Announcement

Collapse
No announcement yet.

Smartphone e tablet in classe da quest'autunno

Collapse
X
Collapse
  • Filter
  • Time
  • Show
Clear All
new posts

  • Smartphone e tablet in classe da quest'autunno

    Se fino a qualche mese fa bisognava stare attenti a nascondere il proprio smartphone durante le ore di lezione per non vederselo sequestrare dal professore, dal prossimo autunno le cose potrebbero cambiare. Il fedele ‘amico’ dei teenager, infatti, potrebbe non essere più bandito a scuola se utilizzato per scopi didattici. Una rivoluzione che potrebbe partire, se alcune tempistiche verranno rispettate, già dal prossimo autunno. Lo scrive Skuola.net.

    Lo smartphone entra in classe?
    Tale eventualità è stata annunciata durante l’evento organizzato nella sala centrale dell’Acquario Romano della Capitale per fare il punto sui primi diciotto mesi del Piano Nazionale Scuola Digitale. Tra le novità in arrivo, infatti, c’è la creazione di un gruppo di lavoro che avrà proprio lo scopo di studiare il potenziale utilizzo di smartphone e tablet in classe. A partire dal 15 settembre gli esperti incaricati dal Miur si impegneranno a stilare delle nuove linee guida che regolino l’uso di questi dispositivi a scuola. Il gruppo di lavoro, ha spiegato la ministra Fedeli, “Servirà a chiarire l’utilizzo di dispositivi personali delle studentesse e degli studenti in classe, intervenendo sulle attuali circolari, risalenti a un periodo troppo lontano da oggi, e promuovendo un uso consapevole e in linea con le esigenze didattiche. Avrà 45 giorni per pubblicare delle linee guida chiare ed efficaci per le scuole”.

    La vecchia normativa sull’uso dei cellulari
    L’ultima normativa che disciplinava l’uso del cellulare - era ancora presto infatti per parlare di smartphone - risale al 2007. Si tratta di una circolare emanata da Fioroni, in quel periodo a capo del dicastero di Viale Trastevere, che bandiva l’uso del cellulare a scuola con parole nette e chiare. La nuova strada presa dal Miur, invece, riabiliterebbe l’uso dei device personali, ovviamente regolato e reso utile all’attività didattica.
    da tgcom24

  • #2
    Già lo usavano alcune sezioni.

    Se un uomo non è disposto a correre qualche rischio per le proprie idee, o le sue idee non valgono nulla o non vale nulla lui. cit. Ezra Pound

    Comment

    Working...
    X