Announcement

Collapse
No announcement yet.

Announcement

Collapse
No announcement yet.

RINS non segue la via di QUARTARARO in Yamaha

Collapse
X
Collapse
 
  • Filter
  • Time
  • Show
Clear All
new posts

  • Font Size
    #1

    RINS non segue la via di QUARTARARO in Yamaha

    I primi passi di Álex Rins con la Yamaha non sono affatto facili. Il pilota catalano ha lasciato la disciplina del LCR Honda Team a fine 2023 per scommettere sul progetto della Casa di Iwata in MotoGP, ottenendo così l'agognato status di pilota ufficiale che Rins cercava fin dalla sua partenza alla Suzuki, un cambiamento che, di momento in , non sta dando i risultati attesi.



    Il #42 è riuscito a segnare solo tre punti nei primi due weekend di gara dell'anno; In Qatar ha concluso con un punteggio pari a zero, e solo nell'evento principale in Portogallo Rins è riuscito a guadagnare tre punti (ha concluso 13°) beneficiando degli abbandoni di ben quattro piloti che lo precedevano, un guadagno che non ha contenuto il barcellonese, con non pochi problemi a far girare la sua Yamaha.



    Dopo l'ultimo round in Portogallo, Rins ha riconosciuto che "queste due gare non sono andate come previsto", sottolineando che sia lui che il suo team tecnico "dovranno lavorare un po' di più per conto proprio. Più o meno abbiamo apportato piccole modifiche alla moto , ma concentrandoci sul set-up che sta utilizzando Fabio ."
    Seguire la strada tracciata dal compagno di squadra non è garanzia di successo per Rins che non riesce a far diventare la M1 di suo gradimento. Pensando quindi già al prossimo appuntamento di Austin - dove il catalano vincerà nel 2023 -, Rins opterà per una configurazione diversa rispetto al francese nella speranza di avvicinare la Yamaha alle sue esigenze di guida.



    "Dopo questa gara ho capito che dovevo fare qualcosa di diverso sulla moto, perché avevo problemi simili a quelli della gara del Qatar ," dice lo spagnolo. " Ho sofferto molto con l'anteriore dopo aver rilasciato i freni e aperto l'acceleratore. Fa fatica a girare, non riesco a fare angolo"

    Rins ha provato di tutto per adattarsi a ciò che la Yamaha gli chiede; in Portogallo, dopo aver capito che il suo stile non lo avrebbe portato da nessuna parte, ha provato altre tecniche di guida per caricare di più il telaio lento della YZR-M1, ma non ha trovato soluzioni: " A metà gara ho provato "Ho cambiato il mio stile di guida sulla moto. Per vedere se riuscivo a mettere più peso sull'anteriore. Ma non era sufficiente. Quindi sembra che abbiamo bisogno di più peso sull'anteriore per far girare la moto."

    Oltre a continuare a testare le novità arrivate da Iwata, Rins ritiene che il suo problema risieda nella messa a punto di base della sua Yamaha, messa a punto che il 28enne pilota spera di risolvere al prossimo appuntamento di Austin, pista che conosce molto bene bene e dove è sempre stato competitivo: "Forse dobbiamo concentrarci più sull'assetto che sulle novità, perché non sono del tutto contento. Non è colpa della squadra, non è colpa della moto. È solo colpa la nostra seconda gara. Dobbiamo abituarci alla moto. Dobbiamo capirla. Ma abbiamo del lavoro da fare ," ha concluso il #42.
    da todocircuito

  • Font Size
    #2
    Assetto o novità, è la M1 del 2015... E le gomme sono le Michelin molli, non le Bridgestone...

    Comment


    • Font Size
      #3
      Originally posted by Pheel View Post
      Assetto o novità, è la M1 del 2015... E le gomme sono le Michelin molli, non le Bridgestone...
      Come si fa a scrivere una cavolata simile? Come se 2020, 21 e 22 non fossero mai esistiti! O meglio, a sto punto, come hanno fatto VR JL MV FQ JZ a non vincere con margine per anni, visto che la moto del 2015 è competitiva ancora oggi?

      Probabilmente Rins ha ragione, vedremo...

      Comment


      • Font Size
        #4
        Originally posted by Gianluca83 View Post

        Come si fa a scrivere una cavolata simile? Come se 2020, 21 e 22 non fossero mai esistiti! O meglio, a sto punto, come hanno fatto VR JL MV FQ JZ a non vincere con margine per anni, visto che la moto del 2015 è competitiva ancora oggi?

        Probabilmente Rins ha ragione, vedremo...
        Filippo Pheel non scrive cavolate; esprime il suo punto di vista.

        Rispettiamo le opinioni altrui come da regolamento che hai sottoscritto in fase di registrazione.




        Comment


        • Font Size
          #5
          Originally posted by Gianluca83 View Post

          Come si fa a scrivere una cavolata simile? Come se 2020, 21 e 22 non fossero mai esistiti! O meglio, a sto punto, come hanno fatto VR JL MV FQ JZ a non vincere con margine per anni, visto che la moto del 2015 è competitiva ancora oggi?

          Probabilmente Rins ha ragione, vedremo...
          Il mio discorso, che ho scritto più volte, e che la Yamaha, pur partendo da una base eccellente, abbia campato di rendita da metà anni 2010, senza investire in una M1 totalmente nuova.
          Tra 2019 e 2022 la moto ha avuto dei bei picchi prestazionali, con piloti diversi, ma alla lunga ha ceduto terreno a parecchi competitors che hanno presentato e sviluppato moto totalmente nuove.

          Grazie MAX_rr

          Comment


          • Font Size
            #6
            comunque Crutclow (collaudatore) diceva il contrario (o quasi) di Fabio ....Rins prende una strada diversa da Fabio...
            La moto va sempre peggio in confronto alle altre= fabietto non è un gran collaudatore a mio avviso

            Comment


            • Font Size
              #7
              Originally posted by luciocabrio View Post
              comunque Crutclow (collaudatore) diceva il contrario (o quasi) di Fabio ....Rins prende una strada diversa da Fabio...
              La moto va sempre peggio in confronto alle altre= fabietto non è un gran collaudatore a mio avviso
              Non è tenuto ad esserlo, c'è gente pagata apposta

              Comment


              • Font Size
                #8
                Originally posted by Fafnir View Post

                Non è tenuto ad esserlo, c'è gente pagata apposta
                si ma se il pilota chiede una cosa e la moto non migliora....
                Se quelli pagati apposta non concordano sui problemi (potenza?)...è un problema

                Comment


                • Font Size
                  #9
                  Originally posted by Fafnir View Post

                  Non è tenuto ad esserlo, c'è gente pagata apposta
                  Insomma... E' il pilota ufficiale che sceglie la direzione da prendere e le parti da avallare o meno.
                  Poi sicuramente il tester deve sgrossare ed affinare.

                  Comment


                  • Font Size
                    #10
                    Originally posted by andrea nadiani View Post

                    Insomma... E' il pilota ufficiale che sceglie la direzione da prendere e le parti da avallare o meno.
                    Poi sicuramente il tester deve sgrossare ed affinare.
                    esatto...citofonare bagnaia (l'esempio che porto sempre) nel 2022

                    Comment


                    • Font Size
                      #11
                      Magari non rinnova lui per andare in Aprilia...

                      Comment


                      • Font Size
                        #12
                        Comunque IMHO il valore dei piloti come tester vale entro certi limiti.
                        Non perchè debba testare qualcun altro, ma perchè serve una squadra che voglia sviluppare, Yamaha è da poco che sta sviluppando, idem Honda...

                        Comment


                        • Font Size
                          #13
                          Originally posted by Pheel View Post
                          Comunque IMHO il valore dei piloti come tester vale entro certi limiti.
                          Non perchè debba testare qualcun altro, ma perchè serve una squadra che voglia sviluppare, Yamaha è da poco che sta sviluppando, idem Honda...
                          Bè, sicuramente un pilota i miracoli non li fa, ma di sicuro fa la differenza tra imboccare una strada sbagliata o no.

                          Comment


                          • Font Size
                            #14
                            Originally posted by andrea nadiani View Post

                            Insomma... E' il pilota ufficiale che sceglie la direzione da prendere e le parti da avallare o meno.
                            Poi sicuramente il tester deve sgrossare ed affinare.
                            Bagnaia se sbaglia indicazioni, e sicuramente ne ha sbagliate, è aiutato da altri 7 piloti più Pirro.
                            se sbaglia Quartararo l'errore resta sulla moto, non hanno team privato e il tester a quanto pare lo ignorano.
                            E fino a pochi mesi fa non avevano neanche un secondo pilota.

                            Non voglio dire che Quartararo sia bravo a indicare la via e Bagnaia no, solo che il contesto è diverso e molto a favore di Bagnaia
                            Last edited by Fafnir; 05-04-24, 10:44.

                            Comment


                            • Font Size
                              #15
                              Originally posted by Fafnir View Post

                              Bagnaia se sbaglia indicazioni, e sicuramente ne ha sbagliate, è aiutato da altri 7 piloti più Pirro.
                              se sbaglia Quartararo l'errore resta sulla moto, non hanno team privato e il tester a quanto pare lo ignorano.
                              E fino a pochi mesi fa non avevano neanche un secondo pilota.

                              Non voglio dire che Quartararo sia bravo a indicare la via e Bagnaia no, solo che il contesto è diverso e molto a favore di Bagnaia
                              Ma sicuro che Bagnaia avrà sbagliato alcune indicazioni, ma lo sviluppo di solito è indirizzato da un solo pilota, coadiuvato dai dati delle altre moto nel caso.
                              Difficile trovarsi come nell' Honda di millenni fa, dove seguiva 2 sviluppi completamente differenti.
                              Yamaha, come dici tu, sembra avere però il problema di non muovere una vite a parte portare 2 alette.

                              Comment

                              X
                              Working...
                              X