Announcement

Collapse
No announcement yet.

Announcement

Collapse
No announcement yet.

lavoro: chi di voi ? felice del proprio lavoro?

Collapse
X
Collapse
 
  • Filter
  • Time
  • Show
Clear All
new posts

  • Font Size
    #1

    lavoro: chi di voi ? felice del proprio lavoro?

    Buond?..
    ho iniziato a lavorare come tester&quality engineer nel mio settore specifico (bioingegneria: lavoro su apparecchiature per emodialisi) da pochi mesi.
    un lavoro che ho colto al balzo perch? mi ? stato offerto a 2settimane dalla laurea e perch? ben pagato.
    Il lavoro non mi dispiace, metto mani alle macchine e progetto banchi prova di qualsiasi tipo di strumentazione (pompe, trasduttori, sonde conducimetriche, prove a sforzo, prove di resistenza a fatica etc)..
    ma non so se ? il lavoro che vorrei fare per sempre.. forse alla lunga per una persona come me mancherebbe il piano pi? "interpersonale" nel senso che ? un lavoro puramente di laboratorio (a pare alcune uscite in ospedale per monitorare il funzionamento delle macchine).
    Forse in un futuro mi piacerebbe pi? lavorare in sala operatoria, forse..

    da qui mi ? nata la domanda del giorno..

    chi di voi ha la fortuna di fare il lavoro che gli piace, alzandosi felice di andarci la mattina?

    quanto tempo ci avete messo dal momento che avete iniziato a lavorare a "trovare" il lavoro giusto per voi?

    come valutate il discorso STIPENDIO-LAVORO PREFERITO? c'? qualcuno che fa un lavoro che non gli piace perch? guadagna bene e dunque ha rinunciato (almeno per ora) a cercare qualcosa che piacesse veramente?

    per voi il lavoro ? importante che piaccia o ? importante che ci si possa mantenere?
    C'? qualcuno che invece reputa il lavoro una componente "diversa" dal divertimento e quindi non gli importano tutti questi discorsi e fa puramente quello che sa fare o gli conviene economicamente?

    grazie!

  • Font Size
    #2
    Io faccio un lavoro per il quale sono dotato e portato e che conseguentemente mi porta a guadagnare una cifra congrua all'impegno richiesto.
    Se non avessi bisogno dei soldi per campare farei altro.

    non ? facile scrivere mentre mi allaccio il casco...

    Comment


    • Font Size
      #3
      studio

      quindi no, non mi piace il mio lavoro

      non per come ? strutturata l'universit? italiana almeno..

      Comment


      • Font Size
        #4
        Originally posted by toto#77 View Post
        Io faccio un lavoro per il quale sono dotato e portato e che conseguentemente mi porta a guadagnare una cifra congrua all'impegno richiesto.
        Se non avessi bisogno dei soldi per campare farei altro.

        non ? facile scrivere mentre mi allaccio il casco...
        non pesa alla lunga non fare ci? che ti piace?

        sia chiaro i miei discorsi sono discorsi da ignorante, nel senso che sono entrata nel mondo del lavoro comunque da poco, e nella mia testa non ho tutto ben chiaro....
        per molti fare esattamente ci? che ami ? fondamentale, per altri invece ? un ragionamento immaturo, utopistico e distaccato dalla realt?.. meglio fare ci? che ti consente di vivere
        volevo capire il vostro punto di vista

        Comment


        • Font Size
          #5
          Originally posted by Isa.xox View Post
          non pesa alla lunga non fare ci? che ti piace?

          sia chiaro i miei discorsi sono discorsi da ignorante, nel senso che sono entrata nel mondo del lavoro comunque da poco, e nella mia testa non ho tutto ben chiaro....
          per molti fare esattamente ci? che ami ? fondamentale, per altri invece ? un ragionamento immaturo, utopistico e distaccato dalla realt?.. meglio fare ci? che ti consente di vivere
          volevo capire il vostro punto di vista
          Allora,
          Ci sono dei giorni in cui mi farei frustare piuttosto che alzarmi la mattina
          Per? se ? un lavoro per il quale si ? portati le soddisfazioni ci sono eccome, p.es. portare a casa un ordine o un contratto GROSSO senza interpellare i capi per prezzi e/o condizioni speciali e vedere la loro faccia, non ha prezzo.

          non ? facile scrivere mentre mi allaccio il casco...

          Comment


          • Font Size
            #6
            Originally posted by Isa.xox View Post
            non pesa alla lunga non fare ci? che ti piace?

            sia chiaro i miei discorsi sono discorsi da ignorante, nel senso che sono entrata nel mondo del lavoro comunque da poco, e nella mia testa non ho tutto ben chiaro....
            per molti fare esattamente ci? che ami ? fondamentale, per altri invece ? un ragionamento immaturo, utopistico e distaccato dalla realt?.. meglio fare ci? che ti consente di vivere
            volevo capire il vostro punto di vista
            Dipende: io ho avuto la possibilit? di trasformare la mia passione in lavoro e ci ho provato. Dopo un periodo relativamente breve, ho preferito tenermi la mia passione e viverla libera dai vincoli e compromessi che un'attivit? lavorativa ti impone (non foss'altro perch? l'obiettivo primario deve essere quello di guadagnarci abbastanza almeno per campare) e fare altre cose, che comunque mi piacciono

            Comment


            • Font Size
              #7
              tra percorso di studi e lavoro, e' dall'eta' di 14 anni che sono sempre nello stesso settore, e il lavoro l'ho costruito, cercato, studiato, e mi piace... poi c'e' il discorso economico, e quello invece mi piace molto meno, ma mooolto meno.

              non farei nessun altro lavoro, in linea generale, perche' vorrebbe dire buttare al vento piu' di 25 anni di "progetto", ma ne farei qualsiasi altro pur di avere un minimo di sicurezza economica in piu'.

              quindi bho, per dirla alla facebook: ho una relazione complicata col mio lavoro.

              Comment


              • Font Size
                #8
                20 anni circa - quando ho smesso

                Comment


                • Font Size
                  #9
                  Originally posted by Isa.xox View Post
                  Buond?..
                  ho iniziato a lavorare come tester&quality engineer nel mio settore specifico (bioingegneria: lavoro su apparecchiature per emodialisi) da pochi mesi.
                  un lavoro che ho colto al balzo perch? mi ? stato offerto a 2settimane dalla laurea e perch? ben pagato.
                  Il lavoro non mi dispiace, metto mani alle macchine e progetto banchi prova di qualsiasi tipo di strumentazione (pompe, trasduttori, sonde conducimetriche, prove a sforzo, prove di resistenza a fatica etc)..
                  ma non so se ? il lavoro che vorrei fare per sempre.. forse alla lunga per una persona come me mancherebbe il piano pi? "interpersonale" nel senso che ? un lavoro puramente di laboratorio (a pare alcune uscite in ospedale per monitorare il funzionamento delle macchine).
                  Forse in un futuro mi piacerebbe pi? lavorare in sala operatoria, forse..

                  da qui mi ? nata la domanda del giorno..

                  chi di voi ha la fortuna di fare il lavoro che gli piace, alzandosi felice di andarci la mattina?

                  quanto tempo ci avete messo dal momento che avete iniziato a lavorare a "trovare" il lavoro giusto per voi?

                  come valutate il discorso STIPENDIO-LAVORO PREFERITO? c'? qualcuno che fa un lavoro che non gli piace perch? guadagna bene e dunque ha rinunciato (almeno per ora) a cercare qualcosa che piacesse veramente?

                  per voi il lavoro ? importante che piaccia o ? importante che ci si possa mantenere?
                  C'? qualcuno che invece reputa il lavoro una componente "diversa" dal divertimento e quindi non gli importano tutti questi discorsi e fa puramente quello che sa fare o gli conviene economicamente?

                  grazie!
                  Io sono ingegnere meccanico, dopo la laurea (2009) di lavori ne ho cambiati 3.
                  Ora non faccio il lavoro dei miei sogni ma ci sono molte cose positive:
                  -gestisco personale
                  -lavoro vicino a casa
                  -faccio un lavoro tecnico (requisito fondamentale per non annoiarmi)
                  -ho una paga decente

                  Anche se volessi cambiarlo sarebbe difficile per ora trovare tutte queste caratteristiche assieme e lo stesso rapporto paga/distanza da casa. Per me i soldi sono requisito fondamentale perch? vivo fuori casa e con una paga dobbiamo mangiare in due dato che la mia ragazza ? a stage.
                  Quindi cosa fai? accetti i compromessi e ti accontenti.
                  Le scelte fin'ora per me si sono rivelate per lo pi? di natura economica/contrattuale dato che comunque subito dopo gli studi ho cercato di fare il possibile per essere economicamente indipendente.

                  Nonostante tutto comunque ammiro chi ha le idee chiare su cosa fare e dove vuol arrivare e accetta ogni compromesso per farlo. Secondo me solo facendo cos? si riesce a realizzarsi.

                  Comment


                  • Font Size
                    #10
                    Originally posted by IlNanni View Post
                    Io sono ingegnere meccanico, dopo la laurea (2009) di lavori ne ho cambiati 3.
                    Ora non faccio il lavoro dei miei sogni ma ci sono molte cose positive:
                    -gestisco personale
                    -lavoro vicino a casa
                    -faccio un lavoro tecnico (requisito fondamentale per non annoiarmi)
                    -ho una paga decente

                    Anche se volessi cambiarlo sarebbe difficile per ora trovare tutte queste caratteristiche assieme e lo stesso rapporto paga/distanza da casa. Per me i soldi sono requisito fondamentale perch? vivo fuori casa e con una paga dobbiamo mangiare in due dato che la mia ragazza ? a stage.
                    Quindi cosa fai? accetti i compromessi e ti accontenti.
                    Le scelte fin'ora per me si sono rivelate per lo pi? di natura economica/contrattuale dato che comunque subito dopo gli studi ho cercato di fare il possibile per essere economicamente indipendente.

                    Nonostante tutto comunque ammiro chi ha le idee chiare su cosa fare e dove vuol arrivare e accetta ogni compromesso per farlo. Secondo me solo facendo cos? si riesce a realizzarsi.
                    si pure io reputo indispensabile fare qualcosa di tecnico (se no cosa mi son laureata in ingegneria a fare)
                    per? il mio lavoro ? estremamente tecnico, diciamo SOLO tecnico..
                    invece mi piacerebbe essere anche coinvolta in team di lavoro e avere rapporti interpersonali con medici e infermieri..

                    cmq anche io per ora ragiono come te..

                    Comment


                    • Font Size
                      #11
                      E' una delle mie fortune pi? grande dei doni ricevuti nella vita (ora un p? meno tecnicamente visto che per ovvie ragioni non posso ... ma tempo fa era molto pi? giocoso )

                      Fare un lavoro che ti appaga , che al mattino quando ti svegli quasi non vedi l'ora di iniziare le mansioni quotidiane , un lavoro che ti permette di mostrare praticamente quel che ti piace fare ... al di l? dei quattrini ? importantissimo .
                      Anche perch? (questione di punti di vista) lavorare dobbiamo farlo tutti e si spende pressocch? la maggioranza della giornata quindi fare qualcosa che ci appaga , stimola e gratifica ? pi? importante che incassare qualche euro in pi? .
                      Poi chiaro , se uno opta per il lusso (di tale si tratta anche se oggi ? spacciato ben diversamente) di andare a vivere da solo ? ovvio che deve sottostare alle scelte di priorit? economica . Va tutto bene finch? non si si ritrova a 35-40 con un problema e non si pu? affrontarlo per questioni economiche . A quel punto ci si ritroverebbe senza magari un lavoro appagante e senza ritorno economico necessario per fregarssene ... fail .

                      Ognuno di noi ha le proprie doti e predisposizioni e ritegno sia importante per ogni individuo inseguire i propri sogni siano essi lavorativi che non .

                      Certo , se una femmina insegue un sogno , poi a met? strada si sposa , rimane incinta ecc ecc ... ha inseguito il sogno un p? per niente . Anche se conosco donne che sono pur riuscite a conciliare il tutto sia con un lavoro gratificante che remunerativo cosi come coordinare la vita del loro pargolo .
                      Stesso vale per l'uomo . Ho visto uomini mollare situazioni sicure di lavoro , per inseguire i loro sogni : a qualcuno ? andata bene , ad altri male ... ma gi? l'impegno ed il coraggio sono degni di merito
                      Last edited by Lele-R1-Crash; 07-04-14, 11:02.

                      Comment


                      • Font Size
                        #12
                        Originally posted by Isa.xox View Post
                        si pure io reputo indispensabile fare qualcosa di tecnico (se no cosa mi son laureata in ingegneria a fare)
                        per? il mio lavoro ? estremamente tecnico, diciamo SOLO tecnico..
                        invece mi piacerebbe essere anche coinvolta in team di lavoro e avere rapporti interpersonali con medici e infermieri..

                        cmq anche io per ora ragiono come te..
                        Intanto ti conviene consolidare il pi? possibile il lato tecnico.
                        Sembra che fare il tecnico sia un lavoro nell'ombra ma porta ad enormi benefici. Solo sapendo BENE di cosa si parla si pu? costruire la propria autorevolezza e quindi stima/fiducia davanti agli altri

                        Comment


                        • Font Size
                          #13
                          Originally posted by IlNanni View Post
                          Intanto ti conviene consolidare il pi? possibile il lato tecnico.
                          Sembra che fare il tecnico sia un lavoro nell'ombra ma porta ad enormi benefici. Solo sapendo BENE di cosa si parla si pu? costruire la propria autorevolezza e quindi stima/fiducia davanti agli altri
                          ah si io qua sto imparando un sacco di cose, anche perch? checch? si voglia far i fighi, pure uscita dal Politecnico non sapevo nemmeno come fosse fatta dal vivo una pompa..
                          infatti i primi tempi ho smontato mezza macchina..
                          ho anche fatto i miei danni, come quando ho sputtanato una pompa facendogli pescar aria per tre ore senza accorgermi, o quando ho fatto praticamente esplodere il kit della dialisi perch? avevo clampato una linea facendo 900mmHg di pressione su una cassetta che ne tiene 400..

                          ha fatto un bel botto

                          per? si sto imparando tantissimo..quindi ovviamente anche io conto questo come pro, oltre al fatto che siamo tutti molto giovani e l'ambiente sembra pi? un'aula universitaria che un'azienda..
                          e ovviamente che mi permette di mantenermi una casa un cane la macchina e farmi le mie uscite
                          per? a volte vado un p? in ansia perch? magari capita la giornata noiosissima dove magari devo fare prove di ore e ore tutte uguali e mi dico "diamine non so se voglio farlo per tanto sto lavoro.."

                          poi vedo i miei colleghi che molti fanno stage e mi dico ringrazia per quello che hai

                          Comment


                          • Font Size
                            #14
                            mah.....che dire....non faccio un lavoro che da' molte soddisfazioni (fare supporto remoto e telefonico ad applicazioni software ti mette sempre a contatto di persone che hanno problemi...che hanno fretta, che sono scazzate, insomma non mi esalta)....

                            certo mi serve per mangiare...ma se dovessi dirti che vorrei fare sicuramente ti direi il tester di moto per un giornale del settore...

                            per cui penso che siano davvero in pochi a fare un lavoro che piace....veramente!!

                            Comment


                            • Font Size
                              #15
                              Il lavoro che faccio non mi dispiace, anche se ho studiato per fare altro, ma la cosa che proprio non sopporto ? la totale mancanza di meritocrazia!
                              Non ? possibile che persone che fanno a stento un decimo di quello che faccio io, alla fine del mese hanno la mia stessa busta paga....

                              E non ? solo un problema che affligge la maggior parte delle aziende o piccole imprese.... ? un problema dell'italia intera.

                              Comment

                              X
                              Working...
                              X