annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Airbag: D-AIR vs Gimoto Motoairbag

Comprimi
X
Comprimi
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Font Size
    #1

    Airbag: D-AIR vs Gimoto Motoairbag

    Visto che sto valutando l'acquisto vorrei fare un riassunto delle differenza tra i due sistemi con i pro e contro che ho rilevato.

    Partendo da una spesa sostanzialmente identica di 2000? i due sistemi propongono:

    Dainese D-AIR
    PRO
    • Sistema con GPS e accelerometri con attivazione spontanea in base ad un algoritmo.
    • Airbag che copre anche tutta la parte esterna della spalla.
    • Si apre solo quando necessario.
    • Acquisizione dati semi-professionale scaricabile su pc (tempi sul giro,accelerazioni,frenate,traiettorie,ecc).
    • Sistema e algoritmo sviluppato e testato per molti anni nelle competizioni con top rider.


    CONTRO
    • Tuta in taglia standard
    • Necessit? di rimandare indietro la tuta a seguito di un'attivazione.Non si ha il sistema attivo se riusata subito dopo.
    • Spesa per ogni ricarica 150? oppure spesa una tantum di 200? con manutenzione inclusa per due anni
    • Potrebbe non aprirsi.
    • Non copre la schiena.


    Gimoto + Motoairbag
    PRO
    • Tuta su misura e personalizzabile.
    • Airbag con protezione schiena e forza residua trasmessa dichiarata inferiore.
    • Si apre sempre in caso di caduta.
    • Ricarica manuale dopo attivazione con spesa di 60? a ricarica.


    CONTRO
    • Attivazione meccanica tramite cordino. Possibilit? di non corretto aggancio o settaggio lunghezza da parte dell'utente. Gestione in generale pi? macchinosa.
    • Si apre anche quando non servirebbe. Per assurdo si potrebbe spendere 60? in pi? a uscita.
    • Non copre la parte esterna della spalla, forse il punto con pi? probabilit? di impatto in una caduta.


    Ecco questa ? l'idea che mi sono fatto finora. A breve vorrei andare a testare con mano i prodotti.
    Ovviamente sono graditi commenti,integrazioni ecc

  • Font Size
    #2
    Ho i tuoi stessi dubbi, se dovessi scegliere prenderei gimoto perch? proteggere la schiena e preferisco rompermi una spalla piuttosto che la schiena, ma mi spaventa lazionamento meccanico
    Ultima modifica di farolfinicola; 20-01-16, 11:17.

    Commenta


    • Font Size
      #3
      Originariamente inviato da farolfinicola Visualizza il messaggio
      Ho i tuoi stessi dubbi, se dovessi scegliere prenderei gimoto perch? proteggere la schiena e preferisco rompermi una spalla piuttosto che la schiena, ma mi spaventa lazionamento meccanico
      ? vero,ma quante volte si sente che ci si rompe la schiena? anche con gli highside paurosi che si vedono a volte ? difficile...per esempio giugliano si ? fratturato le vertebre non tanto perch? ? caduto di schiena ma perch? ? caduto a testa in gi? comprimendole.. in australia invece si fratturarono gi? per la forza subita nel disarcionamento. Credo che non gli sarebbe cambiato molto con l'airbag sulla schiena...tra l'altro per esempio gi? un forcefield pro sub 4 trasmette meno di 4kn...
      per l'azionamento meccanico mi chiedo dove si debba agganciare fisicamente su una moto da pista: va fatto un buco nella carena dietro la sella? perch? pensavo se lo si attacca su un lato o cmq con il filo che non scende parallelo alla spina dorsale non si avrebbe una diversit? di lunghezza tra un lato e l'altro?
      del tipo che se cadessi sul lato dove ? agganciato ci metterebbe di pi? ad aprirsi dato che il cordino dovr? essere regolato pi? lungo per considerare gli spostamenti del pilota anche dall'altro lato (pi? lontano all'aggancio)

      Commenta


      • Font Size
        #4
        Originariamente inviato da SUPERALEX Visualizza il messaggio
        ? vero,ma quante volte si sente che ci si rompe la schiena? anche con gli highside paurosi che si vedono a volte ? difficile...per esempio giugliano si ? fratturato le vertebre non tanto perch? ? caduto di schiena ma perch? ? caduto a testa in gi? comprimendole.. in australia invece si fratturarono gi? per la forza subita nel disarcionamento. Credo che non gli sarebbe cambiato molto con l'airbag sulla schiena...tra l'altro per esempio gi? un forcefield pro sub 4 trasmette meno di 4kn...
        per l'azionamento meccanico mi chiedo dove si debba agganciare fisicamente su una moto da pista: va fatto un buco nella carena dietro la sella? perch? pensavo se lo si attacca su un lato o cmq con il filo che non scende parallelo alla spina dorsale non si avrebbe una diversit? di lunghezza tra un lato e l'altro?
        del tipo che se cadessi sul lato dove ? agganciato ci metterebbe di pi? ad aprirsi dato che il cordino dovr? essere regolato pi? lungo per considerare gli spostamenti del pilota anche dall'altro lato (pi? lontano all'aggancio)
        ...sicuramente dove sia meglio posizionare l'aggancio puoi chiederlo direttamente a GIMOTO...avranno qualcuno che usa il sistema e ci sia anche volato qualche volta..!!!!

        Commenta


        • Font Size
          #5
          Originariamente inviato da SUPERALEX Visualizza il messaggio
          Visto che sto valutando l'acquisto vorrei fare un riassunto delle differenza tra i due sistemi con i pro e contro che ho rilevato.

          Partendo da una spesa sostanzialmente identica di 2000€ i due sistemi propongono:

          Dainese D-AIR
          PRO
          • Sistema con GPS e accelerometri con attivazione spontanea in base ad un algoritmo.
          • Airbag che copre anche tutta la parte esterna della spalla. FONDAMENTALE
          • Si apre solo quando necessario.
          • Acquisizione dati semi-professionale scaricabile su pc (tempi sul giro,accelerazioni,frenate,traiettorie,ecc).
          • Sistema e algoritmo sviluppato e testato per molti anni nelle competizioni con top rider.


          CONTRO
          • Tuta in taglia standard NON ? VERO BASTA PRENDERE LA MUGELLO
          • Necessit? di rimandare indietro la tuta a seguito di un'attivazione.Non si ha il sistema attivo se riusata subito dopo.
          • Spesa per ogni ricarica 150€ oppure spesa una tantum di 200€ con manutenzione inclusa per due anni
          • Potrebbe non aprirsi.
          • Non copre la schiena.C'? CMQ IL PARASCHIENA


          Gimoto + Motoairbag
          PRO
          • Tuta su misura e personalizzabile.
          • Airbag con protezione schiena e forza residua trasmessa dichiarata inferiore.
          • Si apre sempre in caso di caduta.
          • Ricarica manuale dopo attivazione con spesa di 60€ a ricarica.


          CONTRO
          • Attivazione meccanica tramite cordino. Possibilit? di non corretto aggancio o settaggio lunghezza da parte dell'utente. Gestione in generale pi? macchinosa.
          • Si apre anche quando non servirebbe. Per assurdo si potrebbe spendere 60€ in pi? a uscita.
          • Non copre la parte esterna della spalla, forse il punto con pi? probabilit? di impatto in una caduta. VEDI SOPRA...IO MI SONO ROTTO I LEGAMENTI DELLA CLAVICOLA PROPRIO PER QUESTO MOTIVO E CIO? CADUTO SULLA SPALLA E LA COMPRESSIONE A FATTO SALTARE I LEGAMENTI...CON LA D AIR NON SAREBBE SUCCESSO..


          Ecco questa ? l'idea che mi sono fatto finora. A breve vorrei andare a testare con mano i prodotti.
          Ovviamente sono graditi commenti,integrazioni ecc


          ....cosa aggiungere...io volevo la gimoto ma dopo averla vista dal vivo ho scelto dainese...certo costa di pi? ma "SECONDO ME" ? migliore...i litri sono spalmati solo sulla parte che si rompe per il 95% dei casi ovvero la sezione spalla/ clavicola...la certificazione europea non possono averla perch? ? richiesta l'attivazione meccanica per avere la certezza di apertura...per? come tu ben sai la usano da anni in moto gp e in tutti campionati del mondo...anche il tt con guy martin....

          ho comprato la mugello in canguro su misura c'? anche il post dedicato

          http://www.daidegasforum.com/forum/d...%E8-fatta.html
          Ultima modifica di moreno.44; 20-01-16, 12:38.

          Commenta


          • Font Size
            #6
            si ho seguito il tuo acquisto io ho messo come premessa la cifra di 2000? x entrambi quindi per la stessa cifra da una parte la hai su misura. cmq personalmente questo ? il minore dei problemi dato che io entro bene anche nelle taglie standard, ma ? giusto fare un confronto equo fissando il prezzo.

            Commenta


            • Font Size
              #7
              Il problema degli air-bag che si aprono "a corda" ? che si aprono non quando si devono aprire (cio? nel momento esatto dell'impatto) per cui, a prescindere dalla "bont? della sacca", non sono il massimo.
              La figata del sistema Dainese non ? in s? la sacca...ma il sistema che consente l'apertura della sacca stessa solo ed esclusivamente nel momento in cui serve la protezione.
              In buona sostanza: il paragone ? improponibile!!!

              Commenta


              • Font Size
                #8
                quindi se ho capito bene il sistema a corda si apre troppo tardi? O troppo presto?

                Commenta


                • Font Size
                  #9
                  Originariamente inviato da rsvsteve Visualizza il messaggio
                  quindi se ho capito bene il sistema a corda si apre troppo tardi? O troppo presto?
                  Dipende dal tipo di caduta...certamente non si apre nel momento esatto dell'impatto ma semplicemente quando "la corda tira", per cui la tempestivit? ? rimessa al caso!
                  Faccio un esempio...pensa ad una scivolata in cui "galleggi" per diversi metri sull'asfalto e poi (magari perch? prendi un cordolo) inizi a ruzzolare su te stesso.
                  Con il sistema a corda la sacca si apre quando ti stacchi dalla moto, cio? quando plani sull'asfalto, ossia quando non c'? nulla da proteggere...
                  Quando inizi il primo ruzzolone, cio? quando serve la massima protezione, ti trovi l'airbag gi? in fase di sgonfiaggio.
                  Direi una schifezza vero?
                  Ogni incidente ha la sua dinamica, per cui serve un sistema che agisca in maniera variabile e non fissa, come avviene con il sistema a corda.
                  Non ? un caso che tutta la "guerra" che si stanno facendo Dainese e Alpinestars a "colpi di cause" trovi origine dai brevetti che stanno dietro ai sistemi e alle logiche di apertura delle sacche e non alle sacche in s? considerate!

                  Commenta


                  • Font Size
                    #10
                    Originariamente inviato da farolfinicola Visualizza il messaggio
                    Ho i tuoi stessi dubbi, se dovessi scegliere prenderei gimoto perch? proteggere la schiena e preferisco rompermi una spalla piuttosto che la schiena, ma mi spaventa lazionamento meccanico
                    S? fissa al telaietto della moto. Problemi zero

                    Originariamente inviato da SUPERALEX Visualizza il messaggio
                    ? vero,ma quante volte si sente che ci si rompe la schiena? anche con gli highside paurosi che si vedono a volte ? difficile...per esempio giugliano si ? fratturato le vertebre non tanto perch? ? caduto di schiena ma perch? ? caduto a testa in gi? comprimendole.. in australia invece si fratturarono gi? per la forza subita nel disarcionamento. Credo che non gli sarebbe cambiato molto con l'airbag sulla schiena...tra l'altro per esempio gi? un forcefield pro sub 4 trasmette meno di 4kn...
                    per l'azionamento meccanico mi chiedo dove si debba agganciare fisicamente su una moto da pista: va fatto un buco nella carena dietro la sella? perch? pensavo se lo si attacca su un lato o cmq con il filo che non scende parallelo alla spina dorsale non si avrebbe una diversit? di lunghezza tra un lato e l'altro?
                    del tipo che se cadessi sul lato dove ? agganciato ci metterebbe di pi? ad aprirsi dato che il cordino dovr? essere regolato pi? lungo per considerare gli spostamenti del pilota anche dall'altro lato (pi? lontano all'aggancio)
                    Guarda... le considerazioni che sulla schiena tanto c'? il paraschiena lasciano il tempo che trovano. Due anni fa un tipo in pareggiamento a franciacorta, gli arriva la moto sulla schiena... e si ? fatto male tanto tanto. Ha venduto tutto ed ha rischiato di rimanere seduto e non alzarsi pi?. Quindi tutto ? relativo

                    Originariamente inviato da stradivari Visualizza il messaggio
                    Dipende dal tipo di caduta...certamente non si apre nel momento esatto dell'impatto ma semplicemente quando "la corda tira", per cui la tempestivit? ? rimessa al caso!
                    Faccio un esempio...pensa ad una scivolata in cui "galleggi" per diversi metri sull'asfalto e poi (magari perch? prendi un cordolo) inizi a ruzzolare su te stesso.
                    Con il sistema a corda la sacca si apre quando ti stacchi dalla moto, cio? quando plani sull'asfalto, ossia quando non c'? nulla da proteggere...
                    Quando inizi il primo ruzzolone, cio? quando serve la massima protezione, ti trovi l'airbag gi? in fase di sgonfiaggio.
                    Direi una schifezza vero?
                    Ogni incidente ha la sua dinamica, per cui serve un sistema che agisca in maniera variabile e non fissa, come avviene con il sistema a corda.
                    Non ? un caso che tutta la "guerra" che si stanno facendo Dainese e Alpinestars a "colpi di cause" trovi origine dai brevetti che stanno dietro ai sistemi e alle logiche di apertura delle sacche e non alle sacche in s? considerate!
                    Guarda che non ? proprio cos?. Partiamo dal dato di fondo che stiamo paragonando un airbag da 4 lt con uno da 18, poi che protezione laterale pu? dare un cuscinetto? Elevatissima o scarsina?
                    L'airbag di gimoto si gonfia appena ti stacchi dalla moto, ma ci mette ben 6 secondi a sgonfiare, ed ? un periodo di tempo in cui l'impatto avresti gi? dovuto riceverlo.
                    Quindi non mi pare proprio una schifezza
                    Quindi in tutti e due i casi, ? tutto relativo

                    Commenta


                    • Font Size
                      #11
                      Originariamente inviato da luigiRR Visualizza il messaggio
                      S? fissa al telaietto della moto. Problemi zero



                      Guarda... le considerazioni che sulla schiena tanto c'? il paraschiena lasciano il tempo che trovano. Due anni fa un tipo in pareggiamento a franciacorta, gli arriva la moto sulla schiena... e si ? fatto male tanto tanto. Ha venduto tutto ed ha rischiato di rimanere seduto e non alzarsi pi?. Quindi tutto ? relativo



                      Guarda che non ? proprio cos?. Partiamo dal dato di fondo che stiamo paragonando un airbag da 4 lt con uno da 18, poi che protezione laterale pu? dare un cuscinetto? Elevatissima o scarsina?
                      L'airbag di gimoto si gonfia appena ti stacchi dalla moto, ma ci mette ben 6 secondi a sgonfiare, ed ? un periodo di tempo in cui l'impatto avresti gi? dovuto riceverlo.
                      Quindi non mi pare proprio una schifezza
                      Quindi in tutti e due i casi, ? tutto relativo
                      Tra essere gonfio al 100% e sgonfio totalmente c'? un mondo in mezzo.
                      Con la corda pu? capitare che prendi la pacca e non sia ancora aperto...o che prendi la pacca e la sacca sia in fase di sgonfiaggio.
                      Se sul sistema di apertura ci sono 1000 brevetti e altrettante cause un motivo ci sar?...altrimenti, se bastava una cordicella con azionamento a strappo, quanti soldi spesi inutilmente!
                      Metto un video...che mi riguarda...e ancora ricordo lo scoppio della sacca una frazione prima di impattare a terra!
                      Un quarto d'ora dopo la botta...ero in sella

                      PS: anche la sacca troppo grande non va bene...posto che pi? aria ci vuole a gonfiarla...pi? tempo ci vuole a gonfiare la sacca!

                      [YOUTUBE]c6kpLVwK2bA[/YOUTUBE]
                      Ultima modifica di stradivari; 20-01-16, 16:00.

                      Commenta


                      • Font Size
                        #12
                        Alcune considerazioni:

                        - L'airbag Gimoto (Motoairbag) resta gonfio per 2 minuti prima di iniziare a sgonfiarsi. Questo evita proprio il fatto di trovarsi con la sacca sgonfia in caso di impatto differito dal momento della caduta, o di impatto multiplo. Questo ? uno dei motivi che rendono questo sistema pi? adatto ad un amatore che ad un pilota ( che deve poter ripartire il prima possibile, con la sacca sgonfia).

                        - Gli infortuni pi? comuni in pista riguardano le clavicole; per questo il D-air risulta pi? efficace ( protezione clavicola e limitazione movimento collo), mentre Gimoto, a mio avviso inspiegabilmente ( anche se penso sia questione di tempo per una nuova versione), non protegge la spalla esternamente ( non copre cio? il deltoide), riducendo molto l'efficacia nella protezione della spalla.
                        Detto ci?, da amatore io preferirei un sistema che protegga pi? parti sensibili possibile. La spalla ? importante ed ha molte probabilit? di danneggiarsi, ma mi piacerebbe poter contare anche su protezione per schiena ( io uso Forcefield che assorbe molto, ma sulla schiena pi? si ? protetti meglio ?...), petto e possibilmente testa dell'omero. Per questo motivo, al momento, considero solamente i due modelli con pi? litri ( anche se, come correttamente fatto notare, il modello da 23 litri ? troppo scomodo nell'utilizzo estivo).

                        - I due metodi di gestione dell'attivazione ( meccanico-elettronico) hanno secondo me pro e contro in misura simile, dunque non rappresentano una reale discriminante nella scelta.

                        - Sulla WAS+ si pu? installare solo la versione ridotta, che si applica esternamente nella gobba. Il motivo per il quale non ? stata utilizzato questo modello (l'unico certificato livello 2) dipende proprio dalla certificazione: gli interventi da effettuare sul capo per inserire la sacca ( inserimento soffietti e modifica cuciture) farebbero decadere l'omologazione.

                        Alla fine della fiera, io aspetter? comunque un'altra stagione; sono certo che Motoairbag e Gimoto perfezioneranno il prodotto attuale per quanto riguarda la protezione della clavicola, e che Dainese uscir? con un prodotto pi? protettivo, adatto ad un utilizzo amatoriale ( anche se, per questo temo occorrer? pi? tempo)

                        Commenta


                        • Font Size
                          #13
                          Oh Stradi, un quarto d'ora dopo la botta sarai stato anche in sella...ma su un'altra moto secondo me

                          Battute a parte, Stradi ? uno che l'ha provato sulla sua pelle pertanto son convinto che sappia ci? che dice.

                          Da parte mia ho scelto Gimoto principalmente perch? negli ultimi anni mi son trovato male con vari prodotti Dainese, quindi per una ragione di principio non volevo ridare fiducia al marchio.
                          Per?, a parte l'attivazione a cordina, mi fa pensare il fatto che il sistema Gimoto non protegge collo e clavicole, e poi non sono nemmeno convinto che in caso di 'ruzzolone' sia una bella cosa avere sulla schiena un salsicciotto cos? grande, che magari ti fa rimbalzare per aria e ricadere in malo modo.
                          Di contro credo che come protezione della schiena sia valido, perch? ? bello grosso e anche lungo.
                          Avrei voluto prendere il sistema Gimoto integrale, ma secondo me era improponibile x uso estivo.

                          Quindi, se ho pochi dubbi sulla tuta (Gimoto mi pare lavori molto bene) non sono x nulla sicuro di aver fatto una buona scelta x l'airbag...vedremo.
                          Ultima modifica di rsvsteve; 20-01-16, 16:17.

                          Commenta


                          • Font Size
                            #14
                            una cosa non ho capito, la GIMOTO ha le sacche dell'airbag dentro o fuori dalla tuta?

                            io ricordo che erano fuori...ma forse era il primo modello?

                            Commenta


                            • Font Size
                              #15
                              a vantaggio della GIMOTO comunque va riconosciuto il fatto che la sua tuta racing si possa usare anche su strada, mentre l'algoritmo sviluppato da Dainese lavora bene solo in pista...

                              Commenta

                              X
                              Sto operando...
                              X