Announcement

Collapse
No announcement yet.

Lo spread... andamento in diretta

Collapse
X
Collapse
  • Filter
  • Time
  • Show
Clear All
new posts

  • Lo spread... andamento in diretta

    Domenica 27 maggio 2018, Mattarella riceve Conte per sciogliere la riserva: 205 punti

    Lunedì 28 maggio 2018, Mattarella nega l'incarico a Conte sulla base di deliranti motivazioni anti-Savona: 235 punti

    Oh vediamo come prosegue...
    Last edited by MiKiFF; 28-05-18, 13:16.
    "Mi spezzo ma non mi piego." MiKiFF

  • #2
    Vediamo come gira nella setimana. Sono abbastanza confidente che lo spread si calmerà.


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

    All'orizzonte di quell'oceano ci sarebbe stata sempre un'altra isola, per ripararsi durante un tifone, o per riposare e amare.
    Quell'orizzonte aperto sarebbe stato sempre lì, un invito ad andare.

    Il sitarello di Macicca

    Comment


    • #3
      che bastardi....i forkoni ci vogliono
      ..e le vanghe

      Comment


      • #4
        Spread a 300

        Mibtel -3.5%

        Banche -7%
        "Mi spezzo ma non mi piego." MiKiFF

        Comment


        • #5
          Un -4,5% accusato nell’intraday dal Btp future, e conseguentemente dal Btp decennale benchmark con scadenza febbraio 2028, è cosa assai rara. Perdite giornaliere di questa entità sono imputabili esclusivamente a un’accanita attività speculativa, ovviamente al ribasso: mentre il decennale italiano perdeva in mattinata il 4% (e quello spagnolo lasciava sul terreno l’1%) il cugino tedesco, il Bund a 10 anni, faceva segnare una performance positiva dello 0,9% attribuibile al flight to quality che, assieme al +0,35% registrato dal future sul decennale francese, può essere interpretata come attività volta a ridurre la rischiosità dei portafogli obbligazionari oppure come attività finalizzata alla sostituzione dei bond in pancia alle banche che servono come collaterale per i prestiti erogati dalla Bce.

          Il resto è frutto dell’attività puramente speculativa operata dagli investitori e dalle grandi banche internazionali (anche tedesche), come dimostra la contestuale perdita contenuta allo 0,5% dal Btp con scadenza 2067: quest’ultimo, a causa di una duration (e quindi una sensitività dei prezzi) molto più elevata, avrebbe dovuto soffrire maggiormente le vendite, precisamente nella misura di 1,9 volte in più stando all’analisi quantitativa comparata dell’ultimo anno, rispetto a un Btp decennale che ha una duration (e quindi una sensitività dei prezzi) molto più contenuta, se le vendite fossero basate su un così rilevante innalzamento del rischio Paese. Ma così non è: la capacità di onorare puntualmente il debito è misurata e quotata dagli operatori attraverso i Cds, i contratti di credit default swap tramite i quali si può acquistare sul mercato la protezione contro il rischio di insolvenza, anche solo momentanea.

          Ebbene, come si può spiegare il fatto che oggi questi contratti sul debito italiano, sia per la scadenza a 5 anni e sia per quella a 10 anni, esprimono una quotazione sensibilmente inferiore rispetto a quella toccata nel febbraio-marzo 2017, quando è stato dichiarato il fallimento delle quattro banche regionali e si profilava il salvataggio forzato dei due istituti veneti, cioè 197 dollari rispetto ai 165 dollari attuali per i Cds a cinque anni e 260 rispetto ai 213 dollari attuali per i Cds a 10 anni, mentre lo spread Btp-Bund di oggi a 275 centesimi si colloca abbondantemente sopra il picco di febbraio-marzo 2017 segnato a quota 215? La domanda non cambia se si considera il rendimento del Btp decennale anziché il suo spread con il Bund, dove il ritorno attuale del 3,1% appare ben più alto del picco al 2,37% raggiunto nel febbraio 2017. La risposta conclusiva è semplice: le vendite di Btp di queste ultime due settimane vanno ben oltre l’attività gestionale di copertura delle posizioni di portafoglio o di dismissioni per contenerne la rischiosità complessiva nell’ambito di un aumento del rischio finanziario attribuibile all’Italia.

          Per difetto, una buona parte delle vendite è quindi imputabile alla scommessa ribassista a fini di lucro progressivamente montata tra i grandi operatori internazionali, tra cui si potrebbe annidare un’analoga attività ribassista in termini di prezzi (e dunque rialzista in termini di rendimenti dei titoli di stato e conseguentemente di costi di finanziamento del debito pubblico) svolta questa volta senza fini di lucro, bensì unicamente politici, finalizzata a condizionare pesantemente le scelte politiche italiane. Volendo guardare il bicchiere mezzo pieno, si può affermare con certezza che il prezzo del Btp decennale è giunto su livello estremamente sacrificati in relazione al rischio espresso dai Cds, tant’è vero che nella storia degli ultimi 10 anni non si è mai assistito a un valore dello spread Btp-Bund superiore alla quotazione dei Cds sul debito italiano, suggerendo che potrebbe essere giunto il momento del rimbalzo. Che si innescherebbe automaticamente anche a piazza Affari attraverso utility, assicurazioni e soprattutto le banche, giunte oggi a perdere il 6% in termini di indice settoriale. (riproduzione riservata)


          Grazie Sergio
          "Mi spezzo ma non mi piego." MiKiFF

          Comment


          • #6
            Originally posted by MiKiFF View Post

            Grazie Sergio
            Non dimentichiamo che lo ha fatto per salvaguardarci tutti ....

            Comment


            • #7
              il Cavaliere è irraggiungibile

              Comment


              • #8
                Originally posted by macicca View Post
                Vediamo come gira nella setimana. Sono abbastanza confidente che lo spread si calmerà.


                Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
                Paura per i tuoi risparmiucci?! eh eh eh
                "La moto non è solo un pezzo di ferro, anzi, penso che abbia un'anima perché è una cosa troppo bella per non avere un'anima."

                Comment


                • #9
                  Si intravedono varie vie di uscita:

                  Spread 235

                  Mibtel +2%

                  Banche +2%
                  "Mi spezzo ma non mi piego." MiKiFF

                  Comment


                  • #10
                    Originally posted by MiKiFF View Post
                    Si intravedono varie vie di uscita:

                    Spread 235

                    Mibtel +2%

                    Banche +2%
                    Ormai è quasi sicuro che ci sarà un Monti2 quindi ci possono lasciar respirare un po .... i mercati ci hanno insegnato come votare giusto no?

                    Comment


                    • #11
                      Originally posted by MiKiFF View Post
                      Si intravedono varie vie di uscita:

                      Spread 235

                      Mibtel +2%

                      Banche +2%
                      Ritraccio tecnico? Vediamo che fa domani mattina. Per me si potrebbe tornare a 18500.


                      Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

                      All'orizzonte di quell'oceano ci sarebbe stata sempre un'altra isola, per ripararsi durante un tifone, o per riposare e amare.
                      Quell'orizzonte aperto sarebbe stato sempre lì, un invito ad andare.

                      Il sitarello di Macicca

                      Comment


                      • #12
                        Li mortacci tua
                        "Mi spezzo ma non mi piego." MiKiFF

                        Comment


                        • #13
                          Originally posted by schwarz View Post

                          Ormai è quasi sicuro che ci sarà un Monti2 quindi ci possono lasciar respirare un po .... i mercati ci hanno insegnato come votare giusto no?
                          Mi pare che sia l'opposto, ovvero:
                          Adesso che si sta riaprendo una probabilità di avere un governo politico lo spread è calato adesso siamo intorno ai 230 rispetto ai 270 di stamani e i 300 di 2 giorni fa, ma vediamo....

                          Comment


                          • #14
                            Originally posted by TommySan View Post

                            Mi pare che sia l'opposto, ovvero:
                            Adesso che si sta riaprendo una probabilità di avere un governo politico lo spread è calato adesso siamo intorno ai 230 rispetto ai 270 di stamani e i 300 di 2 giorni fa, ma vediamo....
                            Vediamo che fanno, se ritorna lo spauracchio 5s+lega (senza un mea culpa formale e dichiarazione che faranno tutto quello che dice l'ue) per me risale .... ma ovviamente spero di sbagliare

                            Comment


                            • #15
                              Spread a 215 (come venerdì scorso prima della genialata del PdR)

                              Borsa +3%

                              Banche + 5%
                              "Mi spezzo ma non mi piego." MiKiFF

                              Comment

                              Working...
                              X