Announcement

Collapse
No announcement yet.

Announcement

Collapse
No announcement yet.

Produttori auto europei: "Un errore lo stop ai motori a benzina e diesel nel 2035"

Collapse
X
Collapse
 
  • Filter
  • Time
  • Show
Clear All
new posts

  • Font Size
    #1

    Produttori auto europei: "Un errore lo stop ai motori a benzina e diesel nel 2035"


    La principale associazione europea dei produttori di automobili considera "irrazionale" lo stop ai motori a benzina e diesel nel 2035 come proposto nel nuovo pacchetto clima europeo. I produttori affermano di sostenere "tutti gli sforzi per rendere l'Europa a emissioni zero entro il 2050, come previsto dalla proposta di legge sul clima", ma "vietare una singola tecnologia non è una via razionale da perseguire in questo momento".


    L'associazione fa presente alla commissione Ue che sta commettendo un vero e proprio "errore" cercando di "eliminare le auto a benzina e diesel" dalla circolazione "entro il 2035". La novità per gli automobilisti riguarda infatti il settore del trasporto privato, dove ci sarà una vera rivoluzione. Tutte le nuove auto immatricolate a partire dal 2035 dovranno essere a emissioni zero, questo significa addio a benzina e diesel e un fortissimo impulso all'elettrico e allo sviluppo di nuove tecnologie. Il regolamento Ue richiederà agli Stati membri di aumentare le capacità di ricarica in linea con le vendite di auto a emissioni zero e di installare punti di ricarica e rifornimento intervalli regolari sulle principali autostrade: ogni 60 chilometri per la ricarica elettrica e ogni 150 chilometri per il rifornimento di idrogeno.


    La lotta al cambiamento climatico della Ue - Su questo von der Leyen ha detto che ci sono gia' una dozzina di produttori di auto disposti a cambiare la loro politica per raggiungere gli obiettivi. Il provvedimento è uno di quelli che segnano il mandato della Commissione von der Leyen. La presentazione del pacchetto per la neutralità climatica da parte della Commissione Ue era segnata da tempo sul calendario degli appuntamenti di Bruxelles. Fit for 55 è il nome dato alla serie di proposte che, una volta approvate, cambieranno in modo consistente la politica ambientale europea e forse, l'idea e' quella di fare da apripista a livello globale. Con importanti ricadute nella vita dei cittadini e nella gestione di ampi settori industriali. L'obiettivo ultimo e' rendere l'Europa il primo continente neutrale dal punto di vista climatico entro il 2050.


    Anfia: "Sconcertati, non si tiene conto dell'impatto" - Anfia (Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica) esprime "sconcerto e forte
    preoccupazione per la proposta, prevista nel pacchetto Fit for 55, di inasprire i target di riduzione delle emissioni di CO2 previsti dalla regolamentazione vigente. "Pur consapevoli dell'importante ruolo che l'industria automotive può giocare nel raggiungimento degli obiettivi di decarbonizzazione del Green Deal europeo - scrive in una nota l'associazione - riteniamo che lo sforzo richiesto dall'attuale proposta non tenga in debito conto degli impatti industriali, economici e sociali di scelte così ambiziose e categoriche".
    da tgcom24


  • Font Size
    #2
    Mah.
    ce sarà sicuramente sotto qualche impiccio grosso.

    Comment


    • Font Size
      #3


      Comment


      • Font Size
        #4
        Più che altro, vorrei vedere come faranno in 14 anni a mettere giù una rete di ricariche elettriche per soddisfare il fabbisogno di tutta italia, o europa... è impossibile coprire l'intera popolazione o l'intero territorio..in tante zone d'Italia a malapena arriva la luce..

        ​​​​​

        Comment


        • Font Size
          #5
          Per avere tutta la corrente che serve per i prossimi anni l’unica soluzione è andare massicciamente di centrali nucleari, finalmente potremo estinguerci con un grande CABUMMMM

          Ciao

          Ps. Siamo una massa di coglioni

          Comment


          • Font Size
            #6
            Originally posted by Andy96 View Post
            Ah segui menti illuminate?

            Comment


            • Font Size
              #7
              Originally posted by ACE65 View Post
              Per avere tutta la corrente che serve per i prossimi anni l’unica soluzione è andare massicciamente di centrali nucleari, finalmente potremo estinguerci con un grande CABUMMMM

              Ciao

              Ps. Siamo una massa di coglioni
              Ma va... non capiamo un *****.. bisognava andare ad idrogeno...

              Guardate 'sta roba....... per non emettere co2.. che succede.. e poi ci saranno anche smaltimento e altre cose...


              Comment


              • Font Size
                #8
                avete visto la pubblicità delle BMW iX e i4 in tv? appare la scritta "there's no planet B"
                certo, sarà tutto molto più sostenibile
                Last edited by LoreXS; 20-07-21, 16:23.

                Comment


                • Font Size
                  #9
                  Già solo l'idea di riuscire a dotare di un contatore da 15 kw ogni abitazione da qui al 2035 è utopia pura. Quando devo chiedere 100 kw per un'azienda in piena zona industriale ci vogliono mesi prima di avere l'allaccio...

                  Comment


                  • Font Size
                    #10
                    Premesso che trovo stupida la cosa di bannare
                    Originally posted by AG_KTM View Post
                    Già solo l'idea di riuscire a dotare di un contatore da 15 kw ogni abitazione da qui al 2035 è utopia pura.
                    Dove hai letto sta scemenza?
                    Devono solo creare una rete capillare Fast/HPC pari a quello dei distributori, avere la possibilità di ricaricare sui posti di lavoro, supermercato, casa, parcheggi è un di più.
                    In Italia la media di km è di ~11000, cioè 30 km al giorno e per la maggior parte sono km in città dove una EV eccelle.
                    Per esempio a una 500e per fare 30 km in città le servono in media ~5 kWh(media anno tutte le stagioni) il che significa –1800 kWh.
                    Se ricarichi 30kWh alla volta significa ~60 fermate, cioè poco più di una volta a settimana.
                    30kWh su una fast ci vogliono ~35 minuti, su una HPC meno di 20.
                    Il problema semmai è dover cambiare le proprie abitudini per i lunghi viaggi.

                    Comment


                    • Font Size
                      #11
                      Mi spiegate, voi illuminati, su case popolari di decine di piani, con almeno due auto a famiglia, come si pensa di poter ricaricare tutte queste auto... Conosco persone che non hanno nemmeno il garage, come si può pensare, in una 15cina di anni, di convertire l'intero parco auto circolante in Europa, a trazione elettrica Milano è andata in blackout durante quella settimana di caldo anomalo, riuscirà a fornire energia elettrica a tutte le auto, impianti di climatizzazione ecc.?! Poi mi fan sorridere le statistiche... Un'elettrica avrà un consumo X teorico, ma qual è il consumo Y nel reale, traffico, ingorghi, condizionatore acceso, stile di guida. Se anche riuscissero a portare a 15min una ricarica completa, vi immaginate in pieno esodo estivo le code in autostrada Tutto questo attuato in 15 anni?|

                      Poi si parla tanto di riscaldamento globale, ma produrre elettricità non genera calore, l'effetto Joule me lo ricordo solo io... Un'elettrica ha comunque parti in acciaio, plastica, pneumatici, freni che si usurano, sta storiella mi sa tanto di puttaxata, un pò come avvenne 20 anni fa con i Diesel turbo...:"Wow che bomba, vanno quasi come i benzina e consumano meno" e oggi sono il male del Mondo...

                      Comment


                      • Font Size
                        #12
                        Originally posted by desmodannato View Post
                        Mi spiegate, voi illuminati, su case popolari di decine di piani, con almeno due auto a famiglia, come si pensa di poter ricaricare tutte queste auto... Conosco persone che non hanno nemmeno il garage, come si può pensare, in una 15cina di anni, di convertire l'intero parco auto circolante in Europa, a trazione elettrica
                        Ma dove le leggete ste scemenze, stanno bannando nuove auto ICE dal 2035 ma nessuno si sogna di pensare di convertire l'intero parco in 15 anni.

                        Milano è andata in blackout durante quella settimana di caldo anomalo, riuscirà a fornire energia elettrica a tutte le auto, impianti di climatizzazione ecc.?!
                        Per assurdo l'auto BEV può aiutare con il V2G, Stellantis è già partita con un sistema pilota con Engie e BTW nelle stazioni si possono usare batterie per diminuire il carico, batterie che possono essere anche quelle oramai non più idonee per l'auto.

                        Poi mi fan sorridere le statistiche... Un'elettrica avrà un consumo X teorico, ma qual è il consumo Y nel reale, traffico, ingorghi, condizionatore acceso, stile di guida.
                        Io metto dati reali, la state facendo molto più difficile di quello che è.
                        Se non sei ai poli con temp di decine di gradi sotto zero il consumo medio, dati medi reali, di una Model 3 Sr+ in un anno(quindi freddo/caldo) con 20/30% dei km fatti in autostrada con una guida normale e rispettando i limiti( max 5/6kmh in più) è di circa 17kWh/100km
                        Tra pompe di calore e condizionatori che oramai sono diventati veramente efficienti il consumo può essere anche meno di 1kW

                        Se anche riuscissero a portare a 15min una ricarica completa, vi immaginate in pieno esodo estivo le code in autostrada Tutto questo attuato in 15 anni?|
                        Tutto questo in 15 anni considerando però che nel 2030 l'intenzione è di vendere il 70% di BEV
                        Tra Stellantis, VW( con enelx), ASPI ci saranno circa 2000 stazioni(fast/HPC) nel 2025, nel 2035 ne servono come minimo 15000.
                        ASPI installerà entro il 2025 una stazione ogni 50km
                        Poi si parla tanto di riscaldamento globale, ma produrre elettricità non genera calore, l'effetto Joule me lo ricordo solo io...
                        XD, non so green ma il problema è l'effetto serra dei gas.
                        Il cambio radicale che vogliono fare passa anche dal generare elettricità dal rinnovabile.


                        Un'elettrica ha comunque parti in acciaio, plastica, pneumatici, freni che si usurano, sta storiella mi sa tanto di puttaxata, un pò come avvenne 20 anni fa con i Diesel turbo...:"Wow che bomba, vanno quasi come i benzina e consumano meno" e oggi sono il male del Mondo...
                        Un'elettrica da studi seri e non sovvenzionati dalle oli company ha un pareggio della CO2 generata su tutto il ciclo( nel peggiore dei casi) di ~50k km.
                        Una batterie che è quella con la quota CO2 maggiore ha la possibilità di essere utilizzata per più di 20 anni.
                        Ci si aspetta 12/15 anni di utilizzo nell'auto, almeno 10 anni come seconda vita.

                        Comment


                        • Font Size
                          #13
                          Perché il carburante lo finiranno con i viaggi spaziali aperti ai privati !

                          Comment


                          • Font Size
                            #14
                            Originally posted by Dianutte88 View Post
                            Perché il carburante lo finiranno con i viaggi spaziali aperti ai privati !
                            scherzi a parte manco questo può essere vero visto che almeno il "razzopene" di Mr Amazon usa H e O

                            Comment


                            • Font Size
                              #15
                              Originally posted by Carlito27 View Post
                              Ma dove le leggete ste scemenze, stanno bannando nuove auto ICE dal 2035 ma nessuno si sogna di pensare di convertire l'intero parco in 15 anni.

                              Per assurdo l'auto BEV può aiutare con il V2G, Stellantis è già partita con un sistema pilota con Engie e BTW nelle stazioni si possono usare batterie per diminuire il carico, batterie che possono essere anche quelle oramai non più idonee per l'auto.

                              Io metto dati reali, la state facendo molto più difficile di quello che è.
                              Se non sei ai poli con temp di decine di gradi sotto zero il consumo medio, dati medi reali, di una Model 3 Sr+ in un anno(quindi freddo/caldo) con 20/30% dei km fatti in autostrada con una guida normale e rispettando i limiti( max 5/6kmh in più) è di circa 17kWh/100km
                              Tra pompe di calore e condizionatori che oramai sono diventati veramente efficienti il consumo può essere anche meno di 1kW

                              Tutto questo in 15 anni considerando però che nel 2030 l'intenzione è di vendere il 70% di BEV
                              Tra Stellantis, VW( con enelx), ASPI ci saranno circa 2000 stazioni(fast/HPC) nel 2025, nel 2035 ne servono come minimo 15000.
                              ASPI installerà entro il 2025 una stazione ogni 50km

                              XD, non so green ma il problema è l'effetto serra dei gas.
                              Il cambio radicale che vogliono fare passa anche dal generare elettricità dal rinnovabile.



                              Un'elettrica da studi seri e non sovvenzionati dalle oli company ha un pareggio della CO2 generata su tutto il ciclo( nel peggiore dei casi) di ~50k km.
                              Una batterie che è quella con la quota CO2 maggiore ha la possibilità di essere utilizzata per più di 20 anni.
                              Ci si aspetta 12/15 anni di utilizzo nell'auto, almeno 10 anni come seconda vita.
                              Abbiamo un nuovo espertone vedo...e sentiamo, dove produciamo l'energia elettrica per ricaricare un parco auto di 20 milioni di autovetture???

                              Dici che non serve una rete capillare, basta adeguare i distributori...posso anche essere d'accordo ma come la mettiamo con i tempi? Se devo andare in ufficio e devo fare gasolio, mi fermo per strada, perdo si e no 5 minuti, e riparto...secondo la tua teoria invece dovrei partire di casa ALMENO mezzora prima e, cmq, sperare di non trovare già le postazioni occupate. Non tutti i posti di lavoro hanno la possibilità di farti ricaricare, la stragrande maggioranza non ha nemmeno il parcheggio! Inoltre con questa idea GENIALE va a ramengo anche il sistema V2G visto che se non ho la rete di ricarica a casa non può esistere.

                              Ora ti faccio un altro calcolo, mettiamo che la media delle batterie auto EV sia di 50kWh, moltiplica questo dato per 20 MILIONI e vedi quanta energia serve...altro che eolico o solare!!! Non basterebbe il Tesserac!!!

                              Che si debba dare una spinta all'elettrico è sacrosanto, specie dove è possibile ricaricare a casa e sfruttare al massimo questo tipo di tecnologia, eliminare il parco auto a propulsione termica è una sonora minchiata!
                              Sposti l'inquinamento da un punto all'altro dimenticando che, nelle città, nonostante si brutto dirlo, ci siamo solo noi "parassiti" mentre fuori dai centri urbani c'è il verde, che è il nostro polmone...se rendiamo migliore l'aria delle città andando a rovinare i polmoni, non ci sarà davvero più niente da salvare!

                              Comment

                              X
                              Working...
                              X