annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

MotoGP, Marc Marquez: “Valentino Rossi n° 1 nelle spy-war”

Comprimi
X
Comprimi
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Font Size
    #1

    MotoGP, Marc Marquez: “Valentino Rossi n° 1 nelle spy-war”



    Nell'ultima puntata della miniserie DAZN Marc Marquez risponde alle accuse di Valentino Rossi sui fatti del 2015: "Sono sorpreso dalle sue parole...".

    La miniserie di DAZN su Valentino Rossi e Marc Marquez ha risollevato un vecchio polverone. Ha soffiato sulla cenere mai sopita di quanto avvenuto a Sepang nel 2015, con il titolo MotoGP scivolato nelle mani di Jorge Lorenzo. Il campione di Tavullia non ha mai perdonato l’intrusione del Cabroncito, quella “marcatura a uomo” in Malesia, come vendetta per le parole pronunciate in conferenza stampa a Phillip Island. Il pilota Honda non aveva nulla da perdere, il Dottore ha dovuto rinunciare al decimo Mondiale.

    Nell’ultima puntata della miniserie televisiva, e in più di ogni occasione, Valentino Rossi ha rimarcato di vivere le stesse sensazioni di quel dopo gara. Anche a distanza di oltre cinque anni. Su DAZN Marc Marquez ha avanzato la sua tesi difensiva, consapevole che in una guerra mediatica con il pesarese avrebbe la peggio. “Valentino è il pilota numero uno quando si parla di ‘spy-war’. Ma questa volta sono sorpreso dalle sue parole… Ho visto di persona come ha sferrato un calcio, con questo ha bloccato il mio freno anteriore e alla fine sono caduto“.

    Nel GP di Sepang in questione il #46 stava cercando di andare avanti per guadagnare terreno e punti sul compagno di box. Poteva essere terreno favorevole per la corsa al titolo, visto che Valencia per tradizione era una pista pro-Lorenzo. Marc Marquez non ha ceduto il passo e ha insistito a chiudere ogni spiraglio. Poi l’accusa del calcio che Valentino Rossi ha sempre respinto. “In quel momento volevo dire a Marquez “cosa stai facendo?” Non volevo farlo cadere e soprattutto non l’ho preso a calci. Mi ha colpito una gamba con il manubrio ed è per questo che è caduto anche lui“. Non l’ha vista così la Direzione di Gara che lo ha poi condannato alla partenza dall’ultima fila nel decisivo round del Ricardo Tormo. Tutto il resto è storia ormai risaputa.

    Da corsedimoto

  • Font Size
    #2
    Si, come no...

    Qualcuno mi sa dire come si potrebbe tradurre in italiano "cabroncito"?

    Commenta


    • Font Size
      #3
      Originariamente inviato da Beppoz Visualizza il messaggio
      Si, come no...

      Qualcuno mi sa dire come si potrebbe tradurre in italiano "cabroncito"?
      "rossi"

      Commenta


      • Font Size
        #4
        non credo voglia dire campione

        Originariamente inviato da Warsteiner Visualizza il messaggio

        "rossi"
        Ultima modifica di Beppoz; 26-02-21, 16:36.

        Commenta


        • Font Size
          #5
          Originariamente inviato da Beppoz Visualizza il messaggio
          Si, come no...

          Qualcuno mi sa dire come si potrebbe tradurre in italiano "cabroncito"?
          Dovrebbe voler dire "piccolo bastardo"

          Commenta


          • Font Size
            #6
            Originariamente inviato da luciocabrio Visualizza il messaggio
            Dovrebbe voler dire "piccolo bastardo"
            Ti rigo la Giulia di bianco vestita


            Commenta


            • Font Size
              #7
              Bastardello, insomma



              Originariamente inviato da luciocabrio Visualizza il messaggio

              Dovrebbe voler dire "piccolo bastardo"
              Ultima modifica di Beppoz; 26-02-21, 18:46.

              Commenta


              • Font Size
                #8
                Originariamente inviato da MAX_rr Visualizza il messaggio


                Nell'ultima puntata della miniserie DAZN Marc Marquez risponde alle accuse di Valentino Rossi sui fatti del 2015: "Sono sorpreso dalle sue parole...".

                La miniserie di DAZN su Valentino Rossi e Marc Marquez ha risollevato un vecchio polverone. Ha soffiato sulla cenere mai sopita di quanto avvenuto a Sepang nel 2015, con il titolo MotoGP scivolato nelle mani di Jorge Lorenzo. Il campione di Tavullia non ha mai perdonato l’intrusione del Cabroncito, quella “marcatura a uomo” in Malesia, come vendetta per le parole pronunciate in conferenza stampa a Phillip Island. Il pilota Honda non aveva nulla da perdere, il Dottore ha dovuto rinunciare al decimo Mondiale.

                Nell’ultima puntata della miniserie televisiva, e in più di ogni occasione, Valentino Rossi ha rimarcato di vivere le stesse sensazioni di quel dopo gara. Anche a distanza di oltre cinque anni. Su DAZN Marc Marquez ha avanzato la sua tesi difensiva, consapevole che in una guerra mediatica con il pesarese avrebbe la peggio. “Valentino è il pilota numero uno quando si parla di ‘spy-war’. Ma questa volta sono sorpreso dalle sue parole… Ho visto di persona come ha sferrato un calcio, con questo ha bloccato il mio freno anteriore e alla fine sono caduto“.

                Nel GP di Sepang in questione il #46 stava cercando di andare avanti per guadagnare terreno e punti sul compagno di box. Poteva essere terreno favorevole per la corsa al titolo, visto che Valencia per tradizione era una pista pro-Lorenzo. Marc Marquez non ha ceduto il passo e ha insistito a chiudere ogni spiraglio. Poi l’accusa del calcio che Valentino Rossi ha sempre respinto. “In quel momento volevo dire a Marquez “cosa stai facendo?” Non volevo farlo cadere e soprattutto non l’ho preso a calci. Mi ha colpito una gamba con il manubrio ed è per questo che è caduto anche lui“. Non l’ha vista così la Direzione di Gara che lo ha poi condannato alla partenza dall’ultima fila nel decisivo round del Ricardo Tormo. Tutto il resto è storia ormai risaputa.

                Da corsedimoto
                Ancoraaaaaa 😔

                Inviato dal mio CLT-L09 utilizzando Tapatalk

                Commenta


                • Font Size
                  #9
                  Solo un piccolo chiarimento sulla questione;nonostante tifavo x il pilota di Tavullia il pesarese non partì dall'ultima casella x il fatto di Sepang ma x somma di ammonizioni durante la stagione.

                  Era stata introdotta una specie di patente a punti e sommando le sue "marachelle" tra cui ricordo il finale ad Assen tra il dottore e Marquez il regolamento ti obbligava a partire dall'ultima posizione in griglia,bene è stato solo applicato un regolamento e non partì ultimo solo x il fatto di Sepang.

                  A distanza di anni io personalmente la vedo così,Lorenzo ha vinto il titolo perché è sempre stato costante e bravo,il titolo Rossi lo ha perso Sì dal fattaccio di Sepang ma non è stato in grado di gestire x tt il campionato la sua voglia di prevalere sul #93 perdendo di fatto l'obiettivo finale.

                  Commenta


                  • Font Size
                    #10
                    smanettone75 Brau Bergask

                    Commenta


                    • Font Size
                      #11

                      Commenta


                      • Font Size
                        #12
                        Chi la fa l'aspetti

                        Commenta


                        • Font Size
                          #13
                          Originariamente inviato da LucaDB6 Visualizza il messaggio
                          Chi la fa l'aspetti
                          Ocio che se il buon God gli da una mano son peni per tutti

                          Lassù dove il sole gli sorride, tutto bene?

                          Commenta


                          • Font Size
                            #14
                            Che Rossi avesse ancora qualche rancore per quell'anno mi pare cosa lecita, che Marquez rispondesse in maniera un pò così, non me lo aspettavo, anche se è un bel pezzo di m(come tutti i veri i campioni) pure lui.

                            Commenta


                            • Font Size
                              #15
                              Pheel Ma anche no. Potrei farti un lungo elenco di campioni non pezzi di M.

                              Comincio dal primo che ho amato nel '76 e emulavo con l'Aspes Yuma 125.

                              Barry Sheene


                              ​​​​​​​

                              Commenta

                              X
                              Sto operando...
                              X