Announcement

Collapse
No announcement yet.

Cambio olio che scelgo?

Collapse
X
 
  • Filter
  • Time
  • Show
Clear All
new posts

  • penna_85
    replied
    Originally posted by HSG View Post

    La procedura è la stessa, anche più a lungo al minimo, magari un minuto poi un pelo di gas.

    Per il SAE la tua considerazione è valida SOLO per condizioni standardizzate. Per un motore 250 4T usato in fuoristrada verrebbe consigliato un 10W40 (termica nel caso dei CRF con olio separato per il cambio) chiaramente di ottima formulazione guidato da un amatore della domenica, per un ragazzino veloce che usi motore cambio e frizione come si deve l'olio va a 130 in due giri e la frizione diventa blu. In questo caso non sarebbe da valutare l'utilizzo di un olio maggiormente PROTETTIVO alle alte temperature a parità di formulazione? E sto parlando di protettivo, non prestazionale, cosa che si possono permettere team di livello con utilizzo di olii poco viscosi che non rubano CV ma prevedano revisioni più serrate.
    Perdonami, ma faccio fatica a seguirti...
    Innanzitutto per favore definisci cosa intendi per prestazionale: voglio capire cosa guardi, come basi la tua scelta per avere un olio PRESTAZIONALE

    Aumentando la gradazione, oltre ad avere una perdita maggiore (attrito) ma di cui poco ci importa, hai anche una temperatura di esercizio dell'olio più alta!! Un olio più viscoso implica più attrito e attrito è calore!!
    Per questo non mi scosterei troppo da quello che suggerisce la casa...e lo farei comunque guardando la viscosità a caldo/freddo sulla scheda tecnica.

    Leave a comment:


  • HSG
    replied
    Originally posted by penna_85 View Post

    Non sono affatto d’accordo, anzi!!
    La criticità a freddo è proprio nei primi secondi di quando gira poco lubrificato e al minimo...almeno, io accendo, lascio girare al minimo almeno 20-30 secondi poi semmai vado accanto all’acceleratore
    Più è viscoso e più si scalda (e quindi dovrai smaltire).
    La lubrificazione trasmissione e cambio è identica, ci sono altre indicazioni sul film che lascia l’olio...non certo il SAE.
    Inventarsi A CASO la gradazione lo trovo ridicolo specialmente se non si conosce l’olio (crtteristiche, formulazione, additivi..) si può variare ma con criterio..e non perché protegge meglio (che non è vero).
    La procedura è la stessa, anche più a lungo al minimo, magari un minuto poi un pelo di gas.

    Per il SAE la tua considerazione è valida SOLO per condizioni standardizzate. Per un motore 250 4T usato in fuoristrada verrebbe consigliato un 10W40 (termica nel caso dei CRF con olio separato per il cambio) chiaramente di ottima formulazione guidato da un amatore della domenica, per un ragazzino veloce che usi motore cambio e frizione come si deve l'olio va a 130 in due giri e la frizione diventa blu. In questo caso non sarebbe da valutare l'utilizzo di un olio maggiormente PROTETTIVO alle alte temperature a parità di formulazione? E sto parlando di protettivo, non prestazionale, cosa che si possono permettere team di livello con utilizzo di olii poco viscosi che non rubano CV ma prevedano revisioni più serrate.

    Leave a comment:


  • penna_85
    replied
    Originally posted by Rikirr View Post
    Quello che scrivi e giusto... se usiamo un olio con gradazione 60 su un motore dove verrà usato x uso stradale nn solo è inutile ma pure dannoso...il discorso è diverso se l’utilizzo è solo pista..dove l’olio lavorerà sempre con temperature oltre i 110 gradi e può arrivare anche a superare i 120 gradi specie quando le temperature esterne solo elevate...ecco che in quelle situazioni è meglio avere più protezione
    Verissimo, ma in questo caso estremo (moto solo pista con, presumo, radiatore olio) non ci sono problemi

    Leave a comment:


  • penna_85
    replied
    Non vedo il grafico..non so se colpa dell’iPad..

    Forse non mi sono spiegato..non è un discorso di quanto scende la viscosità a 105 rispetto a 100.
    Ma soprattutto, cosa intendete per più protezione!?!?

    Leave a comment:


  • MiKiFF
    replied
    Ma chi dice di farsi la gradazione a caso?

    Per quella è freddo ci sono le tabelle in funzione della temperatura esterna, ma se uno prende una gradazione più bassa è tranquillo.

    Per quella a caldo va bene quella della casa se l'utilizzo è stradale ma in pista 10 in più non fanno male e se fossero 20 uno è ancora più tranquillo PROPRIO se sa che la temperatura del suo motore è più alta.

    Questa frase poi conferma il tuo pensiero di prima che è giusto in teoria ma insignificante nelle conseguenze:

    Più è viscoso e più si scalda (e quindi dovrai smaltire)

    Se uso un SAE 50 invece che 40 avrò a 100°C facciamo 20 cSt contro 15 cSt.

    Considerando le molti altre fonti di calore dentro un motore, a causa dell'utilizzo dell'olio a più alta viscosità si avrà (esagero) un +5°C di temperatura olio, per cui a 105°C avrò una viscosità dell'olio SAE 50 che sarà scesa da 20 cSt a quanto secondo te?

    Prima di rispondermi guarda questo grafico:

    ?

    Leave a comment:


  • Rikirr
    replied
    Quello che scrivi e giusto... se usiamo un olio con gradazione 60 su un motore dove verrà usato x uso stradale nn solo è inutile ma pure dannoso...il discorso è diverso se l’utilizzo è solo pista..dove l’olio lavorerà sempre con temperature oltre i 110 gradi e può arrivare anche a superare i 120 gradi specie quando le temperature esterne solo elevate...ecco che in quelle situazioni è meglio avere più protezione

    Leave a comment:


  • penna_85
    replied
    Originally posted by HSG View Post

    Ni
    Se avviassi un motore a "freddo" e lo tenessi ad un regime appena sopra quello del minimo (2000 giri circa) la pompa, o almeno la gran parte delle pompe olio moderne, avrebbero la capacità di vincere la maggior viscosità riuscendo a lubrificare correttamente. Ovviamente non si dovrebbe tenere il motore a regimi troppo elevati (oltre 3000 con variazione di 1000 giri) come vedo fare a tanti perchè lo ha detto il "preparatore", almeno sono tutti contenti perchè dopo una stagione glielo riporti a fare le bronzine e i pistoni...
    Tutto questo per avere un olio che abbia un range di SAE più stretto possibile in modo che la formulazione sia più precisa (un 10W60 sarà molto più difficile e costoso da definire di un 15W50) e l'indice a caldo io lo preferisco più alto possibile compatibilemnte con l'ampiezza del range scelto, perchè è vero che crea maggior attrito, ma lo smaltimento del calore e la lubrificazione del complesso trasmissione (cambio e frizione) risulta di livello decisamente superiore. Soprattutto su motori con cilindrate piccole utilizzati a regimi altissimi con raffreddamenti critici.
    Non sono affatto d’accordo, anzi!!
    La criticità a freddo è proprio nei primi secondi di quando gira poco lubrificato e al minimo...almeno, io accendo, lascio girare al minimo almeno 20-30 secondi poi semmai vado accanto all’acceleratore
    Più è viscoso e più si scalda (e quindi dovrai smaltire).
    La lubrificazione trasmissione e cambio è identica, ci sono altre indicazioni sul film che lascia l’olio...non certo il SAE.
    Inventarsi A CASO la gradazione lo trovo ridicolo specialmente se non si conosce l’olio (crtteristiche, formulazione, additivi..) si può variare ma con criterio..e non perché protegge meglio (che non è vero).

    Leave a comment:


  • MiKiFF
    replied
    Se avete visto il link con la comparativa olio by AMSOIL, sarebbe interessante capire la correlazione cicli-chilometri per stimare quando possa insorgere il degrado a seconda dell'olio utilizzato, almeno indicativamente, ma tra laboratorio e realtà sarebbe comunque difficile...

    Last edited by MiKiFF; 11-02-19, 14:29.

    Leave a comment:


  • Josh
    replied
    Originally posted by Zio Dog View Post

    Si è esagerato
    Ma difficilmente riuscirei a fare più di 3000km all'anno......e almeno una volta l'anno anche se la utilizzassi solo per strada lo cambierei cmq.
    Messa così allora lo capisco
    Anch'io ho una moto che al momento utilizzo per 3mila km l'anno, quando va bene, e faccio il cambio olio tutti gli anni

    Leave a comment:


  • Josh
    replied
    Originally posted by desmodannato View Post

    Cambiare olio ogni 3000km fatti in strada è pura follia..., tanto più con un motore di serie...
    Ah ecco. Mi ritengo già scrupoloso io ogni 6k ma visto che risparmio su manodopera e ricambi lo faccio volentieri

    Leave a comment:


  • Zio Dog
    replied
    Originally posted by Josh View Post

    Azz 2/3000 km per un utilizzo stradale?
    Io cambio tutto ogni 6000 a fronte dei 12000 richiesto dalla casa. Parlo di shell ultra advance 15w50.
    In piena stagione ogni 2/3000 mila significherebbe cambiare l'olio una volta al mese. Non è un tantino esagerato?
    Semplice curiosità ovviamente
    Si è esagerato
    Ma difficilmente riuscirei a fare più di 3000km all'anno......e almeno una volta l'anno anche se la utilizzassi solo per strada lo cambierei cmq.

    Leave a comment:


  • desmodannato
    replied
    Originally posted by Josh View Post

    Azz 2/3000 km per un utilizzo stradale?
    Io cambio tutto ogni 6000 a fronte dei 12000 richiesto dalla casa. Parlo di shell ultra advance 15w50.
    In piena stagione ogni 2/3000 mila significherebbe cambiare l'olio una volta al mese. Non è un tantino esagerato?
    Semplice curiosità ovviamente
    Cambiare olio ogni 3000km fatti in strada è pura follia..., tanto più con un motore di serie...

    Leave a comment:


  • Josh
    replied
    Originally posted by Zio Dog View Post
    Per me vi fate troppe pippe......full sint di buona qualità, da cambiare ogni due pistate o se l'utilizzo e' esclusivamente stradale ogni 2/3000 km. Io utilizzo lo Shell Advance Ultra raccomandato dalla casa. Il V300 degrada troppo velocemente per un un'utilizzo stradale. Altri oli esotici tipo Pakelo o RP per me possono rimanere tranquillamente sugli scaffali
    Azz 2/3000 km per un utilizzo stradale?
    Io cambio tutto ogni 6000 a fronte dei 12000 richiesto dalla casa. Parlo di shell ultra advance 15w50.
    In piena stagione ogni 2/3000 mila significherebbe cambiare l'olio una volta al mese. Non è un tantino esagerato?
    Semplice curiosità ovviamente

    Leave a comment:


  • MiKiFF
    replied
    Io ho messo Motul v300 15w-50 finche' non ho avuto problemi alla nitrurazione delle camme del Desmo, dopo Shell 10w-60 e finché non ho parcheggiato la moto in salotto no problems, ma di certo altri marchi non sono da meno ..

    Last edited by MiKiFF; 11-02-19, 12:58.

    Leave a comment:


  • doc67
    replied
    Miki e sul mio Pompone secondo te...per l'utilizzo che ne faccio è la scelta migliore?

    Leave a comment:

Working...
X