Announcement

Collapse
No announcement yet.

Ducati: mancano idee, e i tempi di pagamento slittano

Collapse
X
Collapse
 
  • Filter
  • Time
  • Show
Clear All
new posts

  • Ducati: mancano idee, e i tempi di pagamento slittano

    E’ di questi giorni la comunicazione a firma Ufficio Acquisti Ducati, la “supply chain” diretta da Federico Sabbioni, che riporta il CALENDARIO dei PAGAMENTI 2020 di Ducati Motor Holding verso i suoi fornitori.

    Ducati Supply Chain. La Direttiva Europea 2011/7/UE del 16 02 2011 rafforza le tutele e indirizza Enti Pubblici e imprese al pagamento delle transazioni commerciali, in particolare si segnala l’obbligo da parte delle pubbliche amministrazioni all’interno dell’UE di provvedere ai pagamenti nei confronti delle imprese entro un termine massimo uniforme di 60 giorni, e tra privati, i termini si auspica siano ancora … più contenuti.

    Per farvi capire … una delle cause di difficoltà nell’integrazione tra MV Agusta e AMG gruppo Mercedes era proprio in questo ambito, AMG era abituata a pagare i suoi fornitori a 10 giorni, i varesotti di MV, salvi i casi di procedure concorsuali, hanno sovente dilatato oltre i 10 mesi i pagamenti

    Come sapete Ducati è di proprietà tedesca, ma questo non significa nulla perché purtroppo il nostro paese si dimostra incapace di tutelare l’applicabilità delle normative in vigore nel maggior numero di Paesi europei. Di tale incapacità sorge talvolta il sospetto che qualcuno si permetta di approfittarne.

    Infatti la PRIMA CASA ITALIANA (con capitale interamente posseduto da AUDI) PER NUMERO DI MOTOCICLETTE PRODOTTE richiede fino a due mesi in più dei tempi contrattati che di solito sono già intorno ai 120 giorni! E … stando ai documenti diffusi, le proroghe di Ducati, comunicate con una semplice circolare del manager Federico Sabbioni, sono difficilmente rifiutabili o contestabili dalle sue controparti.



    La comunicazione relativa alla decisione di Ducati di procrastinare i pagamenti ai fornitori

    Rileviamo che Ducati, in decrescita, nel 2018 ha perso il il 5% della produzione rispetto al 2017 (da 56 a 53 mila moto), e quest’anno voci attendibili parlano di un altro 6% in meno di produzione.

    La casa italo/tedesca guidata da Claudio Domenicali sembra aver toccato il tetto massimo delle 50.000 motociclette fra tutti i modelli, mentre la Honda, solo con l’Africa Twin ne fa di più. C’è sempre la speranza che con un dicembre fatto di “gomito a terra e gas aperto al massimo”, e tanti Km 0, l’immatricolato possa risultare meno negativo.

    La Honda Africa Twins, un modello che da solo vale quanto e forse più di tutta la produzione di Ducati di un anno

    Ma qualcuno dovrà pagare gli insuccessi e si dice che possano essere tre quest’anno i manager da sacrificare. Eppure DUCATI viene valutata come azienda da cui attingere competenze, e non è un caso che tra quelli che hanno “lasciato Ducati in passato” è opportuno ricordare alcuni nomi … come Cristiano Silei, che ha triplicato il valore di Dainese in pochi anni, oppure Andrea Buzzoni che, potendo scegliere tra molte proposte, ha deciso di dirigere la Triumph che nel nostro paese era quasi scomparsa e che oggi vanta le percentuali di crescita più forti. E ci dà fastidio vedere che a Borgo Panigale i piazzali siano piene di AUDI in eccedenza, piuttosto che Ducati essere pronte per essere inviate in tutti i Paesi del mondo …


    A Claudio Domenicali, cosa possiamo dire: … non esistono solo le corse, con moto che sembrano essere più veloci fra tutte, ma che … “non riescono a esprimere le loro qualità” perdendo oltretutto, quasi sempre, con regolarità impressionante … e se si guarda intorno scoprirà che sta prendendo sempre più piede una mobilità ambientale e alternativa.

    Per questo diciamo a quelli che gestiscono (in Italia) e controllano (in Germania) la Ducati, di tornare ad investire sulle idee, a privilegiare i contenuti, a farsi domande, quelle che … si fanno o si facevano una volta gli uomini marketing … domande che non devono assolvere solamente alla capacità di spostare le persone o le cose dal punto A a B ma essere anche fruibili, sicure, ecologiche, funzionali, di servizio, comode, economiche, ludiche, sportive, e … “chi più ne ha, più ne metta”.

  • #2
    ...annamo bene!

    Comment


    • #3
      Praticamente hanno preparato “il pacco” ai fornitori

      Comment


      • #4
        Non sono un esperto economo ma mi permetto di sostenere che con un listino prezzi in continua crescita è difficile aumentare in contemporanea il volume di vendita.
        Last edited by ilCONDOR; 16-12-19, 21:15.

        Comment


        • #5
          Originally posted by ilCONDOR View Post
          Non sono un esperto economo ma mi permetto di sostenere che con un listino prezzi in continua crescita è difficile aumentare in contemporanea il volume di vendita.
          Concordo pienamente

          Comment


          • #6
            Originally posted by ilCONDOR View Post
            Non sono un esperto economo ma mi permetto di sostenere che con un listino prezzi in continua crescita è difficile aumentare in contemporanea il volume di vendita.

            ed infatti è la notizia più futile della storia, sarebbe come criticare il busines plan Ferrari relazionandolo al volume di vendite di Fiat...

            è uno dei principi dell'economia italiana, altrimenti invece che produrre qualità dovremmo metterci a competere coi cinesi sul costo

            mentre sto patacca non spiega perchè mette in correlazione questa strategia con i tempi di pagamento: se invece di fare il giornalista facesse l'imprenditore saprebbe che i 90gg dffm sono uno standard ormai... che poi questo sia giusto e sbagliato, non è certo Ducati ad avere la responsabilità di cambiare l'economia italiana

            Comment


            • #7
              A me sembra che in novembre, febbraio, maggio e agosto si prendano 30+10gg rispetto alle scadenze classiche, e negli altri mesi i +10gg (che dopo le riforme bancarie PSD di qualche anno fa sono diventati all’ordine del giorno).
              Non dimentichiamoci che quando si dice “scadenze di novembre” si intende il 30 novembre.. e così via... sono tutti dei fine mese.
              Non per giustificare Ducati eh.. son cose che non si vorrebbero mai vedere, però credetemi che c’è di peggio



              Inviato dal mio iPad utilizzando Tapatalk

              Comment


              • #8
                Originally posted by maatt View Post


                ed infatti è la notizia più futile della storia, sarebbe come criticare il busines plan Ferrari relazionandolo al volume di vendite di Fiat...

                è uno dei principi dell'economia italiana, altrimenti invece che produrre qualità dovremmo metterci a competere coi cinesi sul costo

                mentre sto patacca non spiega perchè mette in correlazione questa strategia con i tempi di pagamento: se invece di fare il giornalista facesse l'imprenditore saprebbe che i 90gg dffm sono uno standard ormai... che poi questo sia giusto e sbagliato, non è certo Ducati ad avere la responsabilità di cambiare l'economia italiana
                Concordo.. Chi ha scritto questo articolo non ha mai avuto a che fare con in pagamenti fornitori esteri, specialmente con DE e USA.
                Post inutile

                Comment


                • #9
                  a me arrivasse una circolare del genere sarei contento trovare aziende che pagano prima dei 90gg e' sempre piu raro.

                  Comment


                  • #10
                    Eh ma questi pensavano di VENDERE.. tutta l'azienda.. già 2 anni fa quando presentartono la Panigale v4.. e per questo la buttarono fuori con così tanta fretta....

                    Comment


                    • #11
                      Originally posted by paolo25 View Post
                      a me arrivasse una circolare del genere sarei contento trovare aziende che pagano prima dei 90gg e' sempre piu raro.
                      Si anche questo.. anche se tanto poi..... 'no aspetta, sento l'amministrazione' ecc ecc. avoja si spreca anche in aziende più grandi di Ducaudi

                      Comment


                      • #12
                        quando da anni e anni si punta tutto sul marketing, sulla rapina a mano armata e sulla vendita di fumo, prima o poi i nodi vengono al pettine....

                        Comment


                        • #13
                          Originally posted by paolo25 View Post
                          a me arrivasse una circolare del genere sarei contento trovare aziende che pagano prima dei 90gg e' sempre piu raro.
                          Quoto......sembra che qui dentro la gente viva su Marte
                          Oppure sono tutti ricchi e vivono di rendita senza fare un caxxo

                          Comment


                          • #14
                            Originally posted by ilCONDOR View Post
                            Non sono un esperto economo ma mi permetto di sostenere che con un listino prezzi in continua crescita è difficile aumentare in contemporanea il volume di vendita.
                            Quoto
                            Soprattutto quando aumentano continuamente i listini e i modelli son sempre gli stessi...il Monster è sempre la solita trita e ritrita dal 2008 (anno del cambiamento),cambia la sigla,aumentano leggermente i cc e aumenta il listino.
                            25 versioni di panigale all'anno,sempre più care e sempre più svalutate (oggi una V4 semi-nuova si trova allo stesso prezzo di una 1299).
                            Multistrada ovviamente quando entri nel campo dell'Africa twin 1100,che è una signor moto e si porta a casa a 5-6 mila € in meno del multi... ovviamente non c'è storia a vendite.

                            Ma spezzo anche una lancia a favore di ducati... esteticamente son sempre le più belle

                            Comment


                            • #15
                              Originally posted by mito22 View Post

                              Si anche questo.. anche se tanto poi..... 'no aspetta, sento l'amministrazione' ecc ecc. avoja si spreca anche in aziende più grandi di Ducaudi
                              no adesso e' di moda dire che l'amministrazione c'e' solo il giorno prima che hai chiamato!!!!
                              In ogni caso ci sono aziende sanissime che fanno molto di peggio quindi trovo che sia un articolo che non dice nulla, mi pare che lo scorso anno e' vero che hanno venduto meno moto ma mi pare che i ricavi e il fatturato sia cresciuto.
                              DIciamo che ora le moto che fanno volumi sono le enduro stradali e in questo a mio avviso ducati e' rimasta un po indietro, la multi alla fine e' sempre uguale esteticamente da quando e' uscita(piu o meno), per il costo se continuano a vendere le gs a 25000e vuol dire che il problema non e' il listino ma sono i contenuti(anche l'africa ora costa quasi 20.000 per avere poco piu di 100cv)

                              Comment

                              Working...
                              X