Announcement

Collapse
No announcement yet.

Vyrus 984 C3 V2 TIME LAPSE Making of

Collapse
X
Collapse
 
  • Filter
  • Time
  • Show
Clear All
new posts

  • Vyrus 984 C3 V2 TIME LAPSE Making of

    [YOUTUBE]r3pEVJwNf3c[/YOUTUBE]

  • #2
    Vista ieri sera alla Biker Fest, bellissima opera d'arte
    Progetto Yamaha Fuzzer Cafè (20 vulve)

    Comment


    • #3
      Originally posted by Pinzo™ View Post
      Vista ieri sera alla Biker Fest, bellissima opera d'arte

      Pensa che io Roby e Andrea alla festa praticamente le avevamo fatto le radiografie e gli occhi erano quelli dei bambini quando vedono dal vivo qualcosa di bello...
      un solo difetto:il prezzo
      Last edited by smanettone75; 28-08-16, 22:47.
      Il mio cane è bravo a derapare,
      io a scodinzolare
      ....

      Posso resistere a tutto tranne le moto e daidegas!!!
      .....

      Invece io sono talmente abituato a pagare per far sesso
      Che prima di farmi una sega metto 10€ sul comodino

      (Anonimo della Brianza )

      __________________

      Comment


      • #4
        EH il prezzo è adeguato all'opetra d'arte.. se pensi che ormai si pagano 25-30mila euro.. moto fatte in catena di montaggio con un sacco di plastica sopra....

        Comment


        • #5
          Bello il video ed attira l'attenzione lo sforzo artistico della moto

          Tecnicamente e , soprattutto , all'utilizzo : che tipo di vantaggi offre quella soluzione della ruota anteriore in luogo delle tradizionali forcelle ?
          Originally posted by Luca990
          al mondo di oggi dove svieni per strada e nessuno si ferma a soccorrerti ma tutti sanno che a colazione hai mangiato #yogurtconfragole perché ti sei fatto un selfie con sguardo ammiccante

          Comment


          • #6
            Originally posted by smanettone75 View Post
            Pensa che io Roby e Andrea alla festa praticamente le avevamo fatto le radiografie e gli occhi erano quelli dei bambini quando vedono dal vivo qualcosa di bello...
            un solo difetto:il prezzo
            chissà di chi era quella esposta (targata) ?
            Progetto Yamaha Fuzzer Cafè (20 vulve)

            Comment


            • #7
              Originally posted by Pinzo™ View Post
              chissà di chi era quella esposta (targata) ?
              Hai foto?

              Comment


              • #8
                niente foto, ero lì solo per mangiare e godermi moto esposte e concerti metal !
                Progetto Yamaha Fuzzer Cafè (20 vulve)

                Comment


                • #9
                  vyrus sospensione tesi

                  Originally posted by Lele-R1-Crash View Post
                  Bello il video ed attira l'attenzione lo sforzo artistico della moto

                  Tecnicamente e , soprattutto , all'utilizzo : che tipo di vantaggi offre quella soluzione della ruota anteriore in luogo delle tradizionali forcelle ?
                  guarda Lele, mi ha appena mandato email Marco Garavelli di Vyrus mi ha chiesto di pubblicare due sensazioni su quello che chiedi di due piloti tester....

                  Alan Cathcart al Barber Circuit Alabama - “Il segreto della Vyrus sta nel fatto che le funzioni di sterzo e sospensione risultano perfettamente disgiunte, permettendo al pilota di frenare praticamente dentro le curve senza che l’avantreno tenda a chiudersi.
                  Un’altra delle particolarità alla quale bisogna abituarsi è l’assenza di affondamento da parte dell’avantreno della Vyrus in frenata. L’assetto della moto è infatti praticamente insensibile ai trasferimenti di carico sia in frenata sia in accelerazione.
                  Per questo, il grado di confidenza tra pilota e mezzo meccanico arriva a un livello tale che sembra non esserci limite alla velocità di ingresso in curva.”

                  Elio Iori a Monza (Moto Sprint) – “La vera forza della Vyrus emerge nel momento in cui la si deve inclinare per raggiungere la corda: in un primo momento si è sempre troppo in anticipo rispetto alla curva, costretti come principianti a rialzarla per riprendere la giusta direzionalità. Una superiorità che deve essere sfruttata postando
                  i propri riferimenti mentali, perché lei è in grado di raggiungere la massima inclinazione ad una velocità impressionante garantendo un appoggio sull’anteriore superiore ai nostri limiti.
                  Per fare questo e sufficiente sfruttare minimamente la consapevolezza che spingendo sullo sterzo la moto s’inclina e in un attimo ci si trova alla corda, una sensazione strana e particolare, diversa dalla forcella tradizionale caratterizzata dall’affondamento repentino nel primo tratto.
                  La Vyrus affronta gli inserimenti in curva con la massima con la massima precisione e aderenza sull’anteriore, con un appoggio sicuro come la coscienza di essere ancora lontani dal limite.
                  Ma non finisce qui, non appena si pensa di rialzarla per farle cambiare direzione, tutto avviene con la stessa efficacia dell’inserimento.
                  Nei pochi giri a disposizione è stato impossibile abituarsi, si resta in preda alla paura che possa prendere sotto, perché diventa innaturale sentire una moto che con l’agilità di uno scooter riesce ad affrontare le esse con una simile velocità, come testimoniano anche i rilevamenti strumentali satellitari, che vedono la Vyrus primeggiare sulla recente comparativa delle supersportive.”

                  Comment


                  • #10
                    Mito, quando te ne fanno provare una?
                    perché sono tornato
                    si, sono tornato
                    beh, sono tornato
                    si, sono tornato
                    beh, sono tornato
                    beh, sono tornato in nero
                    si, sono tornato in nero. cit ACDC Back in black

                    Comment

                    Working...
                    X