Announcement

Collapse
No announcement yet.

Catena-pignone e corona

Collapse
This is a sticky topic.
X
X
Collapse
  • Filter
  • Time
  • Show
Clear All
new posts

  • Catena-pignone e corona

    In questo post pensavo di raccogliere tutte le domande-risposte-consigli-ecc riguardanti il comparto trasmisione finale delle ns moto.

    Parto io con la base, la lubrificazione della catena.

    Questa operazione è consigliabile svolgerla quando sapete che la vs. moto resterà ferma almeno per la notte seguente…
    Dopo aver posizionato la moto sul cavalletto posteriore, cominciamo col pulire accuratamente la catena usando un pennello e del diluente specifico. Esistono alcuni prodotti sul mercato, specifici per la pulizia delle catene di trasmissione “sigillate”. Io solitamente uso il gasolio perché pulisce senza essere troppo aggressivo sugli OR di tenuta delle maglie.
    Se ne avete la possibilità, aiutatevi con un compressore ad aria, soffiando subito sulla catena pulita, in modo da spazzare via ogni impurità e asciugare ogni traccia di diluente.
    A questo punto, fatevi un giretto di un paio di km. Così facendo “riscalderete” il metallo della catena favorendo la successiva lubrificazione.
    Al rientro, posizionate subito la moto sul cavalletto posteriore e procedete alla lubrificazione vera e propria. Mi raccomando, poco prodotto, ma buono e messo nel punto giusto.
    Quindi, comprate del grasso spray della marca che preferite(ovviamente specifico per catene di trasmissione) e spruzzatelo “all’interno” della catena, in modo che poi, facendo girare la ruota, la forza centrifuga provveda a far penetrare il lubrificante in ogni fessura.
    Io di solito spruzzo il grasso sotto, tra forcellone e catena, dove si innesta sulla corona.
    Ripeto il concetto, poco materiale ma dato nel modo giusto.
    Ora innestate la prima e fate girare un po’ la ruota a velocità moderata in modo da stendere bene il grasso.
    In fine, se proprio volete fare i pignoli, prendete uno straccio e versatevi sopra dell’olio motore(poco), dopodiché fateci scorrere internamente la catena in modo da stendere un sottilissimo velo di lubrificante sulla totalità della catena e prevenire eventuali formazioni di ruggine.
    Bene, adesso la vs moto è pronta per andare a nanna… Durante il riposo, il lubrificante avrà tutto il tempo di aderire al metallo riscaldato, penetrando a dovere e limitando il più possibile la tendenza a colare e schizzare dappertutto.

    Questo tipo di intervento non ha cadenza fissa poiché dipende dalle condizioni d’uso del mezzo.
    Di solito è buona norma dare una lubrificata almeno ogni 700-1000km.
    bull
    HIC SUNT LEONES
    "Resta nella mia scia e capirai il teorema!!"

  • #2
    io devo lubrificarla ma ho su le slick...dici di fare lo stesso il giro del paese?

    Comment


    • #3
      Originally posted by rsv-ps2
      io devo lubrificarla ma ho su le slick...dici di fare lo stesso il giro del paese?
      Assolutamente d'obbligo :P
      Sul giro del paese non transigo!
      bull
      HIC SUNT LEONES
      "Resta nella mia scia e capirai il teorema!!"

      Comment


      • #4
        E adesso parlaimo di PASSO della catena.
        Tutte le Aprilia 1000(oddio, mi viene il dubbio per la CapoNord, ma tanto non mi pare che ci sia qualcuno collegato che ce l'ha....) vengono fornite con catena passo 525.
        Con questo tipo di catena si possono percorrere anche 25-30000km senza raggiungere i limiti di allungamento consigliati. Certo essendo un'organo di trasmissione, il suo stato di usura dipende moltissimo dal tipo di uso e dala manutenzione alla quale viene sottoposta.
        C'è la possibilità di montare una catena più piccola, con passo inferiore(520) che permette di disperdere meno potenza tra albero e ruota(si parla di 1-1,5cv in meno) ma ovviamente gli intervalli tra una sostituzione e l'altra si assottigliano notevolmente... Diciamo che in pratica si arriva anche a dimezzarli...
        La catena passo 520, oltre a disperdere meno potenza, consente alla ruota di scorrere più liberamente, quindi per un uso prettamente pistaiolo mi sento di consigliarla vivamente, anche perchè per fare 10000km di pista ce ne vuole di tempo.
        Per uso stradale, la cara vecchia 525 và più che bene e come al solito conferma che le scelte effettuate dalla casa costruttrice sono il miglior compromesso.

        Altro argomento spesso trattato è la sostituzione di pignone o corona.
        Cosa spinge a preferire la sostituzione di uno al posto dell'altro?
        Allora, cominciando con le banalità, ricordiamo che un dente in meno di pignone corrisponde a tre denti in più di corona(con buona approssimazione), quindi và da sè che se dobbiamo applicare minime variazioni al rapporto finale dovremo lavorare di corona, mentre se la variazione è più drastica, possiamo giocare sul pignone.
        Però ci sono altre considerazioni da fare in questo campo.
        Prima di tutto un pò di teoria per spiegare l'effetto POLIGONO.
        Partiamo dal presupposto che la migliore superfice su cui far muovere una catena è una puleggia di grosse dimensioni. In questo caso le maglie che compongono la catena flettono poco e hanno una migliore superfice di contatto su cui trasmettere il moto. Ma pignone e corona non sono pulegge, ma bensì ruote dentate che tendono a far compiere alla catena un moto non circolare ma poligonale, quindi con maggiori sforzi meccanici e oltretutto non uniformi ma pulsanti.
        Questo fenomeno è inversamente proporzionale al numero di denti che compongono pignone e corona.
        Quindi con più denti si lavora, meno si stressa la catena.
        Diciamo che il numero di denti minimo consigliato per un pignone è di 16, anche se ultimamente le ducati della serie SBK utilizzano il 15.
        A questo punto ci si chiede perchè allora si è spesso portati a cambiare il pignone al posto della corona???
        Principalmente perchè con tre denti in più di corona si allunga troppo la corsa della catena che và quindi sostituita con una più lunga.
        Secondariamente perchè il pignone costa di solito meno di una buona corona, e spesso le variazioni che si cercano sono importanti e non di fino(a meno che non si sia piloti in pista che vogliono ottimizzare il rendimento in un determinato tracciato).
        In fine perchè la sostituzione del pignone è molto semplice e non richiede lo smontaggio della ruota ma semplicemente l'allentamento del dado di fissaggio e dei registri catena.
        Vi ho annoiato a sufficienza, continuiamo più avanti...
        bull
        HIC SUNT LEONES
        "Resta nella mia scia e capirai il teorema!!"

        Comment


        • #5
          Ciao, per quel che concerne la puliza io dopo averla lavata con pennello e nafta, la lavo proprio con acqua e shampoo (quello per auto e moto) dopodichè la soffio con il compressore e quindi la lubrifico.
          Per quel che concerne il tipo di catena, io ho proprio una Aprilia Capo Nord e credo che il passo sia diverso da quello della catena adottata sulla RSV... come faccio a verificarlo? Inoltre, io ho fatto sostituire il pignone con uno con un dente in meno (se non erro un 16 denti) proprio per l'estrema facilità della modifica unitamnete al minor costo... inultile dire che il miglioramneto in accelerazione e ripresa è stato netto ed in vel. max ho perso si e no 5 km/h

          Comment


          • #6
            Un informazione, ogni quanto registrate la catena, con sto motorone è già la seconda volta in 2500 km! senza pista.
            Io monto ancora il pignone originale e spesso mi trovo ad andare il giro i 5° marcia senza mettere mai la 6° che è troppo lunga (o meglio sono i limiti di velocità che sono troppo corti) e a 120/130 mi sembra che sbatta tutto!
            Ma non vorrei accorciarli perchè così come sono mi piacciono molto 1° 2° 3° ed ho paura di accorciarli troppo.
            Non puoi vivere, se non hai imparato a morire!

            Comment


            • #7
              Allora "Alb" usa la 4^ al posto della 5^... a 120 Km/h ancora va bene e tieni il motore più in tiro.

              Comment


              • #8
                Originally posted by Stevez
                Allora "Alb" usa la 4^ al posto della 5^... a 120 Km/h ancora va bene e tieni il motore più in tiro.
                Ma allora a cosa servono le ultime due marce!!!!!!
                Non puoi vivere, se non hai imparato a morire!

                Comment


                • #9
                  Autostrada... e... piste veloci (ma molto veloci)!!

                  Comment


                  • #10
                    Ottimo post, la catena la pulisco con lo spazzolino da denti...perchè prevenire...e meglio che curare

                    Comment


                    • #11
                      Mi permetto di far notare a Bull ed a quanti altri utilizzano il gasolio, che è aggressivo per gli OR e tende a dilatare gli OR (costruiti in materiale siliconico).
                      Consiglio il lavaggio con prodotti specifici (che sono oltretutto la soluzione TOTALE per lavare anche i cerchi).
                      Nel caso si volesse comunque utilizzare gasolio (molto meglio petrolio bianco raffinato) cercate di levarlo rapidamente dopo aver pulito la catena dal vecchio grasso e dai residui, potete usare olio motore (nuovo ovviamente) spennellandolo.
                      Fatto ciò con panno alla mano fate scorrere la catena asciugandolo al meglio, ed in ultimo fate girare la ruota in prima (tenendo la frizione per gestire la velocità) tenendo il panno dietro per gli schizzi (moooolta attenzione a non falciarsi le mani appoggiando il panno alla corona).
                      NON USATE IL COMPRESSORE, l'aria compressa danneggerebbe gli OR, se lo usate siate accorti e state distanti non deve arrivare il getto a pressione.
                      Ripeto è molto meglio usare prodotti specifici che non richiedono neanche il risciacquo.
                      Aspettate almeno mezz’ora prima di lubrificare la catena, poi come ha detto Bull, spruzzate dalla parte interna, tenendo presente che tutto quello che mettete in eccesso sarà inesorabilmente spruzzato via sulla ruota sul paracorona e nel parapignone (a proposito ogni tanto smontatelo e levate il kg di merd che si forma ;-) ).
                      NON USATE GRASSO BIANCO ALLA CERAMICA!! Oltre ad imbrattare in maniera imbarazzante tutto non è nemmeno efficace quanto un buon prodotto a film, anzi spesso frena (soprattutto una volta che è sporco).
                      Un buon grasso risulta trasparente e non unto, una volta spruzzato si asciugherà risultando quasi invisibile.
                      Diventa Fotografo Sportivo Professionista

                      FOTOSPORT


                      http://picasaweb.google.it/f.gallinari
                      Cippetto sei sempre nei miei pensieri...ora hai la migliore compagna possibile
                      Daniele quello che hai dato rimarrà vivo per sempre.

                      Comment


                      • #12
                        Uso grasso bianco al teflon? diventa molto compatto quasi subito, è bianco, va bene?

                        Comment


                        • #13
                          Quoto Mac. io uso petrolio bianco e come grasso il Silcolene spray.

                          Comment


                          • #14
                            Ragazzi perchè non fate il nome di qualche ottimo prodotto per la pulizia della catena e per la sua lubrificazione?

                            Comment


                            • #15
                              Pulizia: Petrolio bianco

                              Lubrificazione: Castrol Chain WAX
                              AGITATORE della sezione Superbike
                              Il Traction Control logora chi non ce l'ha!

                              Rossi: il suo vero valore è 4° dietro quelli veramente Forti!

                              Comment

                              Working...
                              X