati con codici particolari, che sono stati magari "stressati" in pista per anni o che, peggio, sono "parti speciali" fatte in tiratura limitata per questo o quel team (e quindi ancora più problematici per il montaggio e per la disponibilità di ricambi).

      Altro caso "particolare" è quello di scarichi di altro produttore ma su cui è stato applicato un adesivo Arrow o Giannelli: è casistica meno "frequente" ma forse più difficile da interpretare da parte vostra. Un indizio è che l'adesivo è in plastica (sono quelli che forniamo da mettere sulle carene) invece che in alluminio "termico" o, come avviene per molti degli scarichi, essere una targhetta in alluminio con i marchi in rilievo rivettata sul corpo del silenziatore. Una idea di come sono fatti i nostri silenziatori ve la potete fare navigando un po' nel sito (ci sono le pagine dedicate alle varie linee di prodotto e, cliccando sul "?" a fianco della parola "schema" si apre la legenda con i vari simboli e le "sezioni" disponibili per i vari silenziatori).

      Facendo i debiti e necessari gesti apotropaici, non abbiamo notato una grande diffusione di nostri prodotti contraffatti o "falsi", probabilmente perché per realizzare un tappo del "Race-Tech" ci vuole una serie di attrezzature che costano un bel po' di euri e quelle che utilizziamo noi sono sotto il nostro controllo, "posizionate" al massimo a 25km dalla nostra sede (niente "globalizzazione", in Arrow, permettete la precisazione). C'è stata qualche segnalazione da parte di nostri rivenditori esteri (soprattutto dall'Asia) ma si tratta più che altro di roba "strana" su cui è stato appiccicato un marchio Arrow (o Giannelli) contraffatto. Non siamo molto "fantasiosi" nella scelta delle colorazioni dei silenziatori (salvo qualche "special bike" da fiera!) quindi se vi propongono uno scarico Arrow viola potete tranquillamente avere qualche dubbio. Le nostre "colorazioni" sono il "metallo naturale" (alluminio anodizzato trasparente, acciaio inox e titanio satinati e/o pallinati), il "nero" (alluminio anodizzato o acciaio inox verniciato), il bianco (per alcune linee di prodotto per mercati particolari). Salvo che in una linea Giannelli di scarichi per scooter 50cc 2t, NON usiamo tappi in plastica, ma solo in acciaio, in alluminio (lavorato a macchina) o in carbonio (con finitura lucida o satinata). Sui nuovi prodotti e, a regime su quelli "vecchi", introdurremo i nuovi marchi, che saranno principalmente adesivi termici (in materiale alluminato, quindi con spessore abbastanza elevato) o marcature laser.

      In caso di acquisti su internet una discriminante sempre valida è quella di tenere presente il prezzo a cui vi vendono quel che vi vogliono vendere. Uno silenziatore Arrow, anche quello più economico, difficilmente costa meno di "X" euro. Soprattutto, diffidate di offerte che dicono "silenziatore Arrow universale". Ce li avevamo gli "universali", ma erano per i 2t di un tempo ed abbiamo smesso di farli 20 anni fa. Ce li abbiamo come Giannelli, ma sono sempre e solo per 2t e quindi facilmente identificabili.

      Perdonate se mi sono dilungato, ma chiudo ri-consigliando di mandare una mail ad info@arrow.it o info@giannelli.com nel caso abbiate dei dubbi, con tutte le informazioni che avete sullo scarico. In questi casi preferiamo "perdere" 5 minuti per dare un'occhiata noi piuttosto che poi dover passare mezza giornata a cercare di risolvere una situazione che poi, spesso, si dimostra NON risolvibile.

      Saluti, Raffaele





      Comment


      • Font Size
        #4
        Originally posted by Arrow spa View Post
        Buon pomeriggio Nic, da circa 18 mesi collettori e raccordi sono identificati con un codice alfanumerico (che serve, più che altro, a segnalare la corretta sequenza di montaggio). Purtroppo questo codice non è "garantito indelebile" e quindi in caso di scarichi usati potrebbe non essere più leggibile. Per i silenziatori non esiste ancora una identificazione con codici o altre marcature.

        Come primo "approccio" il consiglio è quello di verificare le informazioni che vengono fornite con lo scarico usato rispetto a quelle che sono disponibili sul nostro sito www.arrow.it o www.giannelli.com. Questo purtroppo non è possibile per i "fine produzione" per i quali i montaggi vengono "eliminati" dalla visualizzazione dei siti. Le caratteristiche da controllare sono soprattutto la lunghezza del corpo silenziatore (basta cliccare su "specifiche" alla fine di ogni riga di descrizione del prodotto) dato che soprattutto per i silenziatori più "vecchiotti" la prassi è a volte di "tagliarne un pezzo". Controllare che il dB-killer, se indicato nelle specifiche, sia effettivamente montato o "fornito" dal venditore, dato che spesso lo si smonta e lo si perde dentro qualche cassetto del garage.

        Un po' di dritte:

        - verificare, nel caso di silenziatori omologati e di "tubi" con catalizzatore o spacciati per omologati, che le marcature siano effettivamente presenti e corrispondano con la documentazione che viene fornita con gli scarichi
        - verificare, vedi sopra, che la documentazione sia disponibile con lo scarico usato
        - controllare fisicamente o tramite foto dettagliate le condizioni dei pezzi vari, questo per evitare poi di dover acquistare ricambi (ad esempio, il famigerato dB-killer è più o meno - PIU' O MENO - sempre disponibile, ma costa a listino circa 45€ + iva) sempre che siano disponibili (soprattutto per moto i cui scarichi sono usciti di produzione da tempo)
        - tenere presente che le omologazioni universali NON ESISTONO: uno scarico omologato è effettivamente omologato per la moto sulla quale lo si vuol montare solo se questa è nell'elenco delle moto per le quali lo scarico è omologato (concetto un po' contorto, ma spero di essermi spiegato), la "lista" è quella riportata sulla documentazione fornita con lo scarico stesso (e che il venditore dovrebbe avere a disposizione)

        In caso di dubbi PRIMA di acquistare siamo sempre a disposizione per dare un'occhiata al materiale che potete inviare (foto dello scarico - dimensioni varie - foto del dB-killer - marcature varie), a volte ci mettiamo un po' per rispondere ma cerchiamo sempre di dare un parere entro un pajo di giorni.

        Esempi vari: magari avete un Typhoon 50 del 2010 per le quali ESISTE uno scarico Arrow / Giannelli, ma lo stesso scarico NON è omologato per il Typhoon 50 2010, ma solo per le versioni precedenti (purtroppo a volte abbiamo dei buchi nel catalogo). Oppure il venditore vi dice che lo scarico è omologato ma che non ha più la documentazione relativa e che potete richiederla a noi (vero: ma in questi casi chiedete prima un po' di info a noi, perché magari sì, è omologato, ma non per quella moto o per quella su cui intendete montarlo).

        Nei casi sopra descritti non sono scarichi "farlocchi" ma scarichi Arrow usati che vengono re-immessi sul mercato in una maniera che noi non possiamo controllare. Vale soprattutto per gli scarichi per le moto preparate uso pista, che NON sono identificati con codici particolari, che sono stati magari "stressati" in pista per anni o che, peggio, sono "parti speciali" fatte in tiratura limitata per questo o quel team (e quindi ancora più problematici per il montaggio e per la disponibilità di ricambi).

        Altro caso "particolare" è quello di scarichi di altro produttore ma su cui è stato applicato un adesivo Arrow o Giannelli: è casistica meno "frequente" ma forse più difficile da interpretare da parte vostra. Un indizio è che l'adesivo è in plastica (sono quelli che forniamo da mettere sulle carene) invece che in alluminio "termico" o, come avviene per molti degli scarichi, essere una targhetta in alluminio con i marchi in rilievo rivettata sul corpo del silenziatore. Una idea di come sono fatti i nostri silenziatori ve la potete fare navigando un po' nel sito (ci sono le pagine dedicate alle varie linee di prodotto e, cliccando sul "?" a fianco della parola "schema" si apre la legenda con i vari simboli e le "sezioni" disponibili per i vari silenziatori).

        Facendo i debiti e necessari gesti apotropaici, non abbiamo notato una grande diffusione di nostri prodotti contraffatti o "falsi", probabilmente perché per realizzare un tappo del "Race-Tech" ci vuole una serie di attrezzature che costano un bel po' di euri e quelle che utilizziamo noi sono sotto il nostro controllo, "posizionate" al massimo a 25km dalla nostra sede (niente "globalizzazione", in Arrow, permettete la precisazione). C'è stata qualche segnalazione da parte di nostri rivenditori esteri (soprattutto dall'Asia) ma si tratta più che altro di roba "strana" su cui è stato appiccicato un marchio Arrow (o Giannelli) contraffatto. Non siamo molto "fantasiosi" nella scelta delle colorazioni dei silenziatori (salvo qualche "special bike" da fiera!) quindi se vi propongono uno scarico Arrow viola potete tranquillamente avere qualche dubbio. Le nostre "colorazioni" sono il "metallo naturale" (alluminio anodizzato trasparente, acciaio inox e titanio satinati e/o pallinati), il "nero" (alluminio anodizzato o acciaio inox verniciato), il bianco (per alcune linee di prodotto per mercati particolari). Salvo che in una linea Giannelli di scarichi per scooter 50cc 2t, NON usiamo tappi in plastica, ma solo in acciaio, in alluminio (lavorato a macchina) o in carbonio (con finitura lucida o satinata). Sui nuovi prodotti e, a regime su quelli "vecchi", introdurremo i nuovi marchi, che saranno principalmente adesivi termici (in materiale alluminato, quindi con spessore abbastanza elevato) o marcature laser.

        In caso di acquisti su internet una discriminante sempre valida è quella di tenere presente il prezzo a cui vi vendono quel che vi vogliono vendere. Uno silenziatore Arrow, anche quello più economico, difficilmente costa meno di "X" euro. Soprattutto, diffidate di offerte che dicono "silenziatore Arrow universale". Ce li avevamo gli "universali", ma erano per i 2t di un tempo ed abbiamo smesso di farli 20 anni fa. Ce li abbiamo come Giannelli, ma sono sempre e solo per 2t e quindi facilmente identificabili.

        Perdonate se mi sono dilungato, ma chiudo ri-consigliando di mandare una mail ad info@arrow.it o info@giannelli.com nel caso abbiate dei dubbi, con tutte le informazioni che avete sullo scarico. In questi casi preferiamo "perdere" 5 minuti per dare un'occhiata noi piuttosto che poi dover passare mezza giornata a cercare di risolvere una situazione che poi, spesso, si dimostra NON risolvibile.

        Saluti, Raffaele




        Grazie Raffaele...

        Poi secondo me..... la regola di.... guardate in faccia chi vende... e valutate il prezzo.. che sia in linea..... vale sempre...

        Comment


        • Font Size
          #5
          dopo che di carichi Arrow ne vedi un po, un tarocco lo riconosci subito, non ha le stesse fattanze dell'originale

          Comment


          • Font Size
            #6
            Originally posted by devilsss View Post
            dopo che di carichi Arrow ne vedi un po, un tarocco lo riconosci subito, non ha le stesse fattanze dell'originale
            ma si anche secondo me... ma io di scarichi arrow tarocchi non ne ho mai visti.....

            Ok.. uno che compra qualche schifezza e attacca un adesivo? Ma di che parliamo!

            Comment


            • Font Size
              #7
              In effetti avete ragione mito22 e devilsss, ma devo dire che secondo me è comunque lo stesso molto interessante leggere una risposta così ben articolata come fosse una mini-guida ben descritta e con delle dritte interessanti direttamente da @arrowspa

              Comment


              • Font Size
                #8
                Originally posted by Semiramide View Post
                In effetti avete ragione mito22 e devilsss, ma devo dire che secondo me è comunque lo stesso molto interessante leggere una risposta così ben articolata come fosse una mini-guida ben descritta e con delle dritte interessanti direttamente da @arrowspa
                Ah no.. certo... quello sempre scherzi...

                Comment


                • Font Size
                  #9
                  Originally posted by mito22 View Post

                  ma si anche secondo me... ma io di scarichi arrow tarocchi non ne ho mai visti.....

                  Ok.. uno che compra qualche schifezza e attacca un adesivo? Ma di che parliamo!
                  a parte ch egli scarichi tarocchi li riconosci perché son dei soliti produttori cinesi che vendono su aliexpress, scarichi tutti uguali con diversi adesivi delle varie marche da mettergli sopra. diametro di innesto sempre 50mm.

                  son delle ciofeche, alcuni si aprono da soli sgasando.

                  I prodotti originali dopo una minima di esperienza si riconoscono subito, e brava Arrow che stampiglia dei codici, già solo far quello è difficile per un fotocopista

                  Comment


                  • Font Size
                    #10
                    Originally posted by devilsss View Post

                    a parte ch egli scarichi tarocchi li riconosci perché son dei soliti produttori cinesi che vendono su aliexpress, scarichi tutti uguali con diversi adesivi delle varie marche da mettergli sopra. diametro di innesto sempre 50mm.

                    son delle ciofeche, alcuni si aprono da soli sgasando.

                    I prodotti originali dopo una minima di esperienza si riconoscono subito, e brava Arrow che stampiglia dei codici, già solo far quello è difficile per un fotocopista
                    Ciao Devilsss,
                    ad onor del vero i codici vengono inseriti, come scritto sopra, semplicemente per identificare i collettori ed i raggruppamenti 4:2 in maniera da rendere meno complicato il montaggio, dato che spesso i collettori sono "abbastanza" uguali. L'"anticontraffazione" è, diciamo, un effetto collaterale che male non fa.

                    Individuare gli scarichi contraffatti presenti sul mercato è sempre complicato, dato che le offerte sgusciano un po' da tutte le parti. Certo è che, molto spesso, sono facilmente identificabili sia per la fascia di prezzo che per forma e colorazioni.

                    Saluti, Raffaele

                    Comment

                    X
                    Working...
                    X