Announcement

Collapse
No announcement yet.

Tabella riepilogative regolazioni sospensioni V4 S

Collapse
X
Collapse
  • Filter
  • Time
  • Show
Clear All
new posts

  • Tabella riepilogative regolazioni sospensioni V4 S

    Tanto per capire le differenze tra i vari assetti, ho fatto una tabella che qui sotto condivido nel caso potesse servire a qualcuno, con le regolazioni standard, quelle suggerite dalla Ohlins, quelle adottate da Stradivari e quelle utilizzate dal team Barni che però adotta sospensioni Showa ed infine quelle della V4 R, stranamente quest' ultima ha la stessa altezza della S, ma con lo scarico Akrapovich, si raccomanda di allungare il mono ad almeno 215 mm. Non capisco cosa c'entri lo scarico con il mono, ma questo è quanto......
    Le misure relative allo sfilamento sono riferite alla distanza tra la parte inferiore del trapezio ed il bordo del fodero (senza parapolvere....) 202 mm corrisponde alla misura standard, cioè con la forcella che sporge dal trapezio superiore..




    Attached Files
    Last edited by Nostradamus; 24-06-19, 16:49.
    sigpic

  • #2
    Ottima idea questa, ma la V4R non doveva avere delle quote "giuste" diverse dalla S, pare uguale...

    Comunque si capisce bene perché Pirro a Misano non si è trovato con le Showa eh, altra moto davanti (ma ci sta che la Ohlins del CIV abbia cartuccia più lunga eh).

    Last edited by MiKiFF; 23-06-19, 23:59.
    "Mi spezzo ma non mi piego." MiKiFF

    Comment


    • #3
      Originally posted by MiKiFF View Post
      Ottima idea questa, ma la V4R non doveva avere delle quote "giuste" diverse dalla S, pare uguale...

      Comunque si capisce bene perché Pirro a Misano non si è trovato con le Showa eh, altra moto davanti.

      In effetti sulla R qualche differenza c'è, la corsa della forca è 130 e non 120 come sulla S, quindi a livello di altezza all'anteriore potrebbe esserci , per cui portando il mono a 315 mm, magari resta più bilanciata della S sulla quale allungando il mono, a quanto pare bisogna sfilare anche le forche e sotto questo aspetto i conti, più o meno, sembrano tornare....
      sigpic

      Comment


      • #4
        Pensando alle varie "masturbazioni mentali" che ci facciamo noi appassionati, a volte mi viene da pensare che forse i risultati dell prove comparative forse dovremmo prenderli per quelli che sono senza ritenerle delle verità assolute, adesso Roberto ha trovato un equilibrio che sembra ottimale alzando il tutto, però il team Barni aveva provato ad allungare il mono a 315, ma la moto non andava dritto e sono dovuti tornare prima ai canonici 312 mm. e poi a scendere a 310. Potrebbe sembrare un controsenso, ma forse no, forse dipende solo da come guida il pilota di turno. Mi ricordo ancora che l'Ing. Domenicali era rimasto deluso dai tempi ottenuti dai tester di Motociclismo a Jerez quando presentarono la V4, perchè erano restati troppo distanti dai tempi di Valia e Valia stesso raccomandava di aprire tutto nel curvone che "si, la moto in quarta piena si intraversa (oltre 200/h), ma tanto non succede nulla"... In altre occasioni, lui che ha sviluppato la V4 diceva che a lui piace far "slidare" (non potrebbe dire intraversare?) mettendo di traverso la moto in frenata e poi tenendola di traverso col gas fino in uscita....A parte il fatto che questo può farlo lui ed altri al suo livello, però se la moto è stata sviluppata in questo senso, immagino che per essere usata di traverso si sia optato per un assetto che magari privilegi il controllo del mezzo in derapata piuttosto che la facilità di inserimento e magari anche il team Barni si è mosso in tal senso............................Boh, sono solo riflessioni del cavolo, però vedo che anche i piloti veri, non tutti hanno rendimenti simili su moto apparentemente uguali, vedi Bautista - Davies, Marquez - Lorenzo etc..........
        sigpic

        Comment


        • #5
          Originally posted by Nostradamus View Post
          Pensando alle varie "masturbazioni mentali" che ci facciamo noi appassionati, a volte mi viene da pensare che forse i risultati dell prove comparative forse dovremmo prenderli per quelli che sono senza ritenerle delle verità assolute, adesso Roberto ha trovato un equilibrio che sembra ottimale alzando il tutto, però il team Barni aveva provato ad allungare il mono a 315, ma la moto non andava dritto e sono dovuti tornare prima ai canonici 312 mm. e poi a scendere a 310. Potrebbe sembrare un controsenso, ma forse no, forse dipende solo da come guida il pilota di turno. Mi ricordo ancora che l'Ing. Domenicali era rimasto deluso dai tempi ottenuti dai tester di Motociclismo a Jerez quando presentarono la V4, perchè erano restati troppo distanti dai tempi di Valia e Valia stesso raccomandava di aprire tutto nel curvone che "si, la moto in quarta piena si intraversa (oltre 200/h), ma tanto non succede nulla"... In altre occasioni, lui che ha sviluppato la V4 diceva che a lui piace far "slidare" (non potrebbe dire intraversare?) mettendo di traverso la moto in frenata e poi tenendola di traverso col gas fino in uscita....A parte il fatto che questo può farlo lui ed altri al suo livello, però se la moto è stata sviluppata in questo senso, immagino che per essere usata di traverso si sia optato per un assetto che magari privilegi il controllo del mezzo in derapata piuttosto che la facilità di inserimento e magari anche il team Barni si è mosso in tal senso............................Boh, sono solo riflessioni del cavolo, però vedo che anche i piloti veri, non tutti hanno rendimenti simili su moto apparentemente uguali, vedi Bautista - Davies, Marquez - Lorenzo etc..........
          concordo in pieno...apparte varie cose assolute poi è tutto a gusto e piacere...io con assetto originale mi trovo da ***....si muove ma a me piace, mi da sicurezza comunque e riesco a girare tutto il gas anche in uscita dalle curve senza problemi e timori

          Comment


          • #6
            Se uno se la sente bene è palese che non ha bisogno di cambiare, anche se provare non costa nulla e magari dopo migliora ulteriormente il feeling.

            Ma chi ci va in pista e gira piano è bene che sappia che potrebbe essere per quote originarie inefficaci trai cordoli e avere dei riferimenti per non provare a caso è un bell'aiuto.

            Qui di utile la tabellina, magari ci vorrebbe una riga per inserire anche la corsa forcella o la diversa lunghezza cartuccia, se son dati noti.



            ​​​​​
            "Mi spezzo ma non mi piego." MiKiFF

            Comment


            • #7
              Originally posted by MiKiFF View Post
              Se uno se la sente bene è palese che non ha bisogno di cambiare, anche se provare non costa nulla e magari dopo migliora ulteriormente il feeling.

              Ma chi ci va in pista e gira piano è bene che sappia che potrebbe essere per quote originarie inefficaci trai cordoli e avere dei riferimenti per non provare a caso è un bell'aiuto.

              Qui di utile la tabellina, magari ci vorrebbe una riga per inserire anche la corsa forcella o la diversa lunghezza cartuccia, se son dati noti.



              ​​​​​
              Hai ragione.
              Tabella sostituita aggiungendo i valori delle corse.
              sigpic

              Comment


              • #8
                comunque davvero ottimo post e proverò sicuramente!
                ovviamente le regolazioni sono in fixed giusto?

                Comment


                • #9
                  Originally posted by =france90= View Post
                  comunque davvero ottimo post e proverò sicuramente!
                  ovviamente le regolazioni sono in fixed giusto?
                  Si, parliamo dei valori di frenatura idraulica, quelli riferiti a Stradivari ed a quelli della R sono fissi.
                  Non ho messo quelli della S in modalità servoassistita, perchè non l'ho ritenuto importante e tutto sommato volevo più confrontare la altezze che l'idraulica.
                  sigpic

                  Comment


                  • #10
                    Sì ok l'usabilità delle quote di base ma settaggi quali precarichi e idraulica son da valutare davvero in maniera strettamente dipendente dal peso, dalla guida eccetera.

                    "Mi spezzo ma non mi piego." MiKiFF

                    Comment


                    • #11
                      Originally posted by MiKiFF View Post
                      Sì ok l'usabilità delle quote di base ma settaggi quali precarichi e idraulica son da valutare davvero in maniera strettamente dipendente dal peso, dalla guida eccetera.

                      Domanda...per gli esperti.. perché dal tablet non riesco ad aprire il file ? Cioè se clicco mi viene la scritta: ivalid file specifed. Cosa devo fare per vedere sta tabella?

                      Comment


                      • #12
                        Non vedo la tabella

                        Comment


                        • #13
                          Provo a rimetterla.......

                          Riassunto assetti.jpg
                          sigpic

                          Comment


                          • #14
                            Ora si vede, sono andato a rileggere e Stradivari si è trovato bene con le forche "infilate" con bordo oro fodero a filo piastra, sicuro sian 7 mm (209-202)?



                            "Mi spezzo ma non mi piego." MiKiFF

                            Comment


                            • #15
                              Originally posted by MiKiFF View Post
                              Ora si vede, sono andato a rileggere e Stradivari si è trovato bene con le forche "infilate" con bordo oro fodero a filo piastra, sicuro sian 7 mm (209-202)?


                              Direi di si, perchè con la sporgenza standard sono 202 mm Roberto le ha sfilate di 7 mm arrivando pari al bordo superiore del trapezio, quindi debbono essere per forza 209 mm.
                              sigpic

                              Comment

                              Working...
                              X