Announcement

Collapse
No announcement yet.

Coronavirus BEI CAZZI capitolo III

Collapse
This topic is closed.
X
X
Collapse
 
  • Filter
  • Time
  • Show
Clear All
new posts

  • Originally posted by jakal View Post
    brutta notizia oggi

    +4492 contagi
    +662 morti
    i contagi sono aumentati parecchio oggi rispetto a ieri
    Occhio che i contagi dipendono invece moltissimo dal numero di tamponi fatti e quindi un dato statisticamente più significativo sarebbe il rapporto contagi su tamponi eseguiti. Se questo numero scende (e mi pare sia sceso) allora il trend è comunque positivo comunque mi fa piacere vedere che anche altri utenti la pensino come me. Ora possiamo solo pensare, come è stato detto, a come poter contribuire anche solo banalmente facendo quello che chi ne capisce più di noi ci ha chiesto di fare, come ha detto backmarker.

    Lele-R1-Crash Concordo. Conte sta dando una buona immagine e la figura la fa chi ci ha preso in giro giorni fa e ora si ritrova molto più impreparato di noi e super contestato dal suo popolo. E' stato Conte un gran signore a non rispondere, ci ha pensato l'evolversi dei fatti a smentire alcuni imbecilli che governano altri stati. Per una volta credo che possiamo oggettivamente a ragione essere fieri di essere italiani. La situazione è un dramma per chiunque e chi se ne esce con la formulina magica è al 99% un cialtrone ciarlatano, noi la stiamo affrontando non dico nel migliore dei modi, perchè si può sempre far meglio, ma di sicuro molto meglio che il resto d'europa e direi quasi del mondo, Cina (che non è una democrazia però) esclusa.

    Comment


    • Originally posted by jakal View Post

      guarda il tuo intervento è correttissimo sono pagine che mi ostino a dire le tue stesse identiche cose ma con parole diverse...purtroppo molti italiani e parlo in generale credono sempre di sapere più degli altri di avere la soluzione a tutto e sopratutto ignorano sempre una marea di situazioni vincoli e via dicendo
      basterebbe porsi una semplice domanda...possibile che nessuno ci abbia pensato e solo io sono l'unico detentore della verità per risolvere il problema?
      la risposta ovviamente è scontata....

      cmq quoto in toto quanto da te scritto
      Straquoto. In italia siamo pieni di persone che pensano di far meglio degli altri il loro lavoro. Poi però quando vai a vedere come svolgono il proprio di lavoro trovi spesso incompetenza ovunque..

      Sento (ad esempio) falegnami che pensano di poter fare meglio i capi di un Paese, poi gli chiedi di aggiustarti una sedia e te la fanno traballante.. muratori che pretendono di sapere come gestire i rapporti internazionali con altri paesi e poi fanno i muri storti. Per non parlare dei meccanici che ti spurgano i freni e vanno peggio di prima con olio vecchio

      E questo andazzo si ripercuote poi in tutti i campi, non solo politica, purtroppo.

      Comment


      • Originally posted by ReLuca View Post
        Io capisco il momento di rabbia e sconforto che ognuno di voi/noi sta vivendo. Io stesso sto avendo problemi immensi perchè ho un trasloco di mezzo per motivi lavorativi, non ho capito se andrò in cassa integrazione e nel frattempo non ho nemmeno capito se e quando dovrò andare nel nuovo posto di lavoro, di fatto quindi sto pagando un affitto inutilmente e sono al terzo trasloco e vi assicuro che in periodo di covid19 non è banale.

        Però vorrei capire una cosa: Davvero voi credete che cose che dite col senno di poi, senza nemmeno la piena conoscenza delle problematiche socio-economiche che si celano dietro questa situazione, abbiano senso?
        Io stesso potrei dire che avrei fatto cose diverse da questo governo (che ci tengo a precisare NON ho votato nel senso che il mio voto non è andato a nessuno di quelli che lo formano) ma col senno di poi mi sembra un filino impari come confronto. Vorrei farvi notare che mentre sostenete che il governo dovesse agire più tempestivamente, quando secondo voi avrebbe dovuto prendere alcuni provvedimenti nel frattempo noi pensavamo alle nostre cavolate, alle pistate al carnevale ecc. e secondo voi loro che avevano la palla di cristallo? O avrebbero potuto ordinare di stare in casa a persone senza la minima percezione del problema (perchè dite quello che vi pare ma un mese fa NESSUNO aveva la percezione del problema)?

        Tra l'altro le contraddizioni continue si sono viste da ogni singolo esponente politico che io conosca. Tutti. Quindi mi stupisco poco da questo punto di vista. In primis le contraddizioni le ho viste da tante persone comuni che ora si permettono di parlare di questa cosa come se loro non avessero cambiato idea nel corso dei giorni.

        Vi invito a indicarmi un altro governo europeo che abbia preso la situazione meglio del nostro in termini di tempestività e coperture economiche, posto che i 550 miliardi tedeschi sono già stati chiariti in un commento precedente.

        Sia chiaro: la situazione è uno schifo per tutti e non voglio fare a gara su chi sta peggio, anzi. Però il nostro sconforto non deve necessariamente portarci ad individuare nel governo il nemico "a tutti i costi". Le critiche dell'opposizione secondo me sono a validità nulla in un momento simile poichè un evento di questa magnitudo mai si è verificato prima ed è un pò facile stare seduti su una poltrona a pensare "dovresti dare soldi a tutti, levare le tasse e magari far smettere di nevicare, cretino di Conte".

        Infine chiudo invitandovi a pensare che sicuramente questo è il loro mestiere e dovrebbero farlo bene, senza continui ripensamenti e ritocchi. Però se penso che spesso noi ci fermiamo 5 minuti nell'indecisione su quale rivista leggere al cesso, penso che il peso della responsabilità che hanno i politici in questo momento possa almeno parzialmente scagionarli da eventuali tentennamenti. Questo sempre visto e considerato che noi siamo ignoranti, PUNTO. Nel senso che ignoriamo tutte le implicazioni legali, economiche e sociali dietro ogni loro decisione apparentemente senza senso e sbagliata.

        Qui non è una partita di calcio in cui ci possiamo divertire a fare gli allenatori di lunedì. Sono cose serie e responsabilità, per come la vedo io, significa anche sapere fin dove possiamo spingerci con la nostra opinione (ignorante), spesso distorta dal credo politico o da facili paroloni che di pratico e realizzabile hanno poco e nulla.
        Ad majora

        no delta martini...no party


        Il problema dell umanità è che gli stupidi son pieni di certezze, mentre le veri menti son piene di dubbi (cit)

        Comment


        • Originally posted by ReLuca View Post
          Lele-R1-Crash Concordo. Conte sta dando una buona immagine e la figura la fa chi ci ha preso in giro giorni fa e ora si ritrova molto più impreparato di noi e super contestato dal suo popolo. E' stato Conte un gran signore a non rispondere, ci ha pensato l'evolversi dei fatti a smentire alcuni imbecilli che governano altri stati. Per una volta credo che possiamo oggettivamente a ragione essere fieri di essere italiani. La situazione è un dramma per chiunque e chi se ne esce con la formulina magica è al 99% un cialtrone ciarlatano, noi la stiamo affrontando non dico nel migliore dei modi, perchè si può sempre far meglio, ma di sicuro molto meglio che il resto d'europa e direi quasi del mondo, Cina (che non è una democrazia però) esclusa.
          Si , però io sono un pò impensierito per i lavoratori dipendenti quando si ripartirà a Maggio o Giugno o Luglio ...

          Molti passano in cassa integrazione ma trovandosi con uno stipendio da fame ...
          Originally posted by Luca990
          al mondo di oggi dove svieni per strada e nessuno si ferma a soccorrerti ma tutti sanno che a colazione hai mangiato #yogurtconfragole perché ti sei fatto un selfie con sguardo ammiccante

          Comment


          • Bisognerà arrangiarsi... al massimo reddito di cittadinanza... vedi che torna utile
            no delta martini...no party


            Il problema dell umanità è che gli stupidi son pieni di certezze, mentre le veri menti son piene di dubbi (cit)

            Comment


            • Originally posted by Lele-R1-Crash View Post

              Si , però io sono un pò impensierito per i lavoratori dipendenti quando si ripartirà a Maggio o Giugno o Luglio ...

              Molti passano in cassa integrazione ma trovandosi con uno stipendio da fame ...
              Ma infatti la situazione sarà critica per tantissimi e sicuramente il governo deve continuare con la precauzione senza però scordarsi che (si spera) esisterà anche un dopo. Staremo a vedere

              Comment


              • Una riflessione sui numeri
                mica tanto diversa da quello che in molti avevamo già fatto notare



                Morti da Coronavirus: i conti non tornano

                Carlos Arija Garcia
                Paesi come l’Italia e la Germania, a parità di contagi, hanno una differenza abissale come numero di decessi: perché? Quale criterio viene usato?



                L’appuntamento è ogni sera alle 18. A quell’ora, la Protezione civile, in una conferenza stampa che ormai è diventata un punto di incontro fisso per tutti, rende noti i numeri quotidiani del coronavirus in Italia: persone contagiate nelle ultime 24 ore, persone guarite, persone decedute. Numeri in continuo crescendo. E anche se la curva sembra avere iniziato a scendere, sono ancora molto alti, troppo alti. Impressiona la cifra dei casi positivi, ad oggi attorno ai 75mila. Ma il vero colpo al cuore è quella relativa ai decessi, oltre 7.500 dall’inizio dell’epidemia, poco più di un mese fa.

                Si dice spesso che i paragoni sono odiosi, ma fare un confronto con quello che succede in altri Paesi, specialmente con quelli più vicini a noi, è inevitabile. Viviamo in un mondo in cui le distanze sono diventate talmente corte che, quando si presenta un disastro del genere, la catena di contagi si allunga in modo inesorabile e finisce per arrivare ovunque.

                Ed è proprio guardando il rapporto tra casi positivi di Covid-19 e decessi in altri luoghi che salta all’occhio qualcosa di strano. Il dato che più colpisce è quello della Germania. Non tanto per la cifra dei contagi, circa la metà di quelli italiani, quanto per il numero dei decessi: ad oggi, 206. Più o meno, quelli che registrava l’Italia il 6 marzo, cioè 15 giorni dopo che tutto era iniziato con il «paziente 1» di Codogno, quando nel nostro Paese i contagi accertati non arrivavano a 5.000. Insomma: guardando le statistiche dei morti da coronavirus, i conti non tornano.

                Nessuno osa pensare che un Paese come la Germania arrivi al punto di «falsare» le sue cifre e di nascondere i suoi morti. Così come appare piuttosto improbabile che i medici tedeschi – rispettabilissimi, per carità – siano molto più bravi di quelli italiani, al punto di evitare che le persone contagiate muoiano come in altre parti del mondo. E allora, perché c’è questo divario tra i numeri della Germania e quelli degli altri Paesi europei, a partire dall’Italia?

                L’unico motivo plausibile è il modo di elaborare le statistiche. E se questo ragionamento sta in piedi, significa che, pur nella drammaticità di una pandemia che sta sconvolgendo il mondo e che già ha segnato un «prima» e un «dopo» nella Storia, le cose vanno ridimensionate.

                Partiamo da questo presupposto: è accertato che il coronavirus acceleri le patologie già esistenti nell’organismo di una persona. Questo vuol dire che chi già ha una patologiapolmonare o un’infezione in corso, ha più probabilità di morire se contrae il Covid-19 rispetto a chi viene contagiato, diciamo così, «da sano», cioè chi stava bene al momento del contagio. Così come è appurato che il coronavirus uccide più facilmente le fasce di popolazione più deboli per età. Non che non ci siano stati dei decessi tra i giovani (purtroppo, la cronaca ce lo ha confermato), ma è un dato di fatto che la maggior parte dei morti ha un’età già avanzata e qualche problema di salute in corso o alle spalle.

                Se diamo un’occhiata ai dati Istat (quindi, dati ufficiali) sulla mortalità in Italia, vediamo che in un anno ci lasciano oltre 650mila persone(dati 2017, gli ultimi disponibili). Di queste, una su mille muore di influenza. Considerando che questa malattia si presenta soprattutto tra novembre e febbraio, significa che in Italia ogni giorno muoiono di influenza cinque persone. Nel nostro Paese ci sono quest’anno oltre 5 milioni e mezzo di casi di influenza, cioè un italiano su dieci è contagiato. Mediamente, continua l’Istat, 37 persone muoiono ogni giorno di polmonite. Oltre 600 per malattie cardiocircolatorie. Numeri impressionanti, ai quali non si bada mai perché non hanno a che fare con una pandemia, con un nuovo nemico strano, mai sentito prima.

                Queste sono solo alcune delle cifre che l’Istat ha elaborato nella tabella delle cause di mortalità nel 2017. Il timore è che i decessi per le stesse cause finiscano nel 2020 nella tabella di morti per coronavirus. Come dicevamo prima, è assodato che il Covid-19 aggrava patologie come quelle citate, il che vuol dire che una persona con polmonite e con una certa età che prima poteva guarire più facilmente, se si ammala di coronavirus può morire più facilmente. E il suo decesso viene classificato tra quei 7.500 – finora – di Covid-19. È il ragionamento su cui tanto si è discusso nelle scorse settimane: c’è da distinguere tra chi muore «per» il coronavirus, cioè perché il virus si è aggiunto ad una patologia già esistente, e chi muore «di» coronavirus, cioè il decesso di chi ha contratto il Covid-19 quando era perfettamente sano.

                Ed è proprio quello che sta facendo la Germania. Come dicevamo, ad oggi ha registrato circa 37.300 casi, ma i decessi si fermano a 206. Quando l’Italia aveva più o meno lo stesso numero di contagi (35mila circa) i morti erano quasi 3mila. Una sproporzione abissale. Proprio perché i tedeschi stanno depurando dalle loro statistiche i casi di chi aveva già contratto una patologia che rientra tra quelle che incidono sull’indice di mortalità nel Paese. Tengono conto, cioè, solo di chi si ammala dopo avere contratto il coronavirus, non di chi aveva già un quadro compromesso prima del contagio.

                Pura statistica fine a sé stessa? Mica tanto. Un ragionamento del genere pone inevitabilmente delle domande che difficilmente, a questo punto, troveranno delle risposte. Ad esempio, se l’Italia avesse adottato lo stesso criterio sul conteggio dei decessi, quanto si sarebbe ridimensionato il problema? Avremmo oggi delle misure restrittive come quelle attualmente in corso? La nostra economia sarebbe così danneggiata, con buona parte dell’attività produttiva e commerciale ferma? Sarebbero a rischio tutti questi posti di lavoro?
                no delta martini...no party


                Il problema dell umanità è che gli stupidi son pieni di certezze, mentre le veri menti son piene di dubbi (cit)

                Comment


                • Originally posted by mito22 View Post
                  Nuovo modello per modulo autocertificazione aggiornato al 26 marzo 2020

                  Coronavirus Covid19 modulo autocertificazione 26 marzo 2020 - DOWNLOAD
                  Ho finito l'inchiostro della stampante,che si attacchino al tram visto che è tutto chiuso fino a quando non si sa e sinceramente mi sono rotto i co...comeri bastaaaaaaaaa!!!!
                  Il mio cane è bravo a derapare,
                  io a scodinzolare
                  ....

                  Posso resistere a tutto tranne le moto e daidegas!!!
                  .....

                  Invece io sono talmente abituato a pagare per far sesso
                  Che prima di farmi una sega metto 10€ sul comodino

                  (Anonimo della Brianza )

                  __________________

                  Comment



                  • 26 mar 19:39

                    Il Papa dona 30 respiratori agli ospedali

                    "Nel pomeriggio Papa Francesco ha affidato trenta respiratori acquistati nei giorni scorsi all'Elemosineria Apostolica perché questa ne possa fare dono ad alcune strutture ospedaliere nelle zone più colpite dalla pandemia di Covid-19. Tali strutture verranno individuate nei prossimi giorni". Lo rende noto la stessa Elemosineria.


                    Comment



                    • 26 mar 19:45

                      Gb, oltre cento morti in un giorno

                      E' Boom di casi di contagio e di morte per coronavirus nel Regno Unito, con i decessi che per la prima volta aumentano di oltre cento in un solo giorno. Il numero censito delle persone infettate è cresciuto fino a 11.658 nelle ultime 24 ore, secondo i dati aggiornati del ministero britannico della Sanità, con un picco di 2.129 in più rispetto a mercoledì. Il totale registrato dei morti è invece passato da 463 a 578, ossia 115 in più. I test eseguiti nel Paese sono saliti intanto a quasi 105mila.


                      Comment



                      • 26 mar 19:47

                        Trump: verso l'allentamento delle misure sul distanziamento

                        L'amministrazione Trump sta preparando delle nuove linee guida per allentare nelle zone considerate meno a rischio le misure di distanziamento sociale e le altre misure messe in campo per contrastare la diffusione dei contagi da coronavirus. In una lettera ai governatori il presidente ha scritto che le regole dovranno tenere conto se una contea sia ad alto, medio o basso rischio. Così i governatori potranno decidere se "mantenere, aumentare o allentare le misure".


                        Comment



                        • 26 mar 19:53

                          I medici morti salgono a 41

                          Altri due decessi tra i camici bianchi per l'epidemia di Covid-19. A segnalarli è la Federazione nazionale degli ordini dei medici precisando che Marco Lera, odontoiatra di Lucca, e Santino Forzani, direttore sanitario a Novara. Il totale dei decessi tra i medici sale così a 41.


                          Comment



                          • 26 mar 19:57

                            Positivo un operaio del cantiere del ponte di Genova

                            Un operaio del cantiere del Nuovo viadotto di Genova è risultato positivo al coronavirus. Lo riferisce la Struttura del Commissario perla ricostruzione, precisando che l'uomo è in buone condizioni di salute e si trova in quarantena presso il proprio domicilio. "Si sta lavorando da subito per ricostruire i contatti che l'operaio ha avuto sul luogo di lavoro prima di avere la febbre".


                            Comment



                            • 26 mar 20:06

                              Germania, più di seimila casi in un giorno: superati i 43mila

                              Continuano ad aumentare velocemente i contagiati da coronavirus in Germania: sono saliti a 43.646 i casi positivi segnalati dall'Hopkins University, secondo la quale il bilancio delle vittime è di 239. Solo oltre seimila i nuovi contagi registrati. Il ministro della Salute, Jens Spahn, ha affermato che i tedeschi sono davanti "alla quiete prima della tempesta".


                              Comment


                              • La notizia continua ad essere rilanciata dai tabloid britannici. Una notizia non confermata, anzi smentita, ma che continua a fare moltissimo rumore: il principe Filippo, marito della Regina Elisabetta, potrebbe essere morto a 98 anni. L'uomo, Duca di Edimburgo e già Principe di Grecia e Danimarca, secondo alcuni tabloid sarebbe deceduto per il coronavirus, ma la Famiglia Reale non vorrebbe dare la notizia per non generare ulteriore panico nella popolazione, in questo momento di reclusione forzata. Gli stessi tabloid, ora, doverosamente danno conto della smentita della stessa Royal Family.
                                da liberoquotidiano

                                Comment

                                Working...
                                X