Announcement

Collapse
No announcement yet.

Announcement

Collapse
No announcement yet.

Allarme ANTIBIOTICI il 50% negli allevamenti

Collapse
X
Collapse
 
  • Filter
  • Time
  • Show
Clear All
new posts

  • Font Size
    #1

    Allarme ANTIBIOTICI il 50% negli allevamenti

    Met? degli antibiotici consumati ogni anno in Italia non ? destinato all'utilizzo umano ma finisce negli allevamenti di polli, tacchini e suini. Il dato emerge dal Piano Nazionale di Contrasto dell'Antimicrobico-Resistenza, che mette in luce come l'abuso abbia diffuso il problema dell'antibiotico-resistenza nel settore animale, con il pericolo di trasmissione di batteri dall'animale all'uomo tramite contatto diretto o attraverso gli alimenti.

    Secondo i dati, presentati in uno studio del Policlinico Gemelli pubblicato sulla rivista Igiene e Sanit? Pubblica, l'abuso di antibiotici nel settore veterinario ha gi? mostrato come ad esempio la salmonella mostri gi? la presenza di ceppi resistenti a pi? antibiotici, cos? come l'Escherichia coli, presente nelle pi? comuni specie allevate in Italia (tacchini 73,0%, polli 56,0%, suini da ingrasso 37,9%) e nell'uomo (31,8%).


    Dati che secondo Walter Ricciardi, ordinario di Igiene e Medicina preventiva dell'Universit? Cattolica di Roma, testimonia come l'antibiotico-resistenza sia aggravata anche dalla trasmissione di superbatteri dall'animale all'uomo, tramite contatto diretto o attraverso il consumo di alimenti. Non solo: attraverso pollame, uova e carne di maiale (compreso il prosciutto e tutti gli altri derivati), si ingeriscono, rileva Ricciardi, "frammenti di genoma modificati che entrano nel genoma di chi li mangia".

    Eppure, le leggi che regolamentano con rigidi protocolli e controlli l'uso degli antibiotici negli allevamenti ci sono. "Il problema - afferma Ricciardi - ? che il Piano del Ministero della Salute sull'antibiotico-resistenza varato nel 2017 finora ? rimasto sulla carta".

    La situazione ? comunque a macchia di leopardo a livello regionale e addirittura delle singole Asl, reali responsabili dei controlli. Inoltre, denuncia l'esperto, questi farmaci "vengono somministrati anche agli animali sani a scopo preventivo". Di qui l'appello: "Bisogna coinvolgere - dice - i manager delle strutture ospedaliere, i medici, i veterinari e gli allevatori. Se esiste una legge che vieta di prescrivere antibiotici agli animali se non sono malati, ? chiaro che Asl e veterinari devono controllare. E' una questione di salute pubblica, il meccanismo deve partire".

    Un problema che in Europa e' molto sentito, tanto che in Svezia e Olanda, la consapevolezza di allevatori, veterinari e medici ha portano ad una drastica riduzione delle farmaco-resistenze anche negli ospedali. L'obbligo della ricetta elettronica veterinaria per i farmaci per gli animali, scattato in Italia a met? aprile di quest'anno, conclude Ricciardi "potrebbe essere un valido deterrente per il nostro paese, ma non bisogna scordare che c'? un fiorente mercato d'importazione parallelo illegale di antibiotici, che viaggia su internet".
    da tgcom24


  • Font Size
    #2
    Originally posted by mito22 View Post
    Met? degli antibiotici consumati ogni anno in Italia non ? destinato all'utilizzo umano ma finisce negli allevamenti di polli, tacchini e suini. Il dato emerge dal Piano Nazionale di Contrasto dell'Antimicrobico-Resistenza, che mette in luce come l'abuso abbia diffuso il problema dell'antibiotico-resistenza nel settore animale, con il pericolo di trasmissione di batteri dall'animale all'uomo tramite contatto diretto o attraverso gli alimenti.

    Secondo i dati, presentati in uno studio del Policlinico Gemelli pubblicato sulla rivista Igiene e Sanit? Pubblica, l'abuso di antibiotici nel settore veterinario ha gi? mostrato come ad esempio la salmonella mostri gi? la presenza di ceppi resistenti a pi? antibiotici, cos? come l'Escherichia coli, presente nelle pi? comuni specie allevate in Italia (tacchini 73,0%, polli 56,0%, suini da ingrasso 37,9%) e nell'uomo (31,8%).


    Dati che secondo Walter Ricciardi, ordinario di Igiene e Medicina preventiva dell'Universit? Cattolica di Roma, testimonia come l'antibiotico-resistenza sia aggravata anche dalla trasmissione di superbatteri dall'animale all'uomo, tramite contatto diretto o attraverso il consumo di alimenti. Non solo: attraverso pollame, uova e carne di maiale (compreso il prosciutto e tutti gli altri derivati), si ingeriscono, rileva Ricciardi, "frammenti di genoma modificati che entrano nel genoma di chi li mangia".

    Eppure, le leggi che regolamentano con rigidi protocolli e controlli l'uso degli antibiotici negli allevamenti ci sono. "Il problema - afferma Ricciardi - ? che il Piano del Ministero della Salute sull'antibiotico-resistenza varato nel 2017 finora ? rimasto sulla carta".

    La situazione ? comunque a macchia di leopardo a livello regionale e addirittura delle singole Asl, reali responsabili dei controlli. Inoltre, denuncia l'esperto, questi farmaci "vengono somministrati anche agli animali sani a scopo preventivo". Di qui l'appello: "Bisogna coinvolgere - dice - i manager delle strutture ospedaliere, i medici, i veterinari e gli allevatori. Se esiste una legge che vieta di prescrivere antibiotici agli animali se non sono malati, ? chiaro che Asl e veterinari devono controllare. E' una questione di salute pubblica, il meccanismo deve partire".

    Un problema che in Europa e' molto sentito, tanto che in Svezia e Olanda, la consapevolezza di allevatori, veterinari e medici ha portano ad una drastica riduzione delle farmaco-resistenze anche negli ospedali. L'obbligo della ricetta elettronica veterinaria per i farmaci per gli animali, scattato in Italia a met? aprile di quest'anno, conclude Ricciardi "potrebbe essere un valido deterrente per il nostro paese, ma non bisogna scordare che c'? un fiorente mercato d'importazione parallelo illegale di antibiotici, che viaggia su internet".
    da tgcom24
    Attualmente con la ricetta elettronica si cerca di controbilanciare questo problema che ormai ? molto diffuso! Non solo tra i veterinari, ma anche i medici hanno il "vizio" di prescrivere antibiotici senza dovuti controlli per prevenzione... Diciamo che ? un problema molto italiano in quanto si tende e usare i farmaci come fossero caramelle

    Inviato dal mio HUAWEI TAG-L01 utilizzando Tapatalk

    Comment


    • Font Size
      #3
      Frammenti di genoma modificato che entrano nel genoma di chi li ingerisce?????? Ma che diavolo sta dicendo questo? Ma conosce l?argomento di cui parla? Conosce la fatica che si fa per effettuare anche la pi? semplice operazione di trasfezione genica in vitro? A meno che il tipo non stia parlando di una forma di trasduzione virus dipendente che rimane comunque una chimera anche nella pi? semplice delle terapie geniche...io davvero non so di cosa si fa sta gente!

      Comment


      • Font Size
        #4
        C'? anche da dire che gli allevamenti intensivi impiegano correntemente degli antibiotici per prevenire le malattie legate alla promiscuit? degli animali, indipendentemente dal fatto che l?animale sia infetto o no....

        Comment


        • Font Size
          #5
          Originally posted by Semiramide View Post
          C'? anche da dire che gli allevamenti intensivi impiegano correntemente degli antibiotici per prevenire le malattie legate alla promiscuit? degli animali, indipendentemente dal fatto che l?animale sia infetto o no....
          Assolutamente! Spetta infatti al veterinario istruire gli allevatori e seguirli in modo tale che non facciano abuso di antibiotici e che rispettino i tempi di sospensione in caso in cui siano necessari!

          Inviato dal mio HUAWEI TAG-L01 utilizzando Tapatalk

          Comment


          • Font Size
            #6
            Troppo facilmente la classe medica prescrive antibiotici senza rendersi conto dei danni che ci sono sia su animali che sull'uomo. L'antibiotico non ? la soluzione a tutto ma quando lo capiranno sar? troppo tardi... D'altronde le aziende farmaceutiche campano di questo

            Comment


            • Font Size
              #7
              Originally posted by gaiag92 View Post
              Troppo facilmente la classe medica prescrive antibiotici senza rendersi conto dei danni che ci sono sia su animali che sull'uomo. L'antibiotico non ? la soluzione a tutto ma quando lo capiranno sar? troppo tardi... D'altronde le aziende farmaceutiche campano di questo
              Diciamo che cmq. nel caso di allevamenti intensivi con magari migliaia di capi vicini tra loro....? un attimo diffondere una malattia.... e quindi un danno a macchia d'olio enorme e velocissimo.

              Comment


              • Font Size
                #8
                Originally posted by mito22 View Post

                Diciamo che cmq. nel caso di allevamenti intensivi con magari migliaia di capi vicini tra loro....? un attimo diffondere una malattia.... e quindi un danno a macchia d'olio enorme e velocissimo.
                Il discorso ? un po' pi? complesso...non si tratta di patologie che vengono trasmesse solo tramite contatto diretto, ma spesso sono veicolate da "vettori" altri animali o insetti o trasmesse di madre in figlio...insomma molto pi? ampia come cosa...diciamo che dovrebbe esserci un controllo generale di tutto...a partire anche da eventuali camion chr entrano nell'allevamento o animali esterni ...

                Inviato dal mio HUAWEI TAG-L01 utilizzando Tapatalk

                Comment


                • Font Size
                  #9
                  Originally posted by Lau93 View Post
                  Il discorso ? un po' pi? complesso...non si tratta di patologie che vengono trasmesse solo tramite contatto diretto, ma spesso sono veicolate da "vettori" altri animali o insetti o trasmesse di madre in figlio...insomma molto pi? ampia come cosa...diciamo che dovrebbe esserci un controllo generale di tutto...a partire anche da eventuali camion chr entrano nell'allevamento o animali esterni ...

                  Inviato dal mio HUAWEI TAG-L01 utilizzando Tapatalk
                  Verissimo, non si pu? sottovalutare nulla perch? davvero i veicoli in questo campo fanno la differenza

                  Comment


                  • Font Size
                    #10
                    Originally posted by Lau93 View Post
                    Il discorso ? un po' pi? complesso...non si tratta di patologie che vengono trasmesse solo tramite contatto diretto, ma spesso sono veicolate da "vettori" altri animali o insetti o trasmesse di madre in figlio...insomma molto pi? ampia come cosa...diciamo che dovrebbe esserci un controllo generale di tutto...a partire anche da eventuali camion chr entrano nell'allevamento o animali esterni ...

                    Inviato dal mio HUAWEI TAG-L01 utilizzando Tapatalk
                    Si si... diciamo che semplificavo parlando dell'allevamento in s?.....

                    Comment


                    • Font Size
                      #11
                      Carne con antibiotici? Per chi come me ? sempre di fretta, un risparmio di tempo non indifferente, mi gusto una fiorentina e mi proteggo dai malanni!!!

                      Comment


                      • Font Size
                        #12
                        Gli antibiotici stanno perdendo efficiacia proprio per l'abuso e l'uso errato : quanta gente smette di prenderlo prima di terminare il ciclo visto che "tanto sto bene" ...
                        Last edited by Lele-R1-Crash; 26-08-19, 11:06.

                        Comment


                        • Font Size
                          #13
                          ma la cosa pi? sensata sarebbe dare i farmaci contati per la terapia che uno deve fare come si fa in america ..
                          Last edited by PABLISCH63; 27-08-19, 14:46.

                          Comment


                          • Font Size
                            #14
                            Originally posted by Lele-R1-Crash View Post
                            Gli antibiotici stanno perdendo efficiacia proprio per l'abuso e l'uso errato : quanta gente smette di prenderlo prima di terminare il ciclo visto che "tanto sto bene" ...
                            Esatto...oppure anche fare una terapia antibiotica senza prescrizione medica perch? uno dice " va beh dai la scorsa volta ho preso questo quindi andr? bene anche ora"

                            Inviato dal mio HUAWEI TAG-L01 utilizzando Tapatalk

                            Comment

                            X
                            Working...
                            X