annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Lavori nel 2020 e dintorni

Comprimi
X
Comprimi
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Font Size
    #1

    Lavori nel 2020 e dintorni

    Navigando nel web ogni tanto si viene reindirizzati in altre pagine ed oggi ho eltto questo commento di non ricordo più che sito web .

    Però ho fatto copia incolla perchè ho pensato di chiedere il vostro parere :

    Si chiama EVOLUZIONE, la storia del lavoro è mutata negli anni in base alle tecnologie di ogni epoca, poi arriva il 21esimo secolo, dove tutti sono convinti che il mondo dove nascono sia lo stesso in cui crescono, al posto di lamentarvi dovreste studiare ed innovarvi! Soprattutto oggi che l'accesso al sapere lo avete in un telefonino, ma no utilizziamolo solo per i social e per lamentarci. Cioè ti lamenti che la gente non lavora più in fabbrica? Io dico ma menomale! Semplicemente non vi garba che prima senza studiare potevi andare tranquillamente a lavorare, oggi senza conoscenze non vai neanche a lavare le scale. Non è più un mondo per ignoranti. SAPEVATELO.
    Che ne pensate voi ?

  • Font Size
    #2
    Penso che fondamentalmente il concetto espresso sia giusto. Per chi sa fare solo lavori di manovalanza non qualificata, la vita sarà sempre più dura. Anche a me fa bollire il sangue il fatto che ci sia così tanta ignoranza in un'epoca in cui l'accesso alla conoscenza non è mai stato così facile ed economico.

    In ogni caso, ritengo che chi si erge a paladino della conoscenza ma usa storpiature lessicali del calibro di "sapevatelo" debba morire male...
    Ultima modifica di AG_KTM; 03-11-20, 08:31.

    Commenta


    • Font Size
      #3
      Che qualsiasi tipo di informazione che si conclude con un sapevatelo non merita alcun tipo di credito

      Commenta


      • Font Size
        #4
        no, vedi, la stronzata degli ultimi 30 anni, con la corsa al laureare chiunque, ha contribuito a fare in modo che non ci fossero piu' posti da operaio, e che nessuno voglia piu' fare il lavoro da operaio.
        il problema poi e' che non ci sono piu' aziende che offrono posti da operaio... non il fatto che qualcuno faccia materialmente l'operaio.

        se e' vero che nelle moderne catene di montaggio oggi serve una persona per "stazione", quando 20 o 30 anni fa dovevano essere in 3 o 4, non vuol dire che oggi tutti i lavori a bassa specializzazione sono "robotizzati".

        conosco personalmente, grazie al mio "vecchio" lavoro, gente della nostra generazione, con la terza media, che ha iniziato a lavorare a 16 anni, che ha tirato su aziende con una 10ina di dipendenti, senza "laurea", senza "cultura" (se non quella del lavoro).
        non sapranno parlarti con termini "fighetti" di pianificazione del lavoro, ma lo conoscono, sanno cosa possono far fare ai propri dipendenti, li trattano bene, e l'ambiente sara' anche "culturalmente a basso profilo" ma certamente rilassato e piacevole.

        per ancora una 50ina d'anni ci sara' bisogno di chi fa lavori non specializzati, perche' semplicemente quelli vanno fatti... poi magari ci penseranno i robot, ma per adesso non ancora.

        Commenta


        • Font Size
          #5
          Cmq. a milano.. restrizioni o meno..... la gente si dà da fare...

          09:10Rapina in banca a Milano: polizia circonda agenzia

          Commenta


          • Font Size
            #6
            Originariamente inviato da AG_KTM Visualizza il messaggio
            Penso che fondamentalmente il concetto espresso sia giusto. Per chi sa fare solo lavori di manovalanza non qualificata, la vita sarà sempre più dura. Anche a me fa bollire il sangue il fatto che ci sia così tanta ignoranza in un'epoca in cui l'accesso alla conoscenza non è mai stato così facile ed economico.

            In ogni caso, ritengo che chi si erge a paladino della conoscenza ma usa storpiature lessicali del calibro di "sapevatelo" debba morire male...
            Quanto dici è vero ma io riscontro spesso l'opposto di quanto dici : siccome oggi la gente preferisce disperatamente lavori di ufficio o rappresentanza viene invece meno la manodopera specializzata . E per chi sceglie questa strada non è difficile impegnarsi e diventare di complicato rimpiazzo . Il risultato è che è sempre più frequente un operazio specializzato prenda stipendi doppi di chi fa lavori di ufficio . Io li svolgo entrambi e francamente quello di ufficio mi pesa perchè conosco bene entrambi , Mi scontro però con tantissima gente d'ufficio che sarebbe molto più utile se venisse pagata per non lavorare .

            Quanto al lavoro a casa ... di blatere ne sento tante ma non mi risulta un solo caso dove l'efficienza dell'azienda sia incrementata dallo smartworking piuttosto che dal lavoro sorvegliato da caporeparti .
            Che è una figata pazzesca il lavoro da casa non vi è dubbio però

            Commenta


            • Font Size
              #7
              lele, e li ti sbagli... la resa, senza contare la qualita' di vita degli impiegati, e' alla peggio invariata, mentre in moltissimi ambiti migliorata dal lavoro da remoto.
              intanto alla meglio ti risparmi 2 ore buttate per andare e tornare, per poi sederti ad un tavolo davanti ad un monitor, in un posto spesso di merda, con ritardati intorno... e questo per me e' fondamentale.

              il problema e' che ci sono quelli che tu chiami "caporeparti" (direttorucoli o similari), che giustificano il proprio stipendio solo col girare a rompere le palle a chi sta lavorando, e questa situazione mette a nudo la loro inutilita'.

              non e' un caso poi che moltissime aziende del terziario si stiano organizzando per ridurre sedi inutili, lasciare qualche sala riunioni e poche postazioni di lavoro, proprio perche' comporta una riduzione di costi, e non una perdita di efficienza.

              Commenta


              • Font Size
                #8
                Originariamente inviato da Lele-R1-Crash Visualizza il messaggio

                .... viene invece meno la manodopera specializzata.....

                Ritengo che la differenza tra "manovalanza non qualificata" e "manodopera specializzata" sia tutt'altro che banale. Temo che il mio post sia stato letto con poca attenzione. Un facchino o un manovale che deve riempire la betoniera con il badile sono facilmente sostituibili. Un addetto a un centro di lavoro forse un bel po' meno....

                Non cadiamo nell'errore per cui chi non ha un titolo di studio è automaticamente un ignorante mentecatto. Acquisire conoscenze non significa per forza avere il muro pieno di diplomi e lauree....conosco gente con la licenza elementare che nel proprio campo è un vero drago, mentre conosco anche molti laureati ignoranti come delle zappe...

                Commenta


                • Font Size
                  #9
                  Originariamente inviato da AG_KTM Visualizza il messaggio


                  Ritengo che la differenza tra "manovalanza non qualificata" e "manodopera specializzata" sia tutt'altro che banale. Temo che il mio post sia stato letto con poca attenzione. Un facchino o un manovale che deve riempire la betoniera con il badile sono facilmente sostituibili. Un addetto a un centro di lavoro forse un bel po' meno....

                  Non cadiamo nell'errore per cui chi non ha un titolo di studio è automaticamente un ignorante mentecatto. Acquisire conoscenze non significa per forza avere il muro pieno di diplomi e lauree....conosco gente con la licenza elementare che nel proprio campo è un vero drago, mentre conosco anche molti laureati ignoranti come delle zappe...
                  esatto.
                  ma li il problema e' nelle aziende, che ormai investono sempre meno in formazione, accontentandosi di pagare il meno possibile la manodopera, e ritrovandosi per forza di cose con incapaci (raramente salta fuori quello capace).
                  per non parlare dell'abitudine ormai endemica di ricorrere a contratti a tempo determinato...
                  ovviamente per un determinato vuoi che sia gia' formato, e di sicuro non investi per formarlo, se sai che tra 3, 4, 6 mesi te ne disferai...

                  Commenta


                  • Font Size
                    #10
                    Originariamente inviato da Larsen_EE Visualizza il messaggio
                    lele, e li ti sbagli... la resa, senza contare la qualita' di vita degli impiegati, e' alla peggio invariata, mentre in moltissimi ambiti migliorata dal lavoro da remoto.
                    Anche qui, come solito, riscontro la differenza tra il mondo DDG e quello tangibile .
                    Normalmente nelle aziende c'è sempre il controllore, il supervisore del controllore, il direttore e tutta la struttura piramidale per tenere motivate le persone , per verificare stati avanzamento e via dicendo .
                    Qui su DDG invece la gente a casa lavora con più diligenza di quel che farebbe in ufficio .
                    Probabilmente dove vivo io la gente tende a non aver voglia di lavorare e quindi occorre spronare e controllare . Ma quanto pare nel resto d'Italia la gente lavora con diligenza indipendentemente da quanto sia monitorata .

                    Originariamente inviato da Larsen_EE Visualizza il messaggio
                    intanto alla meglio ti risparmi 2 ore buttate per andare e tornare, per poi sederti ad un tavolo davanti ad un monitor, in un posto spesso di merda, con ritardati intorno... e questo per me e' fondamentale.
                    Che per i lavoratori in smartworking sia una pacchia son d'accordo pure io . E' una figata pazzesca !

                    Originariamente inviato da Larsen_EE Visualizza il messaggio
                    il problema e' che ci sono quelli che tu chiami "caporeparti" (direttorucoli o similari), che giustificano il proprio stipendio solo col girare a rompere le palle a chi sta lavorando, e questa situazione mette a nudo la loro inutilita'.
                    Anche qui riscontro differenze tra mondo reale e DDG . Le realtà ceh vedo io, se uno diventa caporeparto è ricoperto di invidia e dicerie ma io constato spesso sia più tecnicamente preparato rispetto ai sottoposti . Però, probabilmente becco io tutti i casi cosi .

                    Originariamente inviato da Larsen_EE Visualizza il messaggio
                    non e' un caso poi che moltissime aziende del terziario si stiano organizzando per ridurre sedi inutili, lasciare qualche sala riunioni e poche postazioni di lavoro, proprio perche' comporta una riduzione di costi, e non una perdita di efficienza.
                    Sale riunioni e cose varie servono ...

                    ... a poco .

                    Nel capannone nuovo che ho costruito ho dovuto per norma di legge predisporre diversi spazi che a mio avviso non servono ad un'accidente ... resteranno sale vuote per essere a normativa .

                    Commenta


                    • Font Size
                      #11
                      Originariamente inviato da AG_KTM Visualizza il messaggio
                      Ritengo che la differenza tra "manovalanza non qualificata" e "manodopera specializzata" sia tutt'altro che banale. Temo che il mio post sia stato letto con poca attenzione. Un facchino o un manovale che deve riempire la betoniera con il badile sono facilmente sostituibili. Un addetto a un centro di lavoro forse un bel po' meno....

                      Non cadiamo nell'errore per cui chi non ha un titolo di studio è automaticamente un ignorante mentecatto. Acquisire conoscenze non significa per forza avere il muro pieno di diplomi e lauree....conosco gente con la licenza elementare che nel proprio campo è un vero drago, mentre conosco anche molti laureati ignoranti come delle zappe...
                      Allora diciamo la stessa cosa .

                      Difatti io trovo più che giusto e normale che un operatore specializzato abbia un netto di 2'500 ed un manovale 1'200 . Chi ha avuto voglia ed impegno di imparare un mestiere ha un valore ed è giusto venga riconosciuto .

                      In ufficio è piena l'aria di gente che vuol starci ma molto crean più danni che bene . Sarebbe buono pagarli per non fare un caxxo e ci guadagnerebbe l'azienda .

                      Commenta


                      • Font Size
                        #12
                        Originariamente inviato da Larsen_EE Visualizza il messaggio
                        esatto.
                        ma li il problema e' nelle aziende, che ormai investono sempre meno in formazione
                        Non so però se sia sempre cosi . Spesso mi capita di vedere l'opposto ovvero che l'azienda non riesce a trovare chi vuole imparare .
                        Probabilmente ci saranno entrambe le casistiche .
                        Sicuro è che un'azienda la quale non investe in formazione è destinata a chiudere .
                        SEMPRE .
                        Casomai è un problema economico perchè formare costa ed investire in tecnologia non sempre ha un ritorno immediato . Investire a lungo termine è sempre sengo di buona imprenditoria ... ma tra situazione attuale virus e governo che ci ritroviamo da decenni ... inizia a diventare poco motivante per molti (avverto questo quando intavolo discorso con imprenditori anche di successo)

                        Originariamente inviato da Larsen_EE Visualizza il messaggio
                        accontentandosi di pagare il meno possibile la manodopera, e ritrovandosi per forza di cose con incapaci (raramente salta fuori quello capace).
                        per non parlare dell'abitudine ormai endemica di ricorrere a contratti a tempo determinato...
                        ovviamente per un determinato vuoi che sia gia' formato, e di sicuro non investi per formarlo, se sai che tra 3, 4, 6 mesi te ne disferai...
                        Beh questo dipende da lavoro e lavoro ... nel mio settore ad esempio in 6 mesi non fa in tempo manco a capire cosa caxxo stiamo facendo .
                        Se non si vuole rischiare , non si fa imprenditoria . Semplice .

                        Cmq se ti può consolare , priam o poi il mercato seleziona .

                        Commenta


                        • Font Size
                          #13
                          lele, tu continui a riferirti alla tua realta' del capannone... io vivo di terziario, di servizi alle aziende o al consumo, bancari, finanziari, comunicazione... e t'assicuro che tutta questa competenza, e' inversamente proporzionale.
                          ci sono fior di tecnici, che si fanno il culo e non saliranno mai la "piramide aziendale", ed emeriti imbecilli a "coordinarli".

                          un "pezzo" e' un pezzo, se e' fatto male, il riscontro ce l'hai subito... se in progettazione hai un coglione, i primi a lamentarsi sono quelli in produzione.

                          Commenta


                          • Font Size
                            #14
                            Originariamente inviato da Larsen_EE Visualizza il messaggio
                            lele, tu continui a riferirti alla tua realta' del capannone... io vivo di terziario, di servizi alle aziende o al consumo, bancari, finanziari, comunicazione... e t'assicuro che tutta questa competenza, e' inversamente proporzionale.
                            ci sono fior di tecnici, che si fanno il culo e non saliranno mai la "piramide aziendale", ed emeriti imbecilli a "coordinarli".

                            un "pezzo" e' un pezzo, se e' fatto male, il riscontro ce l'hai subito... se in progettazione hai un coglione, i primi a lamentarsi sono quelli in produzione.
                            Dai , per cortesia non farmi cosi idiota ... non i sento cosi stupido come mi dipingi

                            I pareri che esprimo, ALMENO, li baso su un centinaio di aziende ed almeno 5 nazioni .

                            Commenta


                            • Font Size
                              #15
                              Lele-R1-Crash ma lele, ma tu quando parli di 2500 netti ti riferisci a 13 - 14 o 15 mensilità? Perché il discorso cambia sensibilmente.
                              Cmq questo discorso lo avevamo affrontato ancora mesi fa, il tuo settore è un po particolare dove la competenza scarseggia e i pochi che ci sono vengono pagati bene probabilmente per non farseli scappare. In tantissimi settori non è così fidati.

                              Inviato dal mio SM-N770F utilizzando Tapatalk

                              Commenta

                              X
                              Sto operando...
                              X