annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

ducati e la crisi

Comprimi
X
Comprimi
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • ducati e la crisi

    ieri sono stato da un amico concessionario ducati e suzuki

    lo scopo della visita era per un saluto, dato che erano anni che non ci vedevamo e c'era una bella amicizia, e per vedere qualche 1OOO usato

    in questo periodo di crisi nera che peggiora costantemente ha venduto un numero molto alto di ducati, molto alto

    non lo dico per rispetto, ma posso dire che ha venduto la meta' dei quanto ha venduto ducati roma, quindi una cifra molto alta

    considerato che lui non ? a roma quindi non ha il bacino d'utenza di una citta' da 4 milioni di abitanti e la sua struttura costa quasi zero mentre la struttura ducati roma costera' almento 4O mila al mese

    di suzuki ne ha vendute 5O
    prima della crisi ne vendeva 28O

    questi dati mi danno molto da pensare sul comportamento del consumatore medio di moto in un periodo di crisi..........

    p.s. c'erano un paio di panigale, una aveva 22OO km a 16 mila...........mica male no ?

    "Those who risk nothing do nothing, become nothing, achieve nothing"

  • #2
    quando comprai la mia prima ducati usata l'anno scorso, chiesi al venditore della concessionaria ufficiale ducati come andava il mercato e lui mi rispose che comunque ducati ha pi? un mercato di nicchia rispetto ad altre moto e quindi vendeva bene nonostante la crisi.

    Commenta


    • #3
      ? proprio di oggi...

      Ducati - Nuovo anno record per Ducati

      ? Quinto anno consecutivo di crescita per la Casa di Borgo Panigale

      ? Il nuovo Monster e la 899 Panigale hanno contribuito al raggiungimento del nuovo record

      ? Gli Stati Uniti si confermano il primo mercato per Ducati. In crescita l'Asia (+ 11%)

      Nel 2014 Ducati Motor Holding S.p.A. ha fatto registrare un nuovo record di vendite, consegnando ai clienti 45.100 moto, il 2% in pi? rispetto al 2013, confermando per il quinto anno consecutivo il positivo trend di crescita.

      Un incremento legato anche all'introduzione di nuovi prodotti che, malgrado l'incertezza del mercato, hanno contribuito al raggiungimento di questo significativo risultato per Ducati. In particolare la famiglia Monster che, grazie all'arrivo dei nuovi modelli 1200 e 821, ha fatto registrare un + 31% di crescita, con 16.409 unit? immatricolate. Al Monster si aggiunge l'arrivo della 899 Panigale, che ha generato un + 74% con 5.806 unit?, garantendo un incremento di volumi per tutta la famiglia Superbike pari a + 12%, che chiude il 2014 con un totale di 9.788 moto vendute in tutto il mondo.

      In North America le immatricolazioni sono state in linea a quelle 2013, con il Messico che ? cresciuto del 8%. Gli Stati Uniti continuano ad essere il primo mercato mondiale per Ducati, con 8.804 moto consegnate ai clienti. Nonostante le difficili condizioni del mercato, le vendite sono aumentate considerevolmente in Sud America, in particolar modo in Brasile (+ 74% con 1.174 moto) grazie ad una forte espansione della rete concessionari in questo paese e all'introduzione sul mercato della gamma completa con produzione locale in CKD.

      In Europa le vendite hanno mostrato un rallentamento (-3% con 19.743 unit?), legato soprattutto alla situazione difficile di alcuni mercati. Se in Italia le immatricolazioni non hanno mantenuto il livello del 2013 (-14% con 4,284 moto) nelle altre nazioni europee le vendite sono state abbastanza stabili, con crescita a doppia cifra per il Regno Unito (+16% con 2.742 unit?).

      Crescita "double digit" anche in Asia, dove Ducati ha ottenuto il miglior risultato di sempre (+11% con 5.787 moto) con una forte crescita in Thailandia (+22% con 3.057 unit?) e in Cina, che, rispetto al 2013 ha quasi raddoppiato i volumi (+97%).

      Ducati ha avuto un importante incremento delle vendite anche in Australia (+13% con 2.132 moto) ed ? cresciuta in Giappone (+1% con 2.558 unit?).
      "Le fasi della vita dovrebbero essere: nasci, cresci, vedi un giro di Stoner a Phillip Island, ti riproduci e poi muori." cit.@Petrux9

      Commenta


      • #4
        Credo che ci sia poco da meravigliarsi se Ducati negli ultimi anni stia vendendo sempre di pi?, ? stata l'unica a continuare a investire e a sfornare nuovi modelli a differenza soprattutto dei Jap, fermi da anni.

        Commenta


        • #5
          a me quello che fa riflettere molto ? la differenza con suzuki

          ? passato da 28O moto a 5O.......
          mentre con ducati ha fatto i botti

          in un periodo di crisi il consumatore dovrebbe comprare quello che costa meno

          se vediamo il catalogo suzuki troveremo un corrispondente a ducati per ogni segmento


          alcune di queste moto suzuki sono stra collaudate e stra affidabili

          di fatto ragionando per logica il comportamento del consumatore ? illogico

          ha meno soldi ma compra quello che ? piu' costoso meno collaudato e meno affidabile con manutenziono piu' alta

          e non ? nemmeno una questione di nicchia

          non si sta parlando di aston martin, di prodotti per cui esiste una vera nicchia, perch? non potrebbe essere altrimenti dato il costo iniziale enorme e l'enorme costo di manutenzione tasse etc etc.........per non parlare della perdita di valore.........

          le ducati le comprano i normali utenti di moto, gente che prima della crisi comprava anche suzuki e altro

          di fatto non si puo' parlare di nicchia, se non nella misura in cui i motociclisti tutti sono una nicchia


          secondo me il motivo ? che in un periodo di crisi dove i soldi valgono di piu' e a spenderli ci si pensa molto di piu' il consumatore vuole massimizzare la sua soddisfazione post acquisto

          la soddisfazione scaturisce da emozioni impalpabili
          la spinta all'acquisto ? difficilmente decifrabili
          molto umorale

          in questo ducati essendo italiana ha una marcia in piu'
          prima di tutto sul prodotto vero e proprio con linee accattivanti colori giusti innovazioni al limite dell'ostentazione

          poi col marketing, imporre un prodotto come appunto........di nicchia anche se di fatto non lo ?, creare sempre aspettative

          secondo me negli ultimi anni sono stati davvero molto bravi in tutto questo
          se prendiamo ad esempio la panigale

          nasce da un progetto bocciato in motogp
          in sbk non ha brillato
          i problemi di gioventu' non le sono mancati

          eppure ? un prodotto desiderabile e molto venduto nonostante costi un bel po' di piu' di una kawa 1OOO che poveraccia si ? anche vinta sbk e altro

          se pensate che le aziende di moto fanno le corse per far vendere poi le moto
          io all'inizio qualche anno fa, pensavo davvero che il mancato telaio bocciato in motogp si ripercuotesse sulle vendite della panigale in maniera negativa
          dopo un anno i mancati successi in sbk ancora peggio

          invece no

          quindi questa mia riflessione su cosa appaga di piu' un consumatore, cosa lo rende piu' contento forse non ? sbagliata.

          "Those who risk nothing do nothing, become nothing, achieve nothing"

          Commenta


          • #6
            Originariamente inviato da desmodannato Visualizza il messaggio
            Credo che ci sia poco da meravigliarsi se Ducati negli ultimi anni stia vendendo sempre di pi?, ? stata l'unica a continuare a investire e a sfornare nuovi modelli a differenza soprattutto dei Jap, fermi da anni.
            avere nuovi modelli in catalogo aiuta, ma non ? tutto

            anche altre aziende hanno modelli nuovi ma non vendono come ducati

            inoltre se entriamo nel merito del paragone che ho fatto con suzuki, solo perch? l'amico conce ? concessionario delle dua marche, come ho scritto, anche in suzuki troverai modelli per ogni segmento

            e non vanno affatto male, anzi

            se consideriamo appunto la crisi, che assomiglia molto piu' ad una recessione senza precedenti, se hai bisogno di una naked dovresti prendere una gsr che costa meno di uno scooter, se hai bisogno di una tourer una v strom che fa oltre 1OO mila km senza mai aprire il motore costa poco e va anche forte

            invece si vendono multistrada che costano come un auto di media cilindrata e naked che costano una percentuale a due cifre piu' della concorrenza
            Ultima modifica di livelegend; 15-01-15, 14:44.

            "Those who risk nothing do nothing, become nothing, achieve nothing"

            Commenta


            • #7
              Live Suzuki ha un marketing nemmeno lontanamente paragonabile a quello Ducati, basti vedere le varie presentazioni dei modelli e le snervanti attese sapientemente giostrate prima del lancio di un nuovo modello. Ci ha provato Yamaha a proporre qualcosa di nuovo sia come prodotto che come modo di publicizzarlo con la piattaforma. MT e i risultati sono arrivati Oggi poi la gente vive per apparire, e per farlo ? disposta a indebitarsi, se vedi le offerte finanziarie Ducati capisci perch? in tanti ne comprano una...

              Commenta


              • #8
                Originariamente inviato da desmodannato Visualizza il messaggio
                Live Suzuki ha un marketing nemmeno lontanamente paragonabile a quello Ducati, basti vedere le varie presentazioni dei modelli e le snervanti attese sapientemente giostrate prima del lancio di un nuovo modello. Ci ha provato Yamaha a proporre qualcosa di nuovo sia come prodotto che come modo di publicizzarlo con la piattaforma. MT e i risultati sono arrivati Oggi poi la gente vive per apparire, e per farlo ? disposta a indebitarsi, se vedi le offerte finanziarie Ducati capisci perch? in tanti ne comprano una...
                la penso cosi' infatti

                la yamaha in effetti ? la meno jap sotto molti punti di vista

                lo dice anche rossi nel suo libro

                hanno un modo di agire molto simile al nostro

                per il discorso di ricorrere all'indebitamento, penso lo si faccia anche per moto meno costose
                e a dire il vero oggi prendere un prestito e cosa non facile
                chi puo' prendere un prestito per una panigale di fatto...........deve essere benestante

                anzi forse questo ? un'altro motivo per il quale si dovrebbero comprare moto economiche

                vai paghi ed esci

                mentre per qavere un prestito di controllano anche i peli del culo e di solito ne trovano sempre qualcuno sporco pure se ti fai il bidet ogni giorno......

                senza considerare che la negazione di un prestito va come nota negativa sulla crif di un consumatore

                anche in questo penso che dovrebbe essere il contrario
                prima della crisi i prestiti si prendevano in tutti i modi
                anche con buste paga false (oggi fanno controlli incrociati con imps e addirittura con f24 pagati..........) chiunque aveva accesso al credito

                oggi assolutmente no,

                ma ducati vende di piu'

                "Those who risk nothing do nothing, become nothing, achieve nothing"

                Commenta


                • #9
                  Se uno riesce a indebitarsi, tanto vale farlo per un prodotto che ti fa apparire ricco... Audi ? lo stesso,spesso ci sono alternative migliori o pi? convenienti, ma la gente legge solo il marchio sul cofano
                  Ultima modifica di desmodannato; 15-01-15, 15:19.

                  Commenta


                  • #10
                    Originariamente inviato da desmodannato Visualizza il messaggio
                    Se uno riesce a indebitarsi, tanto vale farlo per un prodotto che ti fa apparire ricco... Audi ? lo stesso,spesso ci sono alternative migliori o pi? convenienti, ma la gente legge solo il marchio sul cofano
                    si ? questo infatti che voglio dire

                    ma mi stupisco di come questa tendenza si effettivamente in controtendenza rispetto all'attuale congiuntura economica

                    tutto ma proprio tutto dovrebbe essere contro al comprare un prodotto piu' costoso dalle stesse prestazioni..............ma non ? cosi'

                    io faccio tesoro di questo e mi regolo di consegenza dato che per vivere vendo

                    c'? anche da dire che una grossa fetta di consumatori non puo' comprare piu' ne audi ne ducati..............ma manco suzuki e skoda

                    quindi tutti hanno fatto un passo indietro, e forse anche in questo ducati ? stata brava a raccogliere un bacino d'utenza che magari prima comprava 4 moto o moto ancora piu' costose mentre oggi ne prende solo una ad un prezzo cmq in linea ma con appunto un appeal ben diverso che soddisfa anche il super ricco

                    "Those who risk nothing do nothing, become nothing, achieve nothing"

                    Commenta


                    • #11
                      Live tu paragoni ducati a Suzuki dove sono anni che non propone nulla di nuovo, le super sportive che alla fine non fanno i numeri ma fanno apparire il marchio come in gradi di investire e produrre mezzi all'avanguardia.
                      Yamaha da quando sta rinnovando i proprio mezzi con soluzioni nuove e' balzata ai primi posti delle vendite(mt09 e sono convinto che r1 vendera' bene anche quella), honda idem ha tirato fuori parecchi mezzi a basso costo e adatti alle attuali esigenze.

                      Commenta


                      • #12
                        Secondo me il motivo ? anche un altro.
                        La qualit? e al affidabilit? delle moto (come anche delle macchine) ? migliorata sensibilmente a la Ducati che faceva moto con livello di qualit? inferiore alle JAP ora produce moto con qualit? superiore alle JAP e affidabilit? non al loro livello ma comunque valida per l'utente medio che fa percorrenze ridicole.
                        In oltre il delta prezzo con l'euro forte ? diminuito.
                        Quindi ora una delle leve pi? forti rimane la bellezza e il marchio e qui Ducati ha pochi rivali.
                        Ne consegue che i Jap per vendere devono far le solite ottime moto ma anche belle e a prezzo di saldo ecco il successo delle Yamaha serie M

                        Commenta


                        • #13
                          Originariamente inviato da paolo25 Visualizza il messaggio
                          Live tu paragoni ducati a Suzuki dove sono anni che non propone nulla di nuovo, le super sportive che alla fine non fanno i numeri ma fanno apparire il marchio come in gradi di investire e produrre mezzi all'avanguardia.
                          Yamaha da quando sta rinnovando i proprio mezzi con soluzioni nuove e' balzata ai primi posti delle vendite(mt09 e sono convinto che r1 vendera' bene anche quella), honda idem ha tirato fuori parecchi mezzi a basso costo e adatti alle attuali esigenze.
                          perch? come ho scritto l'amico ? conce suzuki e ducati

                          si ok suzuki non ha fatto modelli nuovi
                          ma nel 2OO7 2OO8 quando vendeva 28O moto l'anno non ? che c'erano ste suzuki rivoluzionarie, anzi il k7 a detta di tutti andava peggio del k5
                          e per gli altri modelli sempre piccoli aggiornamenti come da jap

                          honda non fa testo ? troppo grande e potente

                          ma se prendiamo kawa al posto di suzuki, che invece di novita' ne ha fatte diverse
                          il discorso non cambia

                          "Those who risk nothing do nothing, become nothing, achieve nothing"

                          Commenta


                          • #14
                            Originariamente inviato da duecilindri Visualizza il messaggio
                            Secondo me il motivo ? anche un altro.
                            La qualit? e al affidabilit? delle moto (come anche delle macchine) ? migliorata sensibilmente a la Ducati che faceva moto con livello di qualit? inferiore alle JAP ora produce moto con qualit? superiore alle JAP e affidabilit? non al loro livello ma comunque valida per l'utente medio che fa percorrenze ridicole.
                            In oltre il delta prezzo con l'euro forte ? diminuito.
                            Quindi ora una delle leve pi? forti rimane la bellezza e il marchio e qui Ducati ha pochi rivali.
                            Ne consegue che i Jap per vendere devono far le solite ottime moto ma anche belle e a prezzo di saldo ecco il successo delle Yamaha serie M

                            si questo ? un motivo valido

                            anche se la differenza di prezzo, tranne yamaha che come detto ? molto piu' italiana che jap, rimane alta

                            5 mila euro oggi ? l'importo di un fido concesso da un istituto di credito ad una societa' che non ha problemi e fattura qualche centinaia di migliaia di euro
                            di fatto non ? poco

                            la differenza con kawasaki arriva a 1O mila
                            a 1O mila euro compri un audi a8 usata che ti portera' come un re per ancora 2O anni

                            se consideriamo anche tutte le bmw gs vendute e a che prezzi........il discorso apparire essere appagati forse rimane il piu' concreto

                            "Those who risk nothing do nothing, become nothing, achieve nothing"

                            Commenta


                            • #15
                              Originariamente inviato da livelegend Visualizza il messaggio
                              a me quello che fa riflettere molto ? la differenza con suzuki

                              ? passato da 28O moto a 5O.......
                              mentre con ducati ha fatto i botti

                              in un periodo di crisi il consumatore dovrebbe comprare quello che costa meno

                              se vediamo il catalogo suzuki troveremo un corrispondente a ducati per ogni segmento


                              alcune di queste moto suzuki sono stra collaudate e stra affidabili

                              di fatto ragionando per logica il comportamento del consumatore ? illogico

                              ha meno soldi ma compra quello che ? piu' costoso meno collaudato e meno affidabile con manutenziono piu' alta

                              e non ? nemmeno una questione di nicchia

                              non si sta parlando di aston martin, di prodotti per cui esiste una vera nicchia, perch? non potrebbe essere altrimenti dato il costo iniziale enorme e l'enorme costo di manutenzione tasse etc etc.........per non parlare della perdita di valore.........

                              le ducati le comprano i normali utenti di moto, gente che prima della crisi comprava anche suzuki e altro

                              di fatto non si puo' parlare di nicchia, se non nella misura in cui i motociclisti tutti sono una nicchia


                              secondo me il motivo ? che in un periodo di crisi dove i soldi valgono di piu' e a spenderli ci si pensa molto di piu' il consumatore vuole massimizzare la sua soddisfazione post acquisto

                              la soddisfazione scaturisce da emozioni impalpabili
                              la spinta all'acquisto ? difficilmente decifrabili
                              molto umorale

                              in questo ducati essendo italiana ha una marcia in piu'
                              prima di tutto sul prodotto vero e proprio con linee accattivanti colori giusti innovazioni al limite dell'ostentazione

                              poi col marketing, imporre un prodotto come appunto........di nicchia anche se di fatto non lo ?, creare sempre aspettative

                              secondo me negli ultimi anni sono stati davvero molto bravi in tutto questo
                              se prendiamo ad esempio la panigale

                              nasce da un progetto bocciato in motogp
                              in sbk non ha brillato
                              i problemi di gioventu' non le sono mancati

                              eppure ? un prodotto desiderabile e molto venduto nonostante costi un bel po' di piu' di una kawa 1OOO che poveraccia si ? anche vinta sbk e altro

                              se pensate che le aziende di moto fanno le corse per far vendere poi le moto
                              io all'inizio qualche anno fa, pensavo davvero che il mancato telaio bocciato in motogp si ripercuotesse sulle vendite della panigale in maniera negativa
                              dopo un anno i mancati successi in sbk ancora peggio

                              invece no

                              quindi questa mia riflessione su cosa appaga di piu' un consumatore, cosa lo rende piu' contento forse non ? sbagliata.
                              Sono anni che in ogni tuo intervento , celatamente si definisce chi acquista Ducati , riuscita pure male , un cojone imbonito dal marketing che spende tanto quando a poco potrebbe acquistare di meglio.
                              Pur fregandomene il giusto e non comprando pi? moto , cambia disco sei ripetitivo ai limiti dell'ossessivo.
                              Lo dico per te.
                              La spiegazione ? molto semplice :
                              Chi aveva 10 ed ora si ritrova 5 non spende o quanto meno se proprio deve fare un sacrificio lo fa per un minimo di qualit? e non l'ennesima lavatrice fotocopia .
                              Chi ha 100 continua a spendere , vedi anche successo BMW GS

                              Comunque Ducati aumenta il fatturato perch? in altre economie emergenti o non in crisi aumenta le vendite , perch? a parte l'amichetto tuo non mi sembra che in Italia le cose siano rose e fiori nonostante l'offerta maggiore di modelli.
                              Vendesi frizione STM SBK Evoluzione
                              http://www.daidegasforum.com/forum/d...voluzione.html

                              Vendesi attuatore STM
                              http://www.daidegasforum.com/forum/d...nte-nuovo.html


                              www.radiobandieranera.org

                              Commenta

                              Sto operando...
                              X