Announcement

Collapse
No announcement yet.

Ducati: Ciabatti e i rimpianti per lo strike di Lorenzo

Collapse
X
  • Filter
  • Time
  • Show
Clear All
new posts

  • Ducati: Ciabatti e i rimpianti per lo strike di Lorenzo

    MotoGP | Ciabatti e i rimpianti per lo strike di Lorenzo

    Il dirigente della Ducati ha sottolineato che nella corsa al titolo i punti persi da Dovizioso a Barcellona pesano tantissimo




    “Se vinco il campionato, nessuno si ricorderà che ho perso qui”. Così Marc Marquez ha cercato amaramente di archiviare la sconfitta maturata negli ultimi metri al Red Bull Ring, quando sembrava vicinissimo a spezzare l’egemonia delle Ducati sulle colline della Stiria. Andrea Dovizioso ha avuto altri progetti, e con una zampata magistrale ha imposto a Marquez una sconfitta pesante. Difficile, però, dar torto al sette volte iridato quando quest’ultimo mette l’accento sulla classifica e sulla lotta per il titolo. I 58 punti di vantaggio in graduatoria rappresentano un vantaggio considerevole, in calendario restano otto appuntamenti e se il pilota della Honda confermasse da Silverstone a Valencia il suo peggior risultato in gara, il secondo posto, vincerebbe con 18 punti di scarto anche se Dovizioso salisse sul gradino più alto del podio in tutte e 8 le gare (e con due vittorie all’attivo al momento lo scenario non sembra proprio futuribile).


    L’edizione odierna de
    La Gazzetta dello Sport riporta alcune considerazioni di Paolo Ciabatti che fanno riflettere sul livello attuale della MotoGP. Da un lato è difficile mettere al sicuro l’accesso diretto alla top-10 in qualifica, dall’altro, però, spesso e volentieri in gara è il solo Dovizioso a contendere le vittorie a Marquez: “Ci vorrebbero altri in grado di inserirsi ma lo abbiamo visto anche domenica, in pista c’erano due piloti e due moto, tutti gli altri sono finiti in secondo piano. E così è davvero dura”. L’ottimismo, in casa Ducati, non manca: “Le prossime piste dovrebbero esserci favorevoli. A Silverstone e Misano negli ultimi anni siamo andati forte, ma anche Aragon, con quei lunghi rettilinei, malgrado sia considerata la pista di Marquez non la vedo così negativa. Poi arriverà la Thailandia, dove nel 2018 Dovi ha perso l’unico duello con Marquez all’ultima curva, quindi il Giappone, altra pista adatta alla nostra moto. E speriamo di sfatare il mito che a Phillip Island andiamo male”.

    Se i punti di distacco fossero una trentina, sognare sarebbe più che lecito dopo lo schiaffo di domenica scorsa, quando Dovizioso ad armi pari ha battuto Marquez, che eppure aveva sfruttato tutto il suo repertorio nel tentativo di imporsi al Red Bull Ring. Lo zero di Barcellona, dove al contrario di quanto avvenuto nel 2018 il forlivese stavolta è stato incolpevolmente abbattuto da Jorge Lorenzo, pesa molto: “A pensarci quei 20 o 25 punti persi a Barcellona nell’incidente causato da Lorenzo fanno ancora male”, ha sottolineato Ciabatti.

    https://www.formulapassion.it/motors...ez-450433.html






  • MAX_rr
    replied
    Originally posted by abatefaria View Post

    sei sempre un grande Max...




    Leave a comment:


  • abatefaria
    replied
    Originally posted by MAX_rr View Post
    Pensa... se li avessi vinti veramente cosa avrei potuto fare? Mangiare la rabbia e poi donarli a MONTECATONE di Imola
    sei sempre un grande Max...

    Leave a comment:


  • MAX_rr
    replied
    Originally posted by abatefaria View Post
    ciao Max.. nonfare il finto tonto ed offri da bere al forum che lo sappiamo che hai in mano 209 milioni..
    Pensa... se li avessi vinti veramente cosa avrei potuto fare? Mangiare la rabbia e poi donarli a MONTECATONE di Imola

    Leave a comment:


  • abatefaria
    replied
    ciao Max.. nonfare il finto tonto ed offri da bere al forum che lo sappiamo che hai in mano 209 milioni..

    Leave a comment:


  • abatefaria
    replied
    perchè illudersi ?

    Leave a comment:

Working...
X