Announcement

Collapse
No announcement yet.

Announcement

Collapse
No announcement yet.

Considerazioni V1200 cc

Collapse
X
Collapse
 
  • Filter
  • Time
  • Show
Clear All
new posts

  • Font Size
    #1

    Considerazioni V1200 cc

    Sono attratto dai bicilindrici di grossa cubatura.
    Ma conviene secondo voi spingersi sempre pi? in alto mantenendo un frazionamento di questo tipo?
    St? seguendo la SBK ma non pare che Ducati ne abbia tratto tutti questi benefici dall'incremento di cc.
    Ossevate le velocit? massime registrate a Monza ad esempio.
    Pistoni cos? grossi faticano a girare molto in alto. Forse le camere non riescono neppure a riempirsi adeguatamente a regimi molto elevati. Forse c'? un limite strutturale con i materiali convenzionali.
    Bisogna incrementare le masse in movimento alternato e questo ? probabilmente un limite, pensando anche all'affidabilit?.
    Se si legge la Masterbike apparsa su InMoto, si vede che un altra grande attesa, la KTM ha in configurazione stradale "solo" 10 cv circa rispetto ad una "vecchia" RSV (149 cv a 10250 g contro 138 cv a 10.000) che non ? un vero portento di cavalleria.
    Forse anche la guidabilita ne risente, avendo masse considerevoli in moto alternato, che creano inerzie e vibrazioni - oscillazioni.
    Tanto che la velocit? max fra le due, fatta registrare durante la comparativa ad Albacete ? di solo 1 km/h
    A voi

  • Font Size
    #2
    La differenza sta a mio avviso nella coppia erogata che sarà sempre maggiore al crescere della cubatura.
    Che poi si debba raggiungere un compromesso lo credo anch'io e in questo senso è meglio forse puntare su un V4 da un litro..

    Comment


    • Font Size
      #3
      secondo me sinceramente stiamo uscendo proprio dal seminato... la ricerca dei cavalli è esasperata,cavalli poi completamente inutili... nell'uso stradale te ne fai nulla di millemila cavalli...io col thunderace sebbene di vecchia concezione,pesante e ingombrante non facevo alcuna fatica a tenere il passo di moto moooolto più nuove....stessa cosa penso sia per i bicilindrici....
      tutto cambia se si ragiona in termini di Pista...allora l'affidabilità non è più un grosso problema...anche se un motore spacca ogni 10 ore...lo si cambia...ma non vedo sinceramente la necessità di spingere oltre la produzione di serie a livelli così esasperati....

      Comment


      • Font Size
        #4
        Alb partendo dal presupposto che i numeri messi da altri non dovrebbero essere presi in grande considerazione (forse non è chiaro a tutti che l'unica moto uscita dal concessionario quest'anno è stata la honda..le altre lasciam perdere ).
        In ogni caso cosa pensi che possano fare 150cc in più? è un bicilindrico ha i suoi limiti.
        Per vedere un riferimento assoluto bisognerebbe guardare la 1098 che sta proprio al limite per una stradale.

        Comment


        • Font Size
          #5
          Originally posted by MacTwin View Post
          Alb partendo dal presupposto che i numeri messi da altri non dovrebbero essere presi in grande considerazione (forse non ? chiaro a tutti che l'unica moto uscita dal concessionario quest'anno ? stata la honda..le altre lasciam perdere ).
          In ogni caso cosa pensi che possano fare 150cc in pi?? ? un bicilindrico ha i suoi limiti.
          Per vedere un riferimento assoluto bisognerebbe guardare la 1098 che sta proprio al limite per una stradale.
          Era solo per conoscere il vostro parere.
          Ovvio che non siamo motoristi professionisti. Ma sbattere gi? tanti cv e Kgm, pu? essere controproducente.
          Non ? forse meglio restare a 1.000 cc per un bicilindrico?

          Comment


          • Font Size
            #6
            Originally posted by M0T0M@N!@c0 View Post
            secondo me sinceramente stiamo uscendo proprio dal seminato... la ricerca dei cavalli ? esasperata,cavalli poi completamente inutili... nell'uso stradale te ne fai nulla di millemila cavalli...io col thunderace sebbene di vecchia concezione,pesante e ingombrante non facevo alcuna fatica a tenere il passo di moto moooolto pi? nuove....stessa cosa penso sia per i bicilindrici....
            tutto cambia se si ragiona in termini di Pista...allora l'affidabilit? non ? pi? un grosso problema...anche se un motore spacca ogni 10 ore...lo si cambia...ma non vedo sinceramente la necessit? di spingere oltre la produzione di serie a livelli cos? esasperati....

            Guido una Tuono e ti assicuro che per cv e coppia ? sin troppo per le strade di oggi.

            Comment


            • Font Size
              #7
              Originally posted by Milk_it View Post
              La differenza sta a mio avviso nella coppia erogata che sar? sempre maggiore al crescere della cubatura.
              Che poi si debba raggiungere un compromesso lo credo anch'io e in questo senso ? meglio forse puntare su un V4 da un litro..
              NOn ho i dati della 1098 ma parlando di coppia:

              KTM 10.8 a 8.250
              Aprilia 9.5 a 8.250

              Comment


              • Font Size
                #8
                Alb se devi confrontarti in pista con mostri 4cil è necessario alzare le potenze ed una base di cilindrata maggiorata è l'unico modo, Ducati lo ha dimostrato.
                Se poi parliamo di divertimento, beh effettivamente dipende dai propi gusti, quei 10cv ti fanno divertire soprattutto la differenza di coppia, sull'utilità ne abbiamo parlato a lungo, a chi non fa il pilota per lavoro (ovvero viene pagato) non serve a nulla.
                Ma sappiamo che la gente deve leggere dati, deve passare avanti su un rettifilo o rosica, insomma è il mercato ma non ci si può lamentare se tirano fuori delle belle moto

                Comment


                • Font Size
                  #9
                  Originally posted by MacTwin View Post
                  Alb partendo dal presupposto che i numeri messi da altri non dovrebbero essere presi in grande considerazione (forse non è chiaro a tutti che l'unica moto uscita dal concessionario quest'anno è stata la honda..le altre lasciam perdere ).
                  In ogni caso cosa pensi che possano fare 150cc in più? è un bicilindrico ha i suoi limiti.
                  Per vedere un riferimento assoluto bisognerebbe guardare la 1098 che sta proprio al limite per una stradale.
                  MAc
                  quello che volevo dire è che avendo un budget a disposizione, sarebbe meglio investirlo su un 2 - 3 o 4 cilindri, per avere un motore versatile per uso amatoriale, sportivo, versatile e non ultimo per SBK?
                  Volete un esempio?
                  http://www.infomotori.com/mv_agusta_600_f3_22905_1.html
                  Last edited by albtuono; 12-06-08, 21:56.

                  Comment


                  • Font Size
                    #10
                    Originally posted by MacTwin View Post
                    Alb se devi confrontarti in pista con mostri 4cil ? necessario alzare le potenze ed una base di cilindrata maggiorata ? l'unico modo, Ducati lo ha dimostrato.
                    Se poi parliamo di divertimento, beh effettivamente dipende dai propi gusti, quei 10cv ti fanno divertire soprattutto la differenza di coppia, sull'utilit? ne abbiamo parlato a lungo, a chi non fa il pilota per lavoro (ovvero viene pagato) non serve a nulla.
                    Ma sappiamo che la gente deve leggere dati, deve passare avanti su un rettifilo o rosica, insomma ? il mercato ma non ci si pu? lamentare se tirano fuori delle belle moto
                    NOn fa una piega. MA lasciamo perdere i colossi giapponesi. Ducati Aprilia e KTM fanno bene a credere nel V-Twin per contrastare i 4 cilindri?
                    Ho tirato fuori dati "asettici" ? vero. Ma considera che i motori devono essere montati anche su mezzi non prettamente sportivi. Parlo di motardone, naked, turismo.
                    Oggi con un motore si fanno svariati modelli, visti i costi di sviluppo. Non si pu? solo pensare a S.S. pronto pista.

                    Comment


                    • Font Size
                      #11
                      Alb ducati vince con un 2 cil (grazie al RE però ), il limite è raggiunto.
                      Il tre a parte le piccole triunph non ha mai dato grandi risultati, oramai il 4 è quello con il miglior sviluppo e possibilità ed è per questo che aprilia a scelto così.
                      Il fatto che poi non siano più sviluppati motori due e tre cilindri lo trovo aberrante e stupido perchè per strada e per gli amatori alcune soluzioni sono inimitabili e incredibilmente gustose ed efficienti, se i modaioli e possessori di moto la finissero di leggere riviste e vivessero la moto forse il mercato cambierebbe.

                      Comment


                      • Font Size
                        #12
                        Originally posted by MacTwin View Post
                        Alb ducati vince con un 2 cil (grazie al RE per? ), il limite ? raggiunto.
                        Il tre a parte le piccole triunph non ha mai dato grandi risultati, oramai il 4 ? quello con il miglior sviluppo e possibilit? ed ? per questo che aprilia a scelto cos?.
                        Il fatto che poi non siano pi? sviluppati motori due e tre cilindri lo trovo aberrante e stupido perch? per strada e per gli amatori alcune soluzioni sono inimitabili e incredibilmente gustose ed efficienti, se i modaioli e possessori di moto la finissero di leggere riviste e vivessero la moto forse il mercato cambierebbe.
                        Anche il 4 ha dei limiti. Non lo monti su motardone, fatichi sulle turismo e anche sulle naked libidinose non ha poi cos? tanti apprezzamenti.
                        Considera che marchi minori, Ducati, Aprilia, Triumph, KTM non possono permettersi di avere troppi motori in produzione. Ma uno o due che coprano un intera gamma.
                        Ottimo a mio avviso il v-twin Aprilia modulare, ad esempio.
                        Benelli ora ha fatto il TNT 899 che vedrai verr? montato su altri modelli molto versatili.

                        Comment


                        • Font Size
                          #13
                          alb hai detto quello che ho detto io, non bisogna confodere quello che sulla carta o nell'uso risulta ottimo con quello che alla fine rende per le vendite.
                          Se ducati facesse solo 4cil. ci sarebbero molti meno 2cil in giro...

                          Comment


                          • Font Size
                            #14
                            io punteri sul 3... ovviamente per l'uso che ne faccio io (cioè poca pista) lo ritengo molto interessante, una giusta via di mezzo, più fluido del 2 ma ancora abbastanza buono ai bassi... non va troppo su ma nemmeno muore a 10.000...

                            per via delle prestazioni assolute anche benelli sembra avere la piccola 899 (o quel che è ) migliore del motore vecchio chiedere a bull a rekkia...

                            Comment


                            • Font Size
                              #15
                              per me il miglior motore da strada è il tre


                              In pista è il 4



                              I bicilindrici sono buoni come grossi posacenere o moto economiche

                              Comment

                              X
                              Working...
                              X