Announcement

Collapse
No announcement yet.

Faccani si ritira

Collapse
X
Collapse
 
  • Filter
  • Time
  • Show
Clear All
new posts

  • Faccani si ritira

    Circa una settimana dopo Juanfran Guevara, un altro pilota ha annunciato il ritiro dall’attività agonistica in giovanissima età. Marco Faccani ha deciso di appendere il casco al chiodo a soli 23 anni e nell’immediato futuro si dedicherà insieme alla sua fidanzata a una nuova attività, legata comunque al motociclismo: uno studio grafico dove realizzare livree per moto e caschi.

    Faccani non è uno dei tanti. Vanta nel suo palmarés il titolo di Campione Europeo Superstock 600 2014 e nel 2015 ha corso nel Mondiale Supersport col team Puccetti Racing ottenendo numerosi piazzamenti in top 10. Negli anni 2016 e 2017, invece, ha corso in Superstock 1000 e l’highlight di questa parentesi è senz’altro la vittoria conquistata a Misano nel 2017, quando ha trionfato davanti al pubblico di casa con la BMW del team Althea Racing. Faccani era, potenzialmente, ad un passo dalla possibilità di approdare al Mondiale. Eppure si ritira. E ce la spiega così.

    Cosa ti ha portato a dire basta?

    Mi dispiaceva continuare a pesare sui miei genitori e dopo tutte le valutazioni del caso ho deciso di smettere. Nel WorldSBK solo i migliori piloti della classe regina prendono soldi e arrivare lì è davvero molto difficile. È difficile fermarsi dopo 15 anni di gare, ma voglio investire tempo e denaro su qualcosa che mi possa garantire stabilità e un ritorno economico e fare il pilota non mi garantiva nessuna delle due cose.

    Ci stavi pensando già durante la stagione 2017?

    Verso la fine. La vittoria di Misano aveva un po’ riacceso le motivazioni, ma le gare successive sono state difficili come le prime e questo mi ha spinto ancor di più verso la decisione di fermarmi. Comunque il lavoro che farò mi permetterà di rimanere nel motociclismo e questo per me è importante.

    Gli anni dal 2015 al 2017 sono stati abbastanza difficili per te.

    Sì e forse questo è dovuto al fatto che ho cambiato continuamente moto: nel 2015 ho corso nel Mondiale Supersport con una Kawasaki e nei due anni successivi ho fatto la Superstock 1000 prima con Ducati e poi con BMW Althea. Questo è stato dettato, e so che è brutto da dire, dal “*** denaro” e finché ci sarà gente disposta a pagare per correre sarà sempre così. Io non sono il pilota che chiede l’elemosina a destra e a sinistra in cerca di sponsor e pur di non farlo ho preferito fermarmi. Comunque ho la mia moto e se voglio girare, posso farlo quando posso e voglio divertendomi lo stesso.

    Il tuo annuncio arriva circa una settimana dopo quello del ritiro del pilota Moto3 Juanfran Guevara. Ci sono analogie?

    Sì: entrambi ci siamo ritirati perché non volevamo più pagare per correre. L’unica differenza è che lui si concentrerà sui suoi studi, già avviati, mentre io inizierò una cosa nuova. Già nel 2017 mi dedicavo alla grafica e l’idea di poterlo fare come lavoro vero e proprio mi soddisfa.

    Dopo il suo ritiro Guevara ha fatto dichiarazioni molto forti sul motociclismo odierno e ha parlato anche di richieste economiche esagerate e “doppie facce”. Cosa pensi a riguardo?

    Ovviamente confermo che diversi team chiedono parecchi soldi. Purtroppo questo è un aspetto di cui la gente non sa nulla e il fatto che l’annuncio del mio ritiro abbia sorpreso tanta gente lo conferma. Ma la verità è questa: a meno che non sia tra i migliori nei campionati più importanti, un pilota investe soldi e rischia la vita per tornare a casa con nulla. Riguardo il secondo aspetto, invece, credo sia normale incontrare persone che pensano solo ai propri interessi e questo accade dappertutto, non solo nel motociclismo. Personalmente non ho mai avuto problemi di questo tipo con le persone che ho incontrato e mi sono divertito finché è durata.

    Qual è il ricordo più bello legato alla tua carriera?

    I ricordi più belli che ho sono il titolo di Campione Europeo Superstock 600 2014 e la vittoria ottenuta nel 2017 a Misano. Quest’ultima è di grande valore, perché sono tornato a vincere dopo tre anni di digiuno e farlo davanti al pubblico di casa lo ha reso ancora più bello.

    E il rimpianto più grande?

    Non ho rimpianti, perché ho sempre dato il massimo in qualsiasi situazione e mi sono trovato bene con tutte le squadre. Mi sarebbe piaciuto fare un altro anno in Supersport per conoscere meglio la categoria, ma sono molto contento di quello che ho fatto.

    Si tratta di un ritiro definitivo o sei aperto a un eventuale ritorno?

    Per adesso è definitivo. Ho le idee chiare su quello che voglio fare e questa nuova attività mi piace molto, anche perché alle superiori ho studiato disegno tecnico e queste cose mi hanno sempre appassionato. Inoltre, già due o tre anni fa facevo da solo le grafiche dei miei caschi senza rivolgermi ad altri. Certamente mi mancherà la moto, ma almeno per adesso le corse no.

    Marco Faccani come Juanfran Guevara: “Ero stanco di pagare per correre” – Corsedimoto
    Last edited by mito22; 06-01-18, 14:02.

  • #2
    Finito champagne finito amore

    Comment


    • #3
      Originally posted by mito22 View Post
      Finito champagne finito amore
      Ma c'è mai stato lo champagne o ha sempre pagato papi?

      Comment


      • #4
        Si... lo CHAMPAGNE lo paga qualcuno...

        Comment


        • #5
          vorrà dire che se vuole correre in moto si paga la giornata e viene con noi

          Comment


          • #6
            Gran bravo ragazzo Faccani mi è sempre piaciuto ...

            Peccato, era un bel talento ma le ultime stagioni, soprattutto quest'anno sono stati deludenti ...


            Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

            Comment


            • #7
              Il motociclismo è uno sport del caxxxo! Su questo non avevo dubbi! Non consiglierei mai a un ragazzo di iniziare a fare il pilota. MAI!
              Certo che il ritiro di Faccani mi stupisce un pochino....ha vinto ancora pochi mesi fa! Ha iniziato a correre a 8 anni e in questi 15 anni quanti soldi avrà cacciato fuori il papà? E ti ritiri a 23 anni quando ci sei vicinissimo? Mah...
              Saprà lui benissimo il perché. Evidentemente continuava a non trovare situazioni soddisfacenti, avrà ricevuto solo proposte che prevedevano altri esborsi per il papà? Ma se non trovava lui una sistemazione buona allora pagani tutti? Come dice lui non pagano solo i migliori in SBK?

              Comment


              • #8
                Oliver, secondo me, attualmente è già una fortuna correre gratis

                Comment


                • #9
                  Tutti gli sport di motori COSTANO.... e prima di arrivare anche solo a correre gratis.... hai già speso tanti di quei soldi che la gente non ci crede...

                  Ma è così.. sempre stato..... Moto? Avete amici che corrono o hanno corso con le AUTO? Ecco.... lì si iniziate a prendere paura vera e capite che il primo talento che uno deve avere sono i SOLDI.... il secondo il GRANO e il terzo.. MONEY..

                  Poi magari a forza di consumare gomme e correre.... se uno va abbastanza bene.. MEJO!

                  Comment


                  • #10
                    Si si so bene. Molto bene
                    Mi correggo: bisogna essere talentuosi e fortunati per arrivare a correre gratis

                    Comment


                    • #11
                      Ricordo ancora... che tipo nel 1992 (o 1993) ....

                      Roberto Locatelli.. che correva in 125 SP (e vinse il titolo italiano) (NON GP, NON EUROPEO)....

                      Spese (il babbo immagino) una cosa tipo... 30 o 32 MILIONI....

                      Quindi... fate le varie proporzioni e poi triplicatele.... specialmente dopo l'effetto Valentino Rossi....

                      Comment


                      • #12
                        Originally posted by mito22 View Post
                        Ricordo ancora... che tipo nel 1992 (o 1993) ....

                        Roberto Locatelli.. che correva in 125 SP (e vinse il titolo italiano) (NON GP, NON EUROPEO)....

                        Spese (il babbo immagino) una cosa tipo... 30 o 32 MILIONI....

                        Quindi... fate le varie proporzioni e poi triplicatele.... specialmente dopo l'effetto Valentino Rossi....
                        Perugini stessa cosa ma erano altri anni ora e' tutto diverso

                        Comment


                        • #13
                          Originally posted by mito22 View Post
                          Ricordo ancora... che tipo nel 1992 (o 1993) ....

                          Roberto Locatelli.. che correva in 125 SP (e vinse il titolo italiano) (NON GP, NON EUROPEO)....

                          Spese (il babbo immagino) una cosa tipo... 30 o 32 MILIONI....

                          Quindi... fate le varie proporzioni e poi triplicatele.... specialmente dopo l'effetto Valentino Rossi....
                          Beh però Mito se ti mettevi in mostra all epoca poi c erano le case e da noi soprattutto Aprilia che poi prendeva i giovani sotto ala e li faceva crescere dandogli la moto gratis è un piccolo rimborso spese ....chi andava avanti poi prendeva ingaggio ....qui si parla di pagare per correre nn solo all inizio ma anche dopo essersi affermati ...in sbk tolti quelli delle squadre ufficiali gli altri o portano lo sponsor o nada siamo messi come in F1
                          Muttley#21

                          Comment


                          • #14
                            Originally posted by olivier View Post
                            Il motociclismo è uno sport del caxxxo! Su questo non avevo dubbi! Non consiglierei mai a un ragazzo di iniziare a fare il pilota. MAI!
                            Certo che il ritiro di Faccani mi stupisce un pochino....ha vinto ancora pochi mesi fa! Ha iniziato a correre a 8 anni e in questi 15 anni quanti soldi avrà cacciato fuori il papà? E ti ritiri a 23 anni quando ci sei vicinissimo? Mah...
                            Saprà lui benissimo il perché. Evidentemente continuava a non trovare situazioni soddisfacenti, avrà ricevuto solo proposte che prevedevano altri esborsi per il papà? Ma se non trovava lui una sistemazione buona allora pagani tutti? Come dice lui non pagano solo i migliori in SBK?
                            tutti gli sport sono così eh...
                            o paghi e hai il meglio...o hai delle raccomandazioni...o devi essere super e avere chiulo
                            La Desmosedici è una moto difficile, quando dai gas vibra e si muove, ma è una sua prerogativa perchè se non ti fai spaventare vedi che tutto funziona. [Casey Stoner]

                            AIUTATEMI PER FAVORE CON QUESTA PETIZIONE : 125 in superstrada


                            https://www.change.org/p/ministero-d...edium=copylink

                            Basta un click

                            Comment


                            • #15
                              Originally posted by mito22 View Post
                              Ricordo ancora... che tipo nel 1992 (o 1993) ....

                              Roberto Locatelli.. che correva in 125 SP (e vinse il titolo italiano) (NON GP, NON EUROPEO)....

                              Spese (il babbo immagino) una cosa tipo... 30 o 32 MILIONI....

                              Quindi... fate le varie proporzioni e poi triplicatele.... specialmente dopo l'effetto Valentino Rossi....

                              Si si, nel 1994/1995 una stagione con un top team nella 125 Sp costava 40/45 milioni di vecchie lire.
                              Stiamo parlando di 22 anni fa.

                              Comment

                              Working...
                              X