annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

BMW eRR

Comprimi
X
Comprimi
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Font Size
    #1

    BMW eRR












  • Font Size
    #2

    Commenta


    • Font Size
      #3
      A me piace tanto, e sono sincero vorrei provarla

      Commenta


      • Font Size
        #4
        Prima della "crisi" per il 2020 dai produttori eran previste il 50% di auto ibride ed elettriche e moto a seguire, adesso mi sa che si parla di 2025 per le auto e 2030 per le moto...

        ... ma da qualche parte bisogna iniziare e le moto da pista son le pi? probabili, 10 minuti di full gas e 50 minuti di ricarica sono gi? possibili.

        Commenta


        • Font Size
          #5
          S?, in effetti ci sono diverse moto elettriche nate per la pista, insieme a scooter (cinesi per lo pi?) adatti alla citt?. Forse sono i due punti di partenza pi? "logici".

          Commenta


          • Font Size
            #6
            Originariamente inviato da MiKiFF Visualizza il messaggio
            Prima della "crisi" per il 2020 dai produttori eran previste il 50% di auto ibride ed elettriche e moto a seguire, adesso mi sa che si parla di 2025 per le auto e 2030 per le moto...

            ... ma da qualche parte bisogna iniziare e le moto da pista son le pi? probabili, 10 minuti di full gas e 50 minuti di ricarica sono gi? possibili.

            La questione dell'elettrico mi sa che e' complicata. Sembrerebbe che ci si trovi incastrati nel paradigma inquinamento e che non si riesca a sfuggirvi.
            Riporto un paio di commenti fatti in occasione di un articolo sul fotovoltaico.
            Li reputo pertinenti per tutto il discorso "inquinamento" e "batterie".
            Poi magari sara' anche vero che a livello militare ci siano batterie in grado di ricaricarsi molto alla svelta e di compiere diverse centinaia di cicli senza mai perdere un colpo e che pero' non vengono commercializzate per non "uccidere" il mercato delle attuali "tristissime" batterie, pero'...
            Visto poi le forze in gioco in termini di petrolchimico , boh...davvero non saprei come giudicare la faccenda "elettrico" se non per il fatto che una moto elettrica possa andare abbastanza piu' forte di una a combustione interna. Davvero pero' mi sembra , lato inquinamento, che i maggiori responsabili (e intendo coloro che di fatto lo sono e non chi in teoria dovrebbe esserlo) , se ne fottano bellamente del futuro.

            In principio fu Eternit che provoca una grave forma di cancro, poi nacque il Moplen sembr? la scoperta del secolo e oggi invece, di tanta plastica prodotta, siamo costretti a fare i conti. ora ? la volta del fotovoltaico, delle auto elettriche, altre panzanate che stanno gi? abilmente pubblicizzando per guadagnare soldi...ORWELL docet sed asinos erit.
            le auto elettriche, come le moto elettriche, le bici elettriche, i pannelli fotovoltaici funzionano con le batterie che hanno all'interno metalli pesanti (piombo, cadmio, mercurio, anche cromo, manganese, molibdeno, nichel etc etc), e che questi inquinanti hanno alcune pessime caratteristiche :
            1) sono tossici anche a dosi piuttosto basse o molto basse, ed hanno effetti sia acuti (letali) che cronici (patologie varie)
            2) la persistenza ambientale ? sostanzialmente infinita, limitata solo da fenomeni di diffusione e diluizione naturali, molto lenti (in quanto spesso non sono spiccatamente solubili), e da parimenti lenti processi di "rimineralizzazione" in forme ragionevolmente i nerti e "immobili" (tipo HgS cristallino)
            3) una volta chelati a molecole organiche vengono solubilizzati e resi biodisponibili ed hanno la pessima abitudine di risalire lungo le catene degli ecosistemi, concentrandosi di molte volte ad ogni stadio di predazione/caccia, e finendo quindi per colpire di pi? i predatori di livello pi? elevato, che solitamente sono mammiferi (uomo incluso) talvolta gi? in pericolo.
            4) In quanto "pesanti" hanno l'altra pessima abitudine di depositarsi e sprofondare (1-2cm anno), i metalli che non finiscono assorbiti dalle piante prima o poi raggiungono la falda acquifera sottostante.
            5) durante la fase di ricarica le batterie emettono gas tra cui l'idrogeno. Se la concentrazione in aria dell'idrogeno raggiunge il 4%, la miscela idrogeno-aria pu? esplodere.
            6) pericoli dovuti alle temperature di esercizio e ambiente.
            ..lallallero, lallall?,io ho i pannelli fotovoltaici, mi produco l?energia necessaria per la mia casetta, NON INQUINO e risparmio?.lallallero, lallall??
            ?Woow, che bello questo impianto di pannelli fotovoltaici, posso vederlo? Me lo spieghi ??
            ?Certo, guarda?vedi tutto il tetto coperto da ben 250 mq di pannelli fotovoltaici che trasformano la luce in energia, sotto forma di corrente che poi viene trasportata con dei cavi in questo locale, vedi? Qui ci sono delle batterie AL PIOMBO (le migliori da utilizzare per questo tipo di lavoro), che immagazzinano energia, anche per quando la luce non c?e?, e che poi, tramite un inverter, la trasformano in corrente alternata necessaria per alimentare tutta la casa.?
            ?ahahah, capito, ma scusa, le BATTERIE ed in particolare quelle al PIOMBO non sono nocive per l?uomo e per l?ambiente ???? non producono acido solforico durante la carica?, non hanno bisogno di manutenzione?, non producono calore che potrebbe essere dannoso per le stesse batterie?
            ?si, certo, difatti sono chiuse qui, in questo locale aerato appositamente per loro, certo entrarci non ? che sia salutare, pero? con una mascherina vado ogni tanto a tenerle pulite?
            ?capisco, ma scusa ancora, ma quanto durano queste batterie che si caricano e scaricano in continuazione??
            ?be?, diciamo 10 anni?
            ?dunque questo significa che tra 10 anni dovrai sostituire le batterie e le batterie vecchie che fine fanno?
            ?verranno smaltite in appositi centri, a pagamento,oppure, come pi? facile nel nostro paese, le butteremo per strada o lungo gli argini dei fiumi?
            ?ma scusa, se tutti, ma proprio tutti, avremo i pannelli fotovoltaici, le macchine elettriche, le moto elettriche, le bici elettriche, i cellulari, i notebook, gli IPad e tutti gli altri oggetti che funzionano a batterie, TUTTE STE BATTERIE COME LE SMALTIAMO?????
            ?e vabbe? dai,che te importa,ci penser? chi verr??
            ?grazie amico,mi hai convinto,almeno per il momento,che il fotovoltaico non serve a nulla"

            Commenta


            • Font Size
              #7
              Il primo obiettivo dovrebbe sempre essere la efficienza a prescindere dalla tipologia di trasformazione dell'energia e del suo accumulo. I motori endotermici che utilizzano combustibili fossili hanno due piccoli problemi: il primo ? che le fonti non son rinnovabili ... (Una volta finiti ci si ferma) ed il secondo ? che il potere energetico del carburante viene utilizzato per un solo terzo per il moto, il resto ? calore che scalda l'ambiente (1/3 col radiatore ed 1/3 con i gas della combustione)

              Commenta


              • Font Size
                #8

                Commenta

                X
                Sto operando...
                X