Announcement

Collapse
No announcement yet.

Corona Virus BEI CAZZI capitolo VI

Collapse
X
Collapse
 
  • Filter
  • Time
  • Show
Clear All
new posts


  • 31 mag 17:36

    In Lombardia 210 nuovi casi, 33 i morti

    Sono 210 i nuovi positivi al coronavirus in Lombardia con 12.427 tamponi effettuati. Il totale dei casi registrati in regione da inizio pandemia è di 88.968 contagi. Il rapporto positivi-nuovi tamponi è 1,7%, mentre sabato, quando c'erano stati 221 casi in più con 14.301 tamponi, era 1.5%. I decessi nelle ultime 24 ore sono stati 33. Solo 13 i nuovi positivi a Milano città.


    Comment



    • 31 mag 19:05

      Domani colloquio Di Maio-Dendias sui blocchi

      Si svolgerà domani una telefonata tra il ministro degli Esteri Luigi Di Maio e l'omologo greco Nikos Dendias. Al centro del colloquio, si apprende da fonti della Farnesina, ci sarà il tema delle restrizioni della Grecia alle regioni del nord Italia. Martedì 9 giugno, inoltre, Di Maio sarà in missione ad Atene dopo aver fatto tappa nei giorni precedenti in Germania e in Slovenia, sempre per affrontare il tema dei flussi turistici.


      Comment



      • 31 mag 21:46

        Bonaccini: "Riaprire 3 giugno è misura giusta"

        Riaprire tutti il 3 giugno "mi pare sia una misura e un tempo giusto", ognuno dei presidenti di Regione "deve fidarsi di chi ha piu' competenze di noi". Lo ha detto Stefano Bonaccini, presidente dell'Emilia-Romagna e della Conferenza delle Regioni, ospite di 'Live non e' la D'Urso' su Canale 5. "E' giusto prendersi una quota di rischio, seppur minima".


        Comment



        • L'app Immuni per il tracciamento anti-contagio da lunedì dovrebbe poter essere scaricabile dagli store di Apple e Google. Il download dell'applicazione potrà essere effettuato da tutt'Italia, probabilmente dal pomeriggio. Ma il sistema - che allerta chi è stato a contatto con un positivo al Coronavirus - sarà attivo solo nelle Regioni che aderiranno alla sperimentazione. C'è, infatti, una fase di test che precede il rilascio a livello nazionale.


          Intanto i dati della pandemia tornano a migliorare nelle ultime 24 ore, in parte anche in Lombardia, ma la riapertura totale della mobilità in Italia dal 3 giugno continua a far paura e le Regioni meno colpite si attrezzano come possono. Le nuove vittime e i contagiati scendono, però la percentuale di positivi trovati in Lombardia resta quasi il 60% del totale, mentre i morti odierni risultano in doppia cifra (e ampiamente) solo nella regione epicentro del dramma. Il presidente della Toscana Enrico Rossi invoca un rinvio di una settimana degli spostamenti liberi, "per arrivare anche in Lombardia - dice - a un numero di contagi molto ridotto".



          Il dialogo tra il governo, attraverso il ministro delle Autonomie Francesco Boccia, e le Regioni prosegue sottotraccia, ma appare difficile che da qui a mercoledì l'esecutivo defletta dalla decisione di riaprire alla mobilita' in tutta Italia. Il ministro Roberto Speranza riconosce che "un rischio c'è e sarebbe sbagliato non riconoscerlo" ma del resto riflette "il rischio zero ora non esiste ma ci arriveremo solo quando ci sarà il vaccino e fino ad allora si tratta di assumersi dei rischi ponderati e di provare a gestire una fase diversa".

          Insomma, se non è possibile alle Regioni più preoccupate ottenere un rinvio o una riapertura differenziata, né la libertà di imporre la quarantena - a fronte di turisti europei dell'area Schengen che non dovranno farla -, si punta sui controlli. Sull'isolamento domiciliare non è escluso che possano arrivare delle ordinanze regionali, ragionano fonti vicine al ministro Boccia, aggiungendo però che finora nessuno ne ha parlato esplicitamente. Del resto se si vogliono attrarre turisti non è pensabile di metterli in quarantena a prescindere. La dicotomia resta sempre quella tra tutela della salute e dell'economia.

          I numeri della pandemia di oggi - La pandemia è gia' costata all'Italia la cifra spaventosa - e probabilmente sottostimata - di 33.415 vittime. La tendenza della curva è in discesa, le terapie intensive occupate sono 435, circa un decimo di quelle del picco a inizio aprile. I malati sono ancora 42mila, ma i guariti quasi quattro volte tanto. Nelle ultime 24 ore si registra un calo degli attualmente positivi in tutte le regioni (tranne in Umbria, invariati) e in nove regioni non ci sono stati altri decessi. In Lombardia il
          calo è più lento, anche per i numeri molto grandi di partenza e 10 milioni di abitanti: i nuovi contagiati sono 210 su 355 in tutta Italia, i morti 33 su 75 (44%), comunque in flessione.

          Comment


          • Originally posted by mito22 View Post
            L'app Immuni per il tracciamento anti-contagio da lunedì dovrebbe poter essere scaricabile dagli store di Apple e Google. Il download dell'applicazione potrà essere effettuato da tutt'Italia, probabilmente dal pomeriggio. Ma il sistema - che allerta chi è stato a contatto con un positivo al Coronavirus - sarà attivo solo nelle Regioni che aderiranno alla sperimentazione. C'è, infatti, una fase di test che precede il rilascio a livello nazionale.

            ... guarda... quasi quasi prendo anche un altro telefono e la scarico DUE volte....

            +-+-+-+-+-+-+-+-+-+-+-+-+-+-+-+-+-+-+-+-+-+-+-+




            Comment


            • Originally posted by mito22 View Post
              Il dialogo tra il governo, attraverso il ministro delle Autonomie Francesco Boccia, e le Regioni prosegue sottotraccia, ma appare difficile che da qui a mercoledì l'esecutivo defletta dalla decisione di riaprire alla mobilita' in tutta Italia. Il ministro Roberto Speranza riconosce che "un rischio c'è e sarebbe sbagliato non riconoscerlo" ma del resto riflette "il rischio zero ora non esiste ma ci arriveremo solo quando ci sarà il vaccino e fino ad allora si tratta di assumersi dei rischi ponderati e di provare a gestire una fase diversa".
              Sto qua ci sta dicendo che in una maniera o nell’altra ci scasseranno la minkya ancore per un anno abbondante, cioè quando arriverà un Vaccino

              Fortuna che abbiamo Pappalardo a radunare folle senza mascherina così nel giro di due settimane sapremo se avremo centinaia di migliaia di Infetti... se si bisognerà preoccuparsi, se no capiremo che son tutte caxxate

              Cmq quasi tutti i giornalisti Responsabili parlano di Centinaia di persone, ma la folla in piazza duomo Mi non era molto inferiore al Concerto Italia Live 19 in cui c’erano 20.000 persone ... si Responsabili delle caxxate che continuano a dirci

              Oggi altre manifestazioni in piazza e non solo del Generale ... se Aprono le regioni i Manifestanti aumenteranno a dismisura... hanno sbagliato i calcoli, una volta quelli del Nord avevano da lavorare e non si perdevano in manifestazioni varie ... ora tra Inkaxxati, Licenziati, aziende chiuse etc etc i Polentoni si riverseranno su Roma ... male che vada infetteremo un po’ Lazio
              .
              E' dal 2007 che dico di GONFIARE le Gomme, Prima o Poi capirete quanto sono AVANTI !!!

              CLIKKA per Tutti i Mr.TOPIC

              Il telaio mi sembrava troppo rigido. Poi abbiamo lavorato sulle sospensioni e non mi aspettavo un cambiamento così grande, perché la moto mi ha dato subito più fiducia" (Casey Stoner)

              La Moto è PERICOLOSA, Più vai VELOCE e meno Tempo sei in Pericolo

              PS: Se NON avete ricevuto risposta a PM o E-Mail, Telefonate 039 21.48.298

              Comment



              • Ancora pareri discordanti tra i governatori italiani sulla riapertura delle Regioni a partire da mercoledì. Da un lato c'è il presidente della Toscana, Enrico Rossi, secondo il quale "un po' di prudenza e la pazienza di aspettare una settimana in più non so a chi avrebbero potuto far male". Dall'altro i governatori delle Regioni del Nord spingono per la libera circolazione dal 3 giugno, data ormai per certa.


                Lombardia - Il governatore lombardo, Attilio Fontana, da giorni si dice convinto che dal 3 giugno i suoi concittadini potranno circolare in tutto il Paese, nonostante la Regione sia ancora la più colpita dal virus. "I dati sono estremamente positivi - sostiene - e quindi non ho dubbi che la Lombardia rientrerà sicuramente nel novero delle Regioni che avranno libertà di movimento.

                Piemonte - Sulla posizione di alcune Regioni è intervenuto anche il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, parlando anche della richiesta del certificato di negatività al Covid-19: "Non credo che sia una scelta giusta, né praticabile. Io vengo dalle Langhe, abbiamo un territorio fortemente turistico e non vediamo l'ora di accogliere i tanti stranieri, europei, che da sempre scelgono questo territorio. Posso comprendere che ci sia un desiderio di tutela. Io vedo non solo la necessità di un'Italia che si sposta tutta insieme ma anche di un'Europa che si muove così".

                Veneto - La posizione di Luca Zaia sembra quella più ferma e risoluta. Il governatore veneto è un forte sostenitore della riapertura completa dal 3 giugno da settimane lavora a rimettere pienamente in moto la sua Regione. "Penso sia fondamentale non aprire a macchia di leopardo. Capisco la preoccupazione di qualche collega, ma spero si possa aprire tutti assieme, anche a livello europeo. Abbiamo la necessità di aumentare gli spostamenti e le relazioni". Tutto questo unito, ribadisce Zaia, al perenne invito a mantenere alta la guardia nella prevenzione e nella lotta al virus.

                Liguria - Sulla stessa linea di Zaia si schiera il governatore della Liguria, Giovanni Toti. “Il nemico è il virus - scrive su Facebook - non sono le persone, qualsiasi sia la loro provenienza. Lo avevo già detto, lo ripeto. Perché sono convinto che alcuni messaggi che ho letto non rendano onore al tricolore che molti italiani hanno appeso al balcone in questi mesi. Non c'è una Regione contro l'altra. Stiamo tutti combattendo la stessa battaglia. E se il governo lo consentirà, a fronte di numeri sanitari positivi, apriremo i confini. Basta fare terrorismo, basta seminare odio, basta discriminarci tra noi".

                Emilia-Romagna - Anche il presidente dell'Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, seppur nella posizione "bifronte" di presidenza della Conferenza delle Regioni, auspica l'apertura completa. “Mi auguro che si riduca il tasso di polemica, e per quanto mi riguarda spero che si possa ripartire ovviamente tutti insieme. Si deciderà di concerto con il governo. Complessivamente, Regione per Regione, ogni giorno, si trasferiscono 21 dati al ministero della Salute e lì si fanno tutti i calcoli sull’andamento della curva epidemiologica. E’ evidente che c’è bisogno di garanzie sulla sicurezza”.

                Lazio - Cautela, con posizioni in un primo momento molto polemiche, ma ora meno rigide, arrivano dalle Regioni del Centro-Sud. Dal Lazio, l'assessore alla Sanità, Alessio D'Amato, ha parlato di forti pressioni politiche per la riapertura, avanzando anche l'ipotesi di alcune contromisure. E rivendica il "modello Lazio" per la gestione dell'emergenza: "Il modello Lazio che stiamo mettendo in campo attraverso l’integrazione dei test sierologici e i tamponi sta funzionando".

                Sardegna - La Regione più ostile alla libera circolazione resta però la Sardegna. Il governatore Christian Solinas continua a ribadire che per entrare nell'isola serve una sorta di "passaporto sanitario" e non ha fatto alcun passo indietro rispetto alla posizione del ministro per gli Affari regionali, Francesco Boccia: "E' incostituzionale - ha detto il ministro - lo dice l'articolo 120 della Costituzione. Una Regione non può adottare provvedimenti che ostacolino la libera circolazione delle persone". Alcuni "no" al passaporto sanitario sono arrivati anche da altri presidenti di Regioni e da alcuni sindaci, ma la Sardegna non torna indietro sui suoi passi.

                Sicilia - Per quanto riguarda la Sicilia, il governatore Nello Musumeci ha archiviato l'idea del "passaporto sanitario" e ha messo sul tavolo nuove regole: "Occorrerà verificare la provenienza, l'esistenza di eventuali casi sospetti nel nucleo familiare, indicare giorno dopo giorno la tracciabilità della presenza del turista. Ricordo soltanto che siamo al centro di una pandemia e che tutto il resto appare davvero piccola cosa", aggiunge. "Non sto parlando di libera circolazione, ma di chi liberamente viene in Sicilia e accetta la collaborazione con le autorità sanitarie locali".

                Campania - Dopo aver sparato a zero sulla riapertura comune dal 3 giugno, il governatore campano Vincenzo De Luca ha "ammorbidito" la posizione, ma il ragionamento di fondo rimane lo stesso. "Davvero non si comprende quali siano le ragioni di merito che possano motivare un provvedimento di apertura generalizzata e la non limitazione della mobilità, nemmeno per le province ancora interessate pesantemente dal contagio. Si ha la sensazione che per l'ennesima volta si prendano decisioni non sulla base di criteri semplici e oggettivi, ma di spinte e pressioni di varia natura". In ogni caso De Luca assicura che la Campania "valuterà le decisioni del governo, se e quando saranno formalizzate" e adotterà, "senza isterie e in modo responsabile, insieme ai protocolli di sicurezza già vigenti, controlli e test rapidi con accresciuta attenzione per prevenire, per quanto possibile, il sorgere nella nostra regione di nuovi focolai epidemici".

                Puglia e Calabria - E mentre Michele Emiliano, dalla Puglia, sottolinea che "è arrivato il momento di riaprire il Paese a condizioni di normalità e la condizione di normalità fondamentale è la libertà di circolazione", dalla punta dello "Stivale" la governatrice Jole Santelli da giorni, in tv e sui giornali, ribadisce che la Calabria è pronta ad accogliere a braccia aperte i turisti. "Siamo a contagio zero - evidenzia - e nel rispetto di tutte le misure contro il coronavirus, ora posso dire a chi arriva in Calabria: l'unico pericolo sarà quello di ingrassare".
                da tgcom24

                Comment


                • Comment


                  • Io francamente mi sono rotto le scatole di stare a sentire sti pagliaccetti politici ...
                    Originally posted by Luca990
                    al mondo di oggi dove svieni per strada e nessuno si ferma a soccorrerti ma tutti sanno che a colazione hai mangiato #yogurtconfragole perché ti sei fatto un selfie con sguardo ammiccante

                    Comment


                    • Originally posted by mito22 View Post
                      31 mag 17:10

                      Professor Zangrillo: da un punto di vista clinico il coronavirus non esiste più

                      "Il virus dal punto di vista clinico non esiste più". Lo dice il professore Alberto Zangrillo, direttore di Terapia Intensiva al San Raffaele di Milano, in relazione all'evoluzione del coronavirus. "Che il virus dal punto di vista clinica non esista piu' lo dice l'università Vita e Salute del San Raffaele, lo dice uno studio fatto dal virologo direttore dell'Istituto di virologia, professor Clementi, lo dice insieme alla Emory University di Atlanta, il professor Silvestri: i tamponi eseguiti negli ultimi dieci giorni hanno risultati con una carica virale dal punto di vista quantitativo infinitesimale rispetto ai tamponi eseguiti sui pazienti un mese fa", spiega Zangrillo.

                      Se così fosse occorrerebbe eliminare tutte le misure contenitive attualmente in atto

                      Comment


                      • Originally posted by 2Stroke View Post

                        Se così fosse occorrerebbe eliminare tutte le misure contenitive attualmente in atto
                        Ma si ma questo si vede che doveva andare dalla venier o dalla d'urso dicendo una minkiata...

                        E' come se dicesse che tutti i suoi colleghi sono idioti...

                        Comment


                        • Originally posted by mito22 View Post
                          ma voi pensate che quelli del nord che tornano al sud...sono turisti...oppure sono persone del sud...che lavorano al nord (e uindi tornano alle famiglie di origine?)
                          La Desmosedici è una moto difficile, quando dai gas vibra e si muove, ma è una sua prerogativa perchè se non ti fai spaventare vedi che tutto funziona. [Casey Stoner]

                          AIUTATEMI PER FAVORE CON QUESTA PETIZIONE : 125 in superstrada


                          https://www.change.org/p/ministero-d...edium=copylink

                          Basta un click

                          Comment


                          • Non solo è così... perché già si sapeva e perché un istituto come SR non andrebbe contro l’establishment senza averne la sicurezza....
                            Ma oggi siamo praticamente a 14gg dalle Movide, Navigliate etc che avrebbero dovuto infettare migliaia di persone, invece i numeri sono cmq in calo oltre che RIDICOLI

                            Le Aperture non servono solo a far Uscire le persone dalle Regioni, anzi è molto più Importante farle ENTRARE ... per il Turismo centro sud e per far Girare lEconomia al Nord ...
                            Purtroppo patetici cacasotto hanno in testa solo un Lombardo che va a Ungerli ... quando la maggior parte saranno vostri Congiunti che tornano al paese d’origine
                            Che poi è quasi un mese che i Congiunti non si infettano
                            .
                            E' dal 2007 che dico di GONFIARE le Gomme, Prima o Poi capirete quanto sono AVANTI !!!

                            CLIKKA per Tutti i Mr.TOPIC

                            Il telaio mi sembrava troppo rigido. Poi abbiamo lavorato sulle sospensioni e non mi aspettavo un cambiamento così grande, perché la moto mi ha dato subito più fiducia" (Casey Stoner)

                            La Moto è PERICOLOSA, Più vai VELOCE e meno Tempo sei in Pericolo

                            PS: Se NON avete ricevuto risposta a PM o E-Mail, Telefonate 039 21.48.298

                            Comment


                            • Originally posted by mito22 View Post

                              Ma si ma questo si vede che doveva andare dalla venier o dalla d'urso dicendo una minkiata...

                              E' come se dicesse che tutti i suoi colleghi sono idioti...
                              Perché i suoi colleghi han mai parlato di Carica Virale

                              NO! semplicemente evitano il discorso, e qualcuno cerca col lanternino casi specifici e unici per ASSECONDARE i politici ed i loro scopi ...

                              Senza contare che viste le minkyate fatte, si molti suoi colleghi sono IDIOTI ... o meglio delle due fazioni che si sono create su ogni caso da spiegare una delle due Fazioni era di IDIOTI ... solitamente quella più numerosa legata al OMS e a quello che poi è stato strombazzato dai TG Responsabili... a cui oggi Credi solo tu e 4 casalinghe addormentate sul divano

                              SU, basta un minimo di ragionamento per capire che il Virus ha effetti Minori, oltre ad un minimo di conoscenza perché è normale che sia così da sempre ...
                              Si può solo sindacare sul termine Infinitesimale ... ma sicuramente è Inferiore, cosa che altri non dicono ... Idiozia o Interessi a me non cambia molto, sarei solo meno offensivo nel primo caso!

                              NOTA: Carica Virale Infinitesimale o Molto Inferiore denota che il Virus NON È NATURALE ...
                              Fosse così OMS ci avrebbe detto l’ennesima KAXXATA, ecco perché i VENDUTI oggi DEVONO nascondere la VERITÀ... ciai ragione non sono IDIOTI ma proprio dei PEZZI DI M.... che mirano solo a Venderci un VACCINO INUTILE
                              .
                              E' dal 2007 che dico di GONFIARE le Gomme, Prima o Poi capirete quanto sono AVANTI !!!

                              CLIKKA per Tutti i Mr.TOPIC

                              Il telaio mi sembrava troppo rigido. Poi abbiamo lavorato sulle sospensioni e non mi aspettavo un cambiamento così grande, perché la moto mi ha dato subito più fiducia" (Casey Stoner)

                              La Moto è PERICOLOSA, Più vai VELOCE e meno Tempo sei in Pericolo

                              PS: Se NON avete ricevuto risposta a PM o E-Mail, Telefonate 039 21.48.298

                              Comment


                              • App IMMUNI finta email con virus OCIO

                                Comment

                                Working...
                                X