Announcement

Collapse
No announcement yet.

2017 Aprilia RSV4 RR & RF

Collapse
X
Collapse
 
  • Filter
  • Time
  • Show
Clear All
new posts

  • 2017 Aprilia RSV4 RR & RF



    Aprilia RSV4 è la naturale evoluzione di un progetto innovativo, capace in pochi anni di dominare il Mondiale SBK, conquistando sette titoli iridati in sei anni e di vincere al debutto nel Superstock FIM Cup, campionato dedicato alle moto di strettissima derivazione di serie. Acclamata unanimemente dalla critica e desiderata dai motociclisti di ogni angolo del pianeta, RSV4 è da sempre l’indiscussa rappresentante del segmento, il punto di riferimento per sportività e prestazioni, il migliore esempio di quanto sia possibile realizzare attingendo dalla preziosa esperienza di un Reparto Corse vincente come quello di Aprilia che, nella sua giovane storia ha conquistato 54 titoli iridati. Competenze nate in pista e trasferite nel prodotto di serie, per regalare a tutti le stesse emozioni delle motociclette confezionate da Aprilia Racing.
    Inimitabile per lucidità progettuale e tecnologia applicata, Aprilia RSV4 è ideata attorno a un motore 4 cilindri V di 65° mai visto prima su una sportiva di serie e a un telaio erede di una dinastia che ha vinto 18 titoli e 143 gran premi nella 250 GP, esaltati dai più moderni sistemi elettronici applicati alla gestione del motore e della dinamica della moto. Un’autentica vocazione di Aprilia che ne ha fatto la prima casa ad adottare di serie l’acceleratore Ride-by-wire multimappa, ma soprattutto la prima a brevettare la piattaforma di controlli dinamici APRC, con le esclusive funzioni di auto-calibrazione e controllo dell'impennata, sistema che ora raggiunge nuovi livelli di efficacia al servizio della massima performance.
    L’obiettivo primario nella realizzazione della nuova RSV4 è il medesimo che distingue questo modello sin dalla sua nascita nel 2009: essere senza compromessi la migliore superbike, la più vicina per prestazioni ed efficacia alle attuali moto Aprilia dedicate alle corse. Grazie proprio alle esperienze acquisite nei campionati di velocità più selettivi, come WSBK e MotoGP, Aprilia è in grado di trasferire nel prodotto di serie tecnologie come il nuovo comando del gas full Ride-by-wire e il pacchetto di controlli dinamici APRC, ulteriormente evoluto.


    Oltre 1 secondo più veloce di prima

    L’obiettivo primario seguito durante lo sviluppo della nuova Aprilia RSV4 (in entrambe le versioni disponibili, RSV4 RR e RSV4 RF) è come sempre uno solo: essere la più veloce superbike del segmento. Per raggiungerlo, Aprilia ha attinto dalla migliore tecnologia di Aprilia Racing, affinando la già eccezionale RSV4 sotto molteplici punti di vista, come elettronica, sospensioni e freni. Grazie anche al lavoro svolto sul propulsore, ora conforme alla normativa Euro 4, senza aver perso nulla in termini di potenza e fruibilità, la nuova RSV4 è in media più veloce di oltre 1 secondo al giro rispetto alla versione precedente.


    Il nuovo APRC: da Aprilia, lo stato dell’arte dell’elettronica

    Aprilia RSV4 RR e RF rendono assoluto quello che era già massimo nelle versioni precedenti, grazie a un significativo miglioramento del suo già eccezionale pacchetto di controlli dinamici progettato e brevettato da Aprilia. L’APRC (Aprilia Performance Ride Control) è il noto pacchetto di sistemi di controllo direttamente derivato dalla tecnologia vincente nel campionato mondiale Superbike, il più completo tra quelli attualmente presenti sul mercato. Il progresso è stato possibile principalmente grazie al riposizionamento della piattaforma inerziale che ne governa il funzionamento, permettendo una migliore possibilità di rilevazione delle condizioni dinamiche della moto e quindi più efficaci strategie di controllo elettronico.
    La quarta evoluzione dell’APRC di Aprilia si integra al meglio con la fine gestione elettronica garantita dal nuovo comando del gas completamente integrato full Ride-by-Wire, che ha permesso l’eliminazione di ogni componente superfluo per la gestione elettronica delle farfalle, risparmiando così 590 grammi.


    L’APRC, di serie su Aprilia RSV4 RR e RF comprende:
    Nuovo ATC: Aprilia Traction Control, il controllo di trazione regolabile in corsa, senza chiudere il gas, su 8 livelli grazie al pratico joystick di comando, guadagna logiche d’intervento più performanti e affinate.
    Nuovo AWC: Aprilia Wheelie Control, il sistema di controllo di impennata, regolabile su 3 livelli, dispone di nuove strategie di funzionamento molto più precise, grazie al riposizionamento della piattaforma inerziale. Il controllo dell’impennata diventa ora regolabile in corsa senza chiudere il gas, come l’ATC, grazie al nuovo e più pratico blocchetto elettrico sinistro.
    Nuovo ALC: Aprilia Launch Control, il sistema di asservimento alla partenza per esclusivo uso pista, regolabile su 3 livelli, usufruisce di nuove strategie di funzionamento ancora più efficaci.
    Nuovo AQS: Aprilia Quick Shift, il cambio elettronico, per cambiate rapidissime senza chiudere il gas e senza usare la frizione, ora dotato anche di funzione downshift, che consente di scalare marcia senza premere la frizione. Esclusiva è la sua funzione di scalata a gas aperto.
    Nuovo APL: Aprilia Pit Limiter, il sistema che permette di selezionare e limitare la velocità massima consentita per procedere lungo le pit lane dei circuiti, o semplicemente rispettare con facilità i limiti di velocità consentiti su strada aperta al traffico.
    Nuovo ACC: Aprilia Cruise Control. La nuova gestione elettronica ha permesso di introdurre un evoluto sistema di cruise control, molto comodo durante i trasferimenti più lunghi, in quanto consente di mantenere la velocità impostata senza agire sul comando del gas.

    Oltre all’APRC di quarta generazione, RSV4 RR e RF adottano di serie l’evoluto Cornering ABS multimappa, sviluppato in collaborazione con Bosch per garantire non solo estrema sicurezza su strada, ma anche la migliore performance in circuito. Il sistema 9.1 MP, dal peso e dimensioni davvero contenute, è in grado di ottimizzare la frenata e l’intervento dell’ABS in curva, grazie ad un algoritmo specifico che tiene costantemente sotto controllo differenti parametri come l’accelerazione laterale, la pressione esercitata sulla leva del freno anteriore, l’angolo di piega, di beccheggio e di imbardata, modulando l’azione dei freni a garanzia del miglior rapporto tra decelerazione e stabilità. Il nuovo ABS lavora all’unisono con il sistema RLM (Rear Liftup Mitigation) di Aprilia, che limita il sollevamento della ruota posteriore nelle staccate più decise. Il Cornering ABS, messo a punto secondo le indicazioni specifiche di Aprilia, è regolabile su 3 livelli di intervento ed escludibile. Ognuna delle tre mappature del Cornering ABS può essere combinata con una qualsiasi delle tre nuove mappe del motore (Sport, Track, Race), permettendo a piloti di diversa esperienza e capacità di trovare la migliore combinazione possibile. Le tre mappe sono “full power” e differiscono per il modo di scaricare a terra i 201 CV di cui è capace il V4 Aprilia, oltre che per la percentuale di freno motore a ognuna di esse dedicata.

    Il totale rinnovamento della gestione elettronica di RSV4 è completato dalla nuova strumentazione TFT a colori, un vero computer digitale dalle eccezionali possibilità di visualizzazione. Alle due schermate selezionabili (Road e Race, entrambe con retroilluminazione notturna o diurna) corrispondono altrettanti indici rappresentati. Di serie per RSV4 RF (e in optional per RSV4 RR) è presente una nuova versione della V4-MP, la piattaforma multimediale di Aprilia che permette di collegare via bluetooth lo smartphone al veicolo, introducendo, per la prima volta, un vero sistema di taratura corner by corner dei settaggi elettronici, i cui dati sono successivamente scaricabili su laptop (o direttamente sullo smartphone) per l’analisi, come avviene nelle corse. La nuova V4-MP aggiunge un nuovo protocollo di connessione che riduce al minimo il consumo della batteria dello smartphone, oltre a offrire una serie maggiore di circuiti già mappati nei quali poter gestire curva per curve i settaggi elettronici e la possibilità di cronometraggio ed acquisizione da parte dell’utente di un nuovo circuito non compreso nella lista di quelli proposti da Aprilia. La V4-MP include anche il sistema di infotainment, introdotto per la prima volta da Aprilia sulle nuove RSV4, per la gestione dei comandi vocali e delle telefonate in entrata/uscita dal proprio smartphone. Anche tali attività vengono visualizzate e gestite dalla strumentazione digitale.


    Motore Euro 4, stesse eccezionali prestazioni

    Le caratteristiche principali e uniche di questo gioiello di tecnologia italiana, quelle che hanno permesso di realizzare la migliore superbike di sempre, rimangono inalterate. Si tratta del primo 4 cilindri a V stretto ad alte prestazioni di grande serie al mondo, il motore più rivoluzionario e potente mai costruito da Aprilia. Un motore reso unico e inconfondibile per via dell’impiego di un’elettronica “totale”, per la sua compattezza estrema e per la leggerezza. Gli interventi adottati in questa evoluzione del V4 italiano non hanno permesso soltanto di raggiungere gli obiettivi di omologazione Euro 4, ma anche di aumentare l’affidabilità e le prestazioni generali, senza perdere potenza e coppia massima (che rimangono attestati rispettivamente su valori quali 201 CV a 13.000 giri/min e 115 Nm a 10.500 giri/min) e nemmeno quell’inimitabile sound da sempre vera e propria colonna sonora offerta dai V4 Aprilia. Il propulsore guadagna un nuovo impianto di scarico con silenziatore dotato di doppia sonda Lambda e valvola integrata, mentre è nuova la centralina di controllo motore dalle superiori capacità di calcolo, in grado di gestire l’innalzamento del regime massimo di rotazione, ora di 300 giri/min. superiore. Adesso quindi il propulsore vanta una superiore capacità di allungo ed è anche per questa ragione che sono stati eliminati i cornetti di aspirazione ad assetto variabile, ritenuti non più necessari, scelta che ha contribuito a ridurre il peso degli organi di alimentazione di 500 grammi. Al fine di aumentare le prestazioni e l’affidabilità sono stati introdotti nuovi e più leggeri pistoni, dotati di inediti segmenti che riducono il fenomeno del blow-by. Inoltre è stato aggiunto un trattamento di honing alle teste di biella, riducendo ulteriormente gli attriti. Nuove sono anche le molle di richiamo delle valvole, a garanzia di affidabilità durante i carichi di lavoro più gravosi, mentre le valvole beneficiano di una fasatura ottimizzata, in grado di aumentare le prestazioni e l’affidabilità. Infine il cambio è ora provvisto di un sensore lineare che garantisce un funzionamento ineccepibile del gearshift.


    La ciclistica: nuovi freni e sospensioni

    Aprilia è riconosciuta come uno dei migliori costruttori di ciclistiche al mondo e RSV4 rappresenta la sintesi delle competenze tecniche acquisite da Aprilia nelle competizioni mondiali ai massimi livelli. Una particolarità tutt’oggi esclusiva di RSV4 RR e RF (e da sempre caratteristica delle precedenti generazioni di RSV4) è l’eccezionale possibilità di regolazioni che la ciclistica di serie è in grado di offrire. Aprilia RSV4 è infatti l’unica superbike che permette di regolare la posizione del motore nel telaio, l’inclinazione del cannotto di sterzo, la regolazione del pivot del forcellone e l’altezza del retrotreno, oltre che naturalmente le sospensioni nella totalità delle loro funzioni. Proprio come una vera moto da corsa.
    La versione RF di RSV4 guadagna nuove e più sofisticate sospensioni, finemente regolabili sia nell’idraulica che nel precarico della molla, più performanti e leggere di oltre 800 grammi rispetto alle precedenti: la forcella è una unità Öhlins NIX di ultima generazione così come lo è l’ammortizzatore TTX; quest’ultimo lavora per mezzo di un nuovo leveraggio progressivo che aumenta la velocità di reazione dell’ammortizzatore stesso. È presente anche l’ammortizzatore di sterzo regolabile, sempre fornito da Öhlins. Aprilia introduce sulle nuove RSV4 importanti novità nell’impianto frenante Brembo: l’anteriore conta su una coppia di nuovi dischi in acciaio dal diametro aumentato a 330 mm e spessore di 5 mm, su cui agiscono le pinze M50 monoblocco dotate di nuove pastiglie freno dal coefficiente di attrito superiore.


    Versioni e colori

    Aprilia RSV4 RR costituisce una piattaforma tecnica di assoluto livello, pronta per restituire al pilota prestazioni e sensazioni da “race replica”. RSV4 RR recepisce tutte le innovazioni elettroniche, di motore e di freni introdotte anche su RSV4 RF. Di serie dispone anche di particolari una volta esclusivi della sola versione Factory, come i carter esterni del motore, la coppa olio ed i coperchi testa in magnesio e l’ampia possibilità di regolazione della ciclistica. Aprilia RSV4 RR è proposta in due nuove accattivanti varianti cromatiche, entrambe opache, su base nera e grigia (grigio Bucine e nero Ascari) con cerchi rossi.
    Aprilia RSV4 RF è l’esclusiva versione che impiega di serie nuove sospensioni Öhlins e leggeri cerchi forgiati in alluminio. Si distingue per la grafica dedicata che mantiene il nome evocativo della precedente versione “Superpole”, ma presenta motivi grafici differenti.


    Ricca gamma accessori

    Aprilia ha studiato e sviluppato una nutrita gamma di accessori per la personalizzazione di RSV4 RR e RSV4 RF. Oggetti selezionati di elevata qualità, utili per renderle più performanti, più belle o più comode.
    Scarico slip-on: realizzato da Akrapovic, è dotato di silenziatore in carbonio ed è omologato per uso stradale.
    Scarico completo racing: gruppo di scarico completo di collettori, realizzato da Akrapovic. Il terminale è in carbonio.
    Ammortizzatore Öhlins TTX (di serie su RSV4 RF): la serie TTX è la più pregiata tra i prodotti offerti da Öhlins (testa e piede di attacco sono in alluminio ricavato dal pieno). Consente una completa e fine regolazione in tutte le sue funzioni smorzanti. Equipaggiabile con sensori lineari per installare la telemetria.
    Ammortizzatore di sterzo Öhlins (di serie su RSV4 RF): la sua fine regolazione nell’idraulica permette di avere un avantreno sempre saldo nelle accelerazioni più violente.
    Componenti in carbonio: fiancatine, parafanghi e paratacchi. Realizzati in fibra di carbonio opaco. Garantiscono un look sportivo e un minor peso complessivo.
    Tappi specchietti: in alluminio ricavato dal pieno, si applicano al posto degli specchietti, per l’uso della moto in pista.
    Coperchio portatarga: in acciaio tagliato al laser, si applica a seguito della rimozione del portatarga, per l’uso in pista della moto.
    Protezioni telaio: dallo stile inconfondibilmente racing, in nylon ricavato dal pieno, sono utili per prevenire danni al telaio in caso di scivolata.
    Pedane pilota racing: realizzate in alluminio ricavato dal pieno e regolabili in 9 posizioni, permettono la regolazione micrometrica dei comandi cambio e freno. Sono predisposte per alloggiare l’interruttore della luce stop posteriore e il cambio rovesciato.
    Semimanubri racing: in alluminio ricavato dal pieno, consentono una posizione di guida ancor più sportiva.
    Cambio rovesciato racing: elemento meccanico che rovescia la modalità di cambiata delle marce, per migliorare le performance in pista.
    Cerchi forgiati (di serie su RSV4 RF): realizzati in lega di alluminio con processo di forgiatura, offrono massima resistenza a fronte di un peso ridotto, essenziale per aumentare la maneggevolezza.
    Leve racing in alluminio: ricavate dal pieno, donano un look ancora più grintoso e riducono il peso del componente di serie.
    Borsa serbatoio: disponibile in due misure, è realizzata in tessuto tecnico con inserti effetto carbonio. Sono testate e approvate per resistere a olio, benzina, raggi UV e per non compromettere la stabilità anche a elevate velocità.
    Portatarga regolabile: realizzato in acciaio tagliato al laser. Comprende la luce targa a LED.
    Telo coprimoto: in lycra traspirante, è pensato per proteggere la moto dalla polvere.
    Kit V4-MP (di serie su RSV4 RF): il kit d’installazione della piattaforma multimediale dedicata ai modelli V4 Aprilia è formata dalla centralina bluetooth e dai cablaggi necessari per il montaggio.

  • #2
    si ma foto della nuova dashboard?
    Progetto Yamaha Fuzzer Cafè (20 vulve)

    Comment


    • #3
      2017 Aprilia RSV4 RR & RF scheda tecnica

      APRILIA RSV4 RR: Scheda Tecnica
      [tra parentesi i dati di RSV4 RF]

      Tipo motore Aprilia 4 cilindri a V longitudinale di 65°, 4 tempi, raffreddamento a liquido, distribuzione bialbero a camme (DOHC), quattro valvole per cilindro
      Carburante Benzina Senza Piombo
      Alesaggio e corsa 78 x 52.3 mm
      Cilindrata totale 999.6 cc
      Rapp. di compressione 13.6:1
      Potenza max all'albero 201 CV (148 kW) a 13.000 giri/min
      Coppia max all'albero 115 Nm a 10.500 giri/min
      Alimentazione Airbox con prese d’aria dinamiche frontali. 4 corpi farfallati Marelli da 48 mm con 8 iniettori e gestione Ride-by-wire di ultima generazione.
      Multimappa selezionabile dal pilota in marcia: T (Track), S (Sport), R (Race)
      Accensione Elettronica digitale Magneti Marelli integrata nel sistema di gestione motore, con una candela per cilindro, bobine tipo “stick-coil”
      Avviamento Elettrico
      Scarico Schema 4 in 2 in 1, due sonda lambda, mono silenziatore laterale con valvola parzializzatrice comandata dalla centralina gestione motore e catalizzatore trivalente integrato (Euro 4)
      Generatore Volano con magneti alle terre rare da 450 W
      Lubrificazione A carter umido con radiatore olio/aria, doppia pompa olio (lubrificazione e raffreddamento)
      Cambio Estraibile a 6 rapporti
      1°: 39/15 (2.600)
      2°: 33/16 (2,063)
      3°: 34/20 (1.700)
      4°: 31/21 (1.476)
      5°: 31/23 (1.348)
      6°: 34/27 (1.259)
      Comando cambio con sistema elettronico Aprilia Quick Shift (AQS)
      Frizione Multidisco in bagno d’olio con sistema antisaltellamento meccanico
      Trasmissione primaria A ingranaggi a denti dritti e parastrappi integrato, rapporto di trasmissione: 73/44 (1.659)
      Trasmissione secondaria A catena: Rapporto di trasmissione: 41/16 (2.562)
      Gestione della trazione Sistema APRC (Aprilia Performance Ride Control) che comprende controllo di trazione (ATC), controllo di impennata (AWC), controllo di partenza (ALC), cruise control (ACC), limitatore di velocità (APT), tutti settabili e disinseribili indipendentemente
      Telaio Telaio in alluminio a doppia trave con elementi fusi e stampati in lamiera
      Regolazioni previste:
      posizione e angolo cannotto di sterzo
      altezza motore
      altezza perno forcellone
      Ammortizzatore di sterzo Sachs non regolabile
      [Ammortizzatore di sterzo Öhlins regolabile]
      Sospensione anteriore Forcella Sachs steli 43 mm; [Forcella Öhlins NIX, con trattamento superficiale TIN]. Piedini in alluminio ricavato dal pieno per fissaggio pinze radiali. Regolabile in precarico molle, estensione e compressione idraulica. Escursione ruota 120 mm
      Sospensione posteriore Forcellone a doppia capriata in alluminio; tecnologia mista di fusione a basso spessore e lamiera.
      Monoammortizzatore Sachs regolabile in: idraulica in estensione e compressione, precarico della molla, lunghezza interasse [monoammortizzatore Öhlins TTX con piggy-back completamente regolabile in: precarico molla, lunghezza interasse, idraulica in compressione ed estensione]. Nuovo biellismo progressivo. Escursione ruota 130 mm.
      Freni Ant: Doppio disco diametro 330 mm flottante con pista frenante in acciaio inox alleggerito e flangia in alluminio con 6 nottolini. Pinze Brembo M50 monoblocco a fissaggio radiale a 4 pistoncini 30 mm contrapposti. Pastiglie sinterizzate. Pompa radiale e tubo freno in treccia metallica
      Post: Disco diametro 220 mm; pinza Brembo a 2 pistoncini isolati 32 mm. Pastiglie sinterizzate. Pompa con serbatoio integrato e tubo in treccia metallica

      ABS Bosch 9.1 MP con funzione cornering, regolabile su 3 mappe, dotato di strategia RLM (Rear wheel Lift-up Mitigation) e disinseribile.


      Cerchi Aprilia in lega d’alluminio a 3 razze sdoppiate [forgiati in lega d’alluminio, completamente lavorati, a 5 razze sdoppiate].
      Ant: 3.5”X17”
      Post: 6”X17”
      Pneumatici Radiali tubeless.
      ant: 120/70 ZR 17
      post: 200/55 ZR 17 (in alternativa 190/50 ZR 17; 190/55 ZR 17)
      Serbatoio 18,5 litri (4 di riserva)

      Comment


      • #4
        Cruise control....su una RSV4.....mi mi faccia il piacere!
        Progetto Yamaha Fuzzer Cafè (20 vulve)

        Comment


        • #5
          non trovo il cassonetto dove buttare la mia rf 2016 con questa moda della differenziata buttar ele cose obsolete! e' diventata dura!
          http://www.racingfactory.it/#!cremona20177
          se la gente e' ciecata la colpa non e' di Aprilia
          CIT: PROFETA
          "Io penso inoltre che il motore dell’Aprilia sia stato abbassato di troppi millimetri e questo rende la moto meno guidabile e performante" cit biaggi !
          http://www.racingfactory.it/#!cremona20177

          Comment


          • #6
            Originally posted by Pinzo™ View Post
            Cruise control....su una RSV4.....mi mi faccia il piacere!
            per come andiamo io e te al muggio potrebbe essere utile hahahahahahahah
            http://www.racingfactory.it/#!cremona20177
            se la gente e' ciecata la colpa non e' di Aprilia
            CIT: PROFETA
            "Io penso inoltre che il motore dell’Aprilia sia stato abbassato di troppi millimetri e questo rende la moto meno guidabile e performante" cit biaggi !
            http://www.racingfactory.it/#!cremona20177

            Comment


            • #7
              Se il tft è installabile sulla rf lo prendo subito... 😎😎😎😎

              Comment


              • #8
                si si, non siamo piloti, ma non andiamo proprio piano eh?

                pensa che anni fa mi chiama EMMEUNOERRE (ve lo ricordate) che gasato mi dice che aveva fatto 2.17 al Mugello con la sua F4.....
                Progetto Yamaha Fuzzer Cafè (20 vulve)

                Comment


                • #9
                  Originally posted by DaddePorfuera View Post
                  Se il tft è installabile sulla rf lo prendo subito... ��������

                  ma c'è la foto? :uhmmm:
                  Progetto Yamaha Fuzzer Cafè (20 vulve)

                  Comment


                  • #10
                    Originally posted by Pinzo™ View Post
                    Cruise control....su una RSV4.....mi mi faccia il piacere!
                    C'è gente che ci fa viaggi... pensa che sulla S1000RR FULL ci sono anche gli scaldamanopole....

                    Comment


                    • #11
                      Veramente una gran moto. Chapeau

                      Comment


                      • #12
                        In attesa delle foto della cartella stampa completa... metto questa.. che mi era stata passata già ieri ma ho preferito aspettare la fine dell'embargo..

                        Comment


                        • #13
                          Originally posted by mito22 View Post
                          C'è gente che ci fa viaggi... pensa che sulla S1000RR FULL ci sono anche gli scaldamanopole....

                          si, i crucchi forse...ma quelli son fuori come dei balconi, hanno delle fantastiche BMW per viaggiare, perchè scegliere una SBK non sò
                          Progetto Yamaha Fuzzer Cafè (20 vulve)

                          Comment


                          • #14
                            Esteticamente potevano darsi una sbattuta.... sinceramente... la moto è la stessa da 8 anni (visto che è modello 2017).....

                            Elettronica ma SOPRATTUTTO MOTORE.. tanto di cappello... 201 cv con EURO 4????Ommamma.... E se la sleghi? :1:

                            Comment


                            • #15
                              Originally posted by mito22 View Post
                              C'è gente che ci fa viaggi... pensa che sulla S1000RR FULL ci sono anche gli scaldamanopole....
                              Ma infatti non ho mica capito dove sta il problema[emoji52] ...si pagasse,poi...🤔

                              Inviato dal mio SM-N910F utilizzando Tapatalk
                              "il tanto caro SAG non si fa con il precarico del mono ma con un mono ad interasse variabile, farlo col precarico è un abominio tecnico. "
                              cerrrtooo

                              "Il discorso aggancio "parabrezza" al telaio o alla piastra di sterzo non ha molto senso: a cosa è attaccata la piastra di sterzo? al telaio... "

                              Capisco...in pratica sono saldati insieme:gaen:

                              "Per misurare e regolare direttamente la POTENZA serve un dispositivo chiamato "torsiometro"

                              ...quindi per misurare la coppia cosa serve,un POTENZOMETRO??

                              Chicche estratte da QDE,chiaro.

                              Comment

                              Working...
                              X