Announcement

Collapse
No announcement yet.

Il mio rientro in pista, dieci anni dopo!

Collapse
X
Collapse
 
  • Filter
  • Time
  • Show
Clear All
new posts

  • Il mio rientro in pista, dieci anni dopo!

    Come sempre, potrei riassumere il mio post con poche e semplicissime parole, ma ho deciso di "no" anche questa volta Ragazze, sarei dovuta tornare in pista prima! Anzi, non avrei proprio dovuto smettere… quanto mi son divertita? Tanto!!! Quanto è difficile mandare via il sorriso quando fai ciò che ti piace, nonostante un po’ di sfortuna? E infatti io al pensiero di quei turni ancora sorrido!

    La sera prima preparo tutto il necessario, compreso il mio Ogio 9800 nuovo di pacca che si rivela una gran comodità e di cui sono orgogliona!
    Questo è come l’ho preparato in prima battuta, ovviamente 3 minuti dopo era già rivoluzionato!




    La foto di come ho caricato il furgone ho pensato di non farla invece, devo ancora perfezionare lo stile
    Si fa ora di partire per Cremona, salgo in furgone, mi chiudo dentro e attacco la AC. Ma prima brutta notizia: l'AC non funziona!!! Lo sconforto parte e finisco per boccheggiare tutto il viaggio, dato il caldo equatoriale della giornata. Per fortuna all’arrivo la temperatura era già più vivibile e ho trovato il capo già bello pronto ad aiutarmi a scaricare la moto, ma prima abbiamo deciso di andare a salutare la gasss_family! Ho cosi avuto il grande piacere di conoscere Agathe e Petz, che mi han fatto sentire subito a mio agio! Il loro sorriso è pronto ad accoglierti sempre e, ora che sono a casa e le emozioni si son calmate, posso dire che veramente è come stare in famiglia!
    Comunque bando alle ciance: ne approfitto per fare l’iscrizione et voilà, non posso più tirarmi indietro!


    è bello anche ritrovare vecchie amicizie (robbè)!



    .
    La felicità di avere anche il numero che avevo chiesto

    Poi si scarica la moto, si mette nel box e via in albergo e degustare una tagliata che cosi buona "era una vita"!!


  • #2
    La mattina successiva mi sveglio bella carica e pimpante, soprattutto perché fuori dalla mia finestra il cielo sembrava quasi limpido, contro ogni previsione meteo. Scendo, colazione time col capo che aspettava già da qualche minuto . Ma quando arriviamo in circuito, in realtà la visuale che ci si presenta all’orizzonte non è assolutamente rassicurante. Anzi.
    Il capo mito22 decide comunque di montare il gazebo, mettiamo i pesi, mettiamo sopra anche le taniche piene, cinghiamo il gazebo al furgone, soprattutto perché il meteo sembrava aprirsi e girare altrove (vedere foto che testimonia il quasi sereno). Sentiamo l’annuncio di Petz che dice “fate attenzione ai gazebi!!” e 20 secondi dopo, nemmeno il tempo di andare a fare da ancora umana, il gazebo DDG era letteralmente ribaltato per aria, mezzo incastrato sopra al mio furgone e con diverse aste spezzate a metà. Una mini tromba d’aria improvvisa.
    Poi il diluvio. Il buio. E anche lo sconforto.





    Mezz’ora dopo, il temporale non accennava a smettere e tantomeno a calare. Così io e il capo decidiamo di mettere in atto il piano B: comprare gazebo di scorta (perché ovviamente il mio era a casa e il suo di scorta pure) e soprattutto trovare cibo per superare il momento critico. Il gazebo faceva pietà, ma la pizza era buonissima
    Ovviamente mito22 non era convinto per niente, ma io si









    Comment


    • #3
      Comunque, con calma torniamo e aspettiamo che il meteo migliori. Finalmente smette di piovere e iniziamo a montare il villaggio DDG 2.0, con l’ansia costante che uno starnuto del “primo che passa” facesse volare via il gazebo di cartone che avevamo trovato. Comunque da noi si dice “piotost che gnit, l’è mej piotost” e infatti avere la testa coperta si è rivelata una fortuna poco dopo. Si ringrazia sempre il meteo di m****!!
      Nel frattempo, a scaglioni, arrivano anche Andrea Soldati , stradivari e figlio (teenager velocissimo, mannaggia a te!! ), Danilo Chissalè (chissà come è andato il tuo rientro), il grande Fabio di Michelin Italiana (un vero piacere conoscerti di persona, peccato non aver potuto approfittare della tua presenza durante qualche turno soleggiato in pista, ma certamente qualche nozione interessante l’ho appresa!), Gabe75 .





      Durante questa luuuunga pausa piovosa è arrivato anche Marco di Kurabike con famiglia, in versione Babbo Natale, che ha allietato certamente il momento e migliorato il mio umore. E grazie ai regali poco vistosi che sono arrivati, ho potuto rendere la mia postazione davvero professional! Telo coprimoto, tappeto e anche teli mare (che però userò in piscina). Insomma, il mio BidonCibi era pronto per essere messo al suo posto e le mie nuove SuperCup2 al caldo: un turno vuoi non riuscire a farlo?





      dite che si vede che mi piace il rosa?


      Così si entra per il mio primo turno in pista, dieci anni dopo.




      con Fabio di @michelin italiana





      Tanta emozione, che non saprei nemmeno spiegare: tanto tempo dall’ultima volta, una pista nuova, traiettorie sconosciute, il cambio "dritto" anziché rovesciato, l’incertezza di una moto ferma 10 anni, gomme diverse da quelle solitamente usate, io che non so se mi ricorderò come si guida, l’abitudine alla velocità e alle staccate da recuperare. Quanta roba davvero da gestire, tanto più se consideriamo che vivo veramente di emozioni!
      Il capo entra con me nel turno paracarri per aiutarmi a capire dove mettere le gomme, ma io mi sento davvero un pesce fuor d’acqua “là dentro”. Vago per la pista per 20 minuti (e mi stupisco di fare anche qualche sorpasso) fino a che, per caso, sento il ginocchio che bacia l’asfalto e io “son già felice cosi”!
      Probabilmente ho girato in 4’, il tempo finisce infatti qualche giro dopo e io esco felice ma anche un po’ sconsolata: sta ricominciando a piovere e non smetterà ancora per un po’.
      L’occasione di rientrare era durante l’endurance a team, ma non me la sono sentita per mille motivi. Quindi son rimasta a oziare nei paddock, con l’umore in caduta verso il basso.

      La foto di Andrea Soldati penso racconti benissimo il mood del momento.




      Comment


      • #4
        siamo tutti impazienti di sfruttare al massimo la giornata.
        La mia giornata è stata davvero produttiva per il mio umore e le mie sensazioni. C’è tanto da lavorare, tra posizione, staccate, traiettorie, IL CAMBIO DRITTO che mi dà ancora troppi pensieri, i sorpassi (!!!) che non mi convincono, ma già dal primo turno mi sento completamente diversa da ieri. Ginocchio a terra, confidenza alla moto migliore di ieri, gomme che mi danno veramente serenità e sicurezza, pian pianino le frenate si spostano e inizio a capire il senso della pista e di cosa dovrei fare là dentro. Certo, la pratica non lo direbbe, ma nella teoria penso di essere fortiZZima!! E infatti al secondo turno sono entrata e sono finita subito in ghiaia perché avevo capito che la 3 e la 4 andavano fatte in 2 e non in 3, peccato non avessi valutato che il gas la moto lo prende diversamente in 2 e me la son fatta sotto
        ESPERIENZA GHIAIA – molto bene perché son restata in piedi. Ma nella desolazione della mia solitudine e dell’essere nel posto sbagliato, ho iniziato a chiedermi “ed esattamente adesso come me ne esco da qui? Arriverà qualcuno ad aiutarmi? Arrivate ad aiutarmi per favore? Perché non arriva nessuno???”. Era la prima volta (e spero anche l’ultima) e mi sentivo davvero affondata. E’ passato un tempo infinito per me prima che qualcuno mi dicesse alle spalle SON QUII! e ogni volta che provavo a girarmi per vedere il QUI dove fosse, non vedevo nessuno. La beffa pure in ghiaia no eh! Quando ci siamo sincronizzati ho visto l’aiutante magico e grazie a qualche spinta e qualche botta di gas, dopo 7/8 spegnimenti di moto son riuscita a tornare sull’asfalto. D’altra parte “shit happens sometimes”, quindi meglio ora che poi, se doveva essere!


        La giornata passa tra tre turni la mattina che mi portano a un 1.58, tre turni al pomeriggio, di cui uno speso con Apriliona RSV4 1100 (da poi soprannominata il Bombardone), e un altro per pareggiamento alla fine della giornata.
        Per il turno con il bombardone farò un post a parte, ma ragazzi fa impressione anche solo il rombo a cui non ero pronta (e ovviamente io non ho aperto come farebbe il capo) ma che mi ha fatto gongolare quando ho realizzato di essere io!!!
        Per quanto riguarda il pareggiamento, a causa di un pit-stop troppo lungo sono entrata leggermente distanziata da quello davanti a me e quindi non son riuscita ad avere il gancio. Ho fatto tutto il turno da sola (sicuramente davanti non avevo nessuno, dietro chissà!) e a metà non ne potevo più dalla stanchezza che iniziava proprio a farsi sentire… quindi ci ho messo tutto quello che avevo e son stata premiata con un tempo migliore di un secondo e due: me ne vado via da Cremona con un tempo da paracarro, ma che porto felice a casa: 1.57.2.
        Mi sono qualificata 10 e ho vinto una bottiglia di Prosecco rosa come non esserne felici! Peccato non aver immaginato di essere chiamata e quindi sono volata alla premiazione con ciabatta e pantaloncino, poco professional, sempre molto felice!

        V4h41G.md.jpg


        Comunque a ogni turno la stanchezza si è fatta davvero sentire sempre più forte, perché guidare cosi rigidi e con mille cose a cui pensare, è davvero complicato (anche solo sbagliare a metterle o a toglierle non ti lascia sereno), ma sono felice di come sono andata, perché il mio sorrisone è rimasto stampato sul viso per tutta la giornata e quindi direi che di più non avrei potuto chiedere.
        Devo dire che la compagnia DDG è stata una grande garanzia, sia durante la giornata di pioggia che durante quella di sole.
        Grazie a Michelin Italiana per la grande opportunità che mi ha dato nell’omaggiarmi il treno di Cup2: farò un post a parte, ma anticipo già qui che queste gomme danno subito confidenza e sono stata felice di essere rientrata con il vostro “supporto”: le vostre gomme non mi fan rimpiangere di aver cambiato “casa”. Non penso cambierò in futuro perché squadra che vince non si cambia!




        Grazie al capo per il supporto in pista



        Grazie ad Agathe e Petz di gasss_family per l’agevolazione nell’iscrizione. Come ho già anticipato nell'altro post, complimenti per l’organizzazione impeccabile che avete! Nessun intoppo, tutto scandito al secondo, tutto super organizzato e la meravigliosa sensazione di far parte di una grande famiglia: non avrei potuto chiedere una situazione migliore per tornare con le gomme in pista. Grazie davvero!

        Ho avuto un meccanico d’eccezione che mi ha aiutato a fare la metà della fatica (grazie Andrea soldati) e che, nei tempi liberi, faceva pure foto spettacolari (chissà come mai eh )




        Grazie al mio Amico Dragan75 per essere venuto a farmi visita, è stato bello averti in pista con me almeno un po’!




        Grazie a Fefe#82 per avermi fatto da ombrellina, per aver portato un tocco di grande femminilità e per avermi ceduto il trono ogni volta rientravo dalla pista: sei stata una bella compagna di risate!





        ​​​​​​​








        Comment


        • #5
          Ecco qualche scatto di me in pista: certo, tanto da rivedere, molto da correggere, ma non il mio sorriso!
          Alla prossima!

          Comment


          • #6
            Originally posted by elleen View Post
            Come sempre, potrei riassumere il mio post con poche e semplicissime parole, ma ho deciso di "no" anche questa volta Ragazze, sarei dovuta tornare in pista prima! Anzi, non avrei proprio dovuto smettere… quanto mi son divertita? Tanto!!! Quanto è difficile mandare via il sorriso quando fai ciò che ti piace, nonostante un po’ di sfortuna? E infatti io al pensiero di quei turni ancora sorrido!

            La sera prima preparo tutto il necessario, compreso il mio Ogio 9800 nuovo di pacca che si rivela una gran comodità e di cui sono orgogliona!
            Questo è come l’ho preparato in prima battuta, ovviamente 3 minuti dopo era già rivoluzionato!




            La foto di come ho caricato il furgone ho pensato di non farla invece, devo ancora perfezionare lo stile
            Si fa ora di partire per Cremona, salgo in furgone, mi chiudo dentro e attacco la AC. Ma prima brutta notizia: l'AC non funziona!!! Lo sconforto parte e finisco per boccheggiare tutto il viaggio, dato il caldo equatoriale della giornata. Per fortuna all’arrivo la temperatura era già più vivibile e ho trovato il capo già bello pronto ad aiutarmi a scaricare la moto, ma prima abbiamo deciso di andare a salutare la gasss_family! Ho cosi avuto il grande piacere di conoscere Agathe e Petz, che mi han fatto sentire subito a mio agio! Il loro sorriso è pronto ad accoglierti sempre e, ora che sono a casa e le emozioni si son calmate, posso dire che veramente è come stare in famiglia!
            Comunque bando alle ciance: ne approfitto per fare l’iscrizione et voilà, non posso più tirarmi indietro!


            è bello anche ritrovare vecchie amicizie (robbè)!



            .
            La felicità di avere anche il numero che avevo chiesto

            Poi si scarica la moto, si mette nel box e via in albergo e degustare una tagliata che cosi buona "era una vita"!!
            Grandi i ragazzi di Gass Family

            Comment


            • #7
              Originally posted by elleen View Post
              La mattina successiva mi sveglio bella carica e pimpante, soprattutto perché fuori dalla mia finestra il cielo sembrava quasi limpido, contro ogni previsione meteo. Scendo, colazione time col capo che aspettava già da qualche minuto . Ma quando arriviamo in circuito, in realtà la visuale che ci si presenta all’orizzonte non è assolutamente rassicurante. Anzi.
              Il capo mito22 decide comunque di montare il gazebo, mettiamo i pesi, mettiamo sopra anche le taniche piene, cinghiamo il gazebo al furgone, soprattutto perché il meteo sembrava aprirsi e girare altrove (vedere foto che testimonia il quasi sereno). Sentiamo l’annuncio di Petz che dice “fate attenzione ai gazebi!!” e 20 secondi dopo, nemmeno il tempo di andare a fare da ancora umana, il gazebo DDG era letteralmente ribaltato per aria, mezzo incastrato sopra al mio furgone e con diverse aste spezzate a metà. Una mini tromba d’aria improvvisa.
              Poi il diluvio. Il buio. E anche lo sconforto.





              Mezz’ora dopo, il temporale non accennava a smettere e tantomeno a calare. Così io e il capo decidiamo di mettere in atto il piano B: comprare gazebo di scorta (perché ovviamente il mio era a casa e il suo di scorta pure) e soprattutto trovare cibo per superare il momento critico. Il gazebo faceva pietà, ma la pizza era buonissima
              Ovviamente mito22 non era convinto per niente, ma io si








              Hahahahahhaha fantastica la foto con la pizza mi sa che il capo pensava alla dieta

              Comment


              • #8
                Bellissimo report elleen !
                Che bello vederti cos' felice, come già detto, non importa quanto sia passato, l'importante è che sei tornata!

                Sarà bellissimo girare insieme il 10!

                Comment


                • #9
                  Originally posted by elleen View Post
                  Comunque, con calma torniamo e aspettiamo che il meteo migliori. Finalmente smette di piovere e iniziamo a montare il villaggio DDG 2.0, con l’ansia costante che uno starnuto del “primo che passa” facesse volare via il gazebo di cartone che avevamo trovato. Comunque da noi si dice “piotost che gnit, l’è mej piotost” e infatti avere la testa coperta si è rivelata una fortuna poco dopo. Si ringrazia sempre il meteo di m****!!
                  Nel frattempo, a scaglioni, arrivano anche Andrea Soldati , stradivari e figlio (teenager velocissimo, mannaggia a te!! ), Danilo Chissalè (chissà come è andato il tuo rientro), il grande Fabio di Michelin Italiana (un vero piacere conoscerti di persona, peccato non aver potuto approfittare della tua presenza durante qualche turno soleggiato in pista, ma certamente qualche nozione interessante l’ho appresa!), Gabe75 .





                  Durante questa luuuunga pausa piovosa è arrivato anche Marco di Kurabike con famiglia, in versione Babbo Natale, che ha allietato certamente il momento e migliorato il mio umore. E grazie ai regali poco vistosi che sono arrivati, ho potuto rendere la mia postazione davvero professional! Telo coprimoto, tappeto e anche teli mare (che però userò in piscina). Insomma, il mio BidonCibi era pronto per essere messo al suo posto e le mie nuove SuperCup2 al caldo: un turno vuoi non riuscire a farlo?





                  dite che si vede che mi piace il rosa?


                  Così si entra per il mio primo turno in pista, dieci anni dopo.




                  con Fabio di @michelin italiana





                  Tanta emozione, che non saprei nemmeno spiegare: tanto tempo dall’ultima volta, una pista nuova, traiettorie sconosciute, il cambio "dritto" anziché rovesciato, l’incertezza di una moto ferma 10 anni, gomme diverse da quelle solitamente usate, io che non so se mi ricorderò come si guida, l’abitudine alla velocità e alle staccate da recuperare. Quanta roba davvero da gestire, tanto più se consideriamo che vivo veramente di emozioni!
                  Il capo entra con me nel turno paracarri per aiutarmi a capire dove mettere le gomme, ma io mi sento davvero un pesce fuor d’acqua “là dentro”. Vago per la pista per 20 minuti (e mi stupisco di fare anche qualche sorpasso) fino a che, per caso, sento il ginocchio che bacia l’asfalto e io “son già felice cosi”!
                  Probabilmente ho girato in 4’, il tempo finisce infatti qualche giro dopo e io esco felice ma anche un po’ sconsolata: sta ricominciando a piovere e non smetterà ancora per un po’.
                  L’occasione di rientrare era durante l’endurance a team, ma non me la sono sentita per mille motivi. Quindi son rimasta a oziare nei paddock, con l’umore in caduta verso il basso.

                  La foto di Andrea Soldati penso racconti benissimo il mood del momento.



                  Che peccato per il gazebo! Kurabike sempre una garanzia bellissimo il tappeto e il telo per la moto!!
                  L'ultima foto è poesia facci un quadro

                  Comment


                  • #10
                    Originally posted by elleen View Post
                    siamo tutti impazienti di sfruttare al massimo la giornata.
                    La mia giornata è stata davvero produttiva per il mio umore e le mie sensazioni. C’è tanto da lavorare, tra posizione, staccate, traiettorie, IL CAMBIO DRITTO che mi dà ancora troppi pensieri, i sorpassi (!!!) che non mi convincono, ma già dal primo turno mi sento completamente diversa da ieri. Ginocchio a terra, confidenza alla moto migliore di ieri, gomme che mi danno veramente serenità e sicurezza, pian pianino le frenate si spostano e inizio a capire il senso della pista e di cosa dovrei fare là dentro. Certo, la pratica non lo direbbe, ma nella teoria penso di essere fortiZZima!! E infatti al secondo turno sono entrata e sono finita subito in ghiaia perché avevo capito che la 3 e la 4 andavano fatte in 2 e non in 3, peccato non avessi valutato che il gas la moto lo prende diversamente in 2 e me la son fatta sotto
                    ESPERIENZA GHIAIA – molto bene perché son restata in piedi. Ma nella desolazione della mia solitudine e dell’essere nel posto sbagliato, ho iniziato a chiedermi “ed esattamente adesso come me ne esco da qui? Arriverà qualcuno ad aiutarmi? Arrivate ad aiutarmi per favore? Perché non arriva nessuno???”. Era la prima volta (e spero anche l’ultima) e mi sentivo davvero affondata. E’ passato un tempo infinito per me prima che qualcuno mi dicesse alle spalle SON QUII! e ogni volta che provavo a girarmi per vedere il QUI dove fosse, non vedevo nessuno. La beffa pure in ghiaia no eh! Quando ci siamo sincronizzati ho visto l’aiutante magico e grazie a qualche spinta e qualche botta di gas, dopo 7/8 spegnimenti di moto son riuscita a tornare sull’asfalto. D’altra parte “shit happens sometimes”, quindi meglio ora che poi, se doveva essere!


                    La giornata passa tra tre turni la mattina che mi portano a un 1.58, tre turni al pomeriggio, di cui uno speso con Apriliona RSV4 1100 (da poi soprannominata il Bombardone), e un altro per pareggiamento alla fine della giornata.
                    Per il turno con il bombardone farò un post a parte, ma ragazzi fa impressione anche solo il rombo a cui non ero pronta (e ovviamente io non ho aperto come farebbe il capo) ma che mi ha fatto gongolare quando ho realizzato di essere io!!!
                    Per quanto riguarda il pareggiamento, a causa di un pit-stop troppo lungo sono entrata leggermente distanziata da quello davanti a me e quindi non son riuscita ad avere il gancio. Ho fatto tutto il turno da sola (sicuramente davanti non avevo nessuno, dietro chissà!) e a metà non ne potevo più dalla stanchezza che iniziava proprio a farsi sentire… quindi ci ho messo tutto quello che avevo e son stata premiata con un tempo migliore di un secondo e due: me ne vado via da Cremona con un tempo da paracarro, ma che porto felice a casa: 1.57.2.
                    Mi sono qualificata 10 e ho vinto una bottiglia di Prosecco rosa come non esserne felici! Peccato non aver immaginato di essere chiamata e quindi sono volata alla premiazione con ciabatta e pantaloncino, poco professional, sempre molto felice!

                    V4h41G.md.jpg


                    Comunque a ogni turno la stanchezza si è fatta davvero sentire sempre più forte, perché guidare cosi rigidi e con mille cose a cui pensare, è davvero complicato (anche solo sbagliare a metterle o a toglierle non ti lascia sereno), ma sono felice di come sono andata, perché il mio sorrisone è rimasto stampato sul viso per tutta la giornata e quindi direi che di più non avrei potuto chiedere.
                    Devo dire che la compagnia DDG è stata una grande garanzia, sia durante la giornata di pioggia che durante quella di sole.
                    Grazie a Michelin Italiana per la grande opportunità che mi ha dato nell’omaggiarmi il treno di Cup2: farò un post a parte, ma anticipo già qui che queste gomme danno subito confidenza e sono stata felice di essere rientrata con il vostro “supporto”: le vostre gomme non mi fan rimpiangere di aver cambiato “casa”. Non penso cambierò in futuro perché squadra che vince non si cambia!




                    Grazie al capo per il supporto in pista



                    Grazie ad Agathe e Petz di gasss_family per l’agevolazione nell’iscrizione. Come ho già anticipato nell'altro post, complimenti per l’organizzazione impeccabile che avete! Nessun intoppo, tutto scandito al secondo, tutto super organizzato e la meravigliosa sensazione di far parte di una grande famiglia: non avrei potuto chiedere una situazione migliore per tornare con le gomme in pista. Grazie davvero!

                    Ho avuto un meccanico d’eccezione che mi ha aiutato a fare la metà della fatica (grazie Andrea soldati) e che, nei tempi liberi, faceva pure foto spettacolari (chissà come mai eh )




                    Grazie al mio Amico Dragan75 per essere venuto a farmi visita, è stato bello averti in pista con me almeno un po’!




                    Grazie a Fefe#82 per avermi fatto da ombrellina, per aver portato un tocco di grande femminilità e per avermi ceduto il trono ogni volta rientravo dalla pista: sei stata una bella compagna di risate!












                    Grandissima e adesso non fermarti più che non sei stata programmata per stare lontano dalle 2 ruote ​​​​​​​

                    Comment


                    • #11
                      Originally posted by elleen View Post
                      Ecco qualche scatto di me in pista: certo, tanto da rivedere, molto da correggere, ma non il mio sorriso!
                      Alla prossima!
                      E il sorriso dice tutto

                      Comment


                      • #12
                        Bel report ​​​​​​
                        Son stato molto contento di essere li con te

                        Comment


                        • #13
                          Originally posted by annette View Post
                          Bellissimo report elleen !
                          Che bello vederti cos' felice, come già detto, non importa quanto sia passato, l'importante è che sei tornata!

                          Sarà bellissimo girare insieme il 10!
                          eh si!! davvero l'importante è ritornare!
                          mi farà davvero piacere essere in compagnia, tanto più femminile

                          Originally posted by MikyRacing View Post

                          Grandissima e adesso non fermarti più che non sei stata programmata per stare lontano dalle 2 ruote
                          tesoro grazie <3 <3 <3

                          Originally posted by Gabe75 View Post
                          Bel report ​​​​​​
                          Son stato molto contento di essere li con te
                          grazie Gabe!!
                          speriamo di tornare presto insieme in pista! ​​​​​​​

                          Comment


                          • #14
                            Originally posted by elleen View Post

                            eh si!! davvero l'importante è ritornare!
                            mi farà davvero piacere essere in compagnia, tanto più femminile



                            tesoro grazie <3 <3 <3



                            grazie Gabe!!
                            speriamo di tornare presto insieme in pista!
                            Ci conto ​​​​​​​

                            Comment


                            • #15
                              Bel report! Deve essere stata proprio una grande emozione tornare sulla moto dopo tanti anni!

                              Comment

                              Working...
                              X