Announcement

Collapse
No announcement yet.

Announcement

Collapse
No announcement yet.

registrazione pasticche camme

Collapse
X
Collapse
 
  • Filter
  • Time
  • Show
Clear All
new posts

  • Font Size
    #1

    registrazione pasticche camme

    sto elaborando un cbr 600 rr 2003 dopo aver lavorato i condotti sto montando un albero a camme che mi ? stato riprofilato ad i quali hanno levato 3 decimi nella parte inferiore del bocciolo per cambiare alzata massimo con la registrazione delle pasticche ora il problema ? che non ho tutte le pasticche di registrazione adeguate o perlomeno non per aspirazione e scarico ma solamente per il secondo .ora la domanda ? se per lo scarico rispetto il gioco di 0.28 +-3 come mamma honda raccomanda e per l'aspirazione che dovrebbe avere un gioco di 0.20+-3 io lo riduco ad un 0.10 +-3 cosa succede ?
    oltre ad avre un lazata massima ancora maggiore sono a rischio di grippaggi
    la situazione non sarebbe problematica se non fossimo ad agosto e potessi ordinare le pasticche corretta ma ho fretta di montarlo e vorrei risparmiare qualcosina

  • Font Size
    #2
    Riducendo parecchio il gioco (si parla del 50% rispetto al campo di tolleranza normale, non ? poco) rischi seri problemi a caldo quando le dilatazioni sono elevate. Io non lo farei

    Comment


    • Font Size
      #3
      Se hai poco gioco bruci le valvole e poi non tengono più.

      Comment


      • Font Size
        #4
        per curiosit?, come ti sei comportato con i condotti?
        ma poi, non ? che puoi aumentare l'alzata ad orecchio
        non ? solo una questione di tolleranze ma anche di possibile contatto tra cielo dei pistoni e i funghi delle valvole, poi bisogna considerare che amunetando l'alzata aumenta anche il ritardo in chiusura che potrebbe dare problemi, potresti essere costretto a cambiare le molle ed utilizzare valvole cave al sodio o simili, magari conviene fare 2 conti, considerare il RC e il profilo dell'asse a camme
        Last edited by asso; 08-08-09, 23:53.

        Comment


        • Font Size
          #5
          rischi di bruciarle

          Comment


          • Font Size
            #6
            certi post lasciano perplessi...
            tu stai "elaborando" un motore ma non hai nemmeno le piu' elementari nozioni necessarie per sapere quello che stai facendo ?
            cosa c'entrano i grippaggi con la registrazione delle valvole ?
            cmq,se le fai a 0.10/0.13 non succedera' niente di grave,ma basta andare da chiunque abbia un lapidello e spianare il piattello di un decimo e sei di nuovo a posto.
            ha ragione Asso riguardo al rischio di interferenze fra pistone e valvola,ma di certo si dovra' parlare di millimetri,non di decimi.
            ha invece torto chi parla di rischio di bruciatura delle valvole.
            cio' avviene solo quando il gioco e' totalmente assente e la valvola e' detta volgarmente "PUNTATA".
            quando il motore si scalda i tuoi 0.10 diventeranno almeno 0.18/0.22...
            certo,anche il gioco ha la sua importanza nella fasatura della distribuzione,ma non mi pare che tu sia gia' arrivato fin li'...
            Last edited by newcomer; 09-08-09, 08:03.

            Comment


            • Font Size
              #7
              Originally posted by matte70 View Post
              Riducendo parecchio il gioco (si parla del 50% rispetto al campo di tolleranza normale, non ? poco) rischi seri problemi a caldo quando le dilatazioni sono elevate. Io non lo farei
              ma le sognate di notte,certe perle?
              per un post in piu',siete disposti a scrivere qualsiasi stupidaggine...boh..

              Comment


              • Font Size
                #8
                non ? sempre una questione di millimetri, dipende da tutta una serie di fattori dove si pu? contestualmente intervenire...
                se infatti oltre ad aumentare l'alzata delle valvole si va a anche a ricercare un RC maggiore, diciamo 13,5:1 (che gia obbliga ad utilizzare carburanti 100 ottani almeno), si cambiano i pistoni che magari hanno un cielo diverso, beh in questi casi potrebbe trattarsi di tolleranze di meno di un millimetro, senza considerare poi le dilatazioni termiche degli organi di serie che sono tutt'altro che contenute (per questo parlavo di eventuale sostituzione delle valvole).
                in effetti lavorare su una testata ? sicuramente la cosa pi? difficile, per non parlare dei condotti dove c'? di solito la necessita di un vero e proprio studio fluidodinamico, tante volte anche se potrebbe sembrare assurdo c'? la necessit? di un riporto di materiale invece che dell'asportazione...
                per questo sono curioso anche di sapere il tipo di lavoro fatto, si sa mai c'? sempre qualcosa da imparare

                Comment


                • Font Size
                  #9
                  ha invece torto chi parla di rischio di bruciatura delle valvole.
                  cio' avviene solo quando il gioco e' totalmente assente e la valvola e' detta volgarmente "PUNTATA".
                  quando il motore si scalda i tuoi 0.10 diventeranno almeno 0.18/0.22...






                  Quando un motore si scalda tutti i componenti si dilatano comprese le valvole che per effetto della loro forma si allungano, di fatto riducendo lo spazio presente tra valvola stessa e punteria di comando, perci? il gioco si regola a freddo e tale gioco con la temperatura si riduce. Partendo da un gioco ridotto si pu? arrivare ad avere le valvole puntate a caldo con conseguente bruciatura delle sedi di tenuta

                  Comment


                  • Font Size
                    #10
                    Originally posted by ing68 View Post
                    ha invece torto chi parla di rischio di bruciatura delle valvole.
                    cio' avviene solo quando il gioco e' totalmente assente e la valvola e' detta volgarmente "PUNTATA".
                    quando il motore si scalda i tuoi 0.10 diventeranno almeno 0.18/0.22...






                    Quando un motore si scalda tutti i componenti si dilatano comprese le valvole che per effetto della loro forma si allungano, di fatto riducendo lo spazio presente tra valvola stessa e punteria di comando, perci? il gioco si regola a freddo e tale gioco con la temperatura si riduce. Partendo da un gioco ridotto si pu? arrivare ad avere le valvole puntate a caldo con conseguente bruciatura delle sedi di tenuta
                    tutto corretto

                    Comment


                    • Font Size
                      #11
                      Originally posted by ing68 View Post
                      ha invece torto chi parla di rischio di bruciatura delle valvole.
                      cio' avviene solo quando il gioco e' totalmente assente e la valvola e' detta volgarmente "PUNTATA".
                      quando il motore si scalda i tuoi 0.10 diventeranno almeno 0.18/0.22...






                      Quando un motore si scalda tutti i componenti si dilatano comprese le valvole che per effetto della loro forma si allungano, di fatto riducendo lo spazio presente tra valvola stessa e punteria di comando, perci? il gioco si regola a freddo e tale gioco con la temperatura si riduce. Partendo da un gioco ridotto si pu? arrivare ad avere le valvole puntate a caldo con conseguente bruciatura delle sedi di tenuta
                      sara',io non sono un ingegnere,ma non si e' mai visto un motore con il gioco valvole che si riduce da caldo. altrimenti perche' mai i costruttori prescriverebbero di misurarlo rigorosamente a motore freddo ?
                      sia mai che,fra tutti i componenti che dilatano,oltre alle valvole ci sia anche l'alluminio della testa stessa?

                      Comment


                      • Font Size
                        #12
                        Originally posted by newcomer View Post
                        sara',io non sono un ingegnere,ma non si e' mai visto un motore con il gioco valvole che si riduce da caldo. altrimenti perche' mai i costruttori prescriverebbero di misurarlo rigorosamente a motore freddo ?
                        sia mai che,fra tutti i componenti che dilatano,oltre alle valvole ci sia anche l'alluminio della testa stessa?
                        scusa ragioniamo insieme, se non ci fossero dilatazioni per quale motivo bisognerebbe valutare dei giuochi tra l'albero a camme e le valvole? e perch? prevedere dei maggiori spazi tra le valvole di scarico e quelle di aspirazione?
                        le valvole sono a diretto contatto con il fronte di fiamma e raggiungono temperatura molto elevate (quelle di scarico si scaldano e quindi dilatano di pi?, per questo necessitano di giuochi maggiori), inoltre il coefficiente di dilatazione dell'alluminio ? diverso rispetto all'acciaio di cui sono composte le valvole, senza considerare la superficie esposta e la capacit? di smaltimento termico dei due elementi.
                        La testata ? praticamente a bagno nel liquido di refrigerazione, le valvole invece per lunga parte non sono raffreddate.

                        Comment


                        • Font Size
                          #13
                          Originally posted by newcomer View Post
                          sara',io non sono un ingegnere,ma non si e' mai visto un motore con il gioco valvole che si riduce da caldo. altrimenti perche' mai i costruttori prescriverebbero di misurarlo rigorosamente a motore freddo ?
                          sia mai che,fra tutti i componenti che dilatano,oltre alle valvole ci sia anche l'alluminio della testa stessa?



                          Forse hai delle nozioni.......per sentito dire............mentre altri essendo meccanici ci lavorano con queste realt? e se facessero i motori come dici t? durerebbero circa un giorno..........mentre i motori fatti da Asso o da me, tanto per non far nomi girano da tempo ed anche bene, ma forse siamo solo fortunati

                          Comment


                          • Font Size
                            #14
                            Originally posted by newcomer View Post
                            sara',io non sono un ingegnere,ma non si e' mai visto un motore con il gioco valvole che si riduce da caldo. altrimenti perche' mai i costruttori prescriverebbero di misurarlo rigorosamente a motore freddo ?
                            sia mai che,fra tutti i componenti che dilatano,oltre alle valvole ci sia anche l'alluminio della testa stessa?
                            e da quando ti interessi di 4 Tempi ?

                            io sono come S.Tommaso, il gioco valvola l'ho controllato sia a freddo che a caldo

                            .....e ho capito per quale motivo i costruttori prescrivono di controllarlo a freddo: a caldo ti ustioni le mani

                            Comment


                            • Font Size
                              #15
                              Originally posted by ing68 View Post
                              Forse hai delle nozioni.......per sentito dire............mentre altri essendo meccanici ci lavorano con queste realt? e se facessero i motori come dici t? durerebbero circa un giorno..........mentre i motori fatti da Asso o da me, tanto per non far nomi girano da tempo ed anche bene, ma forse siamo solo fortunati
                              come dire: "..noi si che la sappiamo lunga,i nostri motori vincono fior di mondiali,mica come te che leggi gli articoli di Clarke su motosprint e ti credi un meccanico..."
                              una affermazione talmente stupida meriterebbe una risposta altrettanto stupida,per cui meglio soprassedere...

                              Comment

                              X
                              Working...
                              X