Announcement

Collapse
No announcement yet.

Nuove R1

Collapse
X
Collapse
  • Filter
  • Time
  • Show
Clear All
new posts

  • Originally posted by Desi rsv4 View Post

    Allora, mi sono espresso male, non volevo fare il gradasso raccontando che sfrego lo stivale (basterebbe avere le pedane originali...). volevo riportare la mia esperienza.
    Negli ultimi 2 anni ho avuto la possibilità di provare a fondo (Mugello-Misano-Cremona) sia l'R1 2018 (che possiedo) sia l'R1 2016 (che ho noleggiato) sia l'aprilia RSV4 factory aprc (che ho avuto) sia la RSV4 RF 2018 (che ho noleggiato) che la bmw s1000rr 2017 (che ho noleggiato).
    Tempi di riferitmento: Mugello 2.00 - Cremona 1.31 - Misano 1.46
    Modifiche apportate alla mia moto (che sono poi quelle di base di tutte le R1 dal 2015 in poi) Cartucce Nix - mono TTX - forcella sfiliata di 1cm.
    Gomme: Metzeler slick (quindi gomme dal profilo rotondo che non esaltano la maneggevolezza...)
    Rispetto ad Aprilia aprc, secondo me, ha la stessa velocità e propensione a prendere la corda con la differenza che riesce a mantenerla con meno sforzo anche in apertura gas. Simile in trazione fuori dalle curve, più nervosetta nei cambi marcia in piena coppia (bisogna lavorare di più con il peso del corpo per non farla sbacchettare)
    Rispetto ad Aprilia RF 2018 (che a confronto della aprc factory è un'altra moto) ciclisticamente è meno neutra, più nervosa ma anche più divertente (la RF sembra elettrica da quanto è composta)
    Rispetto a BMW 2017 è estremamente più divertente tra le curve, più veloce a scendere in piega e ti permette di aprire il gas in anticipo (secondo me ha una migliore trazione meccanica). poi prende paga sul dritto....

    Personalmente la trovo più faticosa di Aprilia e BMW in uscita di curva che in ingresso causa la maggiore coppia ai medi che tende a farla impennare a moto ancora piegata. rispetto ad Aprilia, una volta messa da pista e tolto il superfluo risulta più leggera come peso complessivo. L'effetto giroscopico negativo dell'albero non l'ho mai percepito ma forse non ne ho le giuste qualità e capacità. Rimane una moto estremamente divertente dove, per cominciare ad andare fortino, bisogna (sempre secondo me) lavorare più sull'erogazione ( ho montato la Yec 2019) che sulla ciclistica che rimane sempre facile ed intuitiva.

    Spero di essermi spiegato meglio ed aver espresso quello che, con la fretta dell'altro giorno, non sono riuscito a trasmettere. Detto questo sono curioso di vedere le prestazioni del motore 2020 con la testa aggiornata...

    Gassss!!!!
    Non ci sono problemi basta capirsi. Riguardo al tuo report sono d'accordo, parlando di Yamaha secondo me é una moto completissima e ogni anno l'affilano sempre di più sotto tutti gli aspetti. Chiaramente ognuno ha il suo feeling non tutti si trovano con Yamaha e poi c'è una questione di gusti estetici.
    La nuova secondo me fa un passo riguardo l'elettronica e spero riguardo all'abs, anche se purtroppo non è disinseribile. L'estetica mi riservo di vederla dal vivo ma credo di preferire l'attuale che è più aggressiva mentre il motore ha dei miglioramenti meccanici ma dubito che ne aumentano la coppia o la potenza, scatalizzata credo vada uguale, la forcella pressurizzata secondo me ha un sebatoio piccolino. Negativo metto il prezzo aumentato di 2000 euro ormai stanno prendendo prezzi allucinanti parliamo di 50 milioni delle vecchie lire.

    Tornando al discorso della guidabilità ho sentito diversi possessori lamentarsi della difficoltà sul cambio di direzione e della fisicità da applicare per farla piegare molto sia in pista sia in strada. Io personalmente mi sono trovato bene ma ho aperto i semi manubri perché erano troppo stretti secondo il mio parere e ho messo le pedane arretrate perché mi sentivo troppo avanti. Riguardo i cambi di direzione pista/strada per me é ottima, sulla piega massima parlando del gommone 200 sia con michelin cup evo che con dunlop gp racer in pista lo si chiude facilmente per strada lo si chiude facilmente fino alla vecchia misura 190 il restante pezzetto parlando di strada secondo me lo si chiude raramente perchè ci sono poche curve che ti permettono di portarla così giù, il 95% sono tornanti corti che non curvano, poco tondi in sostanza e quindi non hai il tempo di arrivare a quell'angolo e comunque sono rischi inutili. Per strada hanno tutti la fissa di chiudere il posteriore ma quando già chiudi il 190 é tanto e non si rendono conto che fino a qualche anno fa il 200 per strada non si usava e quindi non si notava, quei millimetri che avanzano secondo me sono un margine di sicurezza.
    Last edited by NSR500; 01-08-19, 11:01.

    Comment


    • Originally posted by Rocky View Post

      non è che se all'albero hai 200cv e la stappi nel tragitto albero motore-scarico prendi cavalli all'albero.
      Ehm... eh?!?

      Comment


      • vabbé, anche tu, non è che puoi andare a quotare un messaggio di 15gg fa

        ormai è acqua passata
        D'altra parte è così! (Enrico Bertolino)
        chiedo venia per eventuali errori da T9
        HyperPro l'unica vera progressiva, anzi HyperProgressiva
        Nessuno incrocia il nostro cammino per caso.
        E noi non entriamo nella vita di qualcuno senza una ragione
        L'Orco cattivo

        ]
        ..

        Comment


        • Originally posted by siffre View Post
          E anche io.., non mi sono mai spiegato curve di coppia/potenza così brutte.. che poi all’atto pratico su strada e tanto meno in pista... la moto andava benissimo.
          Il perche io non lo so. .
          Perché, come sempre, guardate i grafici di coppia e potenza in rapporto ai giri motore e non in rapporto alle velocità

          Comment


          • Originally posted by omarMT01 View Post
            vabbé, anche tu, non è che puoi andare a quotare un messaggio di 15gg fa

            ormai è acqua passata
            Oh, scusa se ho una vita, io

            Comment


            • Originally posted by siffre View Post
              Nella nuova , se mantengono la fasatura crosplane, devranno fare altrettanto, minimo.
              Anche questa non l'ho capita: che c'entra la fasatura col peso dell'albero motore? Voglio dire, può darsi che l'R1 abbia un albero troppo pesante, ma questo vorrebbe dire che va alleggerito punto, indipendentemente dalla fasatura adottata

              Comment



              • personalemte credo che un pochino tutte le case abbiano un livello di tecnica e tecnologia tale, da poter dare agli utenti “il mezzo perfetto”, ma che ciò castrerebbe le vendite non di poco, guardate Aprilia, ad una modifica alla volta pare abbia creato la moto perfetta, chiunque l’abbia provata dà pareri esaltanti.... 4/5 anni fa non avrebbero potuta darcela? Credo proprio di sì, ma perché evolvere tutto in un colpo se puoi far testare agli utenti a costo 0 (Ducati docet), e poi modificare i difetti rivendendo di punto una tecnologia che avresti potuto applicare qualche anno prima?
                insomma, credo proprio che siamo nell’era dell’usa e Getta anche motociclistico, dopo i computer e i cellulari, anche il nostro mondo è fortemente attaccato dal consumismo...

                Comment


                • Circa l’albero dell’r1, mi era stato spiegato che il peso era stato deciso anche per ridurre le vibrazioni del crossplane
                  quindi era stata una chiara scelta tecnica e che i motori da corsa di questa moto, durano relativamente poco quando si va a caricare troppi cavalli.
                  Le moto di un team che conosco bene sono arrivate a 225, circa 10 meno delle superbike da ciò che mi è stato detto.
                  il risultato è che l’albero non li sopporta a lungo, creando la rottura del carter motore...
                  that’s it...

                  Comment


                  • che la2020 liberata dalle norme euro5 e con una serie di particolari elettronici e meccanici rivisti, vada più forte me lo auguro e credo proprio che i Jappo non abbiano cannato, perché con tutte le competizioni in cui è andata forte (endurance ) si può dire che lo sviluppo ed il tempo per trovare cavalli ci siano stati,infondo per l’utente stradale 200 cv potrebbero anche bastare, no? Chi ci deve correre davvero, invece potrà contare su un motore rivisto nella testa e poi con le varie centraline GYTR, hai voglia a divertirti....
                    Parere personale?! A mio avviso a vederla in foto resta meno autentica della prima serie..., apprezzo molto la forcella anti cavitazione Öhlins, ma credo che ci siano poche persone (parlando di amatori), che abbiano il rischio della cavitazione, trovo molto bello il codino in carbonio, che io monto già da parecchio, a completamento di una carena spettacolare per uso puramente staradale (in verità da sborone) in carbonio, anche qui: ma davvero ci serve su una moto stradale la carena in carbonio? La risposta è dentro di noi, anche se al bar del passo o con le zavorrine fa una gran scena

                    Comment


                    • Originally posted by tonyr6 View Post
                      personalemte credo che un pochino tutte le case abbiano un livello di tecnica e tecnologia tale, da poter dare agli utenti “il mezzo perfetto”, ma che ciò castrerebbe le vendite non di poco, guardate Aprilia, ad una modifica alla volta pare abbia creato la moto perfetta, chiunque l’abbia provata dà pareri esaltanti.... 4/5 anni fa non avrebbero potuta darcela? Credo proprio di sì, ma perché evolvere tutto in un colpo se puoi far testare agli utenti a costo 0 (Ducati docet), e poi modificare i difetti rivendendo di punto una tecnologia che avresti potuto applicare qualche anno prima?
                      insomma, credo proprio che siamo nell’era dell’usa e Getta anche motociclistico, dopo i computer e i cellulari, anche il nostro mondo è fortemente attaccato dal consumismo...
                      Secondo me no, nel senso, la casa decide il budget e gli obiettivi e gli ingegneri fanno di tutto per traguardarli, ma può mancare il grano per test approfonditi o di durata di qualche componente sottostimando la resistenza di uno o l'usura di un altro, oppure al contrario, temendo il peggio potrebbero essere stati troppo cautelativi su un altro che poi hanno scoperto essere indistruttibile e magari la volta dopo migliorano tutto.

                      È ovvio che se 5 anni fa avessero speso il doppio la moto sarebbe stata migliore, ma comunque non perfetta, come non perfetta sarà la 2020.

                      Sugli altri tuoi interventi concordo.

                      "Mi spezzo ma non mi piego." MiKiFF

                      Comment


                      • Originally posted by MiKiFF View Post

                        Secondo me no, nel senso, la casa decide il budget e gli obiettivi e gli ingegneri fanno di tutto per traguardarli, ma può mancare il grano per test approfonditi o di durata di qualche componente sottostimando la resistenza di uno o l'usura di un altro, oppure al contrario, temendo il peggio potrebbero essere stati troppo cautelativi su un altro che poi hanno scoperto essere indistruttibile e magari la volta dopo migliorano tutto.

                        È ovvio che se 5 anni fa avessero speso il doppio la moto sarebbe stata migliore, ma comunque non perfetta, come non perfetta sarà la 2020.

                        Sugli altri tuoi interventi concordo.

                        Buon punto di vista il tuo....

                        Comment


                        • Originally posted by Torakiky View Post

                          Anche questa non l'ho capita: che c'entra la fasatura col peso dell'albero motore? Voglio dire, può darsi che l'R1 abbia un albero troppo pesante, ma questo vorrebbe dire che va alleggerito punto, indipendentemente dalla fasatura adottata
                          Scusa devo aver scritto di corsa.... e ho scritto
                          una grossa cavolata. La Fasatura c’entra nulla.,
                          intendevo dire che la tipologia crossplane... si porta dietro l’effetto Collaterale di una albero motore molto complesso e molto più pesante di un classico albero motore piatto a scoppi tradizionali..
                          Questo ha degli effetti giroscopici malevoli , per la maneggevolezza.. soprattutto quando il motore è su di giri. Quindi nelle varianti veloci tipo biondetti ,S veloce di Cervesina.. , curva 3-4 di Aragon. Li per mia esperienza personale era veramente difficile far cambiare direzione alla moto di serie.
                          ma già con i semimanubri aperti e larghi... la situazione è drasticamente migliorata.

                          non so perché ho usato la parola “fasatura”

                          Comment


                          • Originally posted by tonyr6 View Post
                            personalemte credo che un pochino tutte le case abbiano un livello di tecnica e tecnologia tale, da poter dare agli utenti “il mezzo perfetto”, ma che ciò castrerebbe le vendite non di poco, guardate Aprilia, ad una modifica alla volta pare abbia creato la moto perfetta, chiunque l’abbia provata dà pareri esaltanti.... 4/5 anni fa non avrebbero potuta darcela? Credo proprio di sì, ma perché evolvere tutto in un colpo se puoi far testare agli utenti a costo 0 (Ducati docet), e poi modificare i difetti rivendendo di punto una tecnologia che avresti potuto applicare qualche anno prima?
                            insomma, credo proprio che siamo nell’era dell’usa e Getta anche motociclistico, dopo i computer e i cellulari, anche il nostro mondo è fortemente attaccato dal consumismo...
                            A mio avviso, parere personale, una casa produttrice deve decidere tra due cose.
                            tra seguire il mercato ed ogni tot anni fare una moto completamente nuova o tenere in commercio sempre la solita moto ma aggiornarla ogni anno.
                            aprilia ha deciso dal 2009 di non cambiare l'estetica.
                            ha trovato un telaio perfetto ed ogni anno ha migliorato il motore e l'elettronica fino a raggiungere, diciamo, la perfezione.
                            questo però non ha portato a vendere molte unità.
                            a parte io e pochi altri la rsv4 1100 non la comprerà nessuno perchè per molti l'estetica è superata, non ha le luci a led e non ha le sospensioni elettroniche, che in pista non servono e se non servono aprilia non le usa.
                            Ovvio che se vuoi una moto sempre migliore è bene mantenere una base e migliorarne i punti deboli anno dopo anno.
                            se cambi moto ogni 4/5 anni non arrivi mai al massimo potenziale di quella moto.
                            come un po succede in motogp, si ha una base e la si sviluppa anno dopo anno.
                            ducati con la 1299 vendeva 300 unità in italia all'anno dal 2015 al 2017.
                            sono partiti da 197cv del 2015 fino ad evolvere il bicilindrico e raggiungere i 209cv con la FE e i 215cv della SL.
                            potevano continuare ad evolvere la 1299 ma hanno deciso, come dice Dall'igna, per questioni di marketing, di passare al V4 ed in questo modo hanno aumentato le vendite fino a 850 unità in ialia all'anno ma sono di nuovo da capo nello sviluppo di un nuovo modello.

                            Comment


                            • Il marketing un pochino mi ha stufato!
                              tutti vittime della moda dettata dal marketing, poi si va tutti più piano delle potenzialità de mezzo (in pista), ma siamo tutti professori, tecnici e ingegneri (me compreso).
                              personalmente ritengo le sospensioni elettroniche in pista, la boiata del secolo, mi ritengo yamahista DOC, perché in vita mia ho sempre e solo avuto moto dei 3 diapason ma allo stesso tempo l’unica moto con cui “tradirei” le mie è la rsv4, sia 1000 che (forse) 1100.
                              mi piace la filosofia Aprilia, le elettroniche non migliorano il tempo sul giro e pesano di più!? Noi non le usiamo, grande dichiarazione di Albesiano che dovrebbe far riflettere tutti gli altri produttori...
                              detto ció, marketing 0 in pagella, sostanza e non apparenza, solidità di un progetto e longevità dello stesso, in un mondo di gente che fa sacrifici per la passione, sarebbe una bella forma di rispetto nei confronti di chi compra...
                              io la vedo così, sti’cavoli per i budget degli ingegneri e i soldi stanziati dalle case... tanto poi questa generazione di moto, se la vuoi tenere al 100% ogni 2-3 anni una bella rinfrescata di motore gliela devi dare...

                              Comment


                              • Originally posted by tonyr6 View Post
                                Il marketing un pochino mi ha stufato!
                                tutti vittime della moda dettata dal marketing, poi si va tutti più piano delle potenzialità de mezzo (in pista), ma siamo tutti professori, tecnici e ingegneri (me compreso).
                                personalmente ritengo le sospensioni elettroniche in pista, la boiata del secolo, mi ritengo yamahista DOC, perché in vita mia ho sempre e solo avuto moto dei 3 diapason ma allo stesso tempo l’unica moto con cui “tradirei” le mie è la rsv4, sia 1000 che (forse) 1100.
                                mi piace la filosofia Aprilia, le elettroniche non migliorano il tempo sul giro e pesano di più!? Noi non le usiamo, grande dichiarazione di Albesiano che dovrebbe far riflettere tutti gli altri produttori...
                                detto ció, marketing 0 in pagella, sostanza e non apparenza, solidità di un progetto e longevità dello stesso, in un mondo di gente che fa sacrifici per la passione, sarebbe una bella forma di rispetto nei confronti di chi compra...
                                io la vedo così, sti’cavoli per i budget degli ingegneri e i soldi stanziati dalle case... tanto poi questa generazione di moto, se la vuoi tenere al 100% ogni 2-3 anni una bella rinfrescata di motore gliela devi dare...
                                Le sportive non hanno più mercato, proprio per questo mi aspettavo che tutti i produttori seguissero la strada di aprilia.
                                riduzione di nuovi modelli, fare una base e svilupparla anno in anno.
                                Bmw in effetti ha fatto così, anche kawasaki, ducati no, vediamo yamaha anche se dal 2015 ad oggi non ha toccato il proprio motore.

                                mi piace la concezione di aprilia nel dire, per ora, no alle luci led, perchè in pista non servono ed aumentano il peso di 800gr, no alle sospensioni elettroniche, non servono in pista ed aumentano il peso di 1kg.
                                il marketing inesistente di aprilia la porta ad avere una sportiva perfetta ma anche a non partecipare più alla sbk.
                                ci sono pro e contro.

                                Comment

                                Working...
                                X