Announcement

Collapse
No announcement yet.

Corona Virus BEI CAZZI capitolo VI

Collapse
X
Collapse
 
  • Filter
  • Time
  • Show
Clear All
new posts

  • #16

    L'idrossiclorochina e la clorochina, i farmaci antimalarici in fase di sperimentazione contro il coronavirus, sembrano collegati a un maggior rischio di morte tra i pazienti ricoverati in ospedale per il Covid e con problemi al cuore. Tali medicinali, che Donald Trump sta assumendo come profilassi anti-virus, non sembrano inoltre produrre benefici sui pazienti. E' quanto rivela uno studio pubblicato sulla rivista Lancet.


    Sotto osservazioni 15mila pazienti di tutto il mondo - Secondo i ricercatori dell'università Sorbona di Parigi, che hanno realizzato la ricerca, non si segnalerebbero effetti benefici sia se i farmaci vengono assunti da soli sia se associati a un antibiotico. Lo studio ha messo sotto osservazione i dati di 15mila persone trattate con gli antimalarici e con uno dei due antibiotici che a volte gli sono stati abbinati. I malati erano ricovarti in 671 ospedali in diversi Paesi.

    Terapia a rischio in qualsiasi combinazione di farmaci - In qualsiasi combinazione dei quattro farmaci, la terapia è risultata associata a un maggior rischio di morte rispetto a quello osservato in 81mila pazienti a cui questi farmaci non sono stati somministrati. Il maggior rischio è stato osservato nel gruppo trattato con idrossiclorochina e un antibiotico, dove l'8% dei pazienti ha sviluppato aritmia cardiaca, rispetto allo 0,3% del gruppo di controllo.

    Comment


    • #17
      Originally posted by ace View Post
      si INVENTAMO i numeri a seconda di quello che vogliono portare a casa... adesso hanno visto che la lombardia corre il rischio di essere l'unica regione a non uscire da se stessa...e stanno mettendo giù delle statistche per fare che ciò non avvenga...

      è una buffonata colossale.
      Vabè ma fontana ha la coscienza a posto eh....

      Boh......

      Comment


      • #18
        Originally posted by ace View Post

        è molto più subdolo...invece che a quelli sospetti di avere contratto il virus hanno incominciato a fare i tamponi a quelli che molto probabilmente non ce l'hanno, così a fronte di migliaia di tampini sprecati le statistiche si abbassano.
        Ah vedi..... come essere sbirri e fermare solo i vecchietti e le ragazze e lasciar andare via i furgoni carichi di roba targati lituania o le audi rs6 nere targate romania....


        Cioè... è come..... FAN PROPRIO COSi'

        Comment


        • #19
          Originally posted by Mr.Molla View Post

          Evvai ... i Vaccini ABBASSANO LE DIFESE IMMUNITARIE...
          e proprio in questo periodo vogliono farceli fare, per un influenza qualsiasi... così se torna il Covid saranno INUTILI

          BG e BS le due provincie col maggior numero di Vaccini antinfluenzali in Italia (inverno 19-20j
          Ma non hanno capito neh, continuano imperterriti a parlare di Vaccini

          Poi mi chiedo, questo Virus muta in continuazione... espettare il 2021 per un Vaccino al Covid19 che sarà mutato in Covid20 e magari in Covid21 ... ma per sul serio credete sia intelligente ?
          Credete neh, perché Pensate no, altrimenti sapreste la risposta

          E ... non dimentichiamoci che so tutte minkyate arrivate da OMS, il Vero Male sono loro ... molto più del Covid
          Eh adesso han paura che scoppi anche la malattia di kawasaki..

          Comment


          • #20
            Originally posted by ace View Post

            è molto più subdolo...invece che a quelli sospetti di avere contratto il virus hanno incominciato a fare i tamponi a quelli che molto probabilmente non ce l'hanno, così a fronte di migliaia di tampini sprecati le statistiche si abbassano.
            Ah vedi lo dice anche GALLERA adesso.. eggerto.. MIRACOLO LOMBARDO!

            QUINDI la Lombardia deve anche aprire prima eh



            22 mag 18:15

            Gallera: "Il nostro Rt è più basso di altre regioni"

            L'indice Rt della Lombardia, passato da 0,62 a 0,51, è un dato "più basso di quello di altre regioni come Veneto (0,56), Abruzzo (0,89), Lazio (0,71), Toscana (0,59)". Lo ha detto l'assessore al Welfare della Lombardia Giulio Gallera in diretta Facebbok. L'istituto superiore "ha sottolineato l'efficacia messa in campo dalla Regione Lombardia".



            Comment


            • #21
              Originally posted by mito22 View Post
              A più di due mesi dall'inizio dell'emergenza coronavirus, spuntano le prime foto di Donald Trump con la mascherina. In un video pubblicato da Sky News, si vede il presidente Usa indossare il dispositivo di sicurezza durante la visita in una fabbrica della Ford in Michigan. Ai giornalisti si è però mostrato senza, spiegando: "Non è necessaria, prima ne indossavo una, ma non volevo darvi la soddisfazione di vedermi".




              Trump, che è stato sempre contrario all'uso delle mascherine, è stato costretto ad indossarla perché nell'impianto Ford di Ypsilanti era obbligatorio farlo. Qualcuno però lo ha fotografato e ha poi fatto circolare l'immagine ai diversi media.

              Nuova tegola sul "modello" Trump, idrossiclorochina pericolosa? - Ma oltre alla mascherina, il presidente Trump ha portato avanti un altro cavallo di battaglia nella lotta al Covid-19 ed è quello dell'idrossiclorochina. Trump ha dichiarato di assumere il farmaco, che è un antimalarico, come profilassi contro il coronavirus. Recenti studi scientifici francesi pubblicati sulla rivista Lancet hanno messo in dubbio questa tesi e anzi hanno dichiarato che tale farmaco aumenta il rischio di mortalità.
              Vogliono farlo fuori, e gli sconsigliano l'hcq?

              Comment


              • #22
                Io vedo che sono nel posto più figo del mio paesino

                giardino esterno , tavoli distanziati solo su prenotazione

                servizio al tavolo mascherinati con tanto di igenizzante

                tutto prenotato dalle 18 alle 22

                ed vi dirò, è pure meglio di prima

                idem credo sarà al mare appena ci vado: niente file tutto solo su prenotazione, spazi larghi e pochi dementi a urtarti

                perchè no
                no delta martini...no party


                Il problema dell umanità è che gli stupidi son pieni di certezze, mentre le veri menti son piene di dubbi (cit)

                Comment


                • #23
                  Il consigliere e braccio destro del premier britannico Boris Johnson, Dominic Cummings, è stato ascoltato dalla polizia per violazione del lockdown. Infatti è stato visto a Durham dalla famiglia, a centinaia di chilometri dalla sua casa di Londra, nonostante fosse in auto-isolamento per sintomi di coronavirus. Secondo il Guardian, Cummings si trovava a Durham il 5 aprile, poco più di una settimana dopo il suo auto-isolamento.

                  Comment


                  • #24

                    22 mag 19:35

                    Coronavirus, 73 casi in più nella grande Milano e 35 in città

                    Nella Città metropolitana di Milano i casi di covid-19 registrati dell'inizio dell'epidemia sono 22.528, con un aumento di 73 unità rispetto a ieri (quando i casi erano 83). Lo comunica la Regione Lombardia. A Milano città i positivi sono a 9.525 (+35 contro +38 di 48 ore fa). Tra le citta' piu' colpite, Bergamo con 12.732 positivi (+51 contro +48 di ieri) e Brescia a 14.345 (+19 contro +77 di ieri).


                    Comment


                    • #25

                      22 mag 19:37

                      Oms: il Sud America nuovo epicentro della pandemia

                      L'America del Sud è "un nuovo epicentro" della pandemia di coronavirus, con una situazione particolarmente allarmante in Brasile. Lo sottolinea l'Organizzazione mondiale della Sanità. "Vediamo il numero dei casi aumentare in molti Paesi sudamericani - ha detto il responsabile Oms per le emergenze, Michael Ryan -.C'è preoccupazione per diversi di quei Paesi ma chiaramente il più toccato è il Brasile".


                      Comment


                      • #26

                        22 mag 19:44

                        La Francia contro la Gran Bretagna: "Misure di reciprocità sulla quarantena"

                        La Francia "deplora" la decisione sulla quarantena di 14 giorni adottata dalla Gran Bretagna nei confronti dei viaggiatori provenienti dall'estero e si "tiene pronta" ad adottare "misure di reciprocità" non appena il dispositivo britannico entrerà in vigore. Lo afferma il ministro dell'Interno di Parigi all'agenzia France Presse.


                        Comment


                        • #27

                          22 mag 19:50

                          Toti: "Covid presente in Liguria prima di Codogno"

                          La presenza del Covid-19 in Liguria risale a molto tempo prima della comparsa a Codogno. Lo ha detto il governatore ligure Giovanni Toti nel consueto punto stampa sull'andamento dell'epidemia in Liguria facendo riferimento ai risultati preliminari di tre studi che hanno evidenziato come il coronavirus fosse in circolazione ben prima delle date già note sul "paziente zero" di Codogno.


                          Comment


                          • #28

                            22 mag 20:10

                            Fonti del ministero della Salute: infondata riapertura tra Regioni con pari contagio

                            Le decisioni sulle aperture dei confini tra Regioni verranno prese sulla base dei dati epidemiologici di fine mese, che daranno un primo report sulla fase che si è aperta dal 18 maggio. Perciò sono infondate le indiscrezioni sulla possibilità di permettere lo spostamento solo tra Regioni con pari livello di contagio. Lo spiegano fonti del ministero della Salute.


                            Comment


                            • #29
                              Rt sotto 1 in tutte le Regioni. 130 vittime nelle ultime 24 ore



                              ( ANSA) Sono 130 le vittime del coronavirus nelle ultime 24 ore in Italia. In totale i morti salgono così a 32.616. Giovedì l'aumento era stato di 156 vittime. Il dato è stato reso noto dalla Protezione Civile. Sono 59.322 i malati di coronavirus in Italia, 1.638 meno di giovedì, quando il calo era stato di 1.792. Sono 228.658 i contagiati totali, 652 più di ieri. Di questi, 86.384 sono in Lombardia, che ne fa registrare 293 più di ieri. Il dato comprende attualmente positivi, vittime e guariti. Ieri l'incremento nazionale era stato di 642.
                              Sono 595 i pazienti ricoverati in terapia intensiva, 45 meno di ieri. Di questi, 207 sono in Lombardia, 19 meno di ieri. I malati ricoverati con sintomi sono invece 8.957, con un calo di 312 rispetto a ieri, mentre quelli in isolamento domiciliare sono 49.770, con un calo di 1.281 rispetto a ieri. Sono saliti a 136.720 i guariti e i dimessi per il coronavirus in Italia, con un incremento rispetto a ieri di 2.160. Giovedì l'aumento era stato di 2.278.

                              Fontana: 'Sceso rischio Lombardia, da moderato a basso'

                              Le decisioni sulle aperture dei confini tra Regioni verranno prese sulla base dei dati epidemiologici di fine mese, che daranno un primo report sulla fase che si è aperta dal 18 maggio. Perciò sono infondate le indiscrezioni sulla possibilità di permettere lo spostamento solo tra Regioni con pari livello di contagio. Lo spiegano fonti del ministero della Salute.

                              Con 19028 tamponi eseguiti in Lombardia, in un giorno ci sono stati 293 nuovi positivi al Coronavirus. L'assessore al Welfare Giulio Gallera lo ha detto in diretta Facebook. A questo punto, dunque, il Covid ha contagiato 86.384 persone. Sono in diminuzione il numero dei ricoverati in terapia intensiva di poco superiori ai 200, ovvero 207, 19 in meno, e lo stesso i ricoverati negli altri reparti 4028, 91 meno di ieri. I decessi sono stati 57, con un totale arrivato a 15.784.
                              "Abbiamo concluso lo screening nelle Rsa, dove sono stati fatti tamponi a tutti gli ospiti", ha detto l'assessore al welfare della regione Lombardia spiegando che sono stati fatti 57mila tamponi compresi quelli di controllo. Dai risultati è emerso che "ci sono circa un 30% di positivi all'interno delle Rsa e tutti sono stati collocati in aree separate e curati in maniera puntuale".

                              L'indice Rt della Lombardia è passato da 0,62 a 0,51 quindi è passato "da moderato a basso". L'assessore al Welfare della Lombardia lo ha spiegato in diretta Facebook aggiungendo che è un dato più basso di quello di altre regioni come Veneto che è a 0,56, Abruzzo (0,89), Lazio (0,71) o Toscana (0,59). L'istituto superiore "ha sottolineato l'efficacia messa in campo dalla Regione Lombardia".

                              "In tutte le regioni i casi sono in decremento ma rimangano le differenze tra le regioni che dividono sostanzialmente in tre aree il paese. Anche in Lombardia c'è un decremento giornaliero dei casi". Lo ha detto il Presidente dell'Istituto superiore di sanità (Iss), Silvio Brusaferro, alla conferenza stampa settimanale all'Iss sull'andamento dell'epidemia di Covid-19.

                              "La curva epidemica è stabile ed in calo. Ora tanto più andremo verso un numero di casi limitato tanto più il sistema sarà sensibile per individuare subito i casi. Sta crescendo la quota degli asintomatici".

                              C'è una grande oscillazione dell'indice Rt di contagio sul territorio. Ma Rt non è una pagella ma uno strumento dinamico che ci aiuta a capire cosa succede e va letto con altri dati, ha spiegato ancora Brusaferro. L'indice di contagio Rt è segnalato sotto il valore 1 in tutte le regioni italiane tranne in Val d'Aosta, dove si registra un valore pari a 1.06. Il dato emerge dal report settimanale del monitoraggio sulla fase 2, illustrato durante la conferenza stampa all'Istituto superiore di sanita. Per la Val d'Aosta si considera l'indice una oscillazione momentanea mentre la Lombardia e' in decremento.

                              "L'Italia è a più velocità ma non abbiamo segnali di sovraccarico dei servizi ospedalieri, sia per quanto riguarda le terapia intensive sia per quanto riguarda i reparti. L'obiettivo è evitare la ripartenza di curve epidemiche sapendo che ci potranno essere degli episodi di ricrescita dei casi nei territori".

                              Oggi il virus ancora circola e non possiamo allentare le misure di protezione individuale, ha detto ancora il presidente dell'Iss. Tuttavia il piccolo picco in Molise e Umbria è rapidamente rientrato, ha concluso.

                              Il sistema di monitoraggio non è un giudizio o un pagella per le regioni ma è uno strumento. I dati che oggi abbiamo sono dati buoni ma sono dati che ci danno la garanzia della capacità delle regioni di intervenire. In questo momento, ha detto Brusaferro, serve la collaborazione di tutti.

                              "Non possiamo escludere un incremento nelle prossime settimane - ha detto il presidente Silvio Brusaferro - ma non si tratta di una pagella settimanale delle regioni. Però possiamo incamminarci con fiducia sapendo che ci potranno essere momenti di incremento dei casi ma sapendo anche che abbiamo un sistema capace di intercettarli".

                              La questione della "mobilità tra le Regioni va affrontata con un numero di nuovi casi ancora più ridotto rispetto a quello che abbiamo", ha detto il presidente dell'Iss. L'indice di contagi Rt invece "cambia su base settimanale e lo escluderei come criterio al riguardo per gli spostamenti. Ma sono importanti anche le modalità di movimento, cioè come ci si sposta", ha precisato.

                              "Mantenere costantemente alta l'attenzione di identificazione dei focolai anche durante il periodo estivo". In tal senso "globalmente mi sembra stia aumentando la resilienza da parte delle Regioni", ha aggiunto il neo direttore generale della Prevenzione del ministero della Salute, Gianni Rezza nella conferenza stampa Iss -. Rezza ha evidenziato che dalla fase 1 alla fase 2 importanti sono la responsabilità dei singoli e la responsabilità pubblica in grado di rilevare piccoli segnali d'allarme.

                              "I dati del monitoraggio sono al momento incoraggianti. Ci dicono che il Paese ha retto bene le prime aperture del 4 maggio. Ma guai a pensare che la partita sia vinta. Serve massima cautela. Basta poco per vanificare i sacrifici fatti finora", ha commentato il ministro della Salute Roberto Speranza.

                              "Non sono un tecnico ma ho capito che questo meccanismo proprio non funziona - ha affermato la presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei, intervistata su Radio 24 in merito alla polemica legata all'indice Rt -. E' una cosa veramente aberrante perché non ha riguardo dei numeri reali i quali invece ci dicono che noi in questo momento siamo la migliore regione italiana. Queste notizie stanno assolutamente creando danni ad una regione che invece è già ripartita e in sicurezza". E' sceso a 0,53 per l'Umbria l'indice Rt relativo l'epidemia di Covid 19 secondo i dati resi noti dall'Istituto superiore della sanità. Un valore che colloca la regione tra quelle considerate a "basso rischio" per la diffusione del virus e quindi sicure. Il dato - secondo quanto appurato dall'ANSA - è contenuto nel rapporto settimanale dedicato dall'Iss all'andamento della pandemia. Nel corso della conferenza stampa per illustrare i dati, il presidente dell'Istituto Silvio Brusaferro ha evidenziato come è rapidamente rientrato il piccolo piccolo registrato registrato in Umbria nelle scorse settimane.

                              In conferenza stampa intervenuto anche il direttore generale dell'Agenzia Italiana del Farmaco, Nicola Magrini, che, in merito all'idrossiclorochina, ha detto: "Sull'efficacia sappiamo poco, sui possibili danni e assenza di sicurezza in alcuni limitati sottogruppi di pazienti ne siamo abbastanza sicuri".

                              "Ci sono più vaccini promettenti, 5-6 in fase avanzata, e anche l'Italia partecipa in diversi modi. A mio avviso il tempo ragionevole per pensare a un vaccino è primavera, estate prossima, non penso per settembre ci possa essere alcun vaccino disponibile - ha spiegato il dg dell'Aifa -, pur contando risultati molto buoni, come sembrano gli studi di fase 1.

                              Comment


                              • #30
                                Originally posted by ace View Post
                                si INVENTAMO i numeri a seconda di quello che vogliono portare a casa... adesso hanno visto che la lombardia corre il rischio di essere l'unica regione a non uscire da se stessa...e stanno mettendo giù delle statistche per fare che ciò non avvenga...

                                è una buffonata colossale.
                                In Lombardia i numeri sono come gli elastici.... si tirano e si mollano a seconda dell'uso....

                                Comment

                                Working...
                                X