Announcement

Collapse
No announcement yet.

Announcement

Collapse
No announcement yet.

Sospensioni 4 Dummies

Collapse
X
Collapse
 
  • Filter
  • Time
  • Show
Clear All
new posts

  • Font Size
    #1

    Sospensioni 4 Dummies

    SOSPENSIONE : QUESTA SCONOSCIUTA


    Le sospensioni della moto fanno da tramite tra l'asfalto e le sue asperit? e il vostro mezzo. Ci sono diverse tipologie di sospensioni. Dalla classica a molla all'innovativa a gas (per il mono posteriore).
    I Mono o anche le Forke (Pressurizzate) hanno il Gas e anche la Molla (in tutte le Sosp di serie e nella maggior parte After) ? poi esistono aziende che utilizzano Aria come Elemento Elastico invece della Molla (tipo Double System).
    A seconda del tipo di moto su cui sono installate, le sospensioni, possono essere pi? o meno regolabili. Ci? ovviamente in base all'indirizzo e al prezzo della moto.
    Non esiste un unico modo di settare le sospensioni. Un fattore molto importante ? il peso del centauro che contribuisce allo schiacciamento della moto ma va detto che ogni pilota ha le sue caratteristiche e le sue esigenze che alla resa dei conti sono pi? importanti del peso.
    Nota: Il Peso si controlla con la Molla ? Le Esigenze con l?Idraulica ? poi vanno amalgamate.
    Focalizziamo l'attenzione sui modelli DUCATI dotati di forcella e mono completamente regolabili. Entrambe le parti offrono 3 tipi diversi di regolazione : estensione, compressione e precarico. Agendo sui registri situati in punti strategici delle sospensioni possiamo variare a piacere il comportamento della moto. Il trucco ? essenzialmente cercare di capire dove la moto non ci soddisfa e mettere mani ai registri facendo piccole variazioni. La pazienza ? un must di questo lavoro.

    Chi parla di forcelle anteriori sbaglia. Quando si parla di forcella si intende il complesso costituito dalle due canne anteriori nel loro complesso (Piastre Comprese). Il forcellone invece ? quello posteriore e comunica con il telaio a mezzo del notissimo mono ammortizzatore. Sia la forcella che il mono posteriore sono organi complessi dove ci? che vediamo ? semplicemente l'involucro delle meraviglie che ci sono dentro. Un complesso di bi-pass, membrane, fluidi e spilli che agiscono in sintonia e che sono regolati dalle precise leggi della fluidodinamica. E ovviamente le due parti Fondamentali : La Molla (o Elemento Elastico) e le Lamelle.

    Sempre per grandi linee ? necessario aumentare la compressione del mono in pista. Bisgona comunque ricordare che le sospensioni devono lavorare. Sospensioni dure aiutano solo a farsi male. Se invece sono morbide in generale diminuisce il feeling di ci? che succede sotto di noi ma perdonano maggiormente eventuali errori. Per vedere se le proprie sospensioni lavorano bene consiglio di applicare una fascetta di plastica attorno alla canna della forcella. Da quella possiamo renderci conto immediatamente (ovviamente dopo un bel giro) se la forcella affonda poco o eccessivamente (in questo caso ce ne accorgeremmo subito dal raggiungimento del fondocorsa) ed applicare di conseguenza quanto riportato sotto. Buona lettura.

    Nella sequenza di regolazione ? la Prima cosa da Fare ? regolare il precarico ... Static Sag & Sag Rider

    FORCELLA


    - Precarico : i registri si trovano sopra la canna della forcella e consistono in due ghiere che si possono avvitare (o svitare) con una chiave. Questo parametro risulta il vero punto oscuro dei centauri. Anzitutto....precaricare significa pre caricare. Cosa? Ovviamente la molla. Un pre carico significa schiacciare di un poco la molla interna alla sospensione. Una molla gi? schiacciata inizia a lavorare dopo di una molla completamente estesa (o Prima ... secondo il Punto di Vista). Supponiamo di passare sopra un tombino alto 2 cm con la nostra moto a bassa velocit?.
    Con poco precarico non abbiamo sufficiente sensibilit? perch? la sospensione assorbe tutto; con tanto precarico invece lo avvertiamo perch? NON assorbe.
    Il Punto di Vista deve essere il Nostro o quello della Sospensione: se lei lo sente e noi NO....lavora male...e noi subiamo le conseguenze

    Ora l'esempio ? abbastanza macroscopico ma serve a far capire la logica che si cela sotto al registro del precarico. Naturalmente il precarico ? un fattore che ? molto legato alla costante elastica della molla che si trova nella nostra sospensione ma ? meglio non addentrarci in questo campo tecnico...noi siamo dummies! Parlando sempre per vie generali occore aumentare il precarico se il pilota ? pesante, se e quando si viaggia in coppia oppure nelle uscite in pista.
    Il Precarico serve a Regolare i Giochi Statici ... e migliora la situazione, ma NON bisogna esagerare. E comunque..pi? peso, pi? molla

    - Estensione
    : i registri per la regolazione di questo parametro sono quelli pi? visibili di tutti. Si trovano nella parte superiore della canna e posso modificare i parametri agendo su di essi tramite un comune cacciavite (o Brugola). Come la parola ci suggerisce l'estensione ? il parametro che regola il comportamento della sospensione di ritorno dalla compressione (ad esempio la forcella si comprime in staccata o su una semplice buca). Pi? aumento la frenatura in estensione (dico che l'estensione ? pi? chiusa perch?, agendo sui registri, li chiudo tutti in verso orario) pi? la forcella faticher? per ritornare allo stato originale. Pi? diminuisco l'estensione pi? il ritorno sar? veloce. Questo parametro ? molto importante perch? tutto va calcolato con precisione.
    Una forcella che rimane chiusa a causa di una frenatura eccessiva crea problemi di saltellamento in frenata e perdita di aderenza, questo succede x? non fa tempo a ricaricarsi.
    Una forcella che ritorna troppo facilmente (aperta) invece ci provoca ondeggiamenti ed oscillazioni all'anteriore causa un caricamento dell'avantreno in curva non ottimale e tende ad allargare la traiettoria ideale; migliora il Grip x? copia meglio le imperfezioni, ma rende inguidabile la Moto x? perde Precisione .
    Il caricamento dell?avantreno in Ingresso e Percorrenza ? dato dalle Molle della forcella.

    - Compressione
    : i registri per la compressione invece sono un p? scomodi da modificare visto che si trovano nel fondo della canna della forcella. Solito sistema di regolazione tramite cacciavite (o Brugola). La compressione ? ugualmente importante ed ahim? soggettiva. Pi? aumento la frenatura in compressione pi? essa faticher? a schiacciarsi. Oppure il contrario. Una forcella che affonda rapidamente tende ad andare "a pacco" o a fondocorsa troppo rapidamente. Spieghiamo meglio.
    Il "Pacco" ? evitato dalla Molla, la Comp regola solo la Velocit? di Affondamento. Nelle curve lente ? dove ci si attacca pi? violentemente ai freni, evita il Pacco perch? la Frenata ? Breve ? ma quando si rimane attaccati ai Freni ? solo la Molla a evitarlo. Diciamo che la Compressione lavora quando Toccate la Leva e iniziate a Tirarla ? quando la tenete tirata lavora la Molla.
    Il che significa che il trasferimento di carico alla ruota anteriore ? troppo repentino con conseguente instabilit? in frenata.
    [Nota: NON confondere Troppo Repentino (Veloce) con Troppo nel senso di Spostamento nella Corsa, che ? sempre la Molla].

    Una compressione molto chiusa invece tende a sollecitare eccessivamente il pneumatico anteriore: non sar? pi? la sospensione a lavorare correttamente e a filtrare le asperit? ma questo compito verr? assolto dal povero pneumatico con il risultato di evidenti impuntamenti in staccata (molto pericolosi visto che la ruota anteriore rimbalza sull'asfalto).
    (Nota: Questi Impuntamenti ? dovuti anche a Tarature Sbagliate ? sono Molto simili al Classico Pakko come sensazioni).
    La compressione ? una regolazione fondamentale se l'utilizzo della moto ? misto. Forse questo ? il parametro pi? importante ! Su strada ci serve una forcella che lavori e che smorzi le asperit? senza stressare il pneumatico e quindi la compressione dovr? essere meno chiusa. In pista invece ci serve un forcella pi? rocciosa che non vada a fondocorsa nelle staccate violente e quindi la compressione dovr? essere pi? frenata.

    MONO


    - Precarico
    : questa volta ? una ghiera. Prima occore allentare la ghiera di sicurezza o con un apposita chiave o con la classica martellata. Poi agendo sulla ghiera di regolazione vera e proprio aumento o diminuisco il precarico con le stesse modalit? della forcella. Interessante ? poi il discorso legato al "negativo" del mono dal momento che il precarico ? legato ad esso. Come si effettua il negativo? Anzitutto a moto scarica mi trovo un punto di riferimento nel posteriore della moto (un punto fisso in verticale, ad esempio dal Perno Ruota Posteriore ad un Punto sul Codino leggermente spostato in avanti rispetto alla Verticale).
    Applico un paio di pressioni di forza sul retro della moto e prendo la misura a partire dal punto fisso fino al terreno. Poi sollevo il posteriore manualmente e lo rilascio con delicatezza. Rieffettuo la misurazione dal punto fisso. Sia per un uso stradale che pistaiolo la differenza delle due misurazioni dovrebbe essere sempre intorno ai 10mm ... ma si pu? variare da 6 a 14mm, ovviamente tendenzialmente meno in Pista e di + in Strada, ma ? una scelta.

    - Estensione
    : il registro ? la classica vite ma questa volta si trova nella parte inferiore del mono. Il funzionamento ? analogo a quello della forcella. Un problema molto comune ad una errata regolazione dell'estensione ? il saltellamento della ruota posteriore in staccata al limite. Perch? la ruota saltella? Perch? il mono ? lento nel tornare alla lunghezza originaria e tender? a portarsi dietro la ruota o comunque ne rallenter? il suo ritorno al contatto con l'asfalto.
    - Compressione : il registro ? la classica vite e si trova nella parte superiore del mono. Il funzionamento ? analogo a quello della forcella ovviamente. Molto importante analizzare gli effetti sulla guida. Se il mono in compressione ? molto frenato la Sospensione si schiaccer? a fatica con il risultato che il carico di trasferimento del peso graver? sul pneumatico e la moto tender? a scivolare in uscita di curva (con evidenti pericoli dietro l'angolo). Al contrario se il freno in compressione ? scarso il posteriore della moto si schiaccia troppo con il rischio di disarcionamento o comunque di non poter seguire fedelmente la traiettoria in uscita .

    PROBLEMI E SOLUZIONI


    - La moto in staccata saltella dietro : aumenta il freno in estensione del mono; +Molla o Precarico Forcella.
    - La moto in staccata spazzola dietro (scivola verso destra e verso sinistra) : diminuisci freno in estensione; + Compressione forcella.
    IN entrambe questi casi bisogna controllare lo "Static Sag" Posteriore e ricordarsi che i Problemi in Staccata derivano normalmente dalla Forcella ... se ha Poca Molla o Compressione questi rimarranno.
    - La moto allarga la traiettoria in uscita di curva : chiudi estensione anteriore, precarica pi? il posteriore e aumenta la compressione del mono; Molla Dura Ant e/o Morbida Post.
    - La moto salta davanti in staccata : diminuisci il freno in compressione o agisci sul precarico (valutare l'ipotesi di cambiare le molle e l'olio perch? si rischia di indurire troppo le regolazioni per evitarlo).
    - La moto scivola in uscita di curva : il mono ? troppo duro o la moto ? troppo alta; prova anche a diminuire la compressione e il precarico.
    - Su strada ad ogni piccola asperit? il manubrio impazzisce e mi arriva sui denti : diminuisci il freno in compressione e aumenta il precarico della forcella.
    (Ma pu? essere anche il Mono, in particolare se ammorbidendo la Forka cambia poco)
    - Su strada ad ogni buca mi ritrovo sbalzato dal sellino : diminuisci il freno in compressione ed estensione e diminuisci il precarico.

    TRUCCHI VARI


    - In pista :
    1-abbassa la pressione di gonfiaggio dei pneumatici (in genere 2,1 all'anteriore e 1,9:2 al posteriore);
    2-se soffri molto l'ON/OFF caratteristico dell'erogazione del bicilindrico alza un p? il minimo del motore; (Aumentare Precarico e/o Estensione Forka).
    3-se la moto saltella dietro in staccata prova a sederti pi? indietro sul sellino.
    - Su strada :
    1-un pneumatico pi? gonfio in caso di pioggia garantisce una migliore espulsione dell'acqua dal momento che gli intagli, essendo pi? aperti, smaltiscono maggiori quantit? di acqua e il copertone flette di meno (minore superficie di appoggio e minore acquaplaning).
    2-i pneumatici in mescola race non hanno logica di essere usati nella stagione fredda. Malgrado facciano "figo" non entrano in temperatura e il rischio di esser mollati ? troppo elevato. In inverno ? meglio usare dei buoni pneus stradali.

    Testo by DESMOONE
    Correzioni e puntualizzazioni by MR.MOLLA
    Last edited by desmoone; 12-02-08, 15:42.

  • Font Size
    #2
    Bel lavoro Roby

    Comment


    • Font Size
      #3
      Parti Errate in Rosso ... Correzioni o Note in HyperPurple

      SOSPENSIONE : QUESTA SCONOSCIUTA

      Le sospensioni della moto fanno da tramite tra l'asfalto e le sue asperità e il vostro mezzo. Ci sono diverse tipologie di sospensioni. Dalla classica a molla all'innovativa a gas (per il mono posteriore).
      I Mono o anche le Forke (Pressurizzate) hanno il Gas e anche la Molla (in tutte le Sosp di serie e la maggior parte After) … poi esistono aziende che utilizzano Aria come Elemento Elastico invece della Molla.
      A seconda del tipo di moto su cui sono installate, le sospensioni, possono essere più o meno regolabili. Ciò ovviamente in base all'indirizzo e al prezzo della moto.
      Non esiste un unico modo di settare le sospensioni. Un fattore molto importante è il peso del centauro che contribuisce allo schiacciamento della moto ma va detto che ogni pilota ha le sue caratteristiche e le sue esigenze che alla resa dei conti sono più importanti del peso.
      Nota: Il Peso si controlla con la Molla – Le Esigenze con l’Idraulica … poi vanno amalgamate
      Focalizziamo l'attenzione sui modelli DUCATI dotati di forcella e mono completamente regolabili. Entrambe le parti offrono 3 tipi diversi di regolazione : estensione, compressione e precarico. Agendo sui registri situati in punti strategici delle sospensioni possiamo variare a piacere il comportamento della moto. Il trucco è essenzialmente cercare di capire dove la moto non ci soddisfa e mettere mani ai registri facendo piccole variazioni. La pazienza è un must di questo lavoro.

      Chi parla di forcelle anteriori sbaglia. Quando si parla di forcella si intende il complesso costituito dalle due canne anteriori nel loro complesso (Piastre Comprese). Il forcellone invece è quello posteriore e comunica con il telaio a mezzo del notissimo mono ammortizzatore. Sia la forcella che il mono posteriore sono organi complessi dove ciò che vediamo è semplicemente l'involucro delle meraviglie che ci sono dentro. Un complesso di bi-pass, membrane, fluidi e spilli che agiscono in sintonia e che sono regolati dalle precise leggi della fluidodinamica. E ovviamente le due parti Fondamentali : La Molla (o Elemento Elastico) e le Lamelle.

      Sempre per grandi linee è necessario aumentare la compressione del mono in pista. Bisgona comunque ricordare che le sospensioni devono lavorare. Sospensioni dure aiutano solo a farsi male. Se invece sono morbide in generale diminuisce il feeling di ciò che succede sotto di noi ma paradossalmente perdonano maggiormente eventuali errori. Per vedere se le proprie sospensioni lavorano bene consiglio di applicare una fascetta di plastica attorno alla canna della forcella. Da quella possiamo renderci conto immediatamente (ovviamente dopo un bel giro) se la forcella affonda poco o eccessivamente (in questo caso ce ne accorgeremmo subito dal raggiungimento del fondocorsa) ed applicare di conseguenza quanto riportato sotto. Buona lettura.

      Metto Prima il Precarico xè nella sequenza di regolazione è la Prima cosa da Fare ... Static Sag & Sag Rider

      FORCELLA

      - Precarico : i registri si trovano sopra la canna della forcella e consistono in due ghiere che si possono avvitare (o svitare) con una chiave. Questo parametro risulta il vero punto oscuro dei centauri. Anzitutto....precaricare significa pre caricare. Cosa? Ovviamente la molla. Un pre carico significa schiacciare di un poco la molla interna alla sospensione. Una molla già schiacciata inizia a lavorare dopo di una molla completamente estesa (o Prima ... secondo il Punto di Vista). Supponiamo di passare sopra un tombino alto 2 cm con la nostra moto a bassa velocità. Supponiamo di avere una molla lunga 30 cm non precaricata . Avvertiamo nitidamente l'ostacolo sotto la nostra ruota. Se invece precarichiamo la molla di 3 cm e ripassiamo a bassa velocità sul tombino non avvertiremo l'ostacolo perchè la molla è precaricata in modo tale da iniziare a lavorare (che per una sospensione significa trasmettere sensazioni al manubrio del pilota) più tardi.
      NO! ... dipende sempre dal punto di Vista ... con poco P non lo avvertiamo xè la Sosp lo assorbe, con Tanto lo avvertiamo xè NON assorbe.
      Il Punto di Vista deve essere il Nostro o quello della Sospensione, se lei lo sente noi NO, se le "se ne frega" (lavora male) noi subiamo le conseguenze

      Ora l'esempio è abbastanza macroscopico ma serve a far capire la logica che si cela sotto al registro del precarico. Naturalmente il precarico è un fattore che è molto legato alla costante elastica della molla che si trova nella nostra sospensione ma è meglio non addentrarci in questo campo tecnico...noi siamo dummies! Parlando sempre per vie generali occore aumentare il precarico se il pilota è pesante, se e quando si viaggia in coppia oppure nelle uscite in pista.
      For Dummies o No, + Peso = + Molla ... il Precarico serve a Regolare i Giochi Statici ... e migliora la situazione, ma NON bisogna esagerare
      - Estensione : i registri per la regolazione di questo parametro sono quelli più visibili di tutti. Si trovano nella parte superiore della canna e posso modificare i parametri agendo su di essi tramite un comune cacciavite (o Brugola). Come la parola ci suggerisce l'estensione è il parametro che regola il comportamento della sospensione di ritorno dalla compressione (ad esempio la forcella si comprime in staccata o su una semplice buca). Più aumento la frenatura in estensione (dico che l'estensione è più chiusa perchè, agendo sui registri, li chiudo tutti in verso orario) più la forcella faticherà per ritornare allo stato originale. Più diminuisco l'estensione più il ritorno sarà veloce. Questo parametro è molto importante perchè tutto va calcolato con precisione. Una forcella che rimane chiusa a causa di una frenatura eccessiva crea problemi di saltellamento in frenata o di oscillazione in uscita di curva. Una forcella che ritorna troppo facilmente invece ci fa perdere aderenza all'anteriore causa un caricamento dell'avantreno in curva non ottimale e tende ad allargare la traiettoria ideale.
      Chiusa : Saltellamento in Frenata & Perdita di Aderenza … se saltella, NON oscilla ma perde aderenza … questo succede xè non fa tempo a ricaricarsi …
      Aperta : Oscillazioni/Ondeggiamenti & Allarga la Traiettoria … migliora il Grip xè copia meglio le imperfezioni, ma rende inguidabile la Moto xè perde Precisione …
      Il caricamento dell’avantreno in Ingresso e Percorrenza è dato dalle Molle Forka …

      - Compressione : i registri per la compressione invece sono un pò scomodi da modificare visto che si trovano nel fondo della canna della forcella. Solito sistema di regolazione tramite cacciavite (o Brugola). La compressione è ugualmente importante ed ahimè soggettiva. Più aumento la frenatura in compressione della molla (la Molla NON c’entra, o meglio è un altro parametro) più essa faticherà a schiacciarsi. Oppure il contrario. Una forcella che affonda rapidamente tende ad andare "a pacco" o a fondocorsa troppo rapidamente. Il Pakko è evitato dalla Molla, la Comp regola solo la Velocità di Affondamento. Nelle curve lente … dove ci si attacca più violentemente ai freni, evita il Pakko xè la Frenata è Breve … ma quando si rimane attaccati ai Freni è solo la Molla a evitarlo. Diciamo che la Comp lavora quando Toccate la Leva e iniziate a Tirarla … quando la tenete tirata lavora la Molla …
      Il che significa che il trasferimento di carico alla ruota anteriore è troppo repentino con conseguente instabilità in frenata.
      Nota: NON confondere Troppo Repentino (Veloce) con Troppo nel senso di Spostamento nella Corsa, che è sempre la Molla
      Una compressione molto chiusa invece tende a sollecitare eccessivamente il pneumatico anteriore: non sarà più la sospensione a lavorare correttamente e a filtrare le asperità ma questo compito verrà assolto dal povero pneumatico con il risultato di evidenti impuntamenti in staccata (molto pericolosi visto che la ruota anteriore rimbalza sull'asfalto).
      Nota: Questi Impuntamenti … dovuti anche a Tarature Sbagliate … sono Molto simili al Classico Pakko come sensazioni.
      La compressione è una regolazione fondamentale se l'utilizzo della moto è misto. Forse questo è il parametro più importante ! Su strada ci serve una forcella che lavori e che smorzi le asperità senza stressare il pneumatico e quindi la compressione dovrà essere meno chiusa. In pista invece ci serve un forcella più rocciosa che non vada a fondocorsa nelle staccate violente e quindi la compressione dovrà essere più frenata.


      PS: Comunque Ottimo Lavoro ....
      Last edited by Mr.Molla; 12-02-08, 12:40.

      Comment


      • Font Size
        #4
        Ottime spiegazioni
        Last edited by LucaDesmo84; 12-02-08, 13:13.

        Comment


        • Font Size
          #5
          bel lavoro roby!!

          Comment


          • Font Size
            #6
            2a Parte :

            MONO


            - Precarico : questa volta ? una ghiera. Prima occore allentare la ghiera di sicurezza o con un apposita chiave o con la classica martellata. Poi agendo sulla ghiera di regolazione vera e proprio aumento o diminuisco il precarico con le stesse modalit? della forcella. Interessante ? poi il discorso legato al "negativo" del mono dal momento che il precarico ? legato ad esso. Come si effettua il negativo? Anzitutto a moto scarica mi trovo un punto di riferimento nel posteriore della moto (un punto fisso in verticale, ad esempio posso prendere il bullone che regge la staffa del poggiapiedi del passeggiero).
            Si fa dal Perno Ruota Posteriore ad un Punto sul Codino leggermente spostato in avanti rispetto alla Verticale
            Applico un paio di pressioni di forza sul retro della moto e prendo la misura a partire dal punto fisso fino al terreno. Poi sollevo il posteriore manualmente e lo rilascio con delicatezza. Rieffettuo la misurazione dal punto fisso. Per un uso stradale la differenza delle due misurazioni deve essere compresa tra 2 cm e 2,5 cm. Nell'uso in pista invece la differenza si abbassa a 0,5 -:- 1 cm.
            Strada o Pista dovrebbe essere sempre intorno ai 10mm ... ma si pu? variare da 6 a 14mm, ovviamente tendenzialmente meno in Pista e di + in Strada, ma ? una scelta

            - Estensione : il registro ? la classica vite ma questa volta si trova nella parte inferiore del mono. Il funzionamento ? analogo a quello della forcella. Un problema molto comune ad una errata regolazione dell'estensione ? il saltellamento della ruota posteriore in staccata al limite. Perch? la ruota saltella? Perch? il mono ? lento nel tornare alla lunghezza originaria e tender? a portarsi dietro la ruota o comunque ne rallenter? il suo ritorno al contatto con l'asfalto.
            Non ? preciso, lo spieghi meglio dopo, nella Soluzione Problemi
            - Compressione : il registro ? la classica vite e si trova nella parte superiore del mono. Il funzionamento ? analogo a quello della forcella ovviamente. Molto importante analizzare gli effetti sulla guida. Se il mono in compressione ? molto frenato la molla Non la Molla, ma la Sospensione (anche lei di conseguenza, ma confonde si schiaccer? a fatica con il risultato che il carico di trasferimento del peso graver? sul pneumatico e la moto tender? a scivolare in uscita di curva (con evidenti pericoli dietro l'angolo). Al contrario se il freno in compressione ? scarso il posteriore della moto si schiaccia troppo con il rischio di disarcionamento o comunque di non poter seguire fedelmente la traiettoria in uscita .

            PROBLEMI E SOLUZIONI


            - La moto in staccata saltella dietro : aumenta il freno in estensione del mono. (+Molla o Precarico Forka)
            - La moto in staccata spazzola dietro (scivola verso destra e verso sinistra) : diminuisci freno in estensione. (+ Comp. Forka)
            IN entrambe questi casi, bisogna controllare lo Static Sag Posteriore e ricordarsi che i Problemi in Staccata derivano normalmente dalla Forka ... se ha Poca Molla o Comp. questi rimarranno

            - La moto allarga la traiettoria in uscita di curva : chiudi estensione anteriore, precarica pi? il posteriore e aumenta la compressione del mono. Molla Dura Ant e/o Morbida Post

            - La moto salta davanti in staccata : diminuisci il freno in compressione o agisci sul precarico (solo in ultima ipotesi cambia le molle e l'olio). Proprio in questo caso Bisogna Cambiare le Molle x? si rischia di indurire troppo le regolazioni per evitarlo

            - La moto scivola in uscita di curva : il mono ? troppo duro o la moto ? troppo alta; prova anche ad aumentare Diminuire la compressione e il precarico.

            - Su strada ad ogni piccola asperit? il manubrio impazzisce e mi arriva sui denti : diminuisci il freno in compressione e aumenta il precarico della forcella.
            (Ma pu? essere anche il Mono, in particolare se ammorbidendo la Forka cambia poco)

            - Su strada ad ogni buca mi ritrovo sbalzato dal sellino : diminuisci il freno in compressione ed estensione e diminuisci il precarico.

            TRUCCHI VARI

            - In pista :
            1-abbassa la pressione di gonfiaggio dei pneumatici (in genere 2,1 all'anteriore e 1,9:2 al posteriore);
            2-se soffri molto l'ON/OFF caratteristico dell'erogazione del bicilindrico alza un p? il minimo del motore; (Aumentare Precarico e/o Estensione Forka
            3-se la moto saltella dietro in staccata prova a sederti pi? indietro sul sellino.
            - Su strada :
            1-un pneumatico pi? gonfio in caso di pioggia garantisce una migliore espulsione dell'acqua dal momento che gli intagli, essendo pi? aperti, smaltiscono maggiori quantit? di acqua e il copertone flette di meno (minore superficie di appoggio e minore acquaplaning).
            2-i pneumatici in mescola race non hanno logica di essere usati nella stagione fredda. Malgrado facciano "figo" non entrano in temperatura e il rischio di esser mollati ? troppo elevato. In inverno ? meglio usare dei buoni pneus stradali.


            Sperando di essere stato utile ....

            Comment


            • Font Size
              #7
              Perfetto..ho integrato le correzioni di Mr.Molla.

              Ora dovrebbe essere perfetto.

              Molla confermi?

              Comment


              • Font Size
                #8
                desmo nel primo post quindi hai già messo le correzioni di mr.molla?

                Comment


                • Font Size
                  #9
                  Originally posted by Scorpion View Post
                  desmo nel primo post quindi hai gi? messo le correzioni di mr.molla?
                  Si certo..il primo post ? quello corretto.
                  Sotto ho lasciato le correzioni apportate da Molla a ci? che avevo scritto io.

                  Scorpion....copiatelo e mettilo in evidenza pure da te...credo sia utile per tutti no?

                  Comment


                  • Font Size
                    #10
                    sicuramente utile

                    io lo metterei in rilievo anche nella sezione tecnica

                    Comment


                    • Font Size
                      #11
                      Originally posted by Scorpion View Post
                      sicuramente utile

                      io lo metterei in rilievo anche nella sezione tecnica
                      Fate vobis...

                      Citate almeno me e Molla

                      Esibizionista sono

                      Comment


                      • Font Size
                        #12
                        Originally posted by desmoone View Post
                        Fate vobis...

                        Citate almeno me e Molla
                        Esibizionista sono

                        COME MINIMO!!!

                        Comment


                        • Font Size
                          #13
                          Grande Molla. .. ..
                          Desmo di meno!

                          Comment


                          • Font Size
                            #14
                            Originally posted by 996s View Post
                            Grande Molla. .. ..
                            Desmo di meno!
                            Grazie è.....
                            Last edited by desmoone; 13-02-08, 09:50.

                            Comment


                            • Font Size
                              #15
                              Originally posted by desmoone View Post
                              Grazie ?.....
                              lo sai che scherzo
                              ? un ottimo post, serve perlomeno a capirci qualcosa anche se io da profano in materia di sospensioni ( infatti ho smanettato vicino alle forche e mono e ora devo correre da un amico meccanico non ci metto pi? mano!

                              Cmq davvero ? utile, ovvimente non posso farti i complimenti, perch? altrimenti non me la dai pi?!!!

                              Comment

                              X
                              Working...
                              X